“Noi, le ragazze degli anni’60” un classico di Grazia Scuccimarra al Teatro Nino Manfredi

“Noi, le ragazze degli anni ‘60” al Teatro Nino Manfredi, andato in scena oltre trenta anni fa, è oggi considerato – dopo più di duemila repliche – uno spettacolo “cult”, un classico del teatro comico contemporaneo.

Attualissimo per lucidità e vis comica, è un’ironica e pungente radiografia di quello che fu il modo di essere giovani negli anni ’60 (un’epoca così piena di tradizione e fermenti insieme), cioè del loro modo di amare, vestire, sognare, studiare, atteggiarsi, muoversi nel sociale e fare politica: il risultato è l’analisi di una generazione vista attraverso un continuo ed esilarante parallelismo con la realtà dei giovani dei giorni nostri.

Ridiamo quindi di come eravamo sciocchi, teneri e inconsapevoli, pur vivendo intensamente nel sociale, e di come siamo oggi, molto più coscienti, senza più veli e vecchie tradizioni ma, non per questo, meno patetici di allora.

Di questo spettacolo hanno scritto: “… con incredibile ed assoluto dominio del palcoscenico Grazia Scuccimarra galvanizza il pubblico suscitando continue risate”.

Teatro Nino Manfredi. Ed ancora: “… si presenta freschissimo e coinvolge e fa ridere le spettatrici e gli spettatori di almeno tre generazioni, che applaudono a scena aperta…”.

Indomita, aggressiva, ironica, arguta e coinvolgente Grazia Scuccimarra ripropone il suo classico “Noi, le ragazze degli anni ‘60”, uno spettacolo che ha oltre trent’anni ed ha al suo attivo più di duemila repliche.

Grazia, attrice comica di straordinaria intelligenza e cultura, sa come prendere il suo pubblico, lo travolge con la sua verve, con la sua maliziosa analisi dei pregi e dei difetti di chi ci circonda, con la sua critica spietata della politica e della società.

Ma sempre con un esilarante dialogo con il pubblico, che la adora, si riconosce nelle tante situazioni che racconta e si sbellica dalle risate. Teatro.

Ma chi erano le ragazze dei Sessanta e in cosa erano diverse da quelle di oggi?

Certo, parliamo di un periodo del dopoguerra, allegro, spensierato e onesto in confronto a quello attuale, abbastanza sguaiato e volgare.

E le ragazze erano evidentemente diverse.

Il filo conduttore dello spettacolo si snoda dalla loro adolescenza fino ai giorni nostri, con un interrogativo costante: che fine hanno fatto le ragazze degli anni ’60?

Ed è qui cha la Scuccimarra si sbizzarrisce nel ripercorrere il loro modo d’essere giovani, amare, vestire, studiare, sognare, atteggiarsi, fare politica e muoversi nel sociale, in un continuo e comicissimo confronto con i tempi attuali.

Teatro Nino Manfredi Ostia Lido

Via dei Pallottini, 10, 00121 Roma RM

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/la-notte-delle-stelle-2020-interflora/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/teatro-tor-bella-monaca-e-luomo-per-me

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *