Articoli


Riciclarte con la più grande mostra d’arte contemporanea allestita in un Centro Commerciale in Italia, dal 17 febbraio al 1 marzo 2020

Il Centro Commerciale GranRoma Gran Shopping consolida il suo già forte radicamento nel territorio, proponendosi non solo come realtà commerciale, ma anche come luogo di incontro e di creatività a livello artistico con un evento di grande rilievo culturale e sociale: Riciclarte.

Centrato su un tema di grande attualità e del quale si dibatte in tutto il mondo, Riciclarte, si terrà dal 17 febbraio al 1 marzo al GranRoma, e attraverso l’arte e le sue tre declinazioni, scrittura, scultura e creatività, presenterà ai visitatori del centro commerciale, una grande operazione di educazione civica e di sensibilizzazione ecologica sulla corretta gestione dei rifiuti e l’importanza del riuso.

Tutta la galleria del Centro Commerciale sarà allestita e tematizzata con 10 ecototem speciali, ecosostenibili e totalmente green, generati da carta completamente riciclata, anch’essi completamente riciclabili, sui quali saranno riportate piccole frasi con immagini suggestive su diversi argomenti, appositamente studiate per informare e sensibilizzare.

Ci sarà un totem per ogni materiale soggetto al riciclo. Inoltre, la galleria del GranRoma ospiterà, la più grande mostra d’arte contemporanea mai allestita in un Centro Commerciale in Italia, visitabile gratuitamente, composta da 60 sculture medie, 4 quattro giganti e 2 grandi scacchiere realizzate dal maestro Diego Scarpellini in puro stile assemblaggio artistico/recycled-art, uniche nel loro genere.

Ogni opera è sostenuta da espositori costruiti totalmente in cartone completamente riciclato e stampato, realizzata con oggetti di uso comune.

Di grande interesse i laboratori ecologici, che permetteranno ai clienti del Centro Commerciale di costruirsi uno strumento musicale, partendo dalle tecniche artigianali più semplici, e apprendere le basi primarie per suonarlo grazie alla presenza di professionisti del settore.

Con questa iniziativa il Centro Commerciale GranRoma, dimostra ancora una volta di essere un punto di riferimento per il territorio circostante, puntando su eventi come Riciclarte, di grande rilievo sociale e interesse per i cittadini.

Centro Commerciale Gran Roma Gran Shopping, via Aristide Merloni, 141, Roma

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/i-gatti-della-piramide-sua-maesta-il-gatto/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/teatro-tor-bella-monaca-stavamo-meglio-quando-stavamo-peggio


Teatro Argot Studio. Produzione CapoTrave Infinito con il sostegno del Comune di Sansepolcro, Regione Toscana, Mibac, Piccola Patria.

Dopo il successo dello spettacolo La lotta al terrore, andato in scena per 62 repliche in 50 città italiane, Lucia Franchi e Luca Ricci con la compagnia CapoTrave continuano a esplorare l’universo sociale e politico contemporaneo, firmando un nuovo lavoro Piccola Patria al Teatro Argot Studio.

Piccola Patria, in scena al Teatro Argot di Studio di Roma, dal 20 al 23 febbraio, con Simone Faloppa, Gabriele Paolocà e Gioia Salvatori, interpreti della pièce.

Ambientata nel nostro presente, in una cittadina di provincia non specificata, dove si sta per svolgere un referendum che decreterà l’eventuale autonomia dall’Italia, la vicenda si sviluppa su tre giorni: il giorno antecedente, il giorno stesso e quello successivo al voto.

Il vorticoso climax di tensione innescato dall’imminente scelta politica fa emergere le contraddizioni individuali, familiari e sociali, che si palesano nella relazione tra i tre protagonisti.

Quando si rompe qualcosa, altre lacerazioni si vengono a creare incidentalmente, e ogni rottura ne porta altre, sia nei rapporti tra le persone, sia interni alle persone stesse.

Lucia Franchi e Luca Ricci firmano uno spettacolo dalle tinte cupe che riflette su uno dei fenomeni del nostro tempo: la frammentazione in piccole patrie e l’incapacità della politica di comprendere le reali necessità dei cittadini.

Nella stesura drammaturgica gli autori si sono ispirati alla vicenda storica della Repubblica di Cospaia, situata tra la Toscana e l’Umbria: un lembo di terra lungo 2 km e largo 500 metri che fu Repubblica indipendente dal 1440 al 1826.

A causa di un errore di tracciamento dei confini da parte dei geografi della Repubblica di Firenze e dello Stato Pontificio.

Per anni quella striscia di terra, che non doveva pagare tasse a nessuno, senza esercito, né carceri, ha conservato uno spirito indipendentista pieno di velleità e diffidenze verso l’esterno.

Note di drammaturgia di Lucia Franchi e Luca Ricci

Ci siamo chiesti più volte durante la scrittura perché avessimo deciso di raccontare questa storia, attraverso questi i tre personaggi di Caterina, Corrado e Lorenzo.

Non volevamo prendere parte per nessuno di loro.

Li capiamo tutti e tre, e li rispettiamo, anche se non condividiamo le scelte di nessuno dei tre.

Non avremmo però votato “sì” a questo referendum, ma diamo il beneficio del dubbio a Corrado, come lo diamo a ogni politico che ci governa, anche se non l’abbiamo votato, fino a prova contraria.

Capiamo bene Caterina che è stufa di tutto questo, che ha provato a ritornare, sentendosi però “isolata” e lontana, ma le sue ragioni non sono solo nobili, e non contribuirà a migliorare il suo paese.

Lorenzo era un violento, e questo non lo possiamo approvare: mandare a fuoco una scuola è illecito, anche nella più veemente delle battaglie.

In lui rivediamo, perché gliel’abbiamo data, la nostra rabbia, la nostra frustrazione nel vedere affermarsi un pensiero dominante in cui non ci riconosciamo; da lì nasce il suo restare in silenzio, ammutolito, mentre nessuna alternativa prende voce.

Così pare che tutti siamo d’accordo con Corrado, oppure ritorniamo alle nostre isole, come Caterina, o non sappiamo che altro proporre, come Lorenzo.

Davvero finisce così?

Teatro Argot Studio

Via Natale Del Grande, 27| 00153 Roma

Tel. 06/5898111

facebook.com/argotstudio

instagram.com/teatroargotstudio

P.IVA: 08154421005 | C.F. 06932070581

Orario spettacoli

dal martedì al sabato ore 20.30

domenica ore 17.30

Biglietti

15€ intero, 10€ ridotto, 8€ studenti

Info e prenotazioni

info@teatroargotstudio.com

www.teatroargotstudio.com

Comunicazione

Theatron 2.0

stampa.theatron@gmail.com / tel. 331 2344833

Ufficio Stampa Compagnia

Maria Gabriella Mansi

mariagmansi@gmail.com

334.9303765

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/piccolo-eliseo-confidenza-omaggio-a-starnone/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/aula-magna-la-sapienza-jordi-savall?fbclid=IwAR1e_irE38eOX6wdvyfMH7vIOxe4KBsLaWNUHKBtUfKgC1QlzP4qI2n33Sk


Nemi istalla un’opera dell’artista Marco Manzo dedicata all’amore il 14 febbraio a San Valentino

All’ inaugurazione dell’opera di Marco Manzo sarà presente il Sindaco Alberto Bertucci il giorno 14 febbraio alle ore 11.00: l’opera verrà inserita nel percorso delle cose da vedere per i numerosi turisti che ogni anno visitano Nemi.

Il 14 febbraio, Festa degli Innamorati, la Città di Nemi si arricchirà di una suggestiva opera pubblica realizzata da Marco Manzo, uno dei p migliori e più famosi tatuatori italiani al mondo.

A Manzo, che è anche designer e scultore di fama internazionale, con all’attivo mostre in prestigiosi contesti quali il Vittoriano di Roma e la Biennale d’Arte di Venezia.

Opere esposte a vario titolo in alcuni dei Musei più importanti come il Moma e la Gagosian Gallery di di New York ed il MACRO e il Maxxi di Roma.

E’ stata commissionata dal Comune un’opera volta ad omaggiare il territorio nemorense con una scultura che racchiude in sé, oltre al tatuaggio ornamentale di cui l’artista e precursore, elementi distintivi delle tradizioni e dei prodotti del territorio.

Celebre per essere riuscito nel tempo a portare il tatuaggio ad essere riconosciuto tra gli autorevoli linguaggi dell’arte contemporanea, l’artista ha pensato per il Comune di Nemi ad una installazione scultorea in bronzo.

Opera collocata nel centro storico in un angolo panoramico che affaccia sul lago “specchio di Diana”, che ha intitolato “La mano dei desideri” e che affonda le sue radici nell’antica leggenda.

Il mito delle lacrime di Venere che unite al sangue di Adone ucciso da Marte hanno generato piccoli rossi cuori carnosi, diffondendo così la fragola simbolo del territorio.

Fragola che viene rappresentato dall’artista col frutto poggiato su di una mano: la fragola, che rappresenta anche il cuore, è trafitta da una freccia, simbolo di Diana dea dei boschi circostanti e della caccia.

L’opera è anche testimone di amore: su di una seconda mano prospiciente,  tatuata con lo stile ornamentale,  i visitatori potranno poggiare il loro viso in un benaugurante scatto fotografico che costituisca un ricordo di amore e del territorio di Nemi allo stesso tempo.

La nuova leggenda vuole che, chi appoggerà il volto sulla mano ornamentale, potrà esprimere un desiderio, collocando Nemi tra le simboliche città dell’amore.

Il tatuaggio, lontano ormai da superati cliché, socialmente e culturalmente elevato ad arte a tutti gli effetti, giunge finalmente anche ad adornare un’opera pubblica, segnando una nuova tappa nella storia dell’arte,

Come recentemente confermato anche al Senato della Repubblica Italiana dai “Nuovi autorevoli linguaggi dell’arte contemporanea nel XXI secolo, a cura dello stesso Manzo.

L’artista si è in tal senso battuto nel tempo per elevare questa antichissima forma d’arte, giungendo a condurla nei Musei d’Arte contemporanea, nelle loro collezioni e nelle grandi mostre, portandola ad una credibilità istituzionale pari alle arti cosiddette maggiori.

L’inaugurazione dell’opera di Marco Manzo è prevista alla presenza del Sindaco, delle istituzioni cittadine e dello stesso artista il giorno 14 febbraio alle ore 11.00 : l’opera verrà inserita nel percorso delle cose da vedere per i numerosi turisti che ogni anno visitano Nemi.

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/san-valentino-rose-rosse-e-messaggi-dei-poeti-ti-amo/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/abarico-teatro-sweet-home


Domenica 16 febbraio, in occasione di San Valentino, il Bioparco di Roma proporrà alle famiglie il percorso animato Gli amori negli animali.

Bioparco di Roma. Una visita guidata alla scoperta del corteggiamento, della riproduzione e delle cure parentali in un coinvolgente giro del parco per conoscere i segreti più intimi degli animali.

Il percorso toccherà le aree: giraffe, mandrilli, civette delle nevi, tamarini e uistitì; la visita terminerà con il “Gioco delle coppie”, un’attività ludico-didattica in rima per riconoscere il partner giusto e scoprirne le diverse caratteristiche.

Bioparco di Roma. Le visite inizieranno alle 11.00 e avranno la durata di circa un’ora; l’ultima terminerà alle ore 16.00.

Le attività sono comprese nel prezzo del biglietto di ingresso.

Continua inoltre il supporto del Bioparco all’Associazione Australiana Zoo e Acquari (ZAA) per l’emergenza Australia: gli appuntamenti degli A Tu xTu saranno a tema “Sos Australia”. C

Un operatore didattico, si capirà come rettili e invertebrati della fauna australiana potranno fronteggiare un evento così distruttivo, nonché il suo impatto a lungo termine.

I visitatori possono contribuire con una donazione presso il Bioparco, oppure aderendo alla raccolta fondi: https://www.zooaquarium.org.au/.

Il fine è lo stesso: sostenere le attività di salvataggio, cura e riabilitazione fisica e psichica degli animali coinvolti, per poterli riportare in natura.

Maggiori informazioni su: http://www.bioparco.it/emergenza-australia/.

Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/bioparcoroma/

CREDITO FOTO: Massimiliano Di Giovanni – Archivio Bioparco

BIOPARCO DI ROMA

INFO: www.bioparco.it  – 06.3608211

ORARIO        9.30 – 17.00 (ingresso consentito fino alle ore 16.00)

TARIFFE       ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro

bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 10 anni: € 13.00

biglietto adulti: € 16.00

EVITA LA CODA! I biglietti si possono acquistare anche on line sul sito web del bioparco.it: https://ecommerce.bioparco.it/it/shop/biglietti

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/sala-paolo-poli-di-ostia-luomo-che-sognava-gli-struzzi/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/i-ragazzi-che-si-amano


San Valentino, la festa degli innamorati al Porta di Roma “Secret Garden”

In occasione del prossimo San Valentino, la festa degli innamorati, la Galleria commerciale Porta di Roma, rivolge la sua attenzione verso le tematiche ambientali, con la creazione di Porta di Roma Secret Garden.

Diventa a tutti gli effetti “green”. Porta di Roma

Infatti da lunedì 10 a domenica 16 febbraio, sarà allestito un giardino naturale, con oltre 300 piante di più di 50 specie diverse, curato dal Vivaio Barretta.

Nel corso degli anni ha sviluppato un’importante esperienza nella selezione e coltivazione delle piante tropicali.

Questo meraviglioso giardino, realizzato nel cuore della Galleria, con degli archi realizzati in stile Let’s Play, offrirà la possibilità di poter fare, poetici scatti in mezzo alla moltitudine di colori e aromi delle piante presenti al suo interno.

Inoltre dentro il giardino i visitatori troveranno delle colonnine QR Code, dove potranno scaricare messaggi d’amore, frasi di canzoni di alcuni tra i più famosi cantanti italiani, da inviare al proprio partner per comunicargli il proprio amore in modo creativo ed originale.

Tutte le foto che verranno condivise su Instagram con i tag #PortadiRomaSecretGarden e #PortadiRomaLetsPlay prenderanno parte ad un collage celebrativo che sarà pubblicato a fine evento sull’innovativo Ledwall Cube, denominato dalla Galleria, Wall of Experience, inaugurato lo scorso luglio.

Le foto saranno visibili a tutti i visitatori dal 17 al 23 febbraio.

Galleria commerciale Porta di Roma

Via Alberto Lionello, 201, 0 Roma

Orari: da lunedì a giovedì, 10:00–20:00 ; da venerdì a domenica, 10:00–22:00

UFFICIO STAMPA: Maurizio Quattrini – maurizioquattrini@yahoo.it – tel. 338 848533

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/caffe-letterario-amore-tutto-lacrime-e-sospiri/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/teatro-flaiano-novecento


Domenica 9 febbraio 2020 Darwin Day al Bioparco di Roma

Domenica 9 febbraio il Bioparco di Roma dedica una giornata a Charles Darwin, in occasione del “Darwin Day”, con attività legata alle teorie del naturalista inglese.

Dalle ore 11.00 alle 16.00 si susseguiranno visite guidate speciali dal titolo ‘a passeggio con Darwin’ della durata di circa condotta da naturalisti che, seguendo il pensiero del grande scienziato.

Condurranno le famiglie alla scoperta dei segreti della natura, con l ‘ ausilio di modelli tridimensionale e momenti di interazione con il pubblico.

Il percorso delle visite guida toccherà spesso aree: giraffe, zebre di Grevy, nandù, emù, struzzi, lemuri catta, pinguini del Capo, foche grigie.

Durante la tappa alle giraffe si potrà osservare e toccare con mano una vertebra cervicale di giraffa di resina per scoprire che il polmone del collo di questo animale è sorretto dallo stesso numero di vertebre del collo umano.

Bioparco di Roma. A proposito delle zebre, si troverà una risposta al significato adattativo delle strisce del mantello.

Per l’occasione, gli appuntamenti con ‘usato A TuxTu con la natura’ (dalle ore 12.45 alle 15.00) saranno un tema adattamento: si osserva da molto vicino le caratteristiche nascoste di alcuni rettili e anfibi e scoprire che i serpenti hanno le zampe, le rane respirano con la pelle, ecc.

Tutte le attività della giornata sono comprese nel prezzo del biglietto di ingresso.

Continua il supporto del Bioparco all’Associazione Australiana Zoo e Acquari (ZAA) per l’emergenza Australia. 

I visitatori possono organizzare una donazione presso il Bioparco, oppure aderendo alla raccolta fondi: https://www.zooaquarium.org.au/ .

Il fine è lo stesso: sostenere le attività di salvataggio, cura e riabilitazione fisica e psichica degli animali coinvolti, per poterli riportare in natura.

 Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/bioparcoroma/

FOTO DI CREDITO: Massimiliano Di Giovanni – Archivio Bioparco

 BIOPARCO DI ROMA

INFO: www.bioparco.it   – 06.3608211

ORARIO        9.30 – 17.00 (ingresso assegnato fino alle ore 16.00)

TARIFFE        ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro

bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 10 anni: € 13,00

biglietto adulti: € 16,00

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-le-fontanacce-pantani-il-pirata/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/room26-il-party-a-ritmo-anni90


Domenica 2 febbraio giornata di sensibilizzazione al Bioparco tutti con L’Australia è in fiamme. Aiutaci a buttare acqua sul fuoco.

L’Australia continua a bruciare e si stima che sono oltre un miliardo gli animali feriti o uccisi dalle fiamme.

Specie simbolo ed uniche al mondo come koala e canguri, ma anche altri mammiferi, uccelli e animali più piccoli come anfibi, rettili e invertebrati che hanno scarse possibilità di sfuggire a eventi di tale portata.

Per far conoscere più da vicino le specie a rischio di estinzione, in particolare la fauna australiana, domenica 2 febbraio il Bioparco di Roma organizza una giornata di sensibilizzazione, in supporto all’Associazione Australiana Zoo e Acquari (ZAA).

Dalle 10.30 alle 14.45 si potrà partecipare alla visita guidata dal titolo: ‘La natura va in fumo? Un viaggio tra Australia, Africa e Asia alla scoperta della biodiversità’ con tappa approfondita ai wallaby ed emù.

Inoltre agli appuntamenti degli A Tu xTu per l’occasione saranno a tema ‘Sos Australia’: con un operatore didattico, si capirà come rettili e invertebrati della fauna australiana potranno fronteggiare un evento così distruttivo, nonché il suo impatto a lungo termine.

L’Associazione Australiana Zoo e Acquari (ZAA), in sinergia con gli organismi federali australiani, raccoglie fondi e coordina l’emergenza attraverso l’attività di salvataggio.

Cura e riabilitazione degli animali coinvolti, orientando i progetti di ricerca con l’obiettivo di migliorare la resistenza degli habitat e di riportare in natura animali ristabiliti fisicamente e psichicamente.

Per aderire e contribuire alla raccolta fondi: https://www.zooaquarium.org.au/.

 Maggiori dettagli sulla giornata su http://www.bioparco.it

 Le attività della giornata sono comprese nel prezzo del biglietto.

 Credit foto: Massimiliano Di Giovanni – archivio Bioparco

 BIOPARCO DI ROMA

INFO: 06.3608211 e www.bioparco.it

 ORARIO             9.30 – 17.00 (ultimo ingresso alle 16.00)

 TARIFFE            ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro

bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 10 anni: € 13.00

biglietto adulti: € 16.00.

 EVITA LA CODA! I biglietti si possono acquistare anche on line sul sito web del bioparco.it: https://ecommerce.bioparco.it/it/shop/biglietti

Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/bioparcoroma/

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/romics-doro-della-xxvii-edizione-a-charlie-adlard/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/piccolo-eliseo-musica-a-teatro


Nico Sambo in concerto con “Cose lette e non lette” a Le Mura il 1 febbraio ore 22,00

Arriva a Roma il tour di presentazione di “Cose lette e non lette” il nuovo disco di Nico Sambo, uscito ad ottobre 2019 per Cappuccino Records.

Una successione di testi che raccontano situazioni sfocate, doppi sensi ed equivoci, grazie anche all’utilizzo di allegorie.

Le parole usate non sono quello che sembrano – o non si limitano al significato più apparente – e spesso descrivono altre immagini assumendo un significato diverso da quello letterale.

Come in “Passa tutti i giorni di qui” dove il moto delle onde sulla battigia viene accostato a una donna che passa tutti i giorni di fronte a un bar nel quale due amici si ritrovano e da lì la osservano.

E così, cercando di mettere a fuoco le parole, si arriva poi a vedere che a fuoco non sono e ciò che si è pensato di aver letto, nel senso d’interpretato, non lo si è letto bene. O forse sì.

Il disco è poi intriso di citazioni – a richiamare le “cose lette” – di scrittori quali DeLillo (il personaggio di Sullivan in Americana che “abita nel cuore degli uomini”), Pynchon (la battigia che si rimbocca le coperte ne L’incanto del lotto 49) e gli eremiti di Antonio Moresco (La lucina) e Claudio Morandini (Neve, cane, piede).

“Cose lette e non lette” è un disco fatto di fuzz, chitarre acide ed elettronica. I 10 brani presentano sonorità maturate da ascolti di krautrock e proto-punk e sono stati registrati da Nicola Fantozzi prevalentemente in presa diretta (chitarra, basso e batteria).

Gli arrangiamenti vedono poi l’inserimento di sintetizzatori, elettronica e altre chitarre.

Appuntamento venerdì 1 febbraio, sul palco de Le Mura di San Lorenzo per un concerto in full band.

BIOGRAFIA

Nico Sambo è un musicista livornese che spazia dall’elettronica al cantautorato.

Pubblica il primo album di elettronica strumentale nel 2011 – “Sofà Elettrico” (Snowdonia) – e nello stesso anno, a distanza di pochi mesi, rilascia il secondo – “Suspended” (Electric Fantastic Sound) – caratterizzato ancora da sonorità sintetiche ma che stavolta vede l’introduzione del cantato in lingua inglese.

La sperimentazione prosegue e nel 2014 pubblica il suo primo album in Italiano – “Argonauta” (Cappuccino Records).

Suona chitarre elettriche, sintetizzatori, basso e organo e cura fin qui la produzione artistica e le registrazioni.

Nel 2016, Nicola Fantozzi diventa il produttore artistico e il risultato è “Ognisogno” (Cappuccino Records), dove Nico Sambo si avvicina al cantautorato costruendo interamente i brani intorno al pianoforte.

“Cose lette e non lette” è il nuovo album, ancora prodotto da Nicola Fantozzi.

Qui si riprende l’uso dell’elettronica inserendola tra chitarre acide e testi allucinati.

Dal vivo è accompagnato da anni da un gruppo di musicisti con i quali ha registrato i suoi dischi.

Segui Nico Sambo

https://www.facebook.com/nico.sambo

https://www.instagram.com/nicola.sambo/

Le Mura – via di Porta Labicana 24 – ROMA

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/quid-di-roma-alessandra-formica-e-black-tea-drops/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/killer-per-casa-teatro-golden


In concerto al Quid di Roma per la rassegna “Quid Live Studio” Alessandra Formica e Black Tea Drops

Giovedì 30 gennaio, Alessandra Formica e i Black Tea Drops si esibiranno, alternandosi, sul palco del Quid di Roma (Via Assisi, 117 – ore 21.00 – ingresso gratuito) per la rubrica di musica originale “Quid Live Studio”.

Sul palco del Quid vanno in scena altri due progetti di qualità per la rassegna “Quid Live Studio”, ad aprire la serata sono le sonorità della cantautrice leonfortese Alessandra Formica, che presenta il suo progetto inedito.

Amante della sua Sicilia, studia all’istituto “Saint Louis College of music” di Roma e fa parte di coro SAT&B di Maria Grazia Fontana, con cui ha preso parte allo show televisivo Tale&Quale Show su Rai 1 e al Festival di Sanremo 2017 con il cantante Sergio Sylvestre.

Seguiranno i Black Tea Drops con il loro sound a base di neo soul e R’n’B, condito con un po’ di funk ed un “pizzico” di jazz.

Il loro primo EP, “Tea Drops” e la collaborazione con Randy Roberts, suscita l’attenzione della Filibusta Records con la quale firmano nel dicembre del 2018 un contratto discografico per la ripubblicazione del loro progetto “Tea Drops” e la produzione di un nuovo album.

Nell’aprile del 2019 esce così “Down and deep” seguito da video-clip, mentre nell’autunno dello stesso anno presentano il nuovo singolo dal titolo “Change”.

La band: Eleonora Toiati (voce), Alessandro Decina (batteria), Enrico Zapicchi  (basso) e Valerio Passi (chitarra).

QUID LIVE STUDIO

Il Progetto nasce dalla comune passione degli ideatori per la musica d’autore, attraverso una serie di appuntamenti settimanali in Via Assisi 117, con l’intento di valorizzare le enormi potenzialità che gravitano nel mondo della musica e con un occhio attento ai giovani musicisti, in uno spazio comunicativo di forte impatto per dare visibilità alla loro musica.

Quid Live Studio vuole essere un progetto forte, stimolante, che ambisce a realizzare un modo nuovo di condividere la musica con il pubblico, ma anche un’occasione per i tanti musicisti di mettersi in gioco.

QUID Live Studio si propone di dare spazio e voce a tutti quegli artisti che si vogliono cimentare con l’energia del “live”, mettendo a disposizione la possibilità di dirette streaming attraverso la partnership con RADIOEKLISSE, una delle realtà più consolidate nel mondo delle web radio romane, che diffonderanno in tempo reale i concerti, conoscendo e scoprendo le curiosità e le passioni di tutti gli artisti prima e dopo il concerto.

A questo si aggiunge il costante supporto giornalistico di Quartaparteroma.it, uno dei portali di informazioni di cultura artistica più seguiti, attraverso articoli, approfondimenti e interviste ai protagonisti.

QUID Live Studio si propone in conclusione come una vera e propria factory musicale, dove ogni giovedì a partire dal 10 ottobre, nuove proposte musicali spazieranno dal folk al blues, dalla canzone d’autore al jazz, offrendo la possibilità ai tanti talenti che gravitano nel mondo dei locali romani di esprimersi in piena liberta musicale senza alcun condizionamento, ma con l’imprescindibile marchio della qualità.

Sponsor del QUID LIVE STUDIO sarà YOUR MUSIC, storico negozio di strumenti musicali della Capitale, con un vasto assortimento di chitarre, liuteria, tastiere e accessoristica che contribuirà con un premio di 250 euro in denaro, oltre all’omaggio da parte di due brand di fama internazionale come Fender e Roland che metteranno in palio una pedaliera e una chitarra elettrica per vincitori della I° edizione del QUID LIVE STUDIO.

Vincitori decretati attraverso il voto congiunto di una giuria tecnica composta dalla direzione artistica del Quid, dalla redazione di Quartapareteroma.it e dagli speaker di RADIOEKLISSE al quale si aggiungerà il miglior gradimento del pubblico in sala, attraverso una valutazione complessiva della singola perfomance inclusa la presenza scenica.

Roma, 28 gennaio 2020

Responsabile della comunicazione: Alex La Gamba – info@alexlagamba.it  – 392.9295816

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/il-risto-japan-moku-compie-2-anni/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/italian-music-contest-2019-la-finale


Teatro Centrale presenta Passaggio ponte, il varietà cinico

Venerdì 24 gennaio alle ore 21.31 nella suggestiva cornice del Teatro Centrale nel cuore di Roma (Via Celsa, 6) risate a regola d’arte con “Passaggio ponte” il varietà cinico.

Passaggio ponte, varietà ideato dall’attore romano Matteo Nicoletta.

Un’ora e mezza di spettacolo all’insegna della spensieratezza del weekend.

Canzonette irriverenti, duetti esilaranti, monologhi dissacranti e balletti sbilenchi saranno gli ingredienti di uno spettacolo di folle rigore con Matteo Nicoletta, Massimiliano Aceti, Giuseppe Ragone, Antonio Gargiulo e altri secret guests.

Chi non è mai stato sul ponte di una nave? È proprio qui che avvengono gli incontri più assurdi e impensabili.

Un melting pot di persone fanno discorsi di qualsiasi genere che forse mai avrebbero fatto se non si fossero trovate lì.

“Impressionati da queste dinamiche abbiamo scelto il nome ‘Passaggio Ponte’ proprio perché il nostro show è l’incontro di diversi tipi di comicità.

Diversi punti di vista della realtà e dei mille modi di ironizzare su di essa, sempre guidati dal sano cinismo che ci appartiene” dichiarano gli attori protagonisti.

Salite anche voi a bordo di una nave senza destinazione!

Il party proseguirà in notturna, dalle 23.03, con la musica selezionata da Daniele Greco Dj.

Attori:

Matteo Nicoletta, Massimiliano Aceti, Giuseppe Ragone, Antonio Gargiulo + Secret Guests.

Band:

Matteo Cona: Chitarra – Matteo Patrone: Pianoforte – Andrea Colicchia: Basso- Sergio Tentella: Batteria.

Location:

Teatro Centrale

Via Celsa, 6 Roma

Info e prenotazioni: 0694323897

Biglietti:

Spettacolo + drink: 20€

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-lo-spazio-la-fine-del-mondo/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/auditorium-ennio-morricone-80-panni

 


Dal 20 gennaio – 2 febbraio 2020 Stendardi scenografici all’aperto Capodanno cinese in Via dei Condotti – Roma

Mostra fotografica sui 55 siti cinesi patrimonio mondiale dell’Unesco. Negozi selezionati di via dei Condotti * e Grand Hotel Plaza di Roma. Ingresso libero

23 gennaio 2020 – Ore 17:00 / 19:00 Vendi formazione su Turismo di Lusso Italia-Cina, Grand Hotel Plaza – Via del Corso 126 – Roma.

Partecipazione libera riservata a stampa e operatori del settore con obbligo di conferma

Contestualmente all’evento gemello di via Monte Napoleone, con il consenso del Comune di Roma, sarà luogo per la seconda volta, nella settimana dal 20 gennaio al 2 febbraio 2020, un’iniziativa per il Capodanno cinese nelle strade del lusso di Roma.

L’azienda della manifestazione organizzata da Andrea Amoruso Manzari (già artefice del formato “La Vendemmia di Roma”) è quello di attirare il turismo internazionale nelle aree dello shopping, in primis attraverso gli allestimenti che aggiungono gli spazi all’aperto di via Condotti, partner e location dell’evento, quali specifici segni di riconoscimento per i turisti cinesi in visita nella Capitale.

Il focus principale sarà il Sell ​​Training dedicato alla formazione, alla cultura e alle eccellenze italiane, argomento di interesse nazionale in quanto i relatori, provenienti da tutta Italia, affronteranno temi specifici collegati alle tecnologie digitali di coinvolgimento, tendenze di acquisto dei millennial, indirizzi di turismo internazionale, metodi di pagamento e previsioni di mercato.

L’iniziativa, in programma il 23 gennaio alle ore 17.00 al Grand Hotel Plaza e moderato da Janina Landau – giornalista “Class CNBC”, interverranno insieme ad Amoruso Manzari, Sun Xiaolin , Responsabile Desk Roma della Fondazione Italia Cina;

Chiara Beghelli , Giornalista “Il Sole 24Ore”; Santiago Mazza, Sviluppo commerciale Digital Retex; Antonella Bertossi , Partner Relations and Marketing Manager Global Blue; Enrico Plateo , Manager Europe di Tencent IBG WeChat, Antonio Orlando , Direttore Class Editori ed Elisabetta Latini , Responsabile Retail Aeroporti di Roma.

Obiettivo del meeting è il trasferimento di strumenti e contenuti utili per migliorare le performance delle vendite al dettaglio come informazioni istituzionali, trend di mercato, tecniche di comunicazione e coinvolgimento, tecnologia. Al termine del momento formativo si svolgerà un cocktail per gli operatori e gli ospiti.

Ultimo ma non meno importante, il terzo focus dedicato all’Arte vedrà esporre per 15 giorni (dal 20 gennaio al 2 febbraio) una mostra fotografica sui 55 siti cinesi patrimonio mondiale dell’Unesco all’interno di numerosi negozi di Via Condotti e al Plaza.

Un’iniziativa che si lega all ‘ Anno della Cultura e del Turismo Cina – Italia 2020 il quale verrà inaugurato proprio a Roma il 21 gennaio all’Auditorium Parco della Musica con un Forum sul Turismo organizzato dall’Enit con 400 ospiti e intervento internazionale di delegazioni ufficiali e ministeriali cinesi e italiani, un concerto e fuochi d’artificio a conclusione della serata.

In occasione di tali eventi e in collaborazione con Class Editori, come già avvenne per “La Vendemmia di Roma” con la rivista “Gentleman”, verrà pubblicato un numero speciale della rivista “Eccellenza Italia” dedicata al Capodanno cinese, alla Mostra fotografica dell’Unesco e all’Anno della Cultura.

ANGELETTI Elenco negozi che aderiscono alla mostra siti cinesi Unesco:

BATTISTONI

CARLO ELEUTERI

CARTIER

DAMIANI

DOLCE & GABBANA Piazza di Spagna

DOLCE & GABBANA Via Condotti

FALCONERI

FEDERICO BUCCELLATI

GRAND HOTEL PLAZA

IL BISONTE

SALVATORE FERRAGAMO Uomo

SALVATORE FERRAGAMO Donna

STUART WEITZMAN

SWAROVSKI

Pagina FB ufficiale:

https://www.facebook.com/Rome-Chinese-New-Year-394036437830216/

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/piccolo-eliseo-la-pianessa-musica-a-teatro/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/teatro-argot-studio-segnale-dallarme-la-mia-battaglia-vr

 


Gran Ballo Russo 2020 in onore di Anton Čechov al Palazzo Brancaccio di Roma

Sabato 11 gennaio 2020 l’elegante Palazzo Brancaccio di Roma, ospiterà l’VIII Edizione del Gran Ballo Russo (la IX, se si conta il Gran Ballo dello Zar organizzato in esclusiva dalla Compagnia Nazionale di Danza Storica nel 2012).

In un contesto esclusivo, il Gran Ballo Russo darà l’occasione di immergersi in un’atmosfera imperiale, in un ambiente ricercato accompagnato da eccellenti vini, ricche pietanze, spettacoli d’antan e danze storiche.

L’VIII edizione dell’evento sarà dedicata al grande scrittore russo Anton Čechov e al suo capolavoro teatrale “Il giardino dei ciliegi”.

Gli ospiti provenienti dalla Russia, dalla Bulgaria, dall’Italia, dalla Svizzera, dalla Francia, dalla Germania e dall’Argentina avranno l’occasione di ballare il celeberrimo Valzer N. 2 di Shostakovich, la Russian Waltz Quadrille, la MoscowPolka, la Masquerade Quadrille, la Polka Troika, il Russian Figure Waltz, il Pas De Patiner e tanti altri.

L’evento sarà patrocinato dall’ENIT, dal Consiglio Internazionale per la Danza Unesco, dall’Assessorato alla Crescita Culturale del Comune di Roma, dalla Camera di Commercio Italo-Russa, dal Centro della Scienza e della Cultura Russa.

Da anni il Ballo è promosso dalla “Compagnia Nazionale di Danza Storica” di Nino Graziano Luca – ideatore ed organizzatore dell’evento insieme a Yulia Bazarova di “Eventi Rome” – promotrice della cultura russa in Italia, giornalista e organizzatrice dell’evento – e dall‘Associazione culturale “Amici della Grande Russia” rappresentata da Paolo Dragonetti de Torres Rutili.

L’immagine  dell’evento è il quadro di Natalia Tsarkova, la nota pittrice ufficiale dei Papi, che durante la prima edizione ha ritratto gli ospiti mentre ballavano.

L’VIII Edizione del Gran Ballo Russo vedrà la partecipazione, tra gli altri, della straordinaria ballerina russa MARIA ERMACHKOVA, professionista di livello mondiale, coreografa e maestra di danza a “Ballando con le stelle” su RaiUno che si esibirà nel Valzer The Snowstorm su musica di Svridov e coreografia di Nino Graziano Luca.

Inoltre, l’attrice russa DARIA BAYKALOVA (nota per aver interpretato il ruolo della protagonista in “Onore e rispetto 4/5″ e che presto sarà anche nella serie tv Sky ”The New Pope” diretto da Paolo Sorrentino) interpreterà il personaggio principale di Ljubov de “Il giardino dei ciliegi” di Anton Čechov sull’adattamento drammaturgico di Nino Graziano Luca, che punta a mettere in risalto l’effetto che i cambiamenti sociali determinano sulle persone.

L’attrice italiana Claudia Conte (attualmente impegnata nella preparazione di tre film) sarà Anja.

Il ruolo maschile di Lopachin, sarà invece interpretato dall’attore Vincenzo Vivenzio (già apprezzato in “Il Professor Cenerentolo” di Leonardo Pieraccioni ed “Indovina chi viene a Natale” di Fausto Brizzi. Prossimamente nella fiction “Nero a metà 2”).

La Compagnia Nazionale di Danza Storica oltre ad essere protagonista con tutto il repertorio coreografico del Gran Ballo, proporrà il proprio Dipartimento di Danza Classica diretto da Debora Bianco con Suite da The Comedians op. 26 di Dmitri Kabalevsky in March e Gavotte.

Le famose arie e romanze saranno cantate dal soprano Elena Martemianova, eletta “Musa di San Pietroburgo” e vincitrice del 1° premio per la per la Migliore Esecuzione di un’aria giordaniana.

A mezzanotte gli ospiti celebreranno il Capodanno ortodosso con il Libiam da “La Traviata” di Giuseppe Verdi.

Mentre la mezzo soprano Ekaterina Marmilo, stella nascente della scena operistica russa ed internazionale canterà l’Aria di Laura dal Convitato di Pietra di Aleksandr Dargomyžskij e Che dire, in silenzio di Nikolay Rimskji-Korsakov.

Ad accompagnare l’atmosfera storica non sarà esclusivamente la peculiare solennità, la musica, le antiche tradizioni, il galateo ma anche i costumi realizzati da alcune sartorie artigianali italiane e internazionali.

I costumi delle attrici che reciteranno nel Giardino dei Ciliegi sono della costumista Paola Cozzoli, creatrice di costumi teatrali di grande bellezza.

In questo caso, volendo puntare sul tema centrale nell’opera (e sub speciae aeternitatis) “dell’effetto che i cambiamenti sociali determinano sulle persone”.

I costumi sono stati realizzati pensando al fatto che il Gran Ballo Russo predilige il dress code seconda metà ottocento e dunque, per quanto riguarda il costume di Daria Baykalova, Paola Cozzoli si è ispirata al costume dei cosacchi russi reinterpretando lì in chiave tardo XIX secolo.

Mentre il colore bordeaux del vestito dell’attrice Claudia Conte, è stato ispirato dai colori simbolici della Russia mantenendo lo stile austero e drammatico.

Le attrici indosseranno le calzature della famosa maison italiana “Baldinini” di Gimmi Baldinini e saranno truccate e pettinate dal gruppo Pablo, art director Gil Cagné con Daniela e Camilla Petrini.

Non mancheranno nemmeno i meravigliosi abiti di Artinà di Monica Fiorito.

Il vestito di Yulia Bazarova sarà realizzato dallo stilista Luca Cordoli della famosa sartoria Veneziana  ”Atelier a Palazzo” in collaborazione con Flavia Mognetti, l’abito sarà in velluto rosso lampone e tessuto con effetto moirè beige, arricchito e decorato da aquile bicipiti imperiali.

Usato fin dal 1300 in tutte le corti reali, il velluto ed in particolare il colore rosso di quest’ultimo è simbolo di eleganza e ricchezza; e per la sua calda fluidità e il calore che emana viene usato dalle zarine fin dall’antichità.

Inoltre, durante la serata, gli ospiti potranno degustare le specialità siciliane del ristorante “Le Sicilianedde”, accompagnati dalla vodka “Russian Standard Vodka”, dallo spumante dell’azienda “Gancia”, e dai vini rossi e bianchi dell’azienda agricola sarda “Montespada”.

“Loison”, l’antica pasticceria dal 1930, farà assaggiare agli invitati i loro deliziosi panettoni. L’azienda “La Formaggeria“ che da 30 anni lavora nel mercato di piazza Epiro ci darà la possibilità di provare i loro formaggi.

All’evento parteciperanno come partner anche: gli alberghi di lusso “Colonna Pevero Hotel”, “l’Hotel Bisos”, il “Country Hotel Mandra Edera” tutti e tre in Sardegna; l’associazione culturale “Russky klub”, il centro stampa “Goprint”, il Gruppo “Valadier” con il loro Ristorante “Valentyne”. Vedrà la partecipazione anche dell’Azienda “Partecipazione AM”.

Come ogni anno durante la serata si svolgerà il concorso per il miglior abito ottocentesco, alla fine del quale alcuni dei vincitori saranno premiati con weekend, vini bianchi e rossi, panettoni e altre specialità delle aziende partner.

Gli organizzatori dell’evento dichiarano che il Gran Ballo Russo non è un semplice ballo, ma è un evento socio-culturale volto a consolidare i rapporti fra Russia e Italia, un’occasione per esprimere a gran voce la necessità di pace a livello internazionale, favorendo ponti interculturali che rafforzano i rapporti tra tutti i paesi. All’evento parteciperà la stampa sia italiana che russa.

Presenzieranno rappresentanti istituzionali italiani, così come l’élite italiana e russa del mondo intellettuale, artistico ed imprenditoriale, tra cui il Principe Guglielmo Giovanelli Marconi e sua moglie Vittoria Ludovica Rubini, il principe Giulio Torlonia con Victoria Torlonia, e la principessa Maria Pia Ruspoli con il marito Lillio Sforza Marescotti Ruspoli, Massimo Mallucci de Mulucci.

Tra gli ospiti delle passate edizioni il cantante Al Bano con la figlia Cristel, l’attore Michele Placido, il direttore d’Orchestra Jacopo Sipari di Pescasseroli, la stilista Anna Fendi, le attrici Olga Kabo, Alika Smekhova e molti altri attori, musicisti e artisti sia italiani che russi.
Un ringraziamento, infine, va ad Andrea Azzarone di Palazzo Brancaccio.

I fotografi ufficiali del ballo saranno Enrico Giorgetta e Luca Spampinati.

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-portaportese-temporaneamente-tua/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/piccolo-eliseo-zero?fbclid=IwAR3Xrq5EwOlHWsYuS_HmoFDHv4zygjrWMA9mAPzm3tw0w4JhK9Wgo4PBEOM