Articoli

Imparare giocando. A Cinecittà World in collaborazione con il CNR arrivano gli “Ice – Influencer”, con una mission salva ambiente.

E grande attesa per l’inaugurazione del “Regno del ghiaccio”, il primo snow park al coperto d’Italia.

Imparare giocando.

Il “Regno del ghiaccio” dalla fantasia alla realtà. Cinecittà World, il parco del cinema e della tv di Castel Romano, il prossimo 20 giugno apre le porte di un nuovo padiglione.

Il primo snow park al coperto d’Italia con ben cinque attrazioni a tema grazie alle quali scatenarsi alla ricerca del puro divertimento, tra pista del pattinaggio, autoscontri sul ghiaccio, scivoloni, palle di neve, kamikice, ma soprattutto l’unico nel quale formare i nuovi “Ice – Influencer”.

In un mondo che viaggia a suon di tecnologia e digitalizzazione non poteva mancare una figura in grado di trasmettere le proprie conoscenze anche sul delicato tema dei cambiamenti climatici e dello scioglimento dei ghiacciai, vera minaccia del nostro pianeta.

Da qui l’idea di associare il divertimento ad un progetto di sensibilizzazione realizzato in collaborazione con il CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche, pronto a schierare i propri ricercatori con lo scopo di educare i piccoli visitatori.

Il CNR offre loro l’opportunità di apprendere quanto sia fondamentale rispettare l’ambiente che ci circonda e quanto sia necessario “influenzare” con le proprie conoscenze quante più persone possibili.

Lo scenario attuale del nostro pianeta potrebbe, infatti, modificarsi in maniera ancora più negativa pregiudicando nel futuro il reale “Regno del ghiaccio”, cioè i ghiacciai montani e le calotte polari.

In particolare l’Artide e l’Antartide sono, da tempo, oggetto di studio da parte dei ricercatori del CNR e saranno, quindi, proprio questo esperti ad illustrare alcune basilari nozioni sui cambiamenti climatici.

Cambiamenti che stanno causando lo scioglimento e la relativa estinzione di alcune specie, come i pinguini e gli orsi polari.

Parlare lo stesso linguaggio dei giovani è lo scopo del laboratorio, ispirato al lavoro che squadre di glaciologi stanno compiendo nelle loro numerose missioni per monitorare i ghiacciai di tutto il mondo.

Missioni che nel quale si cercherà di responsabilizzare bambini e ragazzi, con interventi mirati e divisi per fasce d’età, invitandoli a modificare le loro abitudini peggiori che contribuiscono quotidianamente a danneggiare la terra che ci ospita.

Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it

https://unfotografoinprimafila.it/roma-cinquina-premio-strega-2019-al-tempio-di-adriano/

https://unfotografoinprimafila.it/rome-fashion-week-2019-la-fiera-per-lindustria-della-cerimonia/

Sabato 18 maggio, alle ore 18:00, presso la Galleria “Il Sipario”, il secondo appuntamento della rassegna “Oltre il confine dei nostri occhi”, ideata, organizzata e promossa dal gruppo locale Oltreconfine.

Sabato 18 maggio, alle ore 18:00, presso la Galleria “Il Sipario” [Via Vittorio Emanuele II, n. 6, Giulianello di Cori (LT)] verrà presentato il libro di Giulia Buffardi, “Il Comitato per la salvezza dei bambini di Napoli (1946-1954)”.

Una vicenda inquadrata nel secondo dopoguerra, che vede protagonista il Partito comunista napoletano attraverso l’iniziativa del “Comitato per la salvezza dei bambini di Napoli”.

10-12 mila bambini, individuati, ‘ripuliti’, accompagnati da schede di riconoscimento, forniti di cappotti ed indumenti, lasciano, su lunghi treni, la stazione di Napoli per essere ospitati presso famiglie del Centro e Nord-Italia.

Ma quali pensieri attraversano le piccole menti? L’Autrice ha ritrovato e intervistato alcuni di quei bambini di allora, raccogliendone le testimonianze.

Giulia Buffardi nata a Napoli, dal 2001 è direttrice dell’Istituto Campano per la Storia della Resistenza, dell’Antifascismo e dell’Età contemporanea “Vera Lombardi”.

Coautrice e curatrice di alcuni volumi, tra cui: I verbali del CLNN 1943-1946; Dedicato a Vera; Questioni di storia e istituzioni del Regno di Napoli.

Secoli XV-XVIII; Repertorio – Dizionario dei Comuni della Provincia di Napoli. Storia, società, cultura; Maurizio Valenzi.

La ragione, la passione. Dal 2007 cura, in occasione dell’anniversario delle Quattro Giornate di Napoli (27 settembre – 1 ottobre 1943), la collana Dalle Quattro Giornate un impegno per Napoli.

Ha collaborato alle riviste «Italia Contemporanea», «Nord e Sud», e attualmente a «Resistoria», «Meridione. Sud e Nord nel Mondo».

L’iniziativa – organizzata e promossa in collaborazione con l’Associazione culturale “Il Sipario” – rientra nel programma di iniziative per il territorio della rassegna “Oltre il confine dei nostri occhi”, ideata dal gruppo Oltreconfine.

Un progetto nato alla fine del 2018 dalla volontà di persone aventi in comune valori e ideali di solidarietà e condivisione, associazionismo e partecipazione alla vita del paese, mediante l’attuazione di progettualità concrete, anche insieme ad altre realtà locali e non solo.

Il nome prende spunto dalla volontà degli aderenti di vedere il confine non come un limite, ma come un traguardo intermedio da raggiungere e superare, per poter andare sempre più lontano nel perseguimento degli obiettivi.

Galleria “Il Sipario” [Via Vittorio Emanuele II, n. 6, Giulianello di Cori (LT)]

Al Bioparco di Roma “Vacanze di Pasqua 2019” un campus rivolto ai ragazzi

Durante la chiusura delle scuole per le vacanze di Pasqua 2019, il Bioparco organizza un campus, rivolto a bambini e ragazzi dai 4 ai 12 anni, all’insegna della natura e della scoperta dei segreti della vita del parco e degli animali.

Le giornate di apertura sono: 18, 19, 23, 24 e 26 aprile 2019 – orario: dalle 8.30 alle 16.30.

Nel contesto unico del Giardino zoologico della Capitale, ogni giorno i bambini affronteranno una missione speciale, da portare a termine entro la fine della giornata.

Come inventare il menu perfetto per gli oranghi, progettare il un nuovo exhibit per i suricati, ideare una campagna di comunicazione a tema, oppure pensare all’arricchimento ambientale per i Pinguini.

I costi (pranzo incluso): prima giornata 35 euro (secondo fratello: 30 euro); dal terzo giorno: 30 euro; per cinque giorni: 145 euro.

Per informazioni:

www.bioparco.it

Ass. Il Flauto Magico

Tel. 06.5816816 – 366.9254067

http://ilflautomagico.net/blog/campus-di-pasqua-al-bioparco/




Alla presenza del Sottosegretario di Stato Vincenzo Spadafora e di numerosi ospiti alla libreria la Red Feltrinelli

In una affollatissima libreria, la Red Feltrinelli di Via Tomacelli, è stato presentato il libro di Beppe Convertini “I Bambini di Nessuno”, edito da Admaiora, di Giuseppe Pierro.

Il libro è il racconto fotografico

delle ultime missioni umanitarie che Beppe Convertini ha fatto, per Terre des Hommes, nei campi profughi Siriani ad Aarsal, al confine Siriano Libanese, e a Zarqa, al confine Siriano Giordano e nelle baraccopoli del Myanmar.

Uno scatto dietro l’altro, storie, espressioni, volti,

così lontani dalla nostra realtà quotidiana, ma che suscitano grandi emozioni che possono cambiare il senso della vita.

E, a tal proposito il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio, Vincenzo Spadafora, intervenuto alla presentazione, ha voluto sottolineare: “Certi viaggi, modificano la percezione delle cose e restituiscono il senso della priorità della vita”.

A moderare il dibattito la giornalista del tg2 Maria Concetta Mattei

che ha raccolto il pensiero di Donatella Vergari, Presidente di Terre des Hommes: “Beppe si è voluto misurare non solo con il diverso, ma con il tanto diverso dei paesi in guerra, e delle zone più povere del mondo.

Lo ha fatto per incontrare quei bambini che lui chiama “di nessuno” perché in realtà nessuno o davvero pochi pensano mai a loro, alle loro condizioni, ed a tutto ciò che a loro è di fatto negato con la guerra e con la povertà.

Alla presentazione, oltre all’editore Giuseppe Pierro e Adriana Volpe,

presidente onorario OPS, sono arrivati numerosi ospiti e amici dell’attore conduttore Beppe Convertini: Catena Fiorello, Zeudi Araya, Mita Medici, Daniela Poggi, Fanny Cadeo, Manila Nazzaro, Giorgio Meneschincheri, Cataldo Calabretta, Barbara Foria, Enrico Varriale, Fioretta Mari, Stefania Orlando, Patrizia Pellegrino, Ilaria De Grenet, Gianna Orrù, Diego Ruiz, e tanti altri.

“Io ho perso il mio papà a 17 anni per un cancro ai polmoni

dichiara Beppe Convertini e ogni sera alcuni medici volontari venivano a casa prendendosi cura moralmente e medicalmente di mio padre.

Lui aveva tra le varie metastasi un’esterna sul viso e tutte le sere loro tamponavano la fuoriuscita di sangue e lo sostenevano psicologicamente.

Tutto in modo gratuito e questo mi ha spinto ad essere davvero disponibile per il prossimo e quindi impegnarmi in tante campagne sociali e soprattutto a spendermi personalmente sul campo in Siria e in Myanmar”.

Secondo l’autore è un dovere morale, per chi, come lui

fortunato ad avere un ruolo pubblico, mettere a disposizione la propria popolarità a favore di persone meno fortunate.

Beppe Convertini ha deciso di realizzare questo libro per un obiettivo sociale, infatti il ricavato derivante dalla vendita del libro, andrà ai bambini Siriani e Birmani in quanto devoluto alla fondazione Terre Des Hommes.

Ufficio stampa: Ennio Salomone- cell. 346.6142314 – E-mail: salomone.ennio@gmail.com

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-delle-muse-dopo-i-successi-torna-enrica-la-tradita-con-salome-da-silva/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-olimpico-roma-flashdance-della-paramount-pictures/




Beppe Convertini presenta il suo primo libro con un obiettivo sociale

Libreria Feltrinelli Red (via Tomacelli, 23 – Roma) giovedì 17 gennaio 2019 – ore 19.30

Intervengono: Beppe Convertini, Vincenzo Spadafora, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri; Donatella Vergari, Segretario generale Terre Des Hommes – Modera: Maria Concetta Mattei, Giornalista TG2 RAI

“I Bambini di Nessuno”, edito da Admaiora, di Giuseppe Pierro, è il racconto fotografico delle ultime missioni umanitarie che Beppe Convertini ha fatto, per Terre Des Hommes, nei campi profughi Siriani ad Aarsal, al confine Siriano Libanese, a Zarqa, al confine Siriano Giordano e nelle baraccopoli del Myanmar.

Secondo l’autore è un dovere morale, per chi, come lui, fortunato ad avere un ruolo pubblico, mettere a disposizione la propria popolarità a favore di persone meno fortunate.

In sostanza provare a far vivere ai bambini la vita di un bambino

La testimonianza fotografica, inoltre, più di ogni altro elemento di comunicazione, rende immediato il concetto che si vuole esprimere, con incisività senza molti giri di parole.

“Io ho perso il mio papà a 17 anni per un cancro ai polmoni – dichiara Beppe Convertini – e ogni sera alcuni medici volontari venivano a casa prendendosi cura moralmente e medicalmente di mio padre.

Lui aveva tra le varie metastasi un’esterna sul viso e tutte le sere loro tamponavano la fuoriuscita di sangue e lo sostenevano psicologicamente.

Il ricavato derivante dalla vendita del libro, andrà ai bambini Siriani e Birmani

Tutto in modo gratuito e questo mi ha spinto ad essere davvero disponibile per il prossimo e quindi impegnarmi in tante campagne sociali e soprattutto a spendermi personalmente sul campo in Siria e in Myanmar”.

Beppe Convertini ha deciso di realizzare questo libro per un obiettivo sociale, infatti il ricavato derivante dalla vendita del libro, andrà ai bambini Siriani e Birmani in quanto devoluto alla fondazione Terre Des Hommes.

“È stato molto emozionante – continua Beppe Convertini – stare a contatto con i piccoli birmani delle popolazioni meno abbienti perché ho potuto dedicare molto tempo giocando con loro e portando loro cibo, indumenti, libri, quaderni e cercando di dare loro la possibilità di andare a scuola vivendo una quotidianità quasi al pari degli altri bambini più fortunati.

In sostanza provare a far vivere ai bambini la vita di un bambino. Porterò nel mio cuore i loro sguardi e i loro sorrisi e ogni giorno che passerà avrò sempre un pensiero per i miei bambini siriani e birmani”.

Ufficio stampa: Ennio Salomone- cell. 346.6142314 – E-mail: salomone.ennio@gmail.com

TITOLO: “i Bambini di Nessuno”

AUTORE: Beppe Convertini

EDITORE: Admaiora

PAGINE: 111 pagine

COSTO: Euro 13,00

Leggi anche

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/ennio-morricone-concerto-%E2%80%9C60-years-music%E2%80%9D-world-tour-caracalla-roma 

Teatro San Babila Milano, Bambini protagonisti a teatro: parte il progetto “Maestri D’arte per l’infanzia il corso dei corsi” Inaugurazione sabato 6 ottobre al Teatro san Babila a Milano 

Un nuovo modello educativo di riferimento basato sulle arti: Maestri darte per lInfanzia, definito da molti il Corso dei Corsi, si inaugura sabato 6 ottobre, dalle 15.00 alle 17.00, al Teatro San Babila – Corso Venezia 2/a Milano. 

Il Teatro ospiterà, infatti, dal 9 ottobre al 30 maggio, questo percorso di apprendimento creativo unico nel suo genere: 50 incontri per 100 ore darte, in cui i bambini di 4 e 5 anni si immergeranno da protagonisti.

Alla Conferenza stampa e cerimonia di apertura del 6 ottobre, condotta dallattore Luca Forlani, presenzierà il Direttore Artistico Elisabetta Armiato, già Prima Ballerina Étoile del Teatro Alla Scala di Milano e Presidente dell’Associazione PENSARE oltre Movimento Culturale che ha dato vita al progetto “Maestri d’Arte per l’Infanzia”. 

Questo non è il solito corso per bambini con velleità artistiche o dove imparare danza classica, pianoforte ecc. – dice Elisabetta Armiato – è un percorso di apprendimento creativo basato sul Fare Arte, imparando direttamente dagli artisti le basi delle arti sceniche e grafiche che sono a nostro avviso il fondamento della formazione stessa di ogni individuo. Saranno i bambini a scoprire il loro talento praticando l’arte con gli artisti”. 

Nel corso della cerimonia verrà consegnato il Premio Daniela Dessì per lInfanzia, un riconoscimento, di valore anche economico, destinato a 20 figure di Tutor per le Arti del Corso di Alta Formazione dei Maestri dArte, realizzato in partnership con lUniversità Internazionale – delle Nazioni Unite – per la Pace, sede italiana di Roma e accreditato dal Liceo Musicale-Coreutico “Giuditta Pasta” di Como (Miur).

I Tutor per le Arti guideranno, accompagneranno e aiuteranno i bambini durante lanno. Ivano Spano, Segretario Generale dellUniversità Internazionale della Pace, ci tiene a sottolineare l’alto valore culturale di questa esperienza e della filosofia educativa che la anima e che vede nel bambino un soggetto attivo nella costruzione della propria identità. 

Per la Fondazione Daniela Dessì saranno presenti Iacopo Sabbatini, figlio del soprano e Vice Presidente, il segretario Nicola Morello e Alessandra Armiliato membro Cda della fondazione. Tra i maestri d’arte spiccano nomi d’eccezione come quello del tenore Fabio Armiliato, la performer Erika Lemay, l’illusionista ed attore Raul Cremona.

E Per gli otto mesi del corso sono stati coinvolti importanti artisti che si alterneranno sul palco come maestri conduttori delle arti: il Soprano Alma Manera e Consuelo Gilardoni, il Disegnattore Cesare Buffagni, la disegnatrice Ilaria Cheloni, la pianista Silvia Leggio, il flautista Stefano Canzi, gli attori Valentina Chiefa e Luca Forlani, i maghi Nikolas Albanese e Stefano Gallarini.

Un’opportunità formativa a cui Milano, centro di cultura e innovazione, apre le porte catalizzando L’attenzione di media e istituzioni in vista di uno sviluppo anche Nazionale. Per ulteriori informazioni si puo’ consultare il sito www.maestridarteperlinfanzia.org oppure rivolgersi a Luca Forlani (Mail: progetticulturali@pensareoltre.org) che oltre ad essere uno dei “Maestri conduttori d’arte” è ‘l’Ufficio Stampa del progetto.