Articoli

La compagnia teatrale Cattive Compagnie in 39 SCALINI da un film di Alfred Hitchcock al Teatro Garbatella

Premio Cerami 2016 come Migior Spettacolo, Miglior attore non protagonista Alessandro Di Somma, Miglior Scenografia e Migliori Costumi.

Torna a grande richiesta a Roma, al Teatro Garbatella da venerdì 11 a domenica 20 ottobre, 39 SCALINI, la versione teatrale del noir hitchcockiano.

Il divertimento e le risate incontenibili sono assicurati dal primo ingresso in scena fino alla chiusura del sipario.

La black comedy è carica di un humour british e di una comicità orginale, a tratti grottesca, che impediscono al pubblico di staccare gli occhi dal palcoscenico anche per un secondo.

“39 scalini”, firmato dall’attenta regia di Leonardo Buttaroni e prodotto da AB Management, riprende l’opera scritta da Patrick Barlow nel 2005, pensata per soli quattro elementi.

Il cast esplosivo è composto da Alessandro Di Somma, Matteo Cirillo e Diego Migeni e Marco Zordan.

Il protagonista dell’opera, Richard Hannay, uomo d’affari intrappolato in un giallo apparentemente senza uscita, è interpretato come da copione da un solo attore (Marco Zordan)

Mentre agli altri tre (Alessandro Di Somma, Diego Migeni, Matteo Cirillo) spetta l’interpretazione vorticosa degli altri 38 personaggi, in un susseguirsi di gag esilaranti, intrighi, colpi di scena e citazioni cinematografiche che rendono lo spettacolo irresistibilmente suggestivo e coinvolgente.

I travestimenti, in un’impostazione metateatrale, si svolgono quasi sempre a vista, evidenziando la poliedricità e l’eccezionale versatilità degli attori.

I quali attori, con maestria, coinvolgono l’intera platea già dalla prima battuta: sono i veri artefici del successo di questa commedia noir, talmente capaci da dissimulare il confine tra copione e improvvisazione.

Una corsa vertiginosa fino all’ultimo travestimento dai ritmi narrativi serrati e incalzanti che conserva la ricchezza dei dettagli psicologici della versione cinematografica girata da Hitchcock nel 1935, da cui riprende l’umorismo graffiante e acuto, l’alta tensione e la suspense.

La scenografia, a cura di Paolo Carbone, rappresenta uno dei punti di forza della spy story: gli spettatori, sfruttando il potere dell’immaginazione, riescono a vedere un oggetto trasformarsi in qualcosa di completamente diverso.

Bauli, scale a pioli, ombrelli diventano così un treno, un’automobile, un aeroplano, una moto e molto altro.

Intrighi internazionali, complotti criminali, donne seducenti e ammaliatrici, un giallo sottile ed esilarante tutto giocato su gag e travestimenti, che omaggia un grande indiscusso maestro del cinema come Alfred Hitchcock e strizza l’occhio alla commedia inglese contemporanea.

Tour teatrale 2019/2020:

dall’11/10 al 20/10 Teatro Garbatella @ Roma

21/11 Teatro Troisi @ San Donato Milanese (MI)

dal 13/12 al 15/12 Teatro Dehon @ Bologna 

dal 24/04 al 26/04 Teatro Tor Bella Monaca @ Roma 

dal 6/05 al 10/05 Teatro Gioiello @ Torino 

Media Relations:
CGP Srl
Giorgio Cipressi
&
Giovanna Palombini palombini.giovanna@gmail.com +39.348.28.18.620
Greta De Marsanich 
Carola Piluso

AB MANAGEMENT 

Andrea Bianco +39.06.5041647

Stefano De Stefani + 39.320.0513912

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/film-festival-internazionale-2019-iii-edizione-castelli-romani/

https://unfotografoinprimafila.it/premio-mia-martini-25-edizione-bagnara-calabra/

Emozionante e poetico spettacolo tratto dal libro di Alessandro Baricco “Novecento” al Teatro Garbatella

 Interpretato da Igor Chierici, Regia Luca Cicolella al Teatro Garbatella, Piazza Giovanni da Triora 15

Il 9 e 10 ottobre sul palcoscenico del Teatro Garbatella approda, dopo i tantissimi successi di critica e di pubblico in tutta Italia, “LA LEGGENDA DEL PIANISTA SULL’OCEANO” tratto da “Novecento” di Alessandro Baricco interpretato da Igor Chierici per la regia di Luca Cicolella

Siamo sul Virginian, un piroscafo che negli anni tra le due guerre, faceva la spola fra Europa e America, con il suo carico variopinto di passeggeri: i ricchi signori in prima classe, gli emigranti che sognano una nuova vita nel Nuovo Mondo, la gente comune.

A bordo di quel piroscafo, negli anni ’20 del secolo scorso, si esibiva ogni sera un pianista straordinario, dalla tecnica strabiliante, capace di suonare una musica mai sentita prima.

Il suo nome era Danny Boodman T.D. Lemon Novecento.

Novecento ci era nato su quel piroscafo e da lì non era mai sceso. Dall’Europa all’America per tutta la vita, Senza mai mettere piede sulla terra ferma.

Un racconto unico intriso di passione, la favola di un pianista, ma in realtà la storia di ogni uomo perché arriva sempre un giorno in cui ci è chiesto di dire si.

Dire si a qualcosa di cui non si può vedere la fine, a qualcosa che non si sa come andrà a finire, a qualcosa che non è compreso negli 88 tasti di una tastiera, nonostante le musiche che puoi suonarci dentro siano infinite.

E’ il dramma della libertà di dire si o no alla vita che accade ogni giorno, sulla soglia dell’oceano il pianista farà la sua scelta.

Mercoledì 9 e giovedì 10 ottobre 2019 ore 21,00

La leggenda del pianista sull’oceano

Con Igor Chierici

Regia Luca Cicolella

Teatro Garbatella

Piazza Giovanni da Triora 15 – 00145 Roma

https://www.facebook.com/Teatro-Garbatella-662037873984730/

PRENOTA I TUOI BIGLETTI SU:

www.diyticket.it

OPPURE CHIAMA  060406

Prenota online o chiamando lo 060406 i biglietti – paga e ritira nei 40.000 Punti SisalPay in tutta Italia.

Servizio di assistenza clienti attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 14:00 alle ore 18:00

Oppure direttamente al botteghino dal martedì al venerdì dalle 11.00 alle 16.00

BIGLIETTI:

Intero    € 20,00 (+ prev.€1.50)

Ridotto € 16,00(+ prev.€1.50) *

*I ridotti sono riservati a: under 26 anni  e over 60

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/al-festival-foodbook-ti-racconto-una-bufala/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-biblioteca-quarticciolo-presenta-la-dolce-guerra/

Best Live e Artisti Riuniti ha il piacere di presentarvi al Teatro Garbatella “Andy e Norman” con Gigi e Ross.

Il duo comico Gigi e Ross debutta al teatro Garbatella di Roma, sabato 5 e domenica 6 ottobre, con la commedia “Andy e Norman”, fiaba moderna del commediografo newyorkese Neil Simon.

La commedia messa in scena con grande successo a Broadway nel 1966.

La regia e l’adattamento sono a cura di Alessandro Benvenuti, che firmò la storica edizione con Gaspare e Zuzzurro.

La vicenda ruota attorno a due scapoli, appunto Andy e Norman, che dividono lo stesso appartamento e con grandi difficoltà dirigono e producono una rivista alternativa.

Purtroppo sono costantemente alle prese con una cronica indisponibilità economica.

Ad alterare il già precario equilibrio tra i due ci penserà Sophie, attraente ragazza americana trasferitasi da poco nell’abitazione accanto.

L’avvenenza di Sophie lascerà senza fiato Norman, il quale ne rimarrà estasiato al punto da iniziare una spietata corte che darà vita a momenti di grande comicità.

Il compito di Andy sarà invece quello di ricondurre Norman alla ragione, anche perché, avendo perso letteralmente la testa, in pratica smette di lavorare.

Si intreccia, quindi, un rapporto a tre, in cui i personaggi si muovono all’interno delle maglie di una trama ricca di situazioni esilaranti.

Il testo illustra con armonia e sarcasmo le nevrosi dell’uomo contemporaneo, esaltandone i toni più comici. Il risultato è una commedia divertente e sempre attuale.

Da sempre mi piace, – afferma il regista Alessandro Benvenuti – nel dirigere colleghi attori, cogliere attraverso il loro talento le malattie curiose della natura umana.

 Il genere comico è un ottimo modo di raccontare le nostre imperfezioni avendo sempre, e ben presente come scopo finale quello di regalare non tanto una soluzione o un’assoluzione (ma poi da che?) al pubblico, ma piuttosto regalare uno specchio elegante e lindo dentro al quale, se non guarirci, almeno sorvegliare le nostre febbricitanti, piccole, indifese anime.

TEATRO GARBATELLA

Piazza Giovanni da Triora, 15

00154 Roma

Per info 366.2003502

Per i biglietti:

Diyticket

www.diyticket.it o al tel. 06-0406 o in tutti i punti SisalPay (bar, tabaccherie ed edicole)

Ufficio stampa DCCommunication di Daniela Chessa

chessa.stampa@gmail.com – 347.7868350

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/aiutare-gli-anziani-e-i-loro-pet-nasce-dopo-di-me/

La compagnia di OperaCamion torna per una nuova avventura on the road. Presenta alla Garbatella “Figaro!”

Quest’anno il tir del Teatro dell’Opera di Roma propone nelle piazze di Roma lo spettacolo con il quale ebbe grande successo tre anni fa: la “riduzione” del capolavoro di Gioachino Rossini.

Figaro! ispirato alla celebre vicenda de Il barbiere di Siviglia.

Martedì 25 giugno in piazza Attilio Pecile alla Garbatella (Municipio VIII) si aprirà il sipario, anzi il camion, sulle avventure di Figaro, il più famoso dei barbieri.

Si replica ancora giovedì 27 giugno a via S.G. Eudes/via della Pisana (Municipio XII) e domenica 30 giugno in via Borgo Ticino, zona Casalotti (Municipio XIII).

Tutti gli spettacoli iniziano alle ore 21.15, sono gratuiti e basterà portare una sedia da casa!

Il nuovo allestimento del Barbiere di Siviglia di Rossini nella formula OperaCamion è la nuova sfida di Fabio Cherstich, ideatore e regista, che riporta in scena il primo lavoro con cui ha realizzato la sua idea di teatro “itinerante”

La domanda dalla quale sono partito è la seguente: come può il teatro musicale raggiungere un nuovo pubblico, eterogeneo, non elitario, e non essere percepito più come un evento inaccessibile bensì come un momento di condivisione culturale e di intrattenimento intelligente?

La risposta è stata uscire allo scoperto, mettere le ruote al palcoscenico e portare l’opera tra il pubblico.

OperaCamion perché la scenografia è un vero autocarro usato in tutti gli spazi di cui dispone: la cabina, il rimorchio, le sponde…

Gli intrighi e gli intrecci amorosi tra i personaggi si svolgono tutti dentro, sopra, sotto e intorno al camion…, all’interno del rimorchio un’architettura stilizzata, volumi e aperture che prendono vita grazie alle immagini poetiche e surreali di Gianluigi Toccafondo che cura tutta la parte visiva dello spettacolo.”

In ognuna delle tappe il camion si spalancherà sullo spettacolo che vede le scene, i costumi e i video di Gianluigi Toccafondo, la musica dal vivo eseguita dalla Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma e un cast di giovani interpreti, tutti al di sotto dei trent’anni, alcuni dal progetto “Fabbrica” Young Artist Program del Teatro dell’Opera di Roma.

Tutte le manifestazioni, organizzate con la collaborazione delle Biblioteche di Roma, rientrano nel programma dell’Estate Romana 2019, manifestazione culturale promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita Culturale e realizzata in collaborazione con SIAE (Società Italiana degli Autori e degli Editori) e il supporto nelle attività di comunicazione di Zètema Progetto Cultura.

Per informazioni: operaroma.it

FIGARO! OPERACAMION

Da Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini

Adattamento musicale di Tommaso Chieco e Marco Giustini

Ideazione e regia Fabio Cherstich

Scene, video e costumi Gianluigi Toccafondo

Disegno luci Diego Labonia

PERSONAGGI E INTERPRETI

Rosina Sara Rocchi*

Bartolo Carlo Feola

Figaro Timofei Baranov*

Basilio Akaki Ioseliani

Conte Murat Can Güvem*

Berta Valeria Almerighi

e con Luca Carbone, Antonio Orlando e Giovanni Prosperi

YOUTH ORCHESTRA DEL TEATRO DELL’OPERA DI ROMA

diretta da Carlo Donadio

Maestro al cembalo Susanna Piermartiri

Assistente alla regia e maestro alle luci Luis Ernesto Doñas*,

Aiuto alla regia e maestro alla fonica Clara Gebbia

Assistente ai costumi Elisa Cobello*

dal Progetto “Fabbrica” Young Artist Program del Teatro dell’Opera di Roma

 Produzione e Organizzazione Anna Cremonini, Anna Damiani

Service audio video e personale tecnico Luci Ombre

 TEATRO DELL’OPERA DI ROMA

Renato Bossa

Responsabile Ufficio stampa – Opere e Concerti

Cell. + 39 366 6973749

renato.bossa@operaroma.it

ufficio.stampa@operaroma.it

Leggi anche

https://unfotografoinprimafila.it/le-terrazze-teatro-festival-di-roma-primo-appuntamento-con-la-risata-gli-scqr/

https://unfotografoinprimafila.it/mogol-racconta-mogol-sulle-note-di-lucio-battisti-mina-lucio-dalla/

 Il 25 e 26 maggio sul palcoscenico del Teatro Garbatella approda l’esilarante spettacolo “Principesse senza corona” di e con Barbara Gallo, accompagnata dalla voce fuori campo dell’attore siciliano Mimmo Mignemi.

Uno spettacolo folle e divertente, ”psicoanalitico”, vissuto da una donna che vive nella realtà, ma che si moltiplica in tante donne diverse a partire dall’ immaginario comune delle fiabe.

Fiabe vissute, interpretate e non raccontate in maniera tradizionale, per adulti che non vogliono dimenticare di essere stati bambini.

Le Principesse di questo spettacolo, sono donne vere: Cenerentole fragili e nevrotiche, “Grimildi” ossessionate dalla bellezza estetica, vittime di lifting e liposuzione, accecate dalla rabbia contro la Biancaneve che sono state in passato.

Accanto a principi senza cavallo, spogliati del loro potere; signori di mezza età, incastrati dai “mi piace” su facebook, da imbarazzanti messaggini erotici, da immagini di donne provocanti, di grottesca sensualità.

Si assiste ad uno spettacolo scintillante, intriso di situazioni paradossali, dove realtà e finzione si confondono, il valzer diventa tango, i principi lottano contro le tasse, Facebook spia i nostri amori e WhatsApp, ne diventa complice.

Il 25 e 26 maggio 2019 sabato ore 21.00 domenica ore 18.00

Di e con Barbara Gallo

Voce fuori campo Mimmo Mignemi 

Regia Barbara Gallo

Produzione Associazione Culturale Madé

Teatro Garbatella

Piazza Giovanni da Triora 15, Roma

https://www.facebook.com/Teatro-Garbatella-662037873984730/

Biglietteria on line:

https://oooh.events/evento/principesse-senza-corona-25-maggio-2019/

https://oooh.events/evento/principesse-senza-corona-26-maggio-2019/

Biglietti

Intero 16 euro / Ridotto 10 euro   (+ 2 euro diritti di prevendita)

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-vascello-presenta-blu-tramonto-scritto-da-luigi-belpulsi/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-marconi-culturecreative-presenta-nuovo-premio-teatro-traiano/

L’emozionante storia di Giovanna Di Castiglia detta la Pazza di Adriano Marenco al Teatro Garbatella

 Il 23 e 24 maggio sul palcoscenico del Teatro Garbatella approda, l’emozionante spettacolo “Giovanna sotto il sego del tempo. Una regina pazza o una donna ribelle”

 Lo spettacolo è un ritratto non convenzionale di Giovanna di Castiglia, detta La Pazza; una regina che non regnò mai.

E’ la storia interiore di una donna, fragile e al contempo fortissima. Giovanna viene tradita, segregata e torturata dai suoi tre uomini: marito, padre, figlio.

La sacra trinità del maschio. Il potere inaccessibile dell’uomo. Ossessiva, bulimica, innamorata. Lucida e allo stesso tempo incapace di controllare le sue pulsioni.

Una donna che per otto mesi attraversa la Spagna con il feretro del marito. Una donna autodistruttiva, forse per scelta.

Neanche 46 anni di internamento la spezzano, o chissà, forse sì.

Un’ interpretazione coinvolgente quella di Patrizia Bernardini, un monologo intenso che in alcuni momenti diventa leggero e a volte addirittura divertente accompagnato dalle calde note del basso elettrico di Rodolfo V. Puccio.

Giovanna di Castiglia a 17 anni, sposa Filippo il Bello, figlio di Massimiliano d’Austria, che muore dopo solo 10 anni, nel 1506.

Suo figlio Carlo V sarà l’Imperatore del “Regno dove non tramonta mai il sole”.

Formalmente Regina di Castiglia e León dal 1504, regina dell’Alta Navarra dal 1515 e regina di Aragona, Valencia, Sardegna, Maiorca, Sicilia e Napoli dal 1516, non regnò mai.

Internata come pazza prima dal padre e poi dal figlio Carlo, fu rinchiusa a Tordesillas dal 1509 al 1555.

Fragilità mentale, follia o scandalosa violenza?

Giovedì 23 e venerdì 24 maggio 2019 ore 21.00

Di Adriano Marenco

Con Patrizia Bernardini

E al basso Rodolfo V. Puccio

Regia Alessandra Caputo

Musiche Rodolfo V. Puccio

Costume Antonella D’Orsi Massimo

Disegno luci Antonio Belardi   

Teatro Garbatella

Piazza Giovanni da Triora 15 – 00145 Roma Tel: 366 200 3502

https://www.facebook.com/Teatro-Garbatella-662037873984730/

Biglietteria on line:

https://oooh.events/evento/giovanna-sotto-il-sego-del-tempo-23-maggio-2019/

https://oooh.events/evento/giovanna-sotto-il-sego-del-tempo-24-maggio-2019/

Biglietti

Intero 16 euro / Ridotto 10 euro   (+ 2 euro diritti di prevendita)

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-golden-presenta-jas-art-ballet-junior-dream-suite-il-mantello-di-pelle-di-drago/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-dellopera-di-roma-nei-municipi-e-teatri-in-comune/

Un’esilarante rivisitazione dell’Edipo di Sofacle, con la partecipazione in voce e video di Roberto Herlitzka. Teatro Garbatella

Il 17 maggio sul palcoscenico del Teatro Garbatella approda, dopo i tantissimi successi di critica e di pubblico in tutta Italia, “EDIPO REBUS miti oracoli e pasticci”

Uno spettacolo affascinante nel ribaltamento ironico di uno dei grandi classici della letteratura occidentale.

La galleria di personaggi interpretati da Corinna Lo Castro svela retroscena insospettabili della storia di Edipo, che finisce con l’essere scomposta, contraddetta, carnevalizzata.

La Pizia, vecchia sacerdotessa di Delfi, che formula le sue profezie a caso. L’estetista del re Laio, padre di Edipo, che spettegola sulla corte di Tebe, la regina Giocasta cocainomane con una vita dissoluta per volere degli dei, la Sfinge che si dichiara vera madre e amante di Edipo ed infine Tiresia, falso veggente cieco che cerca invano un ordine nel caos.

Dietro al ‘giallo’ di Sofocle sembra profilarsi un pasticciaccio comico, che lascia sul campo una verità caleidoscopica e labirintica.

Una verità, come dice il Tiresia interpretato in voce e video da Roberto Herlitzka, che forse “esiste solo nei limiti in cui la lasciamo in pace”.

Venerdì 17 maggio 2019 ore 21.00

Dall’ Edipo re di Sofocle

Traduzione e adattamento Paolo Pasquini

Con Corinna Lo Castro

e la partecipazione audio e video di Roberto Herlitzka

Regia Paolo Pasquini

Assistente alla regia Agnese Ciaffei

Produzione Associazione Culturale Xenia

Teatro Garbatella

Piazza Giovanni da Triora 15 – 00145 Roma Tel: 366 200 3502

https://www.facebook.com/Teatro-Garbatella-662037873984730/

 

Biglietteria on line:

https://oooh.events/evento/edipo-rebus-17-maggio-2019/

Biglietti

Intero 16 euro / Ridotto 10 euro   (+ 2 euro diritti di prevendita)

Teatro Garbatella 9 e 10 maggio 2019, Ore 21.00 LeSetteAllegre Risatelle/ESIBIRSI Soc. Coop presenta “Il cadavere Exquis”

Con la partecipazione straordinaria di Alba Claudia Bartocci, con Cesare Cesarini, Camilla Ribechi, arrangiamenti Musicali di Gianluca Cesarini

Lo spettacolo racconta l’incredibile e rocambolesca storia d’amore fra Leonora Carrington e Max Ernst, a cavallo tra le due guerre mondiali.

Leonora Carrington, pittrice surrealista inglese, da giovanissima, tra il 1937 e il 1940, ha un’intensa relazione con il famoso pittore Max Ernst, surrealista anche lui, di origini tedesche, relazione che finisce in tragedia.

In Francia, dove la coppia si ritira, Max viene arrestato più volte dalla polizia francese e dalla Gestapo ma, sul punto di essere deportato in un campo di concentramento, riesce a fuggire dall’Europa grazie all’aiuto di Peggy Gugghenheim, che sposerà.

Leonora fugge verso la Spagna dove ha una crisi psicologica e viene internata più volte.

Verrà salvata dall’Ambasciatore Messicano a Lisbona e fuggirà con lui nelle Americhe, precisamente in Messico, dove vivrà, amata e rispettata da tutti, fino all’età di 94 anni.

Surrealismo, Amore, Guerra e disagio mentale sono i temi di questo spettacolo.

Rifletteremo su come la guerra riesca a distruggere la vita delle persone, ma non riesca a distruggere l’Arte. L’Arte è l’unica capace di salvarsi, l’unica capace di aiutare i sopravvissuti a rinascere e a continuare a vivere.

Rifletteremo su questi temi con ironia e gioco, proprio come vorrebbero i surrealisti.

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/ilcadavreexquis/

Evento Facebook https://www.facebook.com/events/2326714847581874/?active_tab=about

Sito https://www.le7allegrerisatelle.com/?fbclid=IwAR2vKW1mGq6Grqg0RU7aRfTTpAeZ-TK5Du9x9T1OjlTLjmKU78IS05vlMMU

Teatro Garbatella

Piazza Giovanni da Triora 15, 00154

9 e 10 maggio ore 21:00

Info e prenotazioni

366 200 3502

 Biglietti.

Early bird: € 13,00 + 2

Intero: € 16,00 + 2

Ridotto (over 60, bambini under 11, didabili) € 10,00 + 2

Last minute € 12,00 + 2

Ridotto studenti: (solo botteghino) € 13

Prenotazioni on line: OOOH Events

Ufficio stampa

Flaminio Boni

flaminioboni@gmail.com

Teatro Garbatella. Uno spettacolo brillante, ironico sull’amore perfetto che esiste solo nella sua forma imperfetta.

 Premio “Miglior Spettacolo” e “Miglior attore” alla V° edizione del Premio Traiano.

“…ho passato momenti molto difficili, ma per fortuna accanto a me avevo i miei migliori amici che mi hanno sempre aiutato…Tavernello, Xanax e il dottor Petrella…”

Il 4 maggio sul palcoscenico del Teatro Garbatella approda, dopo avere debuttato lo scorso anno con grande successo di pubblico e critica, l’esilarante spettacolo “OGGI SPOSO” scritto ed interpretato dal trascinante Matteo Cirillo.

Un ragazzo si sta per sposare, ma la sposa non arriva.

 “Un giorno le ho detto: mi vuoi sposare? E lei mi ha detto di si”…

Questo ripete più volte il ragazzo, che attraverso situazioni tragi-comiche e a volte surreali racconta la sua storia d’amore.

Lo sposo ricorda il loro primo incontro, il loro primo bacio e ricorda quel giorno in cui si è innamorato per tutta la vita.

Ci vogliono solo 8.2 secondi per innamorarsi di una persona, ma potrebbe non bastare una vita intera per dimenticarla.

Attraverso situazioni comiche, drammatiche e surreali, lo sposo racconta le diverse fasi del loro rapporto: la conoscenza, l’idillio, la convivenza e la “separazione“.

Il letto matrimoniale adesso è troppo grande per lui da solo, quindi dorme su una sedia, dorme scomodo ma la scomodità lo fa sentire meno solo.

Si dice che l’amore è eterno finché dura, ma finché dura che cosa? La vita o l’amore? Lo sposo dichiara amore eterno alla sua donna non solo in questa vita, ma anche per tutte le altre vite che verranno.

Sabato 4 maggio 2019 –  ore 21:00

di e con Matteo Cirillo

regia: Duilio Paciello

produzione: Progetto Goldstein

Teatro Garbatella

Piazza Giovanni da Triora 15, Roma

Info e prenotazioni

Prenotazioni 366.2003502

 

 Il 13 e 14 maggio si svolgeranno i provini “a porte chiuse” del noto programma televisivo Italia’s Got Talent presso il Teatro Garbatella di Roma per selezionare i migliori talenti comici della capitale.

Dopo il grande successo di stagione del teatro romano, che ha visto susseguirsi grandi nomi della comicità ma soprattutto grandi nomi della musica italiana grazie alla presenza del “Off the Record” di Francesco De Gregori.

In attesa della nuova e sorprendente presentazione di stagione, si fa presente un nuovo importante appuntamento che darà la possibilità a tutti i comici semiprofessionisti ed esordienti della capitale di essere selezionati per la prossima edizione del prestigioso programma di Tv8.

Le caratteristiche richieste sono le seguenti: monologhisti, cabaret, maghi comici, imitatori, performer teatrali, comici web, comici radio, comici visual, clown, duo, trio e gruppi.

E’ possibile partecipare alle selezioni inviando la propria candidatura completa di biografia al seguente indirizzo email: igtcasting@fremantle.com e mettendo come oggetto “Roma “.

Ufficio stampa DCCommunication

chessa.stampa@gmail.com – 347.7868350

Torna a Roma la comicità irresistibile di Chiara Becchimanzi, al Teatro Garbatella

Premio Comedy Roma Fringe Festival 2016, Coppa Solinas Roma Comic Off 2017, tra le 100 eccellenze creative del Lazio 2018 nel Volume “100 Storie di Creatività del Lazio” a cura di Lazio Innova, Premio Giuria Giovani “La Giovane Scena delle Donne” 2019

Il 27 e 28 aprile sul palcoscenico del Teatro Garbatella approda, dopo i grandi successi di critica e di pubblico in tutta Italia, l’esilarante spettacolo “Principesse E Sfumature – Lei, Lui & Noialtre”. Un vero One Woman Show scritto, diretto ed interpretato dalla pluripremiata Chiara Becchimanzi.

Una donna a cavallo dei 30 anni, una indefinita psicoterapeuta dalla voce suadente, e molte domande: perché le donne di oggi devono essere per forza “tutto”?

Cosa vuol dire sottomissione femminile in un contesto in cui una patacca editoriale come “50 sfumature di grigio” vende lo stesso numero di copie di “Don Chisciotte”?

Cosa vogliamo, a letto, da un uomo? Perché non sempre riusciamo a chiederlo? Quali sono i nostri modelli estetici, e soprattutto emotivi? Perché spesso siamo portate ad accontentarci, a sacrificarci?

Cenerentola, Pollyanna, Anastasia Steele. Tante facce della stessa medaglia. Ma forse, questa medaglia, è ora di buttarla via.

Senza mai prendersi troppo sul serio, lo spettacolo e la sua protagonista si interrogano sulla femminilità, sulle relazioni, sulle idiosincrasie della sensualità/sessualità, a partire dalla narrazione di vissuti che potrebbero essere condivisi da molti/e.

Conducono, appena prima della fine, a sentirci bambini e bambine, e chiederci – davvero – se le cristallizzazioni che abbiamo creato per distinguere i generi siano poi così incontrovertibili, o così importanti.

Lo stile dello spettacolo viaggia morbidamente tra la stand up comedy, il teatro d’attore, la clownerie teatrale e la parodia grottesca, per offrire un affresco quanto mai umano e multiforme della riflessione proposta.

Il palco è nudo, riempito esclusivamente dal corpo dell’attrice in scena: nessun filtro scenografico o di costume tra lei e il pubblico – solo pochi, essenziali oggetti, al fine di costruire un’atmosfera da vera e propria “psicoterapia di gruppo” che spesso oltrepassa e frantuma la quarta parete per interagire direttamente con le persone in sala e “scrivere”, di replica in replica, un testo diverso.

Perché di riflettere c’è bisogno, ma se si riflette ridendo si riflette meglio.

L’Ordine degli psicologi ha scelto lo spettacolo per il suo Festival di Psicologia, nella giornata dedicata alle relazioni e all’identità di genere; il nucleo romano del Collettivo Chayn per i diritti delle donne ha celebrato con “Principesse e Sfumature” il primo anno di attività.

La mission e il percorso dello spettacolo ricalcano l’intento dell’artista e della compagnia, attivamente coinvolte nella trattazione sociale della questione di genere e delle pari opportunità.

 Sabato 27 aprile 2019 e domenica 28 aprile 2019 – sabato ore 21:00 domenica ore 18.00

Scritto, diretto e interpretato da Chiara Becchimanzi con la voce di Beatrice Burgo. Produzione Compagnia Teatrale Valdrada/Teatro Tognazzi di Velletri

https://www.facebook.com/valdrada.compagniateatrale/

Ufficio Stampa HF4 Marta Volterra marta.volterra@hf4.it 3409690012

Teatro Garbatella

Piazza Giovanni da Triora 15 – 00145 Roma Tel: 366 200 3502

https://www.facebook.com/Teatro-Garbatella-662037873984730/

Biglietteria on line:

https://oooh.events/evento/principesse-e-sfumature-lei-lui-e-noialtre-27-aprile-2019/

https://oooh.events/evento/principesse-e-sfumature-lei-lui-e-noialtre-28-aprile-2019/

Biglietti

Intero 16 euro / Ridotto 15 euro / Gruppi (minimo 4) 12 euro  (+ 2 euro diritti di prevendita)

La potenza del rock si unisce alla poesia della musica popolare e alla irresistibile magia del racconto teatrale dell’artista toscano Giammarco Nucciotti al Teatro Garbatella

 Il 26 aprile sul palcoscenico del Teatro Garbatella approda, dopo tantissimi successi di critica e di pubblico, il divertente spettacolo di Teatro Canzone “Di Quando – Storie di Personaggi e fatti, non puramente casuali”.

Un divertente racconto di aneddoti e storie di tanto tempo fa, narrati da Gianmarco Nucciotti con le musiche dal vivo dei Leggera Electric Folk Band.

Ci sono storie che fanno divertire, sorridere e poi ce ne sono altre che rattristano un po’ che quantomeno fanno riflettere; spesso impossibili da pensare, per come viviamo quest’epoca moderna, tanto che sembrano ormai appartenere ad un altro mondo.

È il bagaglio culturale della nostra vita, della nostra storia, che è sempre bello ravvivare e ricordare, per non dimenticare mai chi siamo, da dove veniamo e come siamo arrivati fino ad oggi.

Le automobili, la corrente in casa, l’acqua dal rubinetto, la tecnologia, il benessere, non sono arrivati così per caso; ce li siamo trovati serviti in un piatto d’argento sì, ma da mani sudice, stanche, screpolate.

È per quelle mani che dobbiamo essere orgogliosi e tenere viva la mente dei ricordi.

“Di quando”, è il racconto brillante di storie vere, storie di miti che non torneranno più, “storie di personaggi e fatti, non puramente casuali”.

https://www.facebook.com/events/572827779877843/

Venerdì 26 aprile 2019 – ore 21:00

testo di Senio Nucciotti

con Gianmarco Nucciotti

regia di Manfredi Rutelli

musiche dei Leggera Electric Folk Band

audio e luci Live ‘95

Produzione Associazione Culturale LEGGERA ELECTRIC FOLK BAND

Teatro Garbatella

Piazza Giovanni da Triora 15 – 00145 Roma Tel: 366 200 3502

https://www.facebook.com/Teatro-Garbatella-662037873984730/

Biglietteria on line: oooh events

https://oooh.events/evento/di-quando-26-aprile-2019/

Biglietti

Intero 16euro / Ridotto 10 euro  (+ 2 euro diritti di prevendita)