Articoli

Ghoete

Sotto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo, All Routes Lead To Rome

Associazione Europea dei viaggi di Goethe-Grand Tour. Tutti gli itinerari portano a Roma,

Roma dal 1 al 17 novembre 2019, venerdì 8 novembre, ore 18.00

I Castelli Romani saranno protagonisti della nascita di una nuova costituzione. 

All Routes Lead to Rome, la rassegna dedicata ai Cammini, agli Itinerari e le Ciclovie in modalità dolce, fa tappa ad Ariccia, dove viene istituita l’Associazione Europea dei viaggi di Goethe-Grand Tour

Roma. L’associazione nasce in prosecuzione del bicentenario della pubblicazione dell’opera “Viaggio in Italia” di Johann Wolfgang von Goethe tra il 1816 e il 1817.

A seguito delle numerose iniziative del 2017, tra cui il festival “Goethe in Italia”, che hanno coinvolto tutta la Penisola italiana con oltre 70 realtà territoriali dalle Alpi alla Sicilia.

 Si è evidenziata la necessità di sviluppare un itinerario turistico sulle orme del Grand Tour, affinché si potesse imprimere e conservare memoria della storia italiana anche attraverso la letteratura di rilievo mondiale.

La Costituzione prenderà vita dalla volontà di Comuni, enti e istituzioni impegnate nella valorizzazione del famoso Viaggio in Italia di Goethe e vede la partecipazione attiva al Comitato Scientifico del Goethe Institut, del Museo Casa di Goethe e dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

Il Comune di Ariccia, capofila del progetto, sarà sede legale e associativa per tutti quei Comuni aderenti come il Comune di Lanuvio, di Nemi, di Castel Gandolfo, Marino e Albano Laziale.

Tutte le strade portano a Roma. Una rete destinata a crescere, alla quale si sono aggiunti nelle ultime ore i Comuni di Perugia e Taormina.

L’obiettivo principale di questo importante soggetto associativo è quello di candidare l’Itinerario Europeo dei Viaggi di Goethe al riconoscimento da parte del Consiglio d’Europa.

Quale garanzia di tutela e valorizzazione nell’ambito del programma dedicato agli ‘Itinerari Culturali Europei’.

L’evento sarà aperto dal Sindaco della Città di Ariccia Roberto Di Felice.

Seguiranno gli interventi di Milvia Monachesi, Sindaco della Città di Castel Gandolfo, Alessandro de Santis, Assessore alla Cultura della Città di Lanuvio, Paola Tiberi, Vicesindaco della Città di Marino ed Edy Palazzi, Vicesindaco della Città di Nemi per i saluti istituzionali.

La serata sarà conclusa con gli interventi di Elisa Refrigeri, Vicesindaco della Città di Ariccia, Maria Cristina Vincenti, Presidente di Archeoclub Aricino Nemorense e Federico Massimo Ceschin, Segretario generale di Cammini D’Europa e Coordinatore generale del progetto nazionale All Routes lead to Rome.

A seguire una degustazione di prodotti tipici dei Castelli Romani.

Dichiarazione di Elisa Refrigeri, vicesindaco di Ariccia:

“Riteniamo che L’Associazione Culturale Europea dei Viaggi di Goethe – Grand Tour, rappresenti una grande opportunità per diversificare l’offerta culturale e turistica”

Il Vicesindaco di Ariccia, Elisa Refrigeri dichiara “che possa contribuire a realizzare una stabile crescita economica e sociale attraverso l’integrazione dei molteplici e stupendi fattori naturali, paesaggistici e artistici dei Castelli Romani, del Lazio e dell’intero Paese.

In una relazione costruttiva con paesi europei quali Germania, Austria, Repubblica Ceca, Svizzera e Liechtenstein.

Siamo impegnati nel realizzare un progetto apparentemente molto ambizioso, ma che è pienamente nelle vocazioni del territorio e che potrà soltanto essere rafforzato dalle sinergie con gli altri Enti locali, dalle Alpi alla Valle dei Templi in Sicilia”.

Palazzo Chigi – Sala Maestra

Piazza di Corte, 14

Ariccia (RM)

Il programma delle attività è costantemente aggiornato sul sito: https://www.routes2rome.it/ e sulla pagina Facebook: https://www.facebook.com/routes2rome/

Ufficio stampa: ELISABETTA CASTIGLIONI PRESS OFFICE & PUBLIC RELATIONS

Elisabetta Castiglioni: + 39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Anna Bizzarri: +39 338 205 5730 – anna.bizzarri@hotmail.com

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/8-donne-e-un-mistero-teatro-tor-bella-monaca/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-tor-bella-monaca-7-anni/

Tutti i vincitori della terza edizione di “Castelli Romani” Film Festival Internazionale

Grande successo per la serata di gala delle premiazioni della terza edizione del Festival Internazionale del Cinema dei Castelli Romani nello splendido Palazzo Chigi di Ariccia, dove moltissime persone hanno applaudito i vincitori e, nei magnifici saloni della dimora storica, partecipato al ricevimento a seguire con l’immancabile “porchetta”, famosissima specialità culinaria del territorio.

La manifestazione itinerante è iniziata il 1 ottobre a Grottaferrata, con la presenza degli attori Giorgio Colangeli e Lidia Vitale per la proiezione del film di apertura “LA PARTITA”, proseguita alle Scuderie Aldobrandini di Frascati, dove ad assistere ai corti delle scuole c’erano l’attore Maurizio Mattioli e il regista Christian Marazziti, quindi al Teatro Don Bosco di Lanuvio con le proiezioni dei cortometraggi in concorso e per concludersi appunto ad Ariccia.

Nel corso del festival sono stati presentati 10 film in concorso e 3 fuori concorso, 20 cortometraggi finalisti più un corto evento speciale fuori concorso ed una web serie.

Sul palco la bella e brava presentatrice Emanuela Tittocchia, insieme al Direttore Artistico Antonio Flamini ed al Presidente dell’Associazione Punto e Virgola Marco Di Stefano, organizzatore della manifestazione, hanno consegnato i numerosi premi del festival, aiutati dai Sindaci dei Castelli Romani e dal Presidente della Giuria Marcello Foti, direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia.

Tanti i giovani presenti a cui sono andati i primi riconoscimenti per la sezione dei corti delle scuole che ha visto il coinvolgimento di numerosi istituti del territorio.

Madrina della Manifestazione l’attrice e produttrice Maria Grazia Cucinotta.

Momento particolarmente emozionante è stata la consegna del premio “Cinema e Musica” al maestro Amedeo Minghi, autore delle musiche di un cortometraggio, sulle note della famosa canzone “Un uomo venuto da lontano” dedicata a Papa Giovanni XXIII.

Vincitore come miglior film del “FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA DEI CASTELLI ROMANI 2019” il film “CI VUOLE UN FISICO” di e con Alessandro Tamburini e Anna Ferraioli Ravel.

Vincitore come miglior cortometraggio “SOGNI” di Angelo Longoni con Loretta e Daniela Goggi, Francesco Montanari e Claudia Conte.

Presente l’Ambasciatore di Bulgaria Chavdar Kirilov Adamski che ha consegnato il premio al film bulgaro “A PICTURE WITH YUKI” vincitore del premio miglior film internazionale.

Tra i personaggi premiati:

la madrina Maria Grazia Cucinotta, che ha ricevuto il premio alla carriera come attrice e produttrice, Andrea Roncato, migliore attore, Lidia Vitale, migliore attrice, Sebastiano Somma, migliore attore non protagonista, il fotografo Rino Barillari,

premio speciale Città di Ariccia, Elisabetta Pellini, premio del pubblico come migliore attrice, l’attrice Antonella Ponziani, premio speciale Città di Frascati, i registi Giancarlo Scarchilli e Massimo Spano, gran premio della giuria, il regista Angelo Longoni,

premio per il miglior cortometraggio, Gianni Franco, premio miglior attore sezione cortometraggi, Gaia De Laurentiis e Eleonora Ivone, premio ex aequo come migliori attrici nella sezione cortometraggi, Francesca Rettondini e Elena Russo,

premio ex equo del pubblico come migliori attrici, Alex Partexano, premio del pubblico come attore, Anna Ferraioli Ravel, premio attrice rivelazione, il regista Max Nardari,

premio migliore opera prima, Nadia Bengala, premio Città di Lanuvio, il regista Pierfrancesco Campanella, premio del pubblico miglior cortometraggio, Raffaella Camarda, premio attrice rivelazione sezione cortometraggi…..

Nelle giornate precedenti sono stati consegnati: a Giorgio Colangeli il premio alla carriera Città di Grottaferrata e a Maurizio Mattioli il premio alla carriera Città di Frascati.

A seguire l’elenco completo delle premiazioni.

PREMI FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA DEI CASTELLI ROMANI 2019

MIGLIORE FILM “CI VUOLE UN FISICO” DI ALESSANDRO TAMBURINI

PREMIO ALLA CARRIERA ATTRICE A MARIA GRAZIA CUCINOTTA

PREMIO ALLA CARRIERA A GIANNI MAMMOLOTTI DIRETTORE FOTOGRAFIA

PREMIO SPECIALE CITTA’ DI ARICCIA A RINO BARILLARI

GRAN PREMIO DELLA GIURIA AL FILM “THE KING OF PAPARAZZI” DI GIANCARLO SCARCHILLI E MASSIMO SPANO

MIGLIOR FILM STRANIERO “A PICTURE WITH YUKI”

MIGLIORE REGIA LUCA BIGLIONE PER IL FILM “STATO DI EBBREZZA”

MIGLIORE ATTORE ANDREA RONCATO PER IL FILM “STATO DI EBBREZZA”

MIGLIORE ATTRICE LIDIA VITALE PER IL FILM “LA PARTITA”

MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA A SEBASTIANO SOMMA PER IL FILM “DESTINI”

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA A FRANCESCA VALTORTA PER IL FILM “CI VUOLE UN FISICO”

PREMIO ATTORE/ATTRICE RIVELAZIONE A ANNA FERRAIOLI RAVEL PER IL FILM “CI VUOLE UN FISICO”

MIGLIORE OPERA PRIMA A MAX NARDARI PER IL FILM “DI TUTTI I COLORI”

PREMIO DEL PUBBLICO AL FILM “DESTINI” DI LUCIANO LUMINELLI

PREMIO DEL PUBBLICO ATTORE A ALESSANDRO TAMBURINI PER “CI VUOLE UN FISICO”

REMIO DEL PUBBLICO ATTRICE A ELISABETTA PELLINI PER “STATO DI EBBREZZA”

PREMIO SPECIALE CITTA’ DI LANUVIO A NADIA BENGALA PER IL CORTO “L’IDEA MALVAGIA”

PREMIO SPECIALE CINEMA E MUSICA A AMEDEO MINGHI

PREMIO SPECIALE CITTA’ DI FRASCATI A ANTONELLA PONZIANI PER IL CORTO “GLI OCCHI DELL’ALTRO”

GRAN PREMIO DELLA GIURIA, DELLA CRITICA E DEL PUBBLICO AL CORTOMETRAGGIO “GLI OCCHI DELL’ALTRO” DI ROSARIO ERRICO

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO A “SOGNI” DI ANGELO LONGONI

MIGLIORE REGIA A “IN THE PARK” DI FRANCESCO COLANGELO

PREMIO MIGLIORE ATTORE CORTO A GIANNI FRANCO PER “L’AMORE CHE NON MUORE”

PREMIO MIGLIORE ATTRICE CORTOMETRAGGIO A GAIA DE LAURENTIIS PER “APRI LE LABBRA” E A ELEONORA IVONE PER “LA CURA”

PREMIO DEL PUBLICO CORTOMETRAGGIO A “L’IDEA MALVAGIA” DI PIERFRANCESCO CAMPANELLA

PREMIO DEL PUBBLICO ATTORE CORTOMETRAGGIO ALEX PARTEXANO PER “IL CUSTODE”

PREMIO DEL PUBBLICO ATTRICE CORTO A FRANCESCA RETTONDINI PER “IL CIOCCOLATINO” E A ELENA RUSSO PER “STAI CALMO”

MIGLIORE CORTOMETRAGGIO RIVELAZIONE A “DESTINO” DI KRISTINA CEPRAGA

MIGLIORE REGIA RIVELAZIONE SEZIONE CORTOMETRAGGIO A DANIELA GIORDANO PER “DI CHI E’ LA TERRA?”

MIGLIORE ATTRICE RIVELAZIONE SEZIONE CORTOMETRAGGI RAFFAELLA CAMARDA PER “NESSUNA E’ PERFETTA”

MIGLIORE ATTORE RIVELAZIONE SEZIONE CORTOMETRAGGI AL BAMBINO FRANCESCO TRENTADUE PER “APPARENTEMENTO SOLO”

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/premio-mia-martini-25-edizione-bagnara-calabra/

https://unfotografoinprimafila.it/al-teatro-degli-audaci-va-in-scena-parlami-damore/




La Festa della Rete di Terre Ospitali si terrà nelle giornate: Venerdì 1° febbraio dalle 18.00 alle 23.00. Sabato 2 febbraio dalle 12.00 alle 23.00. Domenica 3 febbraio dalle 12.00 alle 21.00

A pochi chilometri da Roma, l’area dei Castelli Romani – che abbraccia oltre 200 kmq a sud della Capitale – rappresenta non solo la meta privilegiata per le gite fuori porta dei romani ma un territorio da scoprire in maniera attenta.

Terre incantevoli e ospitali che offrono un ricco patrimonio storico-artistico, bellezze naturalistiche poco conosciute e una tradizione enogastronomica antica e variegata: dall’antica Tusculum – i cui resti sono visitabili accedendo al Parco Archeologico.

Il Monastero bizantino dell’Abbazia di San Nilo a Grottaferrata e ai giardini di Villa Aldobrandini a Frascati, dai tanti sentieri – percorribili a cavallo, a piedi o in bici – che si snodano nel Parco Regionale dei Castelli Romani, comprendendo anche il tratto panoramico tra i Laghi di Nemi e Castel Gandolfo, alle tipiche fraschette dove assaggiare i gustosi prodotti locali in un ambiente conviviale.

Proprio al gusto – che in questo territorio sa declinarsi in chiave sia verace sia gourmet – e alla valorizzazione delle tipicità locali è dedicato l’evento delle “Terre Ospitali in Festa”, in programma dal 1° al 3 febbraio 2019 presso le suggestive Mura del Valadier a Frascati.

Organizzata dalla Rete di Impresa per la Filiera Turistica dei Castelli Romani, nata grazie ad un progetto finanziato dalla Regione Lazio, la manifestazione vuole far conoscere e vivere a un pubblico più ampio, non solo locale, il meglio di quanto questo territorio possa offrire per un turismo attento e “slow” secondo le cinque parole chiave comprese nel Manifesto delle Terre Ospitali: autenticità, innovazione, sostenibilità accoglienza e qualità. 

Per questo la manifestazione ha un deciso taglio esperienziale, volto a far vivere in prima persona ai visitatori le emozioni offerte da un soggiorno in queste zone, e a conoscere e sperimentare le antiche tradizioni che lo rendono unico.

Aperta al pubblico, la Festa delle Terre Ospitali sarà anche l’occasione per far conoscere alla stampa specializzata e ai buyers i maggiori punti d’interesse e i sapori del territorio attraverso educational, visite guidate e degustazioni.

Il programma dei tre giorni propone infatti visite culturali,
passeggiate nella natura, degustazioni e laboratori del gustoper conoscere più da vicino i protagonisti dell’enogastronomia locale, cooking show, dimostrazioni di produzione e degustazioni guidate da parte di cuochi, vitivinicoltori, mastri fornai e artigiani locali e momenti di confronto sui progetti e le potenzialità di questo territorio la cui vocazione turistica è una fondamentale risorsa.

Venerdì 1° febbraio, dopo la cerimonia d’inaugurazione ufficiale della manifestazione con istituzioni, stampa e buyer – in occasione della quale saranno presentati l’App della rete sviluppata dalla Cna per la promozione al pubblico di tutte gli esercizi commerciali aderenti al progetto della Regione Lazio, e il nuovo sito internet della Rete – dalle 18 alle 23 si apriranno al pubblico i banchi per la degustazione e vendita dei prodotti tipici.

Sabato 2 e domenica 3 gli stand apriranno al pubblico
rispettivamente dalle 12 alle 23 e dalle 12 alle 21  con approfondimenti, degustazioni, laboratori e dimostrazioni dedicati a prodotti e ricette locali, tradizionali o innovative: dalla Pupazza Frascatana (biscotto dalle sembianze di una donna con tre seni a base di farina, miele e aroma di arancia) alla porchetta, alle erbe spontanee che crescono nella zona, protagoniste di un laboratorio dedicato alla fito-alimurgia, proseguendo con altri prodotti e naturalmente con vini e extravergine dei Castelli Romani.

Alcuni dei migliori cuochi e ristoratori locali, inoltre, proporranno in assaggio gustose ricette tipiche: dalla trippa alla romana dell’Hosteria Amedeo e i fagioli con le cotiche della Cantina Bucciarelli ai rigatoni al sugo di brasato del Ristorante Belvedere o la cacio e pepe del Ristorante Cacciani, proseguendo con la guancia brasata con variazione di porri di F’Orme Osteria, lo speciale panino panis ac perna del Ristorante Il Torchio e con le proposte della Comunità Slow Food degli Osti di Frascati, che nelle loro fraschette e osterie mantengono viva la più autentica tradizione locale.

Nel corso delle due giornate sono previste pillole di tradizioni gastronomiche e dimostrazioni di produzione,
con i Terre Ospitali Lab in cui esperti e artigiani racconteranno storie, trucchi e curiosità sui prodotti tipici accompagnati da filmati, narrazioni dei protagonisti e prove pratiche per il pubblico con degustazione dei prodotti serviti in abbinamento ai vini Ospitali. 

Sabato 2 febbraio, inoltre, alle 11:30 è in programma la tavola rotonda “Le Istituzioni in Rete per la promozione di un territorio accogliente… idee e Progetti” in cui i partner della Rete D’Impresa – Regione Lazio, Arsial, Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini, Parco dei Castelli Romani, Gal Castelli Romani e Prenestini, Condotta Slow Food di Frascati e Terre Tuscolane,  Consorzio Bibliotecario Castelli Romani, Cna Roma e Castelli e i Comuni di Frascati, Monte Porzio Catone, Rocca Priora, Grottaferrata e Colonna – si confronteranno su progetti e iniziative.


Organizzazione: Rete di Impresa Terre Ospitali – Valica – Magnolia Eventi.
L’evento è a ingresso gratuito. Per accedere alle attività sarà possibile acquistare dei gettoni da spendere in degustazioni, laboratori tematici e showcooking. Il costo delle singole attività verrà comunicato presso le casse.

PARTNER ISTITUZIONALI DEL PROGETTO Regione Lazio, Le Strade del Commercio del Lazio, Cna Roma Castelli, Gal Castelli Romani e Monti Prenestini, Comunità Montana dei Castelli Romani e dei Monti Prenestini, Parco Regionale dei Castelli Romani, MuseumGrandTour, Consorzio Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani, Visit Castelli Romani, Slow Food Frascati e Terre Tuscolane

Comuni coinvolti nel progetto: Comune di Monte Porzio Catone (Ente Capofila) Comune di Frascati, Comune di Grottaferrata, Comune di Monte Compatri, Comune di Colonna, Comune di Rocca Priora.

All’Off/Off Theatre un debutto nazionale con un Sold Out con “Roma Caput Mundi”, tanti ospiti presenti ad applaudire la prima del nuovo spettacolo di Giovanni Franci.

E’ una prima che va subito a segno, spiazzando il pubblico. Il direttore artistico dell’OFF/OFF Theatre Silvano Spada ha scelto “Roma Caput Mundi”, un debutto nazionale che apre la seconda stagione dell’elegante e innovativo teatro di Via Giulia. 

Un testo scritto dal giovane Giovanni Franci, uno che le parole non le lascia andare, ma le ferma sui fogli immacolati delle proprie opere, sempre pregne di poesia e di una sacralità che sorprende il pubblico al termine dei suoi spettacoli.

Come può un autore così giovane parlare di violenza con una tale delicatezza? Come possono due parole contrarie, sovrapporsi? Un’operazione complicata ma riuscita, già dallo scorso anno con “L’Effetto Che Fa” (pièce che parla dell’omicidio di Luca Varani), anche grazie all’interpretazione di tre attori under35Valerio Di Benedetto, Riccardo Pieretti e Fabio Vasco, nuovamente insieme per “Roma Caput Mundi”.

La risposta, forse, sta proprio in quelle quattro lettere: Roma. Un filo conduttore di un progetto che la vede vittima e carnefice dei propri figli. Così i personaggi Valerio, Riccardo e Fabio, sono il frutto di una città che sa donarci e privarci di emozioni in egual misura.

Uno spettacolo di denuncia contro un momento storico ed una situazione sociale che tocca nel profondo anche i più giovani, sempre più pericolosamente vicini a quell’estremo pensiero di una destra spietata che non si cura dei più deboli, dando luogo ad episodi di xenofobia, omofobia e puro odio.

Al grido di “Italia agli Italiani, Roma ai Romani”, i violenti quadri dipinti da Franci, prendono forma nei luminosi giochi di luce curati da Umberto Fiore, alternati alle elaborazioni digitali di Marco Aquilanti. Uno spettacolo che colpisce allo stomaco, delineando realtà figlie di una cronaca che assimiliamo giornalmente tra le pagine dei quotidiani.

 Un lungo applauso saluta la compagnia al termine della prima, lasciando spazio ad un ampio dibattito consumatosi nel club dell’OFFOFF, grazie al brindisi inaugurale a base di bollicine Nero Champagne e assortiti canapè che hanno stemperato gli animi scossi del pubblico giunto, sollevati anche dal djset dell’attrice bosniaca Nela Lulic.

Tra le prime file anche tanti volti noti: dall’ex direttore del Teatro di Roma Antonio Calbi ai coniugi Fausto e Lalla Bertinotti, passando per Sabrina Alfonsi Presidente del I Municipio accanto all’elegante Rosanna Cancellieri.

Si vedono anche la coppia Eva Grimaldi e Imma Battaglia, il vicedirettore di Rai 3 Giovanni Anversa insieme all’artista Maurizio Prenna e poi Laura Lattuada e Domenico Federici, la modella in dolce attesa Catrinel Marlon insieme a Massimiliano Di Lodovico.

E ancora gli attori Elena Croce, Elda Alvigini, Elisabetta Rocchetti, Cristina Golotta e Rocco Castel, Riccardo Castagnari, il modello Luca Pontillo con il creativo Riccardo Pirrone, seguiti dalla sempre presente Roberta Beta.