Articoli

Dieci donne in musica d’autore, Sante Bambole Puttane con Grazia Di Michele e Maria Rosaria Omaggio all’Auditorium Parco della Musica.

Canzoni di Grazia e Joanna Di Michele, monologhi di Pietra Selva, accompagnate da Andy Bartolucci batteria, Fabiano Lelli chitarra, Paolo Iurich pianoforte, Fabrizio Cucco basso.

https://www.auditorium.com/evento/grazia_di_michele_maria_rosaria_omaggio-21070.html

Grazia Di Michele e Maria Rosaria Omaggio di nuovo insieme in scena con il Teatro-Canzone, dopo il grande successo di “Chiamalavita” tratto dalle opere di Italo Calvino.

Domenica 22 settembre, alle ore 19 sarà il Teatro Studio Gianni Borgna dell’Auditorium Parco della Musica di Roma ad ospitare il loro nuovo progetto tutto al femminile.

“Sante Bambole Puttane”, che è anche il titolo del nuovo album di Grazia Di Michele (Egea Music), scritto a quattro mani con la sorella Joanna.

Uno spettacolo incentrato su storie, narrate e cantate, di “donne che attraversano il mondo come ombre cui è negato ogni diritto di esistere davvero.

Auditorium parco della Musica, donne su cui gli uomini a volte proiettano le proprie fantasie, ignorando e negando la loro essenza”.

Donne comuni, dunque, non celebri o straordinarie, ma con storie che meritano di essere raccontate perché anche in quelle vite fioriscono sentimenti e emozioni in cui è possibile riconoscersi.

“Sono sofferenze, e perfino tenerezze – raccontano le due interpreti – che salgono da un’umanità emarginata, speranze che si alimentano di sogni.

Disperata ricerca del bello e del giusto in un mondo che sembra offrire pochi spiragli soprattutto a chi è più debole…

Le donne sempre più spesso, purtroppo, si ritrovano in questa condizione”.

Lora, Amina, Irina, Sonia, Dorina, Helen, Habi, Apollonia, Zelda, Raya, protagoniste di questi racconti in musica e prosa, rappresentano nell’immaginario di tanti le “Sante bambole puttane”.

Benché nella realtà siano donne con un personalissimo patrimonio di sentimenti vissuti, liberati, sognati, fraintesi, repressi, immaginati.

Non ci sono virgole a separare i sostantivi, perché si parla di proiezioni, torsioni di prospettive con cui molti uomini, per debolezza o per un arcano richiamo ancestrale a difendere una posizione di dominio, definiscono le donne che non riescono a capire o che non possono controllare.

Con Sante Bambole Puttane (scritto con sua sorella Joanna e con la regista teatrale Pietra Selva) Grazia Di Michele ritorna al Teatro-Canzone dopo il tour internazionale di Chiamalavita (di e con Maria Rosaria Omaggio).

Spettacolo approdato anche all’Auditorium delle Nazioni Unite a New York.

La prova da attrice in Dì a mia figlia che vado in vacanza con Alessandra Fallucchi per la regia di Maddalena Fallucchi.

Il successo di Io non so mai chi sono con Platinette, portato in Festival e teatri in tutta Italia.

Contemporaneamente al CD omonimo, uscito a giugno di quest’anno, ha pubblicato Apollonia per Castelvecchi editore, il suo primo romanzo.

Maria Rosaria Omaggio, considerata dalla stampa internazionale l’interprete ideale di Oriana Fallaci, per il film Walesa.

L’uomo della speranza del premio Oscar polacco Andrzej Wajda, continua a darle voce e volto in teatro col suo spettacolo Le parole di Oriana in concerto, trasmesso dalla RAI il 29 giugno.

Per la celebrazione dei cinquecento anni di Leonardo da Vinci ha interpretato, scritto e messo in scena nell’Auditorium Parco della Musica lo spettacolo evento Leonardo Psychedelic Genius.

Numerosi i suoi spettacoli dove sono evidenti passione ed esperienza per letteratura e musica.

Auditorium Parco della Musica

Sala Teatro Gianni Borgna

Via Pietro de Coubertin, 00196 – Roma

Biglietti ridotti a €19 prenotando su mail a helikonia@tiscali.it e su whattsapp a +39 392 7937717

Biglietti: 23 euro

Coordinamento comunicazione e ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

+39 06 3225044 – +39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Management e Digital PR Grazia Di Michele:  Nicola Cirillo per Slow Music

info@slowmusic.org  – +39 3299788791

https://unfotografoinprimafila.it/viva-litalia-a-cinecitta-world-con-le-interforze-militare/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-argot-studio-florian-metateatro-presenta-neve-di-carta/

Una striscia di Terra Feconda all’Auditorium Parco della Musica con Rita Marcotulli in “La femme d’à côté”

Festival Franco-Italiano di Jazz e Musiche Improvvisate 2019 XXII edizione, direzione artistica Paolo Damiani e Armand Meignan

 Giovedì 12 settembre ore 21,00 Auditorium Parco della Musica-Teatro Studio 

 RITA MARCOTULLI

‘La femme d’à côté’, estratti da film di Francois Truffaut

 RITA MARCOTULLI,pianoforte,

MICHEL BENITA,contrabbasso,

LUCIANO BIONDINI,fisarmonica/

JAVIER GIROTTO,sax baritono e soprano

AURORA BARBATELLI,arpa celtica,

ROBERTO GATTO,batteria

regia Maria Teresa De Vito

 A SEGUIRE

ADA MONTELLANICO QUINTET

ospite

 MICHEL GODARD

‘WeTuba’

Ada Montellanico voce, testi, musiche

Michel Godard, musiche, tuba, serpentone

Simone Graziano pianoforte

Francesco Diodati chitarra

Francesco Ponticelli contrabbasso

Produzione originale

 L’ultima serata di “Una striscia di terra feconda”, festival franco-italiano di jazz e musiche improvvisate, presenta, giovedì 12  settembre, all’Auditorium Parco della Musica di Roma, in apertura di serata, Rita Marcotulli, con il progetto ‘La femme d’à côté’, estratti da film di Francois Truffaut.

Con la pianista romana sul palco: Michel Benita, contrabbasso, Luciano Biondini, fisarmonica, Javier Girotto, sax baritono e soprano, Aurora Barbatelli, arpa celtica e Roberto Gatto, batteria. Regia Maria Teresa De Vito.

L’intento di Rita Marcotulli (recentemente nominata Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica, dal Presidente Sergio Mattarella), qui alla testa di una band stellare, è quello di tradurre in musica le emozioni che nascono dai film di Truffaut, le cui immagini, con la regia di Maria Teresa De Vito, vengono proiettate sullo schermo alle spalle dei musicisti.

Le musiche, composte dalla stessa Marcotulli, hanno lo scopo di “trovare qualche nesso di comunicazione tra immagini, parole e musica”, come ha dichiarato l’artista: uno scopo ambizioso e raggiunto in pieno con questo spettacolo, in cui le immagini in bianco e nero si amalgamano perfettamente con le agili e versatili note dell’ensemble.

La bravura tecnica ed esecutiva di questi musicisti è pari solo alla loro intensità e partecipazione.

La comunanza di ispirazioni e sensazioni tra il regista francese e la pianista romana è innegabile: la lirica malinconia, la poesia delle piccole cose, la nostalgia per l’infanzia, il desiderio di fuga, le contraddizioni dell’amore e il romanticismo nostalgico e mai scontato, oltre alla capacità di saper raccontare storie come pochi, sono presenti e fondamentali in entrambi.

A seguire, e quindi a chiedere la ventiduesima edizione di “Una striscia di terra feconda”, Ada Montellanico con il suo quintetto con ospite Michel Godard, con la produzione originale “We Tuba”.

Da anni Ada Montellanico, cantante e compositrice tra le più importanti e originali del panorama italiano, nelle sue varie formazioni predilige gli ottoni, strumenti verso cui nutre particolare attrazione e affinità.

In questo nuovo progetto sceglie al suo fianco Michel Godard, artista poliedrico e grande sperimentatore, uno dei più importanti e straordinari tubisti e in assoluto unico suonatore di serpentone.

In questo speciale progetto WeTuba ideato per il festival Una striscia di terra feconda, Ada Montellanico oltre a Godard si è avvalsa della presenza di tre musicisti che attualmente rappresentano la più innovativa espressione del giovane jazz italiano, Simone Graziano al pianoforte, Francesco Diodati alla chitarra e Francesco Ponticelli al contrabbasso.

Un organico originale che nella scelta di non utilizzare la batteria vuole, attraverso la scrittura di nuove composizioni, enfatizzare la costruzione e l’intreccio delle linee melodiche dei vari strumenti. Brani appositamente scritti per questo progetto e cantati prevalentemente in italiano, in un percorso di seducente ricerca.

 INGRESSO: 10 euro

Ufficio stampa “ Una Striscia di Terra Feconda” Maurizio Quattrini 338/8485333 maurizioquattrini@yahoo.it

 Ufficio stampa Musica per Roma tel. 06-80241203 – 228 – 583

ufficiostampa@musicaperroma.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-golden-di-roma-italia-e-capo-verde-in-dialogo-musicale/

 


Come fa la giraffa a vivere a sei metri da terra? Lo scoprirete al Bioparco in “Incontri di Natura”

Com’erano fatti gli animali del passato? Perché gli escrementi sono di forma, colore e consistenza diversa e perché le blatte soffiano?

Per rispondere a questi e a tanti altri quesiti il Bioparco organizza tre domeniche 15, 22 e 29 (dalle ore 11.00 alle ore 17.00) di “Incontri di Natura”.

Nel parco saranno dislocate otto postazioni con crani, modelli tridimensionali, escrementi, e animali vivi.

Un’occasione per ricevere curiosità su molte specie animali e partecipare a giochi e attività in compagnia degli operatori del Bioparco.

I laboratori a cui si potrà partecipare sono: “I RIS della Natura”, per cercare e interpretare le tracce degli animali.

“Animali dal passato”, alla scoperta di specie del passato, tra ammoniti, trilobiti e resti di dinosauro come veri paleontologi.

“Questione di equilibri”: gioco di abilità per comprendere che siamo tutti interconnessi.

E poi: “Punti di vista”, per mettere a confronto adattamenti e peculiarità della specie più alta del mondo e di quella più bassa.

“Formidabile predatore”, per scoprire in che modo denti lunghi, artigli affilati e un manto mimetico rendano predatori efficienti.

“I perché della Natura”, per scoprire che anche i serpenti hanno le zampe e che i rospi respirano con la pelle.

“Uova da record”, da 10 kg a pochi grammi: un gioco per approfondire il variegato mondo delle uova.

“Chi ha fatto la fatta?” per analizzare gli escrementi di diverse specie e trarne tante informazioni.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di evidenziare caratteristiche e curiosità delle specie animali presenti al Bioparco.

La voglia di sensibilizzare sulla tutela della Biodiversità, sottolineando l’importante ruolo della comunità internazionale degli zoo per la salvaguardia delle specie minacciate di estinzione.

(EEP, EAZA, Strategia mondiale degli Zoo, ecc…).

Credit fotografico: Archivio Bioparco

Fondazione Bioparco di Roma

Viale del Giardino Zoologico, 20 – 00197 Roma

Tel. 06.36082118 – 348.2465431 – fax: 06.3207389

www.bioparco.it

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-golden-di-roma-italia-e-capo-verde-in-dialogo-musicale/

https://unfotografoinprimafila.it/la-storia-a-processo-di-elisa-greco-marilyn-monroe-colpevole-o-innocente/

Giovedì 19 e venerdì 20 settembre – ore 21 al Teatro Golden un’iniziativa artistica e benefica.

 Ingresso con donazione benefica (prezzo suggerito: €20)

Prenotazioni: +39 3391320512 – segreteria@italia-capoverde.com

ITALIA e CAPO VERDE in dialogo musicale al Teatro Golden di Roma per un’iniziativa artistica e benefica.

Questa, in sintesi, l’idea concepita e promossa da Maria Silva (Consigliere della Repubblica di Capo Verde e presidente dell’associazione “Kriol-Ità”) e Alberto Zeppieri (direttore artistico Unicef Italia e produttore della collana discografica “Capo Verde, terra d’amore”).

Proposta accolta da Andrea Maia, direttore artistico del Teatro Golden, e sotto la direzione artistica di Grazia Di Michele, che inaugura il format internazionale della rassegna “A TU PER TU CON…”

Manifestazione mirata alla promozione della canzone d’autore in un ambito ravvicinato e partecipativo, in nome della qualità testuale e musicale.

ITALIA incontra CAPO VERDE, che avrà luogo giovedì 19 e venerdì 20 settembre nel congeniale “open space” di via Taranto.

Organizzata da “Kriol-Ità, Associazione di Amicizia Italia e Capo Verde” e “Numar Un”, produttrice della collana discografica “Capo Verde, terra d’amore”, con lo scopo di raccogliere donazioni a favore del movimento “Beira no Coraçao”. Movimento fondato dalla First Lady della Repubblica di Capo Verde, Ligia Fonseca, originaria del Mozambico) per contribuire alla ricostruzione.

Rifacimento di scuole, asili nido e abitazioni e per procurare medicinali, materiali scolastici e quant’altro necessario ad aiutare la popolazione mozambicana colpita dal ciclone “Idai”.

Evento che quest’anno ha provocato decine di migliaia tra morti e sfollati, in particolare a Beira dove il 90% di abitazioni e infrastrutture ha subito danneggiamenti.

Nelle due serate (inizio alle ore 21), alcuni fra i più significativi cantanti italiani incontreranno i loro omologhi capoverdiani, per una fusione di voci e di linguaggi che aprirà i cuori alla solidarietà.

Ad ognuno di loro verrà chiesto di interpretare un brano di Capo Verde (o più in generale dell’Africa) più un altro del proprio repertorio, all’insegna di una contaminazione che prevede duetti nazionali e internazionali e l’esecuzione di canzoni-simbolo eseguite in maniera corale.

I nomi nazionali prescelti in questa prima edizione per aver già “adottato” canzoni del progetto ONU “Capo Verde, terra d’amore”, corrispondono a quelli di Grazia Di Michele, Rossana Casale, Mariella Nava, Edoardo De Angelis, Lucilla Galeazzi, Ernesto Bassignano, Ivan Segreto, gli Oggi 4uattro e i Sismica.

I colleghi capoverdiani saranno invece Cremilda Medina, Mirri Lobo, Karin Mensah, Jacqueline Fortes, Jerusa Barros e Alessandra Silva Fortes.

I dialoghi in musica italo-capoverdiana saranno accompagnati dal vivo da una formazione composta da Humberto Ramos (pianoforte), Adão Ramos (chitarra e cavaquinho), Roberto Cetoli (tastiere e direzione orchestrale), Luca Donini (sax e clarinetto), Pier Brigo (basso), Ernesto da Silva (batteria e percussioni) e dai cori e dagli interventi delle vocalist Elisabetta Gomes e Ondina Santos.

Le due serate saranno condotte dagli speaker radiofonici di RAI Radio 1 Max De Tomassi e Savino Zaba.

In tale ambito sarà presentato in prima nazionale il volume 8 della collana “Capo Verde terra d’amore”, il cui ricavato netto di vendita in loco si sommerà alla raccolta-fondi.

L’iniziativa gode dell’Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica di Capo Verde e delle Ambasciate di Capo Verde e del Mozambico.

L’evento è stato realizzato con il prezioso aiuto di Eces, Atac e dalle associazioni Caboverdemania, Omcvi, Nôs d’Sintanton, Amici di Soncent, Api e AICS.

TEATRO GOLDEN

Via Taranto, 36 – Roma

Ufficio stampa:

A TU PER TU CON…: Elisabetta Castiglioni

+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Teatro Golden: Daria Delfino

+39 347 6687903 – daria.delfino@gmail.com

https://unfotografoinprimafila.it/la-storia-a-processo-di-elisa-greco-marilyn-monroe-colpevole-o-innocente/

https://unfotografoinprimafila.it/milano-teatro-degli-arciboldi-presenta-harry-potter-in-il-calice-di-fuoco/

https://unfotografoinprimafila.it/roma-asd-tiro-a-volo-lazio-incontro-annuale-con-obiettivo-no-violence/

“Obiettivo No Violence”. Il tema di questo incontro è “La Socializzazione” presso ASD Tiro a Volo Lazio Roma

il 13 settembre 2019 l’associazione “Obiettivo no Violence” organizza presso il circolo ASD Tiro al Volo Lazio uno dei consueti incontri annuali il tema di questa volta “La Socializzazione” reinserimento delle persone vittime di violenza nella società.

L’Associazione presenterà un video inedito sulla violenza in famiglia tema molto diffuso e difficile da trattare.

Un grazie a Manfredi Russo a Cristina Sciabbarrasi e al piccolo Flavio Simolo che hanno realizzato il video portando fuori delle 4 mura un argomento così delicato.

Tantissimi gli ospiti che hanno voluto dare il loro contributo nel sociale la serata verrà presentata dalla bellissima Floriana Rignanese.

Ci sarà la partecipazione straordinaria dei Milk e Coffee, Giada Agasucci finalista di Amici e Giulia Orlandi una vera star della musica per il sociale.

Non poteva mancare l’alta moda con due sfilate delle stiliste Giuliana Guidotti e Diana Dieppa, nomi di un certo rilievo su Roma e non solo.

Un ballo a sorpresa inerente la terapia attraverso il ballo una Baciata sensuale e salsa interpretati da   Elisabetta Valitutti e Salvatore Faraone.

Gran finale con una stupenda esibizione di danza del ventre di alcune protagoniste del progetto con la coreografia di Cristina Sciabbarrasi.

La serata si chiuderà con un’ottima cena a base di prodotti biologici, non mancheranno gli ottimi vini della Tenuta di Pietra Porzia e per finire un brindisi con il taglio della torta.

Per prenotazioni tel. 348.2876782 cena offerta da ASD circolo tiro a volo Lazio

Verranno proiettati i video del progetto “Obiettivo No Violence” ed esposte le foto contro la violenza.

Verranno inoltre offerti dei pacchetti per la cura del corpo dalla “La Suite Beauty”, “Fiori da evoflor” e prodotti bio ìdella “Biofarm”.

Gli ultimi gioielli della nuova collezione della bigiotteria di “Viaroma34 gioielli” che presenterà i nuovi lavori della pianta dell’ORO della “Naytay”.

Trucco e parrucco di Sergio Tirletti.

Presenti il direttivo di “Obiettivo No Violence” collaboratori e testimonial.

Il tutto sarà ripreso da reportage fotografico dei fotografi Michele Simolo e Adriano Di Benedetto

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/biennale-di-venezia-2019-76-mostra-internazionale-darte-cinematografica/

https://unfotografoinprimafila.it/roma-libreria-mondadori-niky-marcelli-presenta-la-strega-spiaggiata/

Le tre vite di Federico Bertolucci, Romics d’oro della XXVI edizione

Federico Bertolucci riceverà il Romics d’Oro nella XXVI edizione di Romics, che si terrà alla Fiera di Roma dal 3 al 6 ottobre.

Candidato agli Eisner Awards per lo straordinario lavoro compiuto con Love, Bertolucci è uno dei più importanti e talentosi disegnatori italiani.

Brindille – l’avventurosa fiaba per lettori di tutte le età scritta da Frédéric Brrémaud e pubblicata in Italia da saldaPress – ne è la conferma, considerato il grande successo di critica e di pubblico ottenuto in Francia, in Italia e in diversi altri paesi.

Ed è proprio grazie al sodalizio con saldaPress che nasce l’occasione di poterlo incontrare a Roma, durante la XXVI edizione di Romics.

Nato a Viareggio nel 1973, dopo gli studi artistici all’Accademia di Belle Arti, Bertolucci si dedica alla sua vera passione: i fumetti.

Da sempre infatti le sue letture preferite sono le raccolte di Topolino, accumulate dal padre durante gli anni Sessanta e conservate in un vecchio baule in soffitta.

Dal 1998 Bertolucci inizia a collaborare con Disney Italia su diverse testate, tra cui Topolino e W.i.t.c.h. Magazine, e frequenta l’Accademia Disney a Milano.

Forte di uno stile eclettico e dinamico, alterna la carriera di fumettista a quella di illustratore, collaborando, tra gli altri, con Panini, Mondadori, Edizioni EL, il Sole 24ore, Mosaik, Mattel, CNR.

Nel 2007 realizza un fumetto per il mercato francese: Richard Coeur de Lion, in coppia con lo sceneggiatore Frédéric Brrémaud, un sodalizio che durerà nel tempo. Collabora con realtà quali Bamboo, Claire De Lune, Delcourt e Ankama.

Proprio per Ankama crea insieme a Brrémaud la serie Love, pubblicata con successo in Francia, Stati Uniti e molti altri paesi, il cui punto di forza è la minuziosa accuratezza della rappresentazione degli animali, ottenuta grazie alla passione per il disegno di questi soggetti e a una costante documentazione.

Ed è proprio per Love, che nel 2016 e nel 2017 Bertolucci è ben tre volte fra i nominati (due volte come Best Painter/Multimedia Artist, una per la Best U.S. Edition of International Material) agli Eisner Award.

Con l’albo Love – The Fox vince la medaglia d’oro nella categoria miglior graphic novel per gli Indipendent Publisher Book Awards 2016.

Il sodalizio artistico con Brrémaud lo porta a lavorare da Dupuis che lo chiama per la realizzazione di una storia breve dedicata allo storico personaggio Marsupilami e successivamente illustra Piccole Storie, serie per bambini, firmata anche questa in coppia con Brrémaud.

In questa serie, dove i protagonisti sono sempre personaggi del mondo animale, il taglio è più didattico e meno crudo e le illustrazioni sono accompagnate da strisce “Perché la striscia […] è la forma di fumetto per eccellenza, non può essere riprodotta con altri mezzi che non siano carta e inchiostro.

Intendo dire che l’emozione che ci dà la lettura dei Peanuts, per esempio, è ben diversa dai cartoni animati che in seguito ne sono stati tratti […]” (Dall’intervista di Alberto Brambilla su Fumettologica, 2017).

La sua carriera continua così su tre fronti diversi, il fumetto Disney, la produzione francese e le illustrazioni per ragazzi con Mondadori, EL edizioni, il Battello a Vapore e altri editori italiani.

A Romics XXVI Federico Bertolucci presenterà in anteprima il cofanetto Brindille, in uscita per saldaPress, che raccoglie la saga completa dei due volumi scritti da Frédéric Brrémaud.

E proprio il personaggio di Brindille sarà protagonista a Romics della mostra dedicata a Bertolucci: un percorso espositivo focalizzato sull’ultimo capolavoro dei due autori, uno stupendo racconto, vibrante di colori, bellezza e contrasti, per lettori di tutte le età.

Brindille è realizzata in digitale e il percorso rivelerà tutto il lavoro e i passaggi per giungere alla tavola finita: dallo studio dei personaggi agli schizzi a matita, dalla creazione delle inquadrature ai vari livelli di colorazione del background e dei personaggi. Per immergersi in un’opera che ha incantato lettori di tutto il mondo.

UFFICIO STAMPA: Maurizio Quattrini +39 338 8485333 maurizioquattrini@yahoo.it

https://unfotografoinprimafila.it/vallerano-la-notte-delle-candele-di-vallerano-xiii-edizione/

https://unfotografoinprimafila.it/noa-e-mogol-a-scheggino-per-la-voce-della-terra/

Dopo il bis di Flavia Natalini la nuova Miss Lazio, la fascia di Miss Roma passa a Chiara Burla

Dopo Miss Roma la bionda 23enne dell’Ardeatino conquista anche il titolo principe e passa la prima fascia alla 20enne Chiara Burla, che la seguiva in graduatoria.

 La fascia di Miss Eleganza Lazio a Francesca Luna, 24enne di Latina, quella di Miss Riviera Tirrenica alla 21enne Chiara Bortolus.

Prossima tappa le prefinali nazionali di Mestre, dal 26 al 29 agosto.

Il dado è tratto.

Dopo la seconda e conclusiva serata di Montalto di Castro è finalmente al completo la squadra delle 12 ragazze che rappresenterà la nostra regione alle prefinali nazionali dell’80° Concorso Miss Italia.

Teatro di questi due giorni dedicati alla bellezza è stato l’Anfiteatro Lea Padovani, splendida struttura dedicata alla celebre attrice montalese (il prossimo anno ricorrerà il centenario della sua nascita).

Anfiteatro gremito di gente anche ieri sera, per la soddisfazione del sindaco Sergio Caci, che ha fortemente voluto il concorso e che ha concesso ospitalità e patrocinio.

 “Aver ospitato la finale di Miss Lazio anche quest’anno ci inorgoglisce.

Montalto dedica le sue bellezze naturali, storiche e culturali alle ragazze che hanno sfilato all’anfiteatro Lea Padovani.

 Un connubio che da anni si rinnova e che premia sia il concorso che la città. Sono felice che la squadra laziale delle Miss parta proprio da Montalto.

 Grazie a Miss Italia e agli organizzatori sempre impeccabili”, ha dichiarato il sindaco.

Quaranta le concorrenti che si sono sfidate per gli ultimi tre titoli in palio:

Miss Riviera Tirrenica 2019, Miss Eleganza Lazio 2019 e Miss Lazio 2019.

Quest’ultimo sicuramente il più ambito perché qualifica direttamente alla finalissima di Jesolo senza dover affrontare le prefinali di Mestre.

Titolo per il quale hanno gareggiato anche le miss vincitrici degli altri titoli regionali.

Le ragazze si sono esibite in simpatiche coreografie “marinare” sulle celebri canzoni di Edoardo Vianello, da “Abbronzatissima” a “Sei diventata nera”, e sfilato in abiti da sera, in costume da bagno e infine con la collezione pret’a couture “Love to Love” by Gai Mattiolo.

Sul palco, fantastica presentatrice oltre che organizzatrice, Margherita Praticò, che ha mascherato con grande professionalità la stanchezza di ben quattro giorni consecutivi di finali regionali, prima in Umbria e poi nel Lazio.

Lo spettacolo, ideato dal bravo regista Mario Gori, ha offerto un omaggio agli 80 anni di Miss Italia attraverso otto videoclip dedicati ad altrettante dive del cinema e della tv italiana, lanciate proprio dal concorso:

Silvana Mangano (anni ’40), Sophia Loren (anni ’50), Stefania Sandrelli (anni ’60), Anna Kanakis (anni ’70), Maria Grazia Cucinotta (anni ’80), Anna Valle (anni ’90), Miriam Leone (2000) e Giusy Buscemi (2010).

Ospite d’onore e presidente di giuria la “Miss Italia dei record”, la montalese Alice Sabatini.

Accanto a lei, tra i giurati, il sindaco Sergio Caci, il vicesindaco Luca Benni, la stilista Loredana Dell’Anno, la conduttrice Angela Achilli, il fotografo di moda Pino Leone, la fashion designer Sara Cappa.

La commissione tecnica che ha seguito tutte le tappe delle finali regionali: il personal trainer Tommaso Capezzone (segretario di giuria), la truccatrice delle dive Daniela Mariotti, il look maker Francesco Termine, l’organizzatore di eventi moda Riccardo Gubiani, il fotografo Emanuele Tetto e l’agente Miluna Mara Urbinati.

La giuria ha assegnato, in ordine cronologico, i seguenti titoli:

MISS RIVIERA TIRRENICA 2019 a CHIARA BORTOLUS, 21enne del quartiere Aurelio, castana, occhi verdi, alta 170 cm. Ha conseguito il diploma in amministrazione, finanza e marketing, pratica fitness e ama andare a fare shopping. Il suo sogno è semplicemente quello di realizzarsi;

MISS ELEGANZA LAZIO 2019 a FRANCESCA LUNA, 24enne di Latina, capelli castani, occhi marroni, alta 1,77 m. Laureanda in Giurisprudenza, pratica equitazione, ama leggere e dedica il suo tempo libero al volontariato. E poi il verdetto più atteso.

MISS LAZIO 2019 è FLAVIA NATALINI, 23enne dell’Ardeatino (Divino Amore), bionda, occhi verdi, alta 170 cm. Diplomata al Liceo Linguistico, inizierà a settembre l’Accademia di Moda e Costume. Pratica fitness, ama leggere e viaggiare, sogna di diventare stilista e aprire un rifugio per gli animali.

Per effetto di questo suo nuovo successo Flavia lascia la fascia di MISS ROMA 2019 a CHIARA BURLA, 20 anni, romana del quartiere Marconi. Mora, occhi marroni, alta 168 cm., ha in tasca un diploma di liceo scientifico ed è al primo anno di architettura. Pratica nuoto agonistico da ben 17 anni, ama il mare e sogna di aprire uno studio di interior design.

Questa la graduatoria completa:

Seconda classificata ILARIA DEL VESCOVO, 22 anni, di Poggio Moiano (RI), capelli castano-chiaro, occhi azzurri, alta 173 cm. Studentessa al secondo anno di giurisprudenza, ha un bar nel suo paese, in provincia di Rieti, pratica il beach volley. Appassionata di cinematografia, suona il pianoforte. Non ha un sogno preciso, vive la vita giorno per giorno.

Terza classificata VALENTINA PESARESI, 18enne del quartiere Testaccio, bionda, occhi verdi, alta 173 cm. Frequenterà a settembre il 5° anno dell’Istituto Tecnico per il Turismo, pratica danza classica, moderna e contemporanea e fitness. Ama ballare e recitare e sogna di sfondare nel mondo del cinema come attrice.

Quarta classificata AURORA FEDELI, 21 anni, di Rocca Priora (RM). Castana, occhi marroni, alta 170 cm., è diplomata al liceo artistico, lavora come hostess, nella pubblicità e nel ristorante di famiglia. Ha praticato danza classica, ora fitness. Ama viaggiare, l’arte, visitare musei e fare lunghe passeggiate. Sogna di fare la modella o, in alternativa, la stilista.

 Quinta classificata LUCREZIA TERENZI, 20enne di Cerveteri, capelli castani, occhi marroni, alta 174 cm. Diplomata all’Istituto Tecnico per il Turismo, pratica jogging, ama fotografare e viaggiare e sogna di diventare una brava attrice.

Sesta classificata CRISTIANA PISANO, 21 anni, romana dell’EUR, bionda, occhi azzurri, diplomata al liceo scientifico, al 3° anno di ingegneria industriale. Pratica pattinaggio sul ghiaccio da 6 anni, ama visitare le mostre e fare dolci e sogna di diventare un ingegnere chimico.

Come detto sono 12 le ragazze che rappresenteranno la nostra regione alle prefinali nazionali di Mestre (dal 26 al 29 agosto).

Qui arriveranno 185 ragazze da tutta Italia. Solo 80 di esse però saranno qualificate alla finale di Jesolo in programma dal 30 agosto al 6 settembre, giorno della diretta TV di RaiUno, che accoglie di nuovo il concorso dopo alcuni anni.

Il “dream team laziale” sarà dunque così composto:

 Flavia Natalini (Miss Lazio), Chiara Burla (Miss Roma), Ilaria del Vescovo (Miss Cinema Lazio), Valentina Pesaresi (Miss Cinema Roma), Francesca Luna (Miss Eleganza Lazio), Lucilla Nori (Miss Miluna Lazio), Maria Sofia Cimarosa (Miss Rocchetta Bellezza Lazio), Chiara Filippi (Miss Sorriso Lazio), Ludovica Cortese (Miss Sport Lazio), Aurora Fedeli (Miss Be Much Lazio), Lucrezia Terenzi (Miss Etruria), Chiara Bortolus (Miss Riviera Tirrenica).

“Quest’anno il titolo di Miss Italia sarà assegnato totalmente dal televoto – sottolinea l’agente laziale Margherita Praticò – sarà quindi molto importante la partecipazione del pubblico da casa.

 Per questo voglio rivolgere un appello a sostenere le nostre ragazze e un invito agli amministratori delle città di loro appartenenza a voler installare dei maxi-schermi nelle piazze per poter coinvolgere la cittadinanza a televotare le nostre miss.”

Ufficio Stampa Miss Italia Regione Lazio

Fabio Carnevali

Cell. 335.6001832

https://unfotografoinprimafila.it/sofia-marilu-trimarco-vince-miss-universe-italy-e-vola-in-finale-mondiale/

https://unfotografoinprimafila.it/noa-e-mogol-a-scheggino-per-la-voce-della-terra/

 

Al Gala di Cinecittà World la bella campana Sofia Marilù Trimarco vince il titolo e vola alla finale mondiale nelle Filippine

Due grandi occhi castani, lunghi capelli scuri come l’ebano e un sorriso che conquista. Sofia Marilù Trimarco ha vinto il titolo di Miss Universe Italy 2019 nel corso della finale nazionale del concorso più importante del pianeta.

La manifestazione si è tenuta presso il Teatro Uno di Cinecittà World domenica 25 agosto 2019 e andrà in onda il prossimo 1 settembre su La 5 in seconda serata, con la regia di Alberto Gangi Chiodo.

Vent’anni, 183 centimetri, una parlantina inarrestabile, la bella Sofia ha sfoggiato sul palco del teatro – presentata dalla giovane frizzante conduttrice Rebecca Staffelli, accompagnata dietro le quinte da papà Valerio di Striscia la Notizia e dal fidanzato Alessandro Basile.

Una luminosa pelle ambrata che ha tratto in inganno i giurati e il folto pubblico su presunte ascendenze esotiche.

In verità, la neo Miss Universe Italy – che ha ricevuto la corona direttamente dalle mani del patron del concorso Marco Ciriaci – è nata ad Oliveto Citra, ridente cittadina in provincia di Salerno.

Mamma Rosa Maria e papà Giuseppe” – dice Sofia – “gestiscono un supermercato.

Mia sorella è laureata in economia e management, mentre io sono più indirizzata verso studi di legge per diventare magistrato, anche se sono affascinata dal mondo della moda e dello spettacolo”.

Erano quaranta le finaliste – tra i diciotto e i ventotto anni, provenienti da tutte le regioni italiane – arrivate a Roma nella settimana precedente alla finale, ospiti dell’imprenditore Mattia Mingoli, titolare di All Time Relais Hotel nel verde del quartiere Mostacciano all’Eur.

In ventiquattro sono arrivate al gala di Cinecittà World accolte dopo una serie di prove, servizi fotografici, confessionali sotto l’occhio attento dei coach Virginia Barrett, Rosario Zaccaria e Anna Fusco.

Con loro, i giurati Tommaso Dragotto, Presidente di Sicily By Car, Marco Vurro, Responsabile PR per Wella, la stilista Lara Roggi ed Emilio Sturla Furnò che condusse l’edizione del 2018 e ha presieduto la giuria stampa, anticipando un benvenuto al pubblico del Teatro Uno con una presentazione estemporanea a telecamere spente.

 “Anche quest’anno” – ha detto Ciriaci – “possiamo essere molto soddisfatti del grande lavoro di squadra e dell’armonia che ha regnato in questi giorni.

Assieme all’amico Gangi Chiodo, l’edizione di quest’anno è stata arricchita da un divertente format televisivo stile reality, che sarà montato nel programma tv in onda su La 5.

Una scelta innovativa per un concorso di bellezza voluta per onorare il prestigioso incarico ufficiale in qualità di patron nazionale ricevuto l’anno scorso direttamente da Paula M. Shugart, presidente mondiale di Miss Universe”.

Sul palco, nel ruolo di inviate speciali del programma televisivo, la modella internazionale Tania Marie Caringi e la Miss Universe Italia uscente Erica De Matteis, che ha ceduto la preziosa corona creata dal maestro orafo Giovanni Pallotta.

Oltre alla fascia di Miss Universe Italy 2019, sono state riconosciuti altri titoli nel corso della serata, assegnati dagli sponsor: Miss Universe Wella a Laila Buonani, Miss Universe Lauretana a Linda Taddei, Miss Universe Nakai a Francesca Servetti, Miss Universe Sicily by Car a Tea Scafarto, Miss Universe Cinecittà World a Krizia Moretti, Miss Universe Lara Roggi Atelier a Nicole Falso, Miss Universe Mediaseven a Maria Laura De Vitis.

Hanno sostenuto l’evento tra gli altri DeacosmesiDomus PinsaParadiso RicevimentiCircuito da LavoroPannone ViaggiItalian Star e Bluegreen Village.

Brindisi finale e gli auguri alla neo Miss Universe Italy 2019 nel corso dell’after party da parte di tutte le concorrenti che hanno dimostrato tra loro un’inusuale e rara complicità nel corso del “ritiro” romano.

Vedremo Sofia Marilù Trimarco alla finale mondiale di Miss Universe in diretta televisiva su FOX LIFE.

In tale occasione, la vincitrice dell’edizione italiana indosserà l’abito che la stilista Brenda Ponde ha confezionato appositamente per lei.

Ufficio stampa

Emilio Sturla Furnò

Foto By Adriano Di Benedetto

 

Le quaranta candidate al titolo di Miss Universe Italy 2019 in ritiro a Roma dal 17 al 24 agosto presso All Time Relais Hotel.

Le ragazze si stanno preparando per la preparazione del format tv in onda su La 5 domenica 1 settembre 2019

Torna nella Capitale il più importante concorso di bellezza del pianeta, per eleggere la rappresentante italiana che avrà il diritto di partecipare alla Finale Mondiale di Miss Universe 2019.

Quaranta le finaliste in gara, tra i diciotto e i ventotto anni provenienti da tutte le regioni italiane, che si sfideranno domenica 25 agosto 2019 alle ore 21.00 presso il Teatro Uno di Cinecittà World.

 In palio c’è il titolo di Miss Universe Italy 2019, il concorso internazionale di bellezza diretto dal patron Marco Ciriaci.

La serata di gala sarà condotta dalla brillante Rebecca Staffelli e andrà in onda su La 5 il prossimo 1 settembre 2019, in seconda serata.

Dopo il successo dello scorso anno” – spiega Ciriaci – “ho deciso di rinnovare il concorso coinvolgendo le ragazze in un divertente format televisivo stile reality scritto assieme all’amico regista Alberto Gangi Chiodo, che sarà montato nel programma tv in onda su La 5.

 Un’idea in più per onorare il prestigioso incarico ufficiale in qualità di patron nazionale ricevuto l’anno scorso direttamente da Paula M. Shugart, presidente mondiale di Miss Universe”.

 La convocazione per le quaranta fanciulle è stata fissata a Roma presso All Time Relais Hotel diretto da Mattia Mingoli, dove ad attenderle ci saranno i coach: Virginia Barrett (Life Coach), Rosario Zaccaria (Fashion Coach), Pietro Genuardi (Theatre Coach) e Anna Fusco (Mental Coach).

Con loro, in qualità di guida e, successivamente, di inviate speciali del programma televisivo, le belle candidate giunte da tutte le regioni italiane troveranno ad accoglierle la modella internazionale Tania Marie Caringi e la Miss Universe Italia uscente Erica De Matteis.

Erica De Matteis il prossimo 25 agosto cederà la corona realizzata dal maestro orafo Giovanni Pallotta alla neo eletta Miss Universe Italy 2019.

Dal 17 al 24 agosto, le concorrenti vivranno un vero e proprio “ritiro” presso l’All Time Relais Hotel di Via Don Pasquino Borghi, 100 a Roma, elegante struttura alberghiera immersa nel verde del quartiere Mostacciano (EUR), dove si coniugano hospitality, business, sport e wellness.

Qui, si sfideranno in prove di vario genere e si alterneranno nella registrazione di “confessionali” per raccontarsi e farsi conoscere.

Già dal loro ingresso all’hotel le ragazze verranno seguite dall’occhio implacabile delle troupe tv dirette dal regista Alberto Gangi Chiodo; backstage, interviste, prove di make up e d’abito, tutto verrà registrato per essere proiettato nel corso della serata di domenica 25 agosto alle ore 21.00 a Cinecittà World.

Nella serata di gala, alla quale si potrà accedere solo su invito, le ragazze verranno osservate e giudicate da una giuria tecnica e una giuria stampa a cura di Emilio Sturla Furnò.

La neo eletta Miss Universe Italy 2019 avrà l’opportunità di partire alla volta delle Philippine, dove il 19 dicembre rappresenterà l’Italia nella grandiosa Finale Mondiale di Miss Universe in diretta televisiva su FOX LIFE.

In tale occasione, la vincitrice indosserà l’abito che lo stilista Joseval Dos Santos ha confezionato per la neoeletta Miss Universe Italy 2019.

Nel ritiro di preparazione sono state programmate anche trasferte e tappe in pullman e con le auto ecologiche offerte da Sicily by Car in altre città.

Le concorrenti saranno ospiti a Sant’Agata di Puglia per partecipare al famoso corteo storico della cittadina pugliese; si sposteranno ad Accadia e, successivamente, ad Orsara di Puglia per incontrare lo chef internazionale Peppe Zullo.

Nel corso della settimana di preparazione è prevista anche la registrazione di un videoclip musicale dove le ragazze saranno protagoniste, scelte dal cantautore Bruno Maccari.

Una lunga preparazione per arrivare pronte alla serata di gala del 25 agosto durante la quale le ragazze in gara dovranno cimentarsi in passerella, dovendo dimostrare di saper interpretare le creazioni di alta moda, urban style e casual.

Gli abiti di: Lois Minimal Design della fashion designer Matilde di Pumpo, Lara Roggi Atelier, Made in Tomboy – Luxury Jeans, Island Coco Bikini, Alessandra Grimoldi, Tania Marie Caringi Collection, Carditosale Bags, DEMO’ Gioielli.

L’immagine delle finaliste sarà curata da Deacosmesi.

Le concorrenti saranno protagoniste di servizi fotografici e quadri moda a bordo di preziose autovetture d’epoca di C.L.A.S.S. Club Auto Storiche Stornarella e di rare moto d’epoca Vespa dipinte a mano e bicilette in legno di BICI & BACI Roma – Spazio Museo Vespa.

Oltre al titolo di Miss Universe Italy 2019, sono previste le fasce di: Wella, Lauretana, Nakai, Sicily by Car, Cinecittà World, Lara Roggi Atelier.

Nella giuria tecnica hanno già dato la loro conferma: Golshan Barazesh, attuale Miss Iran, Stefano Cigarini, Amministratore Delegato di Cinecittà World, Tommaso Dragotto, Presidente di Sicily By Car, Fabio Ridolfi, patron di Roma Fashion Week, Marco Vurro, Responsabile PR per Wella e la stilista Lara Roggi.

Abbiamo accolto con piacere l’iniziativa Miss Universe Italy per questa edizione e per quelle del 2020 e 2021” – spiega l’AD di Cinecittà World Stefano Cigarini – “Cinecittà World è il parco a tema di Cinecittà, la fabbrica dei sogni del Cinema e dello Spettacolo.

Il nostro augurio alle partecipanti è che – tra le quaranta attrazioni, i sei spettacoli giornalieri e i grandi set cinematografici del parco – possano divertirsi e trovare la loro strada verso il successo”.

Sostengono l’evento tra gli altri Deacosmesi, Domus Pinsa, Paradiso Ricevimenti, Circuito da Lavoro, Pannone Viaggi, Italian Star e Bluegreen Village.

 Cinecittà World

Il Parco divertimenti del Cinema e della Televisione

Via di Castel Romano, 200 – ROMA

ESF Communication

+39 340 4050400 – info@emiliosturlafurno.it

 


“20 + 1 Edizione Festa della Birra” a Fabrica di Roma

Venti edizioni passate ma la prima organizzata dall’Associazione Festeggiamenti SS. San Matteo e Giustino già da anni operativa a Fabrica di Roma con manifestazioni quali le feste patronali, la sagra della Pecora e quella del fagiolo carne.

Questa sarà la Festa della Birra, la più attesa nella Tuscia viterbese, in programma quest’anno dal 22 al 25 agosto che, tra cover band e trapper dell’ultima generazione che offrirà, per la prima volta ad ingresso libero, uno spettacolo di divertimento e degustazioni con molte sorprese.

Tra le novità “da bere” (ed ammirare) ci sarà una speciale Heineken prodotta esclusivamente per la festa.

Si tratta di una birra non trattata, non pastorizzata e “a caduta”, quindi senza aggiunta di gas, contenuta in 2 tank da mille litri l’uno.

Otto saranno inoltre otto le diverse tipologie di birra da “testare”, provenienti da vari Paesi.

Le chiare Slalom Strong Lager (Gran Bretagna), Blanche de Bruxelles (Belgio), Heineken (Olanda) e Lagunitas IPA (USA); la scura Watneys Scotch Ale (Belgio); le ambrate Bulldog Strong Ale (Gran Bretagna), San Biagio Monasta (Italia)e Affligem Rouge (Belgio).

Ad accompagnare la protagonista “luppolo made” anche una serie di menu rapidi e diversificati, ma soprattutto una musica coinvolgente adatta ad ogni generazione.

Ad aprire i concerti di giovedì, venerdì e sabato con dei gruppi di ragazzi del luogo per far conoscere anche la produzione musicale del territorio fabrichese.

Si inaugura il 22 agosto con “Liberi Liberi”, la cover band di Vasco Rossi con Alberto Rocchetti, tastierista di Vasco.

Venerdì sarà la volta della tribute band europea dei Metallica e degli ACDC “Monsters of Rock”.

Sabato 24 Lorenzo Postiglione si esibirà col rapper viterbese Mammo Rappo, prima di cedere la scena ai dj Roby Santini, Neja e Carolina Marquez per una festa in stile anni Novanta.

Infine domenica 25 agosto, gran finale con Ernie e Tedua, anticipati da Mattepaz.

Ingresso libero

Pagina FB ufficiale:

https://www.facebook.com/FdB.FabricadiRoma/

Infoline: +39 338 637 3749

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

https://unfotografoinprimafila.it/antonello-venditti-ad-anzio-con-sotto-il-segno-dei-pesci/

https://unfotografoinprimafila.it/anzio-stadio-del-baseball-enrico-brignano-unora-sola-vi-vorrei/

Eletta ieri sera a Ladispoli la più bella della Capitale Flavia Natalini: ha 23 anni, capelli biondi, occhi verdi, ed è del quartiere Ardeatino-Divino Amore. Succede a Nicole Ceretta.

La fascia di Miss Cinema Roma è andata invece alla 18enne Valentina Pesaresi.

Tra gli ospiti della serata Alice Rachele Arlanch, Miss Italia 2017, la “patron” Patrizia Mirigliani e il sindaco Alessandro Grando

 La Capitale ha la sua nuova reginetta di bellezza. Miss Roma 2019 si chiama Flavia Natalini e viene dal quartiere Ardeatino, bionda con dei fantastici occhi verdi, ha 23 anni.

È stata eletta ieri sera in piazza Rossellini a Ladispoli, davanti a un folto e caloroso pubblico, che ha sottolineato con applausi scroscianti ogni uscita delle 20 concorrenti, tutte nate o residenti nella capitale e selezionate con un apposito casting dalla Delta Events, agenzia organizzatrice del concorso per il Lazio e l’Umbria.

Con lei eletta anche la 18enne testaccina Valentina Pesaresi, Miss Cinema Roma 2019.

Lo svolgimento di Miss Roma 2019 in una località della provincia è stato possibile grazie all’istituzione dell’area metropolitana di Roma, che ha portato il titolo negli anni passati anche a Frascati, Castelgandolfo e Bracciano.

L’evento, patrocinato dal Comune di Ladispoli, ha avuto come grandi sostenitori il sindaco Alessandro Grando e l’assessore alle attività produttive Francesca Lazzeri, che hanno annunciato l’installazione di un maxi-schermo per seguire la finale di Miss Italia e le rappresentanti laziali.

“Il successo di pubblico di questa sera – ha dichiarato il sindaco Grando – conferma la bontà della nostra scelta e porta lustro alla nostra città.

Spero sia solo l’inizio e che Ladispoli possa legarsi al concorso per tanti anni. Voglio ringraziare gli organizzatori e le ragazze che ci hanno aiutato nella nostra campagna di sensibilizzazione a tutela del mare e delle spiagge”.

Le venti bellissime concorrenti si sono cimentate in differenti quadri coreografici, sfilando per la collezione haute couture di Franco Ciambella e per la linea di prête-a-couture Love to Love by Gai Mattiolo.

Presentate da Margherità Praticò e da Alice Rachele Arlanch (Miss Italia 2017) e dirette dal regista Mario Gori che, nel corso dello spettacolo, ha offerto un omaggio agli 80 anni di Miss Italia.

Cinque videoclip dedicati ad altrettante dive del cinema e della tv italiana lanciate proprio dal concorso: Sophia Loren, Anna Kanakis, Maria Grazia Cucinotta, Anna Valle e Miriam Leone.

Seduta in prima fila la “patron” di Miss Italia Patrizia Mirigliani, che ha confermato il ritorno in RAI del concorso, dopo l’annuncio ufficiale dato a “La vita in diretta”:

“Ho voluto essere presente questa sera a Ladispoli per l’importanza della serata ma anche per rivivere l’atmosfera della piazza, del territorio, che è una componente molto importante per noi.

La serata ha avuto un grosso successo di pubblico, che quest’anno sarà protagonista, decidendo attraverso il televoto la nuova Miss Italia. Stasera ho visto molte belle ragazze.

Per loro quest’anno ci saranno maggiori possibilità perché le miss che arriveranno alla finalissima saranno ottanta”.

Molto folta la giuria, dove siedeva anche la Miss Roma 2018 Nicole Ceretta, che ha effettuato il consueto passaggio della corona, la neoeletta Miss Cinema Lazio Ilaria Del Vescovo e la pittrice e scultrice di Ladispoli Flavia Mantovan, già Miss Roma nel 1996. Da Flavia a Flavia insomma.

Tra i giurati, oltre al sindaco Grando e all’assessore Lazzeri, anche l’attore e principe Ladislao Liverani (protagonista in tv con “Forum”), lo stilista Franco Ciambella, la top model Carla Barrucci, la truccatrice delle dive Daniela Mariotti e il fotografo di moda Pino Leone.

Due le votazioni, una diversa per ogni titolo, che hanno dato il seguente esito:

MISS ROMA 2019

1a classificata: FLAVIA NATALINI, 23enne dell’Ardeatino (Divino Amore), bionda, occhi verdi, alta 170 cm.

Diplomata al Liceo Linguistico, inizierà a settembre l’Accademia di Moda e Costume. Pratica fitness, ama leggere e viaggiare, sogna di diventare stilista e aprire un rifugio per gli animali.

2a classificata: LUDOVICA CORTESE, 20enne di Anzio (RM), capelli castani, occhi marroni, alta 174 cm.

Diplomata al liceo linguistico-scientifico è iscritta al 1° anno di Economia alla Sapienza di Roma. Pratica molto sport, soprattutto fitness, ama viaggiare, andare al cinema e magiare sushi. Il suo sogno è affermarsi come consulente finanziario.

3a classificata: LUCREZIA TERENZI, 20enne di Cerveteri, capelli castani, occhi marroni, alta 174 cm.

Diplomata all’Istituto Tecnico per il Turismo, pratica jogging, ama fotografare e viaggiare e sogna di diventare una brava attrice.

MISS CINEMA ROMA 2019

1a classificata: VALENTINA PESARESI, 18enne del quartiere Testaccio, bionda, occhi verdi, alta 173 cm. Frequenterà a settembre il 5° anno dell’Istituto Tecnico per il Turismo, pratica danza classica, moderna e contemporanea e fitness.

Ama ballare e recitare e sogna di sfondare nel mondo del cinema come attrice.

2a classificata: ERIKA CILIBERTO, 20enne romana del quartiere Marconi, capelli castano-scuro, occhi marroni, alta 165 cm., diplomata ragioniera è al primo anno di scienze della comunicazione.

Pratica danza classica e moderna da quando aveva tre anni, ama sciare e nuotare e sogna di lavorare nel mondo della moda;

3a classificata: CHIARA BURLA, 20 anni, anche lei romana del quartiere Marconi. Mora, occhi marroni, alta 168 cm., ha in tasca un diploma di liceo scientifico ed è al primo anno di architettura.

Pratica nuoto agonistico da ben 17 anni, ama il mare e sogna di aprire uno studio di interior design.

I titoli di Miss Roma e Miss Cinema Roma garantiranno alle due vincitrici l’accesso alle prefinali nazionali in programma dal 26 al 29 agosto a Mestre, dove giungeranno 185 ragazze da tutta Italia, 80 delle quali si qualificheranno per la fase finale di Jesolo – dal 30 agosto al 6 settembre – comprese le 20 miss vincitrici del titolo regionale più importante (es. Miss Lazio).

Ufficio Stampa

Miss Italia Regione Lazio

Fabio Carnevali

Cell. 335.6001832

Da un’idea del coreografo Luigi Martelletta di mettere in scena “Ilo Lago dei Cigni” al Teatro Tor Bella Monaca

Lo spettacolo nasce da un’idea che da molti anni il coreografo Luigi Martelletta inseguiva e desiderava mettere in scena.

La sua lunga ed intensa carriera come primo ballerino al Teatro dell’Opera di Roma ed in tanti altri Teatri Italiani ed Europei gli ha permesso di studiare a fondo, di esaminare e di danzare molte volte questo spettacolare balletto.

La coreografia originale del repertorio classico infatti non ha mai sottolineato alcuni aspetti del libretto, che in questa versione vengono esaminati e sviscerati.

La drammaturgia classica dell’azione coreografica teatrale del balletto infatti, è abbandonata a favore di una forma di riappropriazione della realtà.

Dell’esperienza comune basata sui particolari e sulle singole situazioni riunite tra loro in collage ampi e sfaccettati, secondo una metodologia di lavoro di ricerca e di graduale progresso.

Fortemente legato alla tradizione accademica, Luigi Martelletta proporrà un lavoro stilisticamente più snello, più vivace, alleggerendo tutti i manierismi e le pantomime che fanno parte del repertorio classico ma che ormai risultano inutili, pesanti e noiose.

Non mancheranno però tutte quelle danze e quell’itinerario danzato che molti conoscono e si aspettano: I cigni, la danza spagnola, la danza russa, il valzer, i passi a due, e molto molto altro…

mercoledì 17, giovedì 18 e venerdì 19 luglio ore 21

con Maria Chiara Grasso e Carlo Pacienza 
e con 
Lilia Ivanov, Lucia Bini, Assunta Di Marino, Rita Di Pin, Stefano Candelori, Luca Ricci 
musiche 
Pëtr Il’ič Čajkovskij
coreografia
 Luigi Martelletta

Compagnia Nazionale di Raffaele Paganini | Compagnia ALMATANZ di Luigi Martelletta

BIGLIETTI
intero 10,50 Euro, ridotto 8,50 Euro, giovani 7,00 Euro invalidità 5,00 Euro,

diversamente abili 2,50 Euro

prezzo speciale GIFT CARD 7,50 Euro

info e prenotazioni 06/2010579

promozione@teatrotorbellamonaca.it

 Teatro Tor Bella Monaca

Via Bruno Cirino angolo Via Duilio Cambellotti

Prenotazioni: tel 06 2010579 

Botteghino: feriali ore 18-21.30, festivi ore 15-18.30

Ufficio promozione: ore 10-13.30 e 14.30-19

promozione@teatrotorbellamonaca.it

www.teatrotorbellamonaca.itwww.teatriincomune.roma.it

Ufficio stampa: Brizzi comunicazione

Cecilia Brizzi c.brizzi@brizzicomunicazione.it –  Tel 06 39038091 – 39030347 334 1854405

https://unfotografoinprimafila.it/roma-lape-rossa-musica-reading-teatrali-esplorazioni-urbane/

https://unfotografoinprimafila.it/roma-lape-rossa-musica-reading-teatrali-esplorazioni-urbane/