Articoli


“Canto Libero”. Omaggio alle canzoni di Battisti e Mogol “Teatri Tour 2019/2020” al Teatro Olimpico

Venerdì 1 Novembre 2019 ore 21 al Teatro Olimpico di Roma va in scena “Canto Libero” un omaggio a due mostri della canzone italiana il duo Battisti / Mogol

Arriva a Roma lo spettacolo ormai acclamato in tutti i teatri d’Italia nonché il preferito da Mogol!

Un tuffo nelle canzoni più belle del mitico duo che ha cambiato la storia della musica italiana, interpretate magicamente da una band di 10 musicisti straordinari in uno spettacolo curato nei minimi particolari.

CON LA BENEDIZIONE DI MOGOL

Canto Libero: non un semplice concerto ma un grande spettacolo che omaggia il periodo d’oro della storica accoppiata Mogol – Battisti.

Sul palco, un ensemble di musicisti affiatati, che portano avanti questo comune progetto con grande determinazione.

Dopo aver riempito piazze e teatri in giro per l’Italia (e anche in Slovenia, Croazia e Montenegro), un grande riconoscimento del loro valore artistico arriva a fine 2015.

Con uno spettacolo sold out al Teatro Rossetti di Trieste che vede anche la partecipazione straordinaria di Mogol in persona, che dà la benedizione ufficiale al Canto Libero.

L’esperienza si ripete ad aprile 2017, quando Mogol torna sul palco con la band nella data udinese per l’ennesimo sold out al Giovanni da Udine, e ad agosto 2017 a Grado, riconfermando un rapporto di stima e collaborazione.

Nel settembre 2018 Mogol è di nuovo con Canto Libero al Teatro Romano di Verona, in quell’occasione non ha paura di esagerare dichiarando che la band la prossima volta dovrebbe suonare all’Arena!

«Mogol dopo un concerto ci ha detto: avete suonato esattamente come avrebbe voluto Battisti – racconta il frontman di Canto Libero –. È stato uno dei più bei complimenti.

Ha apprezzato gli arrangiamenti, ha capito che abbiamo lavorato tanto e siamo riusciti a tirare fuori tutta la musica che Lucio aveva dentro: il blues, il rock, il soul».

I TOUR NEI TEATRI

Uno spettacolo con alle spalle già diversi tour a partire dal 2016 in teatri di prestigio come il Del Monaco di Treviso, l’Archivolto di Genova, il Duse di Bologna, il Filarmonico di Verona, il Toniolo di Mestre, il Celebrazioni di Bologna, il Nuovo di Ferrara, il Nuovo di Torino, il Politeama Genovese, il Goldoni di Livorno e tanti altri, registrando quasi sempre il sold out.

 «Annunciare le date teatrali – dichiara la band – è per noi sempre una grande emozione e gioia, perché pur avendo alle spalle più di qualche tour, quando saliamo sul palco e vi troviamo difronte a noi c’è sempre qualcosa di magico.

 Siamo felicissimi di poter arrivare in posti per noi nuovi, dove siamo sicuri che l’amore per Lucio sarà fortissimo come in tutte le altre città che finora abbiamo toccato in tutti questi anni!».

LO SPETTACOLO

 Con la produzione della Good Vibrations Entertainment, Canto Libero nasce da Fabio “Red” Rosso «L’idea era partita da me – commenta il cantante – avevo il desiderio di omaggiare il più grande artista della musica italiana.

Canto Libero non è una mera copia dell’originale, non ci sono travestimenti per emulare e il pubblico apprezza», con la direzione musicale di Giovanni Vianelli.

La band propone uno spettacolo che omaggia sìa Battisti che Mogol, ma che va ben oltre alla semplice esecuzione di cover dei brani dei classici del repertorio dei due.

Canto Libero, infatti, rilegge gli originali mantenendo una certa aderenza ma cercando di non risultare semplice copia, mettendoci la propria personalità e sensibilità musicale e facendo emergere anche tutta l’anima blues e rock che Battisti aveva.

Spiega il frontman della band: «Dopo aver studiato molto la sua musica, Battisti mi ha sorpreso ancor di più.

Secondo me, è stato il più grande artista che abbia mai attraversato il panorama musicale italiano, per quantità e qualità di brani.

“Un genio della melodia” come l’ha definito David Bowie. E poi, io amo anche la sua voce.

Quando sono sul palco, ho grande rispetto per quel che faccio, intendo nei suoi confronti, e spero sempre di farlo al meglio. Di certo ci metto tutto me stesso.

E spero di trasmetterlo al pubblico. È uno spettacolo studiato nei minimi dettagli, nulla è lasciato al caso, arrangiamenti curatissimi, dinamiche e scenografie, videoproiezioni. Insomma, ci abbiamo messo il cuore».

Giovanni Vianelli aggiunge: «Da parte mia non c’è nessuna intenzione di rendere “attuale” il sound delle canzoni di Lucio Battisti.

Noi cerchiamo solo il sound giusto nei limiti delle nostre possibilità, e non lo facciamo in modo attuale, ma in modo volutamente classico.

Non usiamo click se non come riferimento iniziale, nessuna sequenza, ci sincronizziamo spontaneamente con i filmati, suoniamo con la strumentazione del buon vecchio rock, saliamo in dieci sul palco fregandocene delle attuali esigenze del mercato.

Queste sono cose che il nostro pubblico apprezza, e io sono totalmente d’accordo con loro! Ogni grande band apprende dalle altre ma deve andare alla ricerca del proprio sound, altrimenti non sarà che una brutta copia, è inevitabile.

Nella nostra band ogni musicista ha il suo stile ed è amato per il suo stile. Io mi preoccupo di incanalarlo nella canzone».

IN STUDIO

 Nell’estate 2017 è uscito l’album della band composto da brani registrati live in studio (all’Urban Recording della Casa della Musica di Trieste) e nei teatri italiani.

Da poco è uscito il secondo cd, realizzato sempre tra i concerti e la presa diretta in studio, contiene dieci brani registrati all’Urban Studio della Casa della Musica da Fulvio Zafret e masterizzato negli Usa, allo Sterling Sound di Nashville.

LA FORMAZIONE

La voce di Fabio “Red” Rosso, il pianoforte e la direzione musicale di Giovanni Vianelli, le chitarre di Emanuele “Graffo” Grafitti e Luigi Di Campo, Alessandro Sala al basso e alla programmazione computer, la batteria di Jimmy Bolco, le percussioni e la batteria di Marco Vattovani, Luca Piccolo alle tastiere.

Le splendide voci di Joy Jenkins e Michela Grilli, i video di Francesco Termini e Giulio Ladini e gli eccezionali ingegneri del suono Ricky Carioti (fonico di Elisa e Gianna Nannini).

Jan Baruca rileggono “La canzone del sole”, “Una donna per amico”, “Ancora tu”, “E penso a te”… e gli altri grandi successi di Battisti che hanno fatto e fanno tuttora sognare intere generazioni.

[E per chi li ha già visti: nel tour 2019 sono stati aggiunti in scaletta brani come “29 Settembre” o “Aver paura d’innamorarsi troppo”].

OSPITI

Canto Libero si avvale spesso di ospiti prestigiosi, musicisti di fama internazionale come il trombettista Flavio Boltro (tra gli altri ha suonato con Michel Petrucciani), il sassofonista jazz Marco Castelli, il fisarmonicista ungherese Mihály Huszár (Branduardi)… In arrivo altre sorprese!

BENEFIT

Canto Libero sostiene la LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori): spesso ai concerti troverete i loro banchetti informativi.

Prezzo biglietti Roma
Poltronissima S: 30,00 € + d.p.
Poltronissima: 27,00 € + d.p.
Poltrona e prima balconata: 24,00 € + d.p.
Galleria: 20,00 € + d.p.

Vendita Biglietti
ROMA e zone limitrofe
La biglietteria del Teatro, Corso Vittorio Emanuele II 52 (telefono 0372.022.001 ) | ORARIO: tutti i giorni feriali dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30

Punti vendita Ticketone (consulta quello più vicino: https://bit.ly/2CAXECP)

BONNIE & CLYDE, Viale Regina Margherita 178/180, 00198 Roma – tel. 06.8555872 fax 06.85358311

CAMOMILLA, Via Angelo Olivieri 70, 00122 Lido di Ostia – tel. 06.5683712

DRIN SERVICE SAS, Piazza Don Nazario Galieti 4, 00045 Genzano – tel. 06.9364605 fax 06.9364606

EVENTI E TABACCHI, Via Mondovì 8, 00183 Roma – tel. 06.70.39.23.23 – fax. 06.70.20.699

FEVER TICKET Centro Commerciale I Granai, Via M. Rigamonti 100, 00146 Roma – tel. 06.51957606 fax 06.51.95.76.10/ 06.50.37.767

IL BIGLIETTO, Via Eduardo de Filippo 99, 00049 Velletri – tel.06.96142750 fax. 06.9640151

JOLLY TICKET, Via Tiburtina 532, 00159 Roma – tel./fax. 06.43.93.845

MAGIC SOUND, Via dell’Acqua Bullicante 202, 00159 Roma – tel./fax. 06.24.23.511

QUINTAPRIMA TICKET SERVICE SRLS, Via del Castello 62, Frascati (RM) – tel. 06.94018086

SPAZIO ZERO s.a.s. Centro commerciale “La Romanina”, Via E. Ferri 8, 00173 Roma – tel. 06.7233551 – fax 06.723357

TICKET PLEASE, Via Viterbo 6, 00198 Roma – tel. 06 8841342

TOBACCO ROAD, Via Filippo Re 21, 00040 Pomezia – tel. 06.9122671 / 06.91604643

VIDEO TOP SRL, Via di Saponara 71, 00125 Roma – tel. 06.52351217

ITALIA
Punti vendita Ticketone in Italia (consulta quello più vicino: https://goo.gl/U1TRZA)

ONLINE Sarà possibile acquistare i biglietti anche sul sito – TICKETONE.IT: https://bit.ly/2YYG1bs

 LINK E CONTATTI

Canto Libero:

https://www.facebook.com/band.cantolibero/?fref=ts http://www.canto-libero.it/

Good Vibrations Entertainment s.r.l.:

Via San Spiridione 1 – Trieste +39 040 260 6882

in orario di apertura della sede hello@good-vibrations.it

 www.good-vibrations.it

Teatro Olimpico

Piazza Gentile da Fabriano 17, Roma

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/auditorium-conciliazione-edoardo-leo/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-san-genesio-le-notti-bianche/

 

 

“Effetto Mozart” con i Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino

 ArtCity 2019: all’interno della rassegna Palcoscenico

Domenica 8 settembre, alle ore 19,00, i Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino presentano in concerto “Effetto Mozart”, che si svolgerà presso il Santuario Madonna della Quercia di Cori(Lt).

Il concerto fa parte di “Palcoscenico”, rassegna compresa nella terza edizione di “Artcity estate 2019” realizzato dal Polo Museale del Lazio, Istituto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali diretto da Edith Gabrielli, presso il museo archeologico nazionale e il Santuario della Fortuna Primigenia.

W.A. Mozart, «Divertimento “Gran Trio”, K 563 in mi bemolle maggiore per archi».

Articolato nei caratteristici sei tempi, con due minuetti e due movimenti lenti, il «Divertimento K. 563» è però opera insolitamente seria.

Si può anzi dire che il suo fascino irripetibile stia proprio nella felice, straordinaria fusione di serietà e leggerezza, ricchezza di sviluppi e sovrana semplicità di eloquio.

Tutti gli altri appuntamenti possono essere consultati sul sito www.art-city.it

Formazione – Trio d’archi:

Lorenzo Fuoco violino
Dezi Herber viola
Elida Pali violoncello

Informazioni e modalità di accesso:

Cappella dell’Annunziata, Cori
Via dell’Annunziata, 59

04010 Cori (Lt)
tel. +39 06 9677153 (348 9053474)

Ingresso libero fino a esaurimento posti

Cura e coordinamento organizzativo
Marina Cogotti

Ufficio stampa                 

Guido Gaito info@gaito.it

Maurizio Quattrini  maurizioquattrini@yahoo.it

https://www.art-city.it/rassegne/palcoscenico.html

twitter.com/ArtCity2019

instagram.com/artcityestate2019

facebook.com/ArtCityEstate2019

#ARTCITYESTATE2019

https://unfotografoinprimafila.it/biennale-di-venezia-2019-76-mostra-internazionale-darte-cinematografica/

https://unfotografoinprimafila.it/necropoli-della-banditaccia-cerveteri-una-striscia-di-terra-feconda/

Prosegue il “Sarà Bellissimo tour 2019” che attraverserà da nord a sud l’Italia. Nella storia delle estati live italiane ci sono poche certezze: una di queste è Marco Ligabue.

Con uno spettacolo tutto nuovo, domenica 16 giugno, dal palco di Via del Casale Ferranti a San Raimondo Nonnato (zona Anagnina).

E’ in arrivo l’occasione per ascoltare vecchie canzoni e nuovissimi brani dell’INCANTAUTORE emiliano che porterà sul palco tutta la sua grinta e la sua musica.

“Ho imbracciato la chitarra oltre 500 volte negli ultimi cinque anni” – Ci confida Marco Ligabue – “Un’esperienza talmente bella e densa da rimanerne quasi “ubriacato”.

Per riprendermi dalla “sbronza” mi ero detto di fare un po’ di pausa; poi sono bastate poche settimane per farmi venire una voglia matta di tornare in tour. Le pause nella musica esistono e sono importanti, ci sono anche nel pentagramma, ma vuoi mettere rispetto alle tante note da suonare?

Riparto, riparto con qualche spartito nuovo e tanta voglia di viaggiare.”

Il pubblico potrà emozionarsi, cantare, ballare e, perché no, riflettere, con brani comeQuante vite hai“, “Fare il nostro tempo” e ritrovare sul palco l’insostituibile chitarrista Jonathan Gasparini.

Numeri importanti quelli di Marco Ligabue.

Con oltre 55 mila followers su Instagram e 270.000 su Facebook, un ufficio stampa e un fan club dedicati, Marco collabora attivamente alla promozione e al successo di ogni evento.

Da aprile ad ottobre, SARA’ BELLISSIMO TOUR 2019, in giro per l’Italia.

http://MARCO LIGABUE passa da ROMA con il suo “Sarà Bellissimo Tour 2019”

https://unfotografoinprimafila.it/30-spazio-papa-50-tony-papa-due-compleanni-da-sogno-a-la-villa-sublime/

 

 

La potenza del rock si unisce alla poesia della musica popolare e alla irresistibile magia del racconto teatrale dell’artista toscano Giammarco Nucciotti al Teatro Garbatella

 Il 26 aprile sul palcoscenico del Teatro Garbatella approda, dopo tantissimi successi di critica e di pubblico, il divertente spettacolo di Teatro Canzone “Di Quando – Storie di Personaggi e fatti, non puramente casuali”.

Un divertente racconto di aneddoti e storie di tanto tempo fa, narrati da Gianmarco Nucciotti con le musiche dal vivo dei Leggera Electric Folk Band.

Ci sono storie che fanno divertire, sorridere e poi ce ne sono altre che rattristano un po’ che quantomeno fanno riflettere; spesso impossibili da pensare, per come viviamo quest’epoca moderna, tanto che sembrano ormai appartenere ad un altro mondo.

È il bagaglio culturale della nostra vita, della nostra storia, che è sempre bello ravvivare e ricordare, per non dimenticare mai chi siamo, da dove veniamo e come siamo arrivati fino ad oggi.

Le automobili, la corrente in casa, l’acqua dal rubinetto, la tecnologia, il benessere, non sono arrivati così per caso; ce li siamo trovati serviti in un piatto d’argento sì, ma da mani sudice, stanche, screpolate.

È per quelle mani che dobbiamo essere orgogliosi e tenere viva la mente dei ricordi.

“Di quando”, è il racconto brillante di storie vere, storie di miti che non torneranno più, “storie di personaggi e fatti, non puramente casuali”.

https://www.facebook.com/events/572827779877843/

Venerdì 26 aprile 2019 – ore 21:00

testo di Senio Nucciotti

con Gianmarco Nucciotti

regia di Manfredi Rutelli

musiche dei Leggera Electric Folk Band

audio e luci Live ‘95

Produzione Associazione Culturale LEGGERA ELECTRIC FOLK BAND

Teatro Garbatella

Piazza Giovanni da Triora 15 – 00145 Roma Tel: 366 200 3502

https://www.facebook.com/Teatro-Garbatella-662037873984730/

Biglietteria on line: oooh events

https://oooh.events/evento/di-quando-26-aprile-2019/

Biglietti

Intero 16euro / Ridotto 10 euro  (+ 2 euro diritti di prevendita)



Camera Musicale Romana “e” sotto la Direzione artistica del Soprano Elvira Maria Iannuzzi.

“Suite per Violoncello and Jazz Piano Trio”, Musiche di Claude Bolling.

 Roma, Il geniale jazzista francese Claude Bolling, classe 1930, è noto al mondo oltre che per il suo precoce talento, anche per le straordinarie collaborazioni intessute nell’arco della sua vita, che lo hanno portato ad abbracciare nei suoi quasi 90 anni i più grandi musicisti sia del mondo del jazz.

Ha lavorato con i jazzisti – due fra tutti – Duke Ellington e Oscar Peterson, e musicisti classici quali Pinchas Zuckermn, James Galway, Jeanne Pierre Rampal.

Da questi incredibili incontri sono nate altrettante geniali composizioni, che univano i diversi stili in una sola opera, mescolando spesso il jazz con la classica in un susseguirsi di note.

Una delle collaborazioni più recenti, “è” stata con il violoncellista americano Yo-Yo Ma – uno dei più grandi del mondo

che ha dato l’idea per creare il brano che andremo ad ascoltare nel nostro concerto di domenica 15 gennaio, la “Suite for Cello & Jazz Piano Trio”.

Un’opera ricchissima, della durata di quasi un’ora, che appassiona l’ascoltatore per le variopinte suggestioni nel suo susseguirsi – il primo movimento Baroque inizia in stile baroccheggiante e sfocia in un vitale ed entusiasmante jazz.

Allo stesso modo si passa dalle tinte da caffè degli anni 30 della Ballade ai colori che ricordano un Rachmaninoff del Romantique per esempio, finendo con l’incredibile energia ed entusiasmo che un jazz di qualità sanno offrire.

Gli esecutori per questo appuntamento oltre al violoncellista veneto Paolo Andriotti – romano d’adozione – noto per le sue letture ispirat.

Oltre a Paolo ci saranno tre stimati Jazzisti professionisti.

Emanuele Coluccia al pianoforte, pugliese con all’attivo numerosi concerti in tutta Europa e recentemente ospitato a Roma al Parco della Musica con il gruppo jazz “Banda Adriatica”, Valerio Mola al contrabbasso e Dario Guidobaldi alla batteria, musicisti napoletani molto attivi a livello nazionale.  

Il concerto che avrà luogo domenica 13 gennaio 18.30, si svolgerà come di consueto presso la Sala dell’Immacolata del Convento dei SS. XII Apostoli.

Ufficio Stampa e comunicazione Camera Musicale Romana

Alessandro Decadi cell. 334 8321395

Camera Musicale Romana Via del Vaccaro, 9 – Roma / Angolo Piazza dei SS. Apostoli.

www.cameramusicaleromana.it

CAMERA MUSICALE ROMANA

Convento dei SS. XII Apostoli – Sala dell’Immacolata

domenica 13 gennaio ore 18:30 

“Suite per violoncello and jazz piano trio”

Programma

Suite per violoncello and Jazz Piano Trio (Claude Bolling)

CONVENTO S. XII APOSTOLI – SALA dell’IMMACOLATA

Via del Vaccaro, 9 – angolo p.za Ss. Apostoli Roma

Ingresso / Ticket € 15,00 – ridotto) € 8,00 (riservato ai soci, ai minori di anni 18, agli over 65 e agli studenti universitari e di conservatorio purché muniti di libretto)

Convenzioni aperte con l’Associazione Info. Roma, La chiave del violino e l’Accademia Musicale Sherazade

Servizio gratuito di prenotazione (vivamente consigliata)

Info e prenotazioni:

cameramusicaleromana@gmail.com

www.cameramusicaleromana.it

Tel.: +39 333 45 71 245/ 3498256457

Edoardo Guarnera in “Lo strano paese dei Campanelli” di Mariella Guarnera che è anche (Nela) sul palco, il (capitano Hans) interpretato da Edoardo che cura anche la regia, Annalena Lombardi è (Bombon), Matteo Micheli è (La Gaffe) in scena al Teatro Arcobaleno dal 4 al 14 ottobre

E’ una commedia musicale dal sapore fiabesco. Protagonisti assoluti sono i campanelli che posti sulle case dei loro abitanti, fungono da vere e proprie guardie della virtù.

Ovvero, ogni qual volta uno dei coniugi dovesse venir meno al suo dovere di fedeltà, “I campanelli suonano!” Impresa difficile dunque poter conquistare le donne del paese per il capitano Hans ed il suo equipaggio, sbarcati sul posto dopo un guasto alla loro nave.

Un affascinante corpo di ballo, le divertenti gag ed i famosi brani tratti dall’operetta originale e non solo, sottolineano lo svolgersi dell’azione teatrale.

Un finale sorprendente rimarca la vena brillante dell’intera commedia, dal divertimento assicurato!