Articoli


Domenica 23 febbraio 2020 Carnevale al Bioparco di Roma. Promozione: tutti i bambini mascherati da animali a 10 Euro

In occasione di Carnevale, domenica 23 febbraio 2020 al Bioparco di Roma tutti i bambini mascherati da animale avranno diritto all’ingresso speciale a 10 euro.

Durante la giornata le famiglie potranno partecipare al percorso animato I vestiti degli animali: un’avvincente visita guidata tra livree mimetiche per nascondersi, penne lunghe e colorate per attirare le femmine e colori vivaci per comunicare il pericolo.

Inoltre, truccatrici professioniste saranno a disposizione per trasformare bambini e adulti nel proprio animale o personaggio preferito.

Per l’occasione, gli appuntamenti degli A TuxTu con gli animali verteranno sui ‘trucchi’ che permettono agli animali di vivere nel proprio ambiente. Si potranno osservare da vicino blatte soffianti, furetti, insetti stecco e altri animali.

A mezzogiorno, consueto appuntamento con il pasto dell’elefante asiatico Sofia, cui i bambini potranno dare da mangiare, in compagnia del personale zoologico che svelerà tutti i segreti dei pachidermi.

Inoltre i guardiani organizzeranno i pasti degli animali per scoprire gli ingredienti del pranzo di: macachi del Giappone, lemuri catta, elefanti asiatici, orsi, scimpanzé, ippopotami anfibi, foche grigie e pinguini del Capo.

Le attività della giornata si svolgono su prenotazione da effettuare domenica stessa in loco e sono comprese nel costo del biglietto.

Continua il supporto del Bioparco all’Associazione Australiana Zoo e Acquari (ZAA) per l’emergenza Australia: i visitatori possono contribuire con una donazione presso il Bioparco, oppure aderendo alla raccolta fondi: https://www.zooaquarium.org.au/.

Il fine è lo stesso: sostenere le attività di salvataggio, cura e riabilitazione fisica e psichica degli animali coinvolti, per poterli riportare in natura.

Maggiori informazioni su: http://www.bioparco.it/emergenza-australia/.

 Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/bioparcoroma/

 CREDITO FOTO: Massimiliano Di Giovanni – Archivio Bioparco

INFO: www.bioparco.it  – 06.3608211

ORARIO        9.30 – 17.00 (ingresso consentito fino alle ore 16.00)

TARIFFE       ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro

bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 10 anni: € 13.00

biglietto adulti: € 16.00

EVITA LA CODA! I biglietti si possono acquistare anche on line sul sito web del bioparco.it: https://ecommerce.bioparco.it/it/shop/biglietti

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/nuova-fiera-di-roma-una-cuccia-in-sospeso/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/salone-margherita-ecchime-qua


Domenica 16 febbraio, in occasione di San Valentino, il Bioparco di Roma proporrà alle famiglie il percorso animato Gli amori negli animali.

Bioparco di Roma. Una visita guidata alla scoperta del corteggiamento, della riproduzione e delle cure parentali in un coinvolgente giro del parco per conoscere i segreti più intimi degli animali.

Il percorso toccherà le aree: giraffe, mandrilli, civette delle nevi, tamarini e uistitì; la visita terminerà con il “Gioco delle coppie”, un’attività ludico-didattica in rima per riconoscere il partner giusto e scoprirne le diverse caratteristiche.

Bioparco di Roma. Le visite inizieranno alle 11.00 e avranno la durata di circa un’ora; l’ultima terminerà alle ore 16.00.

Le attività sono comprese nel prezzo del biglietto di ingresso.

Continua inoltre il supporto del Bioparco all’Associazione Australiana Zoo e Acquari (ZAA) per l’emergenza Australia: gli appuntamenti degli A Tu xTu saranno a tema “Sos Australia”. C

Un operatore didattico, si capirà come rettili e invertebrati della fauna australiana potranno fronteggiare un evento così distruttivo, nonché il suo impatto a lungo termine.

I visitatori possono contribuire con una donazione presso il Bioparco, oppure aderendo alla raccolta fondi: https://www.zooaquarium.org.au/.

Il fine è lo stesso: sostenere le attività di salvataggio, cura e riabilitazione fisica e psichica degli animali coinvolti, per poterli riportare in natura.

Maggiori informazioni su: http://www.bioparco.it/emergenza-australia/.

Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/bioparcoroma/

CREDITO FOTO: Massimiliano Di Giovanni – Archivio Bioparco

BIOPARCO DI ROMA

INFO: www.bioparco.it  – 06.3608211

ORARIO        9.30 – 17.00 (ingresso consentito fino alle ore 16.00)

TARIFFE       ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro

bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 10 anni: € 13.00

biglietto adulti: € 16.00

EVITA LA CODA! I biglietti si possono acquistare anche on line sul sito web del bioparco.it: https://ecommerce.bioparco.it/it/shop/biglietti

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/sala-paolo-poli-di-ostia-luomo-che-sognava-gli-struzzi/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/i-ragazzi-che-si-amano


Domenica 9 febbraio 2020 Darwin Day al Bioparco di Roma

Domenica 9 febbraio il Bioparco di Roma dedica una giornata a Charles Darwin, in occasione del “Darwin Day”, con attività legata alle teorie del naturalista inglese.

Dalle ore 11.00 alle 16.00 si susseguiranno visite guidate speciali dal titolo ‘a passeggio con Darwin’ della durata di circa condotta da naturalisti che, seguendo il pensiero del grande scienziato.

Condurranno le famiglie alla scoperta dei segreti della natura, con l ‘ ausilio di modelli tridimensionale e momenti di interazione con il pubblico.

Il percorso delle visite guida toccherà spesso aree: giraffe, zebre di Grevy, nandù, emù, struzzi, lemuri catta, pinguini del Capo, foche grigie.

Durante la tappa alle giraffe si potrà osservare e toccare con mano una vertebra cervicale di giraffa di resina per scoprire che il polmone del collo di questo animale è sorretto dallo stesso numero di vertebre del collo umano.

Bioparco di Roma. A proposito delle zebre, si troverà una risposta al significato adattativo delle strisce del mantello.

Per l’occasione, gli appuntamenti con ‘usato A TuxTu con la natura’ (dalle ore 12.45 alle 15.00) saranno un tema adattamento: si osserva da molto vicino le caratteristiche nascoste di alcuni rettili e anfibi e scoprire che i serpenti hanno le zampe, le rane respirano con la pelle, ecc.

Tutte le attività della giornata sono comprese nel prezzo del biglietto di ingresso.

Continua il supporto del Bioparco all’Associazione Australiana Zoo e Acquari (ZAA) per l’emergenza Australia. 

I visitatori possono organizzare una donazione presso il Bioparco, oppure aderendo alla raccolta fondi: https://www.zooaquarium.org.au/ .

Il fine è lo stesso: sostenere le attività di salvataggio, cura e riabilitazione fisica e psichica degli animali coinvolti, per poterli riportare in natura.

 Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/bioparcoroma/

FOTO DI CREDITO: Massimiliano Di Giovanni – Archivio Bioparco

 BIOPARCO DI ROMA

INFO: www.bioparco.it   – 06.3608211

ORARIO        9.30 – 17.00 (ingresso assegnato fino alle ore 16.00)

TARIFFE        ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro

bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 10 anni: € 13,00

biglietto adulti: € 16,00

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-le-fontanacce-pantani-il-pirata/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/room26-il-party-a-ritmo-anni90


Domenica 2 febbraio giornata di sensibilizzazione al Bioparco tutti con L’Australia è in fiamme. Aiutaci a buttare acqua sul fuoco.

L’Australia continua a bruciare e si stima che sono oltre un miliardo gli animali feriti o uccisi dalle fiamme.

Specie simbolo ed uniche al mondo come koala e canguri, ma anche altri mammiferi, uccelli e animali più piccoli come anfibi, rettili e invertebrati che hanno scarse possibilità di sfuggire a eventi di tale portata.

Per far conoscere più da vicino le specie a rischio di estinzione, in particolare la fauna australiana, domenica 2 febbraio il Bioparco di Roma organizza una giornata di sensibilizzazione, in supporto all’Associazione Australiana Zoo e Acquari (ZAA).

Dalle 10.30 alle 14.45 si potrà partecipare alla visita guidata dal titolo: ‘La natura va in fumo? Un viaggio tra Australia, Africa e Asia alla scoperta della biodiversità’ con tappa approfondita ai wallaby ed emù.

Inoltre agli appuntamenti degli A Tu xTu per l’occasione saranno a tema ‘Sos Australia’: con un operatore didattico, si capirà come rettili e invertebrati della fauna australiana potranno fronteggiare un evento così distruttivo, nonché il suo impatto a lungo termine.

L’Associazione Australiana Zoo e Acquari (ZAA), in sinergia con gli organismi federali australiani, raccoglie fondi e coordina l’emergenza attraverso l’attività di salvataggio.

Cura e riabilitazione degli animali coinvolti, orientando i progetti di ricerca con l’obiettivo di migliorare la resistenza degli habitat e di riportare in natura animali ristabiliti fisicamente e psichicamente.

Per aderire e contribuire alla raccolta fondi: https://www.zooaquarium.org.au/.

 Maggiori dettagli sulla giornata su http://www.bioparco.it

 Le attività della giornata sono comprese nel prezzo del biglietto.

 Credit foto: Massimiliano Di Giovanni – archivio Bioparco

 BIOPARCO DI ROMA

INFO: 06.3608211 e www.bioparco.it

 ORARIO             9.30 – 17.00 (ultimo ingresso alle 16.00)

 TARIFFE            ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro

bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 10 anni: € 13.00

biglietto adulti: € 16.00.

 EVITA LA CODA! I biglietti si possono acquistare anche on line sul sito web del bioparco.it: https://ecommerce.bioparco.it/it/shop/biglietti

Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/bioparcoroma/

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/romics-doro-della-xxvii-edizione-a-charlie-adlard/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/piccolo-eliseo-musica-a-teatro


Dal giorno di Santo Stefano all’Epifania al Bioparco di Roma saranno organizzate alcune giornate speciali.

Bioparco. Il programma del 26 dicembre prevede attività per tutta la famiglia al Bioparco di Roma

La visita guidata tematica ‘Animali sotto zero, un Natale alla scoperta delle specie che sopravvivono al freddo per scoprire, in compagnia di un esperto naturalista, gli adattamenti delle specie animali che vivono in habitat estremi, dove la temperatura scende di molti gradi sotto lo zero.

Durante il percorso si farà visita a: civette delle nevi, leopardi iraniani, foche grigie, tigri, orsi bruni, cammelli della Battriana: si scopriranno i vantaggi dell’ibernazione o di orecchie piccole e zampe corte, come l’importanza di possedere molto grasso.

Al Rettilario, dalle 11.00 alle 12.00 i keeper saranno a disposizione dei visitatori per spiegare le numerose e variegate forme di alimentazione dei rettili e anfibi ospiti al Bioparco.

Si potrà inoltre assistere al pasto di iguane, testuggini e altri animali.

Dalle 14.00 alle 15.00 i guardiani organizzeranno un incontro ravvicinato e senza barriere con alcuni serpenti, anfibi, sauri e testuggini per raccontare in presa diretta le particolarità di questi affascinanti animali.

Alle ore 11.15 presso l’area dei lemuri catta i bambini potranno partecipare all’attività ‘piccoli keeper crescono’, per aiutare i guardiani a preparare un pasto speciale e gli ‘arricchimenti ambientali’ per queste scimmie.

Alle 12.00 i bambini potranno dara da mangiare all’elefante Sofia, in compagnia del personale zoologico che svelerà tutti i segreti dei pachidermi.

Per tutto il giorno inoltre si terranno gli appuntamenti con gli Tu x Tu a tema ‘Animali e pregiudizi’, per vivere l’emozione del contatto con blatte soffianti, furetti, rospi, insetti stecco e altri animali di cui spesso si ha paura o che suscitano ribrezzo, ma importantissimi per l’equilibrio dell’ambiente naturale.

Dal 27 al 29 dicembre, il I, 4 e 5 gennaio si potrà prendere parte agli ‘A Tu x Tu con la natura’ e alle 12 dare da mangiare all’elefante Sofia.

Le attività del 6 gennaio 2020: a mezzogiorno e alle 14.30 in Sala elefanti sarà messo in scena uno spettacolo con protagonista una giovane apprendista maga alle prese con la preparazione della calza perfetta per l’arrivo della Befana, insieme al suo fido assistente, tra gag, magie e giocoleria.

Alle ore 11.15 presso l’area dei lemuri catta i bambini potranno divertirsi insieme ai guardiani a preparare una calza speciale per i lemuri.

Inoltre, a partire dalle 11.00 si potrà partecipare all’attività ‘A TuxTu con la natura’ e alle 12.00 ‘dai da mangiare a Sofia’.

Le attività di tutte le giornate sono comprese nel prezzo del biglietto.

BIOPARCO DI ROMA

INFO: 06.3608211 e www.bioparco.it

ORARIO             9.30 – 17.00 (ultimo ingresso alle 16.00)

TARIFFE            ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro

bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 10 anni: € 13.00

biglietto adulti: € 16.00.

EVITA LA CODA! I biglietti si possono acquistare anche on line sul sito web del bioparco.it: https://ecommerce.bioparco.it/it/shop/biglietti

Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/bioparcoroma/

CREDIT FOTOGRAFICO: Massimiliano Di Giovanni – Archivio Bioparco

Serena Del Giudice

Ufficio stampa

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-delopera-di-roma-les-vepres-siciliennes/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/al-teatro-costanzi-il-lago-dei-cigni


Domenica 8 dicembre ‘gadget day’ e Centro invernale, Natale al Bioparco

Le festività natalizie si aprono al Bioparco domenica 8 dicembre con una giornata speciale in cui tutti i bambini potranno scartare un regalo in anticipo, riceveranno infatti dei gadget in omaggio.

Il programma prevede una serie di attività: la visita guidata tematica Animali sotto zero.

Un Natale alla scoperta delle specie che sopravvivono al freddo (partenze dalle ore dalle 10.30 alle 14.45) per scoprire, in compagnia di un esperto naturalista, gli adattamenti delle specie animali che vivono in habitat estremi, dove la temperatura scende di molti gradi sotto lo zero.

Durante il percorso si farà visita a: civette delle nevi, leopardi iraniani, foche grigie, tigri, orsi bruni, cammelli della Battriana: si scopriranno i vantaggi dell’ibernazione o di orecchie piccole e zampe corte, come l’importanza di possedere molto grasso.

Al Rettilario, dalle 11.00 alle 12.00 i keeper saranno a disposizione dei visitatori per spiegare le numerose e variegate forme di alimentazione dei rettili e anfibi ospiti al Bioparco.

Si potrà inoltre assistere al pasto di iguane, testuggini e altri animali.

Dalle 14.00 alle 15.00 i guardiani organizzeranno un incontro ravvicinato e senza barriere con alcuni serpenti, anfibi, sauri e testuggini per raccontare in presa diretta le particolarità di questi affascinanti animali.

Alle 11.15 presso l’area dei lemuri catta i bambini potranno partecipare all’attività ‘piccoli keeper crescono’, per aiutare i guardiani a preparare un pasto speciale per i lemuri.

Alle 12.00 i bambini potranno dara da mangiare all’elefante Sofia, in compagnia del personale zoologico che svelerà tutti i segreti dei pachidermi.

Per tutto il giorno inoltre si terranno gli appuntamenti con gli Tu x Tu a tema ‘Animali e pregiudizi’, per vivere l’emozione del contatto con blatte soffianti, furetti, rospi, insetti stecco e altri animali di cui spesso si ha paura o che suscitano ribrezzo, ma importantissimi per l’equilibrio dell’ambiente naturale.

Maggiori info su bioparco.it

In occasione delle vacanze natalizie, al Bioparco apre il centro invernale, che si svolgerà dal 23 dicembre al 3 gennaio nelle giornate: lunedì 23, martedì 24 e lunedì 30 dicembre 2019; giovedì 2 e 3 venerdì gennaio 2020.

Il centro ricreativo invernale è rivolto ai bambini dai 4 ai 12 anni e avrà luogo dalle ore 8.30 alle 16.00.

Il tema di quest’anno è: ‘animali estremi, un inverno bestiale’

Maggiori info e iscrizioni: Associazione Il Flauto Magico Tel. 06.5816816 – www.ilflautomagico.net

CREDIT FOTO: Massimiliano Di Giovanni – Archivio Bioparco

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/al-room26-albertino-special-guest

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-ghione-presenta-caveman/

 

In occasione dell’arrivo al Bioparco di Roma di due rinoceronti bianchi, Thomas e Kibo, nei prossimi tre fine settimana i bambini potranno partecipare ad attività a tema.

Sabato 12, 19 e 26 ottobre dalle 10.30 alle 15.45 si svolgerà la visita guidata dal titolo ‘I big 5 del Bioparco!’

Percorso a tappe tra giraffe, elefanti, leoni, leopardi e rinoceronti, alla scoperta della savana africana e dei suoi abitanti più appariscenti.

Per tutto il giorno inoltre si terranno gli incontri ‘Alla scoperta del mondo dei rinoceronti’ a cura dello staff per conoscere tutte le caratteristiche dei rinoceronti bianchi e curiosità sui due maschi presenti al Bioparco.

Domenica 13, 20 e 27 ottobre dalle ore 10.30 alle 16.30 presso la nuova area dei rinoceronti si potrà partecipare al gioco ‘Prendiamoli di mira’:

Una sfida di tiro al bersaglio per combattere i bracconieri e aiutare i guardiaparco a salvare i rinoceronti.

E poi al laboratorio intitolato ‘Cornuto a chi? Per scoprire le tante forme presenti in natura e l’utilizzo che se ne fa toccando con mano corna e palchi.

Anche durante le domeniche lo staff sarà a disposizione per far conoscere tutte le caratteristiche dei rinoceronti bianchi e curiosità su Thomas e Kibo.

Le attività delle giornate sono comprese nel costo del biglietto.

BIOPARCO DI ROMA

INFO: 06.3608211 e www.bioparco.it

ORARIO              9.30 – 18.00 (ultimo ingresso alle 17.00)

TARIFFE            ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro,

bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 10 anni: € 13.00,

biglietto adulti: € 16.00.

EVITA LA CODA! I biglietti si possono acquistare anche on line su bioparco.it e nei punti della rete TicketOne ed al Call Center 892.101

Seguici su Facebook: www.facebook.com/amicidelBioparco

cid:image001.jpg@01CDD88F.34249CB0

Francesca Ciocci

Ufficio Relazioni Esterne

Fondazione Bioparco di Roma

Viale del Giardino Zoologico, 20 – 00197 Roma

Tel. 06.3608211 – 06 36082107

fax: 06.3207389

www.bioparco.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/vallerano-secondo-weeek-end-dedicato-al-frutto-dop-la-castagna/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-sociale-di-amelia-operaincanto-2019/


Come fa la giraffa a vivere a sei metri da terra? Lo scoprirete al Bioparco in “Incontri di Natura”

Com’erano fatti gli animali del passato? Perché gli escrementi sono di forma, colore e consistenza diversa e perché le blatte soffiano?

Per rispondere a questi e a tanti altri quesiti il Bioparco organizza tre domeniche 15, 22 e 29 (dalle ore 11.00 alle ore 17.00) di “Incontri di Natura”.

Nel parco saranno dislocate otto postazioni con crani, modelli tridimensionali, escrementi, e animali vivi.

Un’occasione per ricevere curiosità su molte specie animali e partecipare a giochi e attività in compagnia degli operatori del Bioparco.

I laboratori a cui si potrà partecipare sono: “I RIS della Natura”, per cercare e interpretare le tracce degli animali.

“Animali dal passato”, alla scoperta di specie del passato, tra ammoniti, trilobiti e resti di dinosauro come veri paleontologi.

“Questione di equilibri”: gioco di abilità per comprendere che siamo tutti interconnessi.

E poi: “Punti di vista”, per mettere a confronto adattamenti e peculiarità della specie più alta del mondo e di quella più bassa.

“Formidabile predatore”, per scoprire in che modo denti lunghi, artigli affilati e un manto mimetico rendano predatori efficienti.

“I perché della Natura”, per scoprire che anche i serpenti hanno le zampe e che i rospi respirano con la pelle.

“Uova da record”, da 10 kg a pochi grammi: un gioco per approfondire il variegato mondo delle uova.

“Chi ha fatto la fatta?” per analizzare gli escrementi di diverse specie e trarne tante informazioni.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di evidenziare caratteristiche e curiosità delle specie animali presenti al Bioparco.

La voglia di sensibilizzare sulla tutela della Biodiversità, sottolineando l’importante ruolo della comunità internazionale degli zoo per la salvaguardia delle specie minacciate di estinzione.

(EEP, EAZA, Strategia mondiale degli Zoo, ecc…).

Credit fotografico: Archivio Bioparco

Fondazione Bioparco di Roma

Viale del Giardino Zoologico, 20 – 00197 Roma

Tel. 06.36082118 – 348.2465431 – fax: 06.3207389

www.bioparco.it

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-golden-di-roma-italia-e-capo-verde-in-dialogo-musicale/

https://unfotografoinprimafila.it/la-storia-a-processo-di-elisa-greco-marilyn-monroe-colpevole-o-innocente/

Al Bioparco di Roma sono nati una femmina di tapiro e quattro gemelli, due tamarini edipo e due lemuri catta.

Le nascite sono avvenute nell’ambito dei programmi di conservazione dell’EAZA, l’Associazione europea zoo e acquari, sottolinea il Presidente della Fondazione Bioparco di Roma Francesco Petretti.

“Le nascite sono quindi finalizzate soprattutto a conservare nuclei di specie rare, la cui esistenza negli ambienti naturali è sempre più difficile”.

La piccola femmina di tapiro sudamericano pesa circa venti kg e si riconosce per il caratteristico mantello a strisce marroni e bianche che perderà a tra qualche mese.

Sulla pagina facebook del Bioparco si potrà votare uno fra i due nomi proposti dai guardiani del reparto per la cucciola.

I due gemelli di tamarino edipo sono tra le più piccole scimmie esistenti al mondo.

 

Si tratta di una specie ad altissimo rischio di estinzione, soprattutto a causa della deforestazione che ne ha ridotto la distribuzione originaria del 75%.

 

Al Bioparco attualmente il gruppo è composto da dodici animali.

 

Quando nasce un cucciolo, per le prime due settimane è la femmina ad occuparsi da sola dei nuovi nati, per poi demandare il compito al maschio o a qualche altro componente del gruppo che tiene i piccoli sul dorso per poi passarli alla madre per la poppata ogni due o tre ore.

 

Dopo circa sette mesi i cuccioli sono indipendenti.

Un altro parto gemellare è avvenuto nell’area dei lemuri catta che ospita tredici animali; si tratta di proscimmie dalla coda ad anelli bianchi e neri che in natura vivono soltanto in Madagascar.

I lemuri sono animali altamente sociali, noti per le evoluzioni acrobatiche e le caratteristiche posture yoga per prendere il sole.

Per festeggiare i nuovi arrivati, domenica 2 giugno si svolgerà la giornata-evento “Foreste sottosopra”.

Durante la quale i bambini potranno partecipare a giochi tematici e laboratori interattivi sulle specie che abitano le foreste e si potrà partecipare alla visita guidata Cuccioli in foresta.

Il programma completo su: bioparco.it/foreste-sottosopra-2/

INFO: 06.3608211 e  www.bioparco.it

Credit fotografico: Massimiliano Di Giovanni – Archivio Bioparco

https://unfotografoinprimafila.it/bugie-rosse-scandaloso-thriller-di-pierfrancesco-campanella-in-dvd/

https://unfotografoinprimafila.it/xtolfa-jazz-2019-spirit-of-new-orleans/

Vivere, convivere, lottare, soccombere alle specie aliene invasive: queste le tematiche al centro della riunione di esperti dal titolo ‘Alieni a Roma’ al Bioparco di Roma.

Organizzata oggi dalla Fondazione Bioparco in collaborazione con Life ASAP (Alien Species Awareness Program) coordinato dall’ISPRA (l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale).

Parlare di questa cittadinanza parallela che ormai abita stabilmente le città e delle azioni per sensibilizzare l’opinione pubblica sul fenomeno.

Pappagalli, testuggini palustri americane, nutrie, punteruoli rossi e tanti altri sono in preoccupante aumento a Roma e stanno causando seri problemi alla biodiversità cittadina, fino all’estinzione delle specie autoctone e all’alterazione degli habitat che occupano.

Attualmente in Italia sono presenti più di 3.000 specie aliene, introdotte spesso volontariamente, di cui oltre il 15% invasive.

A livello europeo, negli ultimi 30 anni, il numero di specie alloctone è cresciuto del 76% e in Italia del 96%.

Per contenere tale fenomeno ogni anno l’Unione Europea sostiene dei costi che superano i 12 miliardi di euro.

Nella Capitale più di mille coppie di parrocchetto dal collare di origine asiatica, e altrettante di parrocchetto monaco, di origine sudamericana, si contendono i quartieri Parioli il primo, San Giovanni e Appio il secondo.

Il punteruolo rosso dell’Estremo Oriente ha cancellato buona parte delle palme dagli orti botanici e dalle piazze; resistono coraggiosamente quelle di piazza di Spagna.

“Le sponde del Tevere sono il rifugio di famiglie di nutrie, roditori oversize dall’aspetto simile ai ratti, spiega il Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Francesco Petretti.

Le zanzare tigre, è solo questione di giorni, con le copiose piogge di maggio ci faranno ‘vedere le stelle’.

I parrocchetti – continua Petretti – cacciano dal nido picchi e storni, cince e torcicolli, le nutrie devastano la flora acquatica dei laghetti nei parchi e del Tevere.

Per alcune specie è difficile dare numeri, ma è verosimile sostenere che le testuggini d’acqua americane, le stesse che si vendevano nei luna park a 100 lire, superino le decine di migliaia di esemplari.

Fra loro si nasconde anche qualche temibile testuggine azzannatrice americana, un vero mostro dalle mandibole a becco.

E l’elenco delle specie aliene invasive, che un tempo venivano definite esotiche, è ancora lungo, e gli effetti negativi che questi animali hanno sull’ecosistema urbano, con tutte le componenti indigene, sono senza precedenti.

Le famiglie in visita al Bioparco – conclude Petretti – saranno coinvolte per segnalare la presenza degli alieni nei giardini e per le strade dei quartieri romani”.

CREDIT FOTO: Bruno Cignini

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-olimpico-replica-straordinaria-dei-musicanti-il-musical-con-le-canzoni-di-pino-daniele/

https://unfotografoinprimafila.it/continua-il-grande-successo-della-commedia-uno-di-troppo-il-tesoro-di-mamma-di-danilo-de-santis/

????????????????????????????????????

In occasione della Festa della mamma promozione speciale a sostegno della ‘Casa della Mamma’ con “Occhio all’alieno”

Domenica 12 maggio 2019 il Bioparco dedica una giornata alle specie aliene presenti nel nostro Paese.

Dalle ore 11.00 alle 17.00 saranno organizzati giochi, attività e si andrà alla scoperta di animali e piante molto particolari come la chiocciola gigante africana, la testuggine dalle guance rosse, le gambusie (pesci d’acqua dolce) il rospo delle canne, il fico degli ottentotti (pianta grassa originaria del sud Africa).

L’obiettivo delle attività è sensibilizzare le famiglie sulla pericolosità di questi animali per gli ecosistemi, ma soprattutto quello di far comprendere come adottare comportamenti sostenibili per evitare che il fenomeno si estenda replicandosi senza fine.

Nel parco saranno presenti sei postazioni: Battaglia speciale, una divertente battaglia navale a caccia di alieni; Staffetta con guscio, gioco sull’alimentazione delle testuggini.

Chi sarà il più forte? L’equilibrio dell’ecosistema, per capire cosa accade all’ambiente quando vengono introdotte specie aliene.

E poi Se-mi soppianti, il gioco del badminton per un’avvincente gara sulla dispersione dei semi; Un buco nell’acqua, attività per comprendere le capacità di espansione delle specie aliene infine: Occhio all’alieno, in cui si potranno osservare da vicino gli animali alieni per conoscerli meglio.

L’iniziativa è parte del programma di “EUREKA! Roma 2019” promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e della campagna di educazione ambientale “Occhio all’alieno”’ promossa da Eduzoo, il gruppo di lavoro degli educatori UIZA (Unione Italiana Zoo e Acquari) nata con lo scopo di sensibilizzare le famiglie nei confronti dell’introduzione di specie aliene, considerata una delle principali cause di perdita di biodiversità.

Le attività della giornata sono comprese nel costo del biglietto.

 Inoltre, sempre domenica 12 in occasione della Festa della mamma, con una donazione libera alla casa famiglia “La Casa della Mamma” tutte le mamme potranno entrare al parco a soli € 3.00 (anziché € 16.00).

La donazione si può fare attraverso il sito http://www.casadellamamma.org/ oppure domenica stessa presso lo stand accanto alla biglietteria del Bioparco.

La promozione è valida solo per domenica 12 maggio. Per usufruire dell’ingresso agevolato si dovrà esibire in cassa copia dell’avvenuta donazione.

 La Casa della Mamma nasce il 22 maggio del 1969, come casa famiglia accoglie giovani madri gestanti o con i loro bambini inviate dal Tribunale dei Minori e in accordo con i servizi sociali per intraprendere un percorso di crescita ed autonomia che permetta loro di dar forma al loro desiderio di donne, madri e cittadine.

Credit fotografico: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni.

BIOPARCO DI ROMA

INFO: 06.3608211 e www.bioparco.it

Seguici su Facebook: www.facebook.com/amicidelBioparco

ORARIO        9.30 – 19.00 (ingresso consentito fino alle ore 18.00).

 TARIFFE  

ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro, bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 12 anni: € 13.00, biglietto adulti: € 16.00.

EVITA LA CODA!

I biglietti si possono acquistare anche on line su bioparco.it ; nei punti della rete TicketOne ed attraverso il call center 892.101.

   

A Pasqua al Bioparco si schiudono le uova: sulle rive del laghetto è nato un fenicottero rosa (Phoenicopterus roseus) e si sta registrando un vero e proprio record di coppie in cova.

Il pulcino ha pochi giorni di vita, pesa circa 100 grammi e sta bene. Ancora non è possibile stabilirne il sesso, che sarà svelato dalla genetica nei prossimi mesi.

La nascita è avvenuta dopo circa un mese di cova da parte di entrambi i genitori che in queste ore nutrono a turno il pulcino con una sostanza liquida prodotta dal loro tratto digestivo.

All’oasi del lago del Bioparco la colonia di fenicotteri vive in un ambiente simile al loro habitat naturale.

Nel 2014 al gruppo si sono aggiunti dieci individui provenienti da un zoo tedesco, gli uccelli si sono ambientati e ogni anno hanno iniziato a nidificare, fino al boom di questi giorni in cui si contano una decina di nidi di fango a forma di tronco di cono, presidiati da altrettante coppie.

Non è escluso quindi che nei prossimi giorni si possano avere altre nascite.

Una curiosità di questi uccelli: il caratteristico colore rosa dell’adulto è dovuto ai pigmenti presenti in alcuni microrganismi di cui si nutre, tra cui l’artemia salina, un piccolo crostaceo di cui i fenicotteri sono ghiotti. I giovani sono grigiastri e assumono la colorazione adulta a circa 3-4 anni di età.

Da sottolineare che anche questi volatili subiscono i danni arrecati all’ecosistema in cui vivono dall’inquinamento e dalle attività antropiche.

 CREDIT FOTO: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni