Articoli

La potenza del rock si unisce alla poesia della musica popolare e alla irresistibile magia del racconto teatrale dell’artista toscano Giammarco Nucciotti al Teatro Garbatella

 Il 26 aprile sul palcoscenico del Teatro Garbatella approda, dopo tantissimi successi di critica e di pubblico, il divertente spettacolo di Teatro Canzone “Di Quando – Storie di Personaggi e fatti, non puramente casuali”.

Un divertente racconto di aneddoti e storie di tanto tempo fa, narrati da Gianmarco Nucciotti con le musiche dal vivo dei Leggera Electric Folk Band.

Ci sono storie che fanno divertire, sorridere e poi ce ne sono altre che rattristano un po’ che quantomeno fanno riflettere; spesso impossibili da pensare, per come viviamo quest’epoca moderna, tanto che sembrano ormai appartenere ad un altro mondo.

È il bagaglio culturale della nostra vita, della nostra storia, che è sempre bello ravvivare e ricordare, per non dimenticare mai chi siamo, da dove veniamo e come siamo arrivati fino ad oggi.

Le automobili, la corrente in casa, l’acqua dal rubinetto, la tecnologia, il benessere, non sono arrivati così per caso; ce li siamo trovati serviti in un piatto d’argento sì, ma da mani sudice, stanche, screpolate.

È per quelle mani che dobbiamo essere orgogliosi e tenere viva la mente dei ricordi.

“Di quando”, è il racconto brillante di storie vere, storie di miti che non torneranno più, “storie di personaggi e fatti, non puramente casuali”.

https://www.facebook.com/events/572827779877843/

Venerdì 26 aprile 2019 – ore 21:00

testo di Senio Nucciotti

con Gianmarco Nucciotti

regia di Manfredi Rutelli

musiche dei Leggera Electric Folk Band

audio e luci Live ‘95

Produzione Associazione Culturale LEGGERA ELECTRIC FOLK BAND

Teatro Garbatella

Piazza Giovanni da Triora 15 – 00145 Roma Tel: 366 200 3502

https://www.facebook.com/Teatro-Garbatella-662037873984730/

Biglietteria on line: oooh events

https://oooh.events/evento/di-quando-26-aprile-2019/

Biglietti

Intero 16euro / Ridotto 10 euro  (+ 2 euro diritti di prevendita)

Ottobrata Romana all’Auditorium – XI Edizione ROMA, sabato 13 ottobre 2018 ore 21 Auditorium Parco della Musica di Roma Sala Sinopoli 

I nuovi e vecchi maestri della tradizione. Storie e canti della Sicilia popolare, un progetto originale di Ambrogio Sparagna, con l’Orchestra Popolare Italiana, il Coro Popolare diretto da Anna Rita Colaianni, Mario Incudine, Beddapoesia e la partecipazione speciale di Giorgio Onorato

Prima esecuzione assoluta

Una Produzione originale della Fondazione Musica per Roma

La undicesima edizione dell’Ottobrata Romana sabato 13 ottobre all’ Auditorium Parco della Musica di Roma, presenta un progetto originale di Ambrogio Sparagna con l’Orchestra Popolare Italiana, il Coro Popolare diretto da Anna Rita Colaianni.

Si caratterizza per un’originale produzione dedicata alla grande tradizione della poesia popolare attraverso la prima esecuzione di Beddapoesia che ha come protagonista Mario Incudine, grande interprete del canto popolare siciliano e straordinario solista dell’Orchestra Popolare Italiana.

Lo spettacolo propone una preziosa selezione di canti di grande suggestione, alcuni dei quali sono stati tratti dalle più importanti raccolte ottocentesche, tra cui quelle di Lionardo Vigo, (1799–1879), Giuseppe Pitrè (1841-1916) e di Salvatore Salomone Marino (1847- 1916).

Attraverso un lungo e appassionato lavoro di ricerca etnomusicologica, Ambrogio Sparagna a ha scelto alcune piccole gemme di questo straordinario patrimonio poetico, in alcuni casi li ha adattati in forma strofica, elaborandoli musicalmente attraverso un originale lavoro di riproposizione.   

Mario Incudine li reinterpreta esaltandone la loro antica bellezza originaria grazie alla maturità ed espressività della sua straordinaria vocalità, così intensa e drammatica.

Un progetto originale che attraversa la grande tradizione della poesia popolare siciliana, un “corpus” straordinario ancora largamente diffuso, che, grazie alla sua originaria forza espressiva e alle sue strutture poetiche, ha fortemente caratterizzato la storia della cultura popolare italiana.

Insieme al Coro e all’Orchestra Popolare Italiana, Incudine ci trascina in un viaggio avvincente tra immagini e paesaggi sonori di una Sicilia affascinante, dove vive ancora l’eco di antiche storie e leggende popolari.

Una terra di rara bellezza e di passioni struggenti, come testimonia anche l’intensa ballata di Ignazio Buttitta (1899–1997) sulla strage di Portella della Ginestra del 1 maggio 1947.

Dal prossimo 15 ottobre il Tour in Brasile di Ambrogio Sparagna & Orchestra Popolare Italiana! Il viaggio toccherà alcune delle più importanti città brasiliane (Brasilia, Porto Alegre, San Paolo, Belo Horizonte).

L’interesse verso la musica tradizionale italiana e in particolare il repertorio di pizziche e tarantelle, è dimostrato dall’interesse ricevuto da parte delle Istituzioni Italiane presenti nel paese, nei confronti di questa proposta di spettacolo.

Ingresso – 15 € / Ridotto – 12 €

Info e prenotazioni – press@finisterre.it