Roma. Il Salone Margherita presenta la nuova “STAGIONE TEATRALE” 2018/2019, una vera rivoluzione con la direzione artistica di Nevio Schiavone

Anche per la Stagione Teatrale 2018/2019 lo storico Salone Margherita propone una ricca e interessante programmazione, tra graditissimi ritorni e nuovi appuntamenti, sotto la direzione artistica, ormai affermata, di Nevio Schiavone.

Come da tradizione, la stagione si aprirà con il nuovo spettacolo di Pier Francesco Pingitore: “Femmina!” Un gran viaggio attraverso le canzoni, i balli d’oggi e i tanghi della nonna, le storie, le storielle, le passioni, all’ombra vaporosa della Donna. Satira e poesia, risate e nostalgia, in scena dal 21 novembre al 3 febbraio con lo storico cast, Martufello, Pamela Prati, Manuela Villa, Mario Zamma, Morgana Giovannetti e Enzo Piscopo, e nuovi protagonisti.

Dal 7 febbraio, dopo il grande successo della scorsa stagione, ritorna Rodolfo Laganà, l’Indiano Metropolitano, in “Toro Sedato Reloaded” con nuove avvincenti rivelazioni e suggerimenti sull’ “arte di fare l’indiano”.

Dal 6 al 24 marzo Pino Insegno si racconterà con ironia nell’esilarante spettacolo “58 Sfumature di Pino”, un viaggio divertente che ripercorre la carriera di Pino Insegno di pari passo con lo sviluppo, e le relative “cadute di stile”, del mondo del cinema hollywoodiano ed italiano. Con la partecipazione di Federico Perrotta e la regia di Claudio Insegno.

A seguire, a grandissima richiesta, l’atteso ritorno di Manuela Villa in “Roma! Canti, balli e poesia del popolo di Roma” con la regia di Pier Francesco Pingitore. Un concerto-spettacolo unico, dedicato alla tradizione della capitale dai tempi del Pinelli alla Roma di oggi, che conferma il suo successo stagione dopo stagione. In scena dal 27 marzo al 14 aprile.

Chiuderà la Stagione Teatrale la talentuosa Morgana Giovannetti che salirà nuovamente da solista sul palco del Salone Margherita, dopo l’apprezzato debutto della scorsa stagione, con il suo “Morgana-bis Vs tutti”. Dal 1° al 12 maggio, con la partecipazione di Alessandro Tirocchi e Edoardo Simeone, diretta ancora una volta da Pier Francesco Pingitore.

Ma la Stagione Teatrale 2018/2019 presenta ulteriori rilevanti novità.

Tutti i lunedì a partire dal 26 novembre, e per tutta la durata della stagione, il nuovo imperdibile appuntamento con lo show “Full Mon…DAY! – Due comici a nudo”.

Pino Insegno e Roberto Ciufoli calcano di nuovo insieme il palcoscenico in una veste completamente inedita con uno spettacolo divertentissimo, destinato a diventare un cult, fatto di sketch fulminanti, coinvolgimento del pubblico, gioco ed improvvisazione… ed ogni lunedì una gradita sorpresa da svelare.

Tutti i martedì il Salone Margherita si trasforma in un accogliente ed elegante jazz club. In collaborazione con il più famoso jazz club della capitale, il Gregory’s Jazz Club, i migliori musicisti italiani ed internazionali si esibiranno in un ciclo di appuntamenti di eccezionale livello. Come in ogni jazz club che si rispetti sarà possibile gustare, prima o durante il concerto, una cena servita nei prestigiosi ed intimi palchi privati al piano superiore. Nelle sale del piano terra un gustoso buffet accompagnerà la sfiziosa proposta mixology del nuovo cocktail bar del Salone Margherita.

E per concludere col botto (!!) tutti i sabati, a partire dal 10 novembre, la nuova produzione del Salone Margherita in collaborazione con Micca Club: “Saturday Night BURLESQUE CLUB”. La vintage night più esclusiva d’Italia… Un dinner show che trasformerà il Salone Margherita nel più elegante club della capitale. Cena servita dalle 20,00 nei palchi e nelle salette liberty ed un incredibile spettacolo composto da performance burlesque, musica, canto, magia e acrobazie aeree… fino a tarda notte tra i profumi del cocktail bar del Salone Margherita!

Mai come quest’anno il Salone Margherita si conferma Cafè Chantant 3.0, un luogo raffinato e discreto, classico e moderno, aperto tutti i giorni, dove poter cenare o sorseggiare un drink con gli amici ed assistere ad uno spettacolo sempre stupefacente!

SALONE MARGHERITA

VIA DEI DUE MACELLI 75

06 6791439 – 06 6798269

info@salonemargherita.com

www.salonemargherita.com

 

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”43″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_slideshow” gallery_width=”800″ gallery_height=”600″ cycle_effect=”fade” cycle_interval=”5″ show_thumbnail_link=”1″ thumbnail_link_text=”[Mostra miniature]” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]

Celli Alta Moda presentaARICCIA SOTTO LE STELLE 2018” Tre serate di spettacolo nel cuore dei Castelli Romani con Aida Yespica, Anna Falchi, Roby Facchinetti, Riccardo Fogli, Cecilia Rodriguez, Paolo Conticini, Pablo e Pedro, Manila Nazzaro, Beppe Convertini, Marco Senise, Dario Cassini, Edoardo Guarnera, venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 luglio 2018 dalle ore 20.30, Ariccia Piazza di Corte.

Tre serate di spettacolo nel cuore dei Castelli Romani con Musica, Arte e Cultura. A fare da quinta alla seconda edizione della manifestazione estiva “Ariccia sotto le stelle 2018” è la bianca facciata di Palazzo Chigi incastonato nella suggestiva Piazza di Corte, progettata dal Bernini, che si tiene ad Ariccia dal 20 al 22 luglio 2018 con un cartellone ricco musica, cabaret e alta moda.

L’antica cittadina romana Ariccia – luogo di incontro tra storia e mito, arte e architettura, tradizione e innovazione – celebra, anche quest’anno, la sua patrona Santa Apollonia, alla quale la comunità è molto devota. Ad organizzare il tributo religioso è l’Arciprete Don Antonio ScigliuzzoDirettore Regionale della Pastorale Giovanile – in collaborazione con il direttore artistico della manifestazione Giampaolo Celli e con il sostegno dell’Amministrazione Comunale presieduta dall’instancabile Sindaco Roberto Di Felice.

La prima data della manifestazione è venerdì 20 luglio durante la quale, a partire dalle ore 20.30 la piazza si accende con lo spettacolo di cabaret a cura di “Pablo e Pedro” e le performance musicali dal vivo “Tale e Quale Covers“. A condurre la serata Anna Falchi assieme a Marco Senise.

Si prosegue con una serata interamante dedicata alla storia della grande musica italiana col concerto di Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, riuniti dopo tanti anni nel progetto/spettacolo “Insieme in Tour – La Storia dei Pooh” che si tiene sabato 21 luglio. I due artisti vengono introdotti da Cecilia Rodriguez e Beppe Convertini, mentre il concerto è aperto dai Dream in Progress e Luca Guadagnini  e intervallato dalle gag del comico Dario Cassini e dalle performance musicali della cantante Roberta Orru e del tenore Edoardo Guarnera.

Il programma della tre giorni si conclude Domenica 22 Luglio con la tappa castellana del concorso internazionale di Miss Mondo 2018 condotta da Marco Ciriaci. Le concorrenti in gara interpretano la linea tecnica della prestigiosa azienda Carlisport. Gran finale dedicato all’eleganza e allo stile con il prezioso défilé della Maison Celli Alta Moda che porta in passerella le ultime collezioni da sposa e da sera firmate dalla stilista Maria Celli. Presentano Manila Nazzaro e Paolo Conticini, con una eccezionale madrina: Aida Yespica. Intermezzi comici a cura di Carmine Faraco e Marco Capretti. 

La manifestazione” – spiega Don Scigliuzzo – “è il frutto dell’impegno dell’intera comunità che vuole ricordare la sua patrona. L’amministrazione e il comitato delegato ai festeggiamenti hanno voluto ripercorre lo stesso format presentato lo scorso anno, potenziando i contenuti e gli ospiti. Nella passata edizione la piazza ha raccolto in soli tre giorni oltre novantamila presenze, numero che gli organizzatori intendono superare. Spettacolo, Cultura e Musica sono un perfetto accompagnamento per celebrare la nostra Santa e occasione per ricordare l’enciclica Gaudete et exultate del Santo Padre Francesco”.

Segreteria Organizzativa

Ariccia sotto le Stelle – +39 9330637 – aricciasottolestelle@gmail.com

Press Office

Emilio Sturla Furnò – +39 340 4050400 – info@emiliosturlafurno.it

 

Al Gay Village, si omaggiano musica e cultura nel ricordo di Gabriella Ferri e Fabrizio De André

VENERDI’ 13 LUGLIO ore 21,30

Syria canta Gabriella Ferri (Perché Non Canti Più…) da un’idea di Pino Strabioli e Syria, con la supervisione di Seva e la chitarra di Massimo Germini

 SABATO 14 LUGLIO ore 21,30

Vladimir Luxuria incontra Fabrizio De André ne “La Ballata degli Esclusi” di e con Antonello De Rosa e il gruppo musicale Volta La Carta

 A metà luglio il Gay Village ospita la cultura, la tradizione popolare, il cantautorato e la grande musica italiana, attraverso i ricordi e le atmosfere di un tempo che non c’è più ma che sopravvive grazie all’amore di tanti. Così, per amore di Gabriella e della sua valigia rossa regalata dal marito della Ferri, la cantante Syria, in una narrazione tessuta da Pino Strabioli, omaggia la romana (e soprattutto testaccina) Gabriella Ferri, in un concerto teatrale in prima nazionale, prodotto da Mauro Diazzi, dal titolo Perché Non Canti Più…, in scena venerdì 13 luglio, con la supervisione del figlio Seva e la chitarra di Massimo Germini.

Nella serata di sabato 14 luglio invece, torna la grande amica Vladimir Luxuria, sempre presente sin dagli albori della manifestazione arcobaleno. L’occasione è di quelle speciali e cariche di emozione, poiché Luxuria salirà sul palco insieme ad Antonello De Rosa e il gruppo Volta La Carta, per un grande spettacolo, omaggio all’immenso Fabrizio De Andrè dal titolo La Ballata Degli Esclusi, una produzione realizzata da Scena Teatro, che vedrà le interpretazioni di Luxuria e De Rosa accompagnati da dieci musicisti: Gaspare Di Lauri alla voce, Elisa Campagna, Federica Caso Cori e Filomena De Gennaro ai cori, Tony Panico al sax, Giuseppe Rinaldi alle tastiere, Donato Giachetta alla chitarra, Gianvincenzo Giudice al basso, Giustina Gambardella alle percussioni e Angelo Saturno alla batteria.

UFFICIO STAMPA CARLA FABI ROBERTA SAVONA

Carla 338 4935947 – carla@fabighinfanti.it / Roberta 340 2640789 – savonaroberta@gmail.com

www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavona – www.gayvillage.it

 

Roma, Concerti nel Parco, Estate 2018, Parco della Casa del Jazz giovedì 12 luglio ore 21,00

Paolo Cevoli in “Rossini Compilation” “PER PATACCA NARRANTE E 4 SAX”. L’esilarante comicità di uno dei cabarettisti più richiesti del momento incontra il genio tutto italiano di Gioacchino Rossini, in un’incursione semiseria, tra teatro e musica, nel mondo dell’opera lirica…

Quartetto Saxofollia, Fabrizio Benevelli, sax soprano; Giovanni Conti, sax contralto, Marco Ferri, sax tenore; Alessandro Creola, sax baritono, Paolo Cevoli, voce recitante, Musiche di Gioacchino Rossini, Arrangiamenti musicali Michele Mangani e Stefano Caniato, testo e drammaturgia Paolo Cevoli.

Giovedì 12 luglio, in occasione dei 150 anni dalla morte di Gioacchino Rossini, in prima a Roma, PAOLO CEVOLI presenta il suo spettacolo tra teatro e musicaRossini Compilation” per Patacca Narrante e 4 Sax su musiche di Gioacchino Rossini, con il Quartetto Saxofollia.

Ecco come lo descrive, in maniera semiseria, lo stesso autore:1868, muore Gioacchino Rossini. Un genio della musica. Tutti lo chiamavano il “Cigno di Pesaro” ma alcuni dicono che lui preferisse “il Cinghiale di Lugo”. Lugo di Romagna. 2018, 150 anni dopo, un patacca romagnolo DOC, non di Lugo ma di Riccione, racconta in maniera semiseria, accompagnato da un quartetto di scatenatissimi sassofonisti la vita e le opere di questo grande musicista e del mondo dell’Opera quando l’Italia era il Paese del “Bel canto”.

Paolo Cevoli, che si autodefinisce un imprenditore con l’hobby del cabaret, è fra gli attori comici più richiesti del momento, anche grazie al grande successo ottenuto dal 2001 sul palco di Zelig nei panni di Palmiro Cangini, il suo personaggio più famoso.

In quest’originale spettacolo, l’esilarante comicità del cabarettista incontra il genio tutto italiano di Gioacchino Rossini, di cui è da sempre “innamorato”. Un’incursione tutta da scoprire nel mondo dell’opera con funamboliche introduzioni che vorrebbero essere storico, estetiche, social musicali ma che si rivelano spassose e irresistibili. Cevoli arriva persino ad “inventare” sul momento una sua personalissima opera buffa con innumerevoli finali…

Relazioni con la stampa: Marina Nocilla 338 7172263; marinanocilla@gmail.com

Maurizio Quattrini: 338 8485333; maurizioquattrini@yahoo.it

Siamo su Facebook, Instagram, Twitter #ConcertiParco18

PAOLO CEVOLI

Autobiografia

“Ho cominciato a fare il comico per caso. Quelli di Zelig li conosco da tanti anni. Mi avevano chiamato diverse volte a fare della tv. A causa del mio lavoro, la famiglia e tante altre cosine gli ho sempre detto di no. Però l’anno scorso sono andato a Zelig. Non avevo mai fatto una serata di cabaret in locali o teatri. A differenza della maggior parte dei comici non ho mai fatto la gavetta. Ho debuttato a Zelig. Dicono che sono un comico “naturale”. Non mi preparo, improvviso. La mia comicità nasce dall’osservazione. Da quello che ho vissuto. Per fortuna ho incontrato dei “maestri” che hanno saputo valorizzare le mie doti. Gino e Michele e Giancarlo. Per fortuna che ho incontrato Bisio che mi ha fatto da spalla. La spalla è uno che sa massimizzare le capacità di fare ridere del comico.  È al suo servizio. Secondo me la comicità nasce da un rapporto, meglio se di amicizia. Adesso faccio il comico a tempo pieno. Dopo la televisione ho scritto due romanzi comici. Non avevo mai scritto in vita mia. Mi piace molto scrivere. Soprattutto raccontare delle storie. Adesso faccio anche teatro. Non avevo mai recitato in vita mia. Mi piace molto il teatro. Si possono raccontare delle belle storie. Insomma il comico è un mestiere. Bisogna leggere, studiare, prepararsi. Secondo me la comicità si sviluppa in un lavoro. Come diceva uno (Edison), il lavoro dell’artista è per l’1% ispirazione e per il 99% traspirazione. Non lo so perché una battuta fa ridere e un’altra no. Non lo so perché la barzelletta raccontata da uno fa ridere e da un altro no. Per me rimane un mistero. Se ci fossero delle regole sarebbero capaci tutti. Ci sono molti modi di ridere. Si può ridere con la testa, con la pancia, col cuore. Per me la comicità nasce dalla realtà. Da uno sguardo positivo sulla realtà. Checché se ne dica, la realtà è positiva. Innanzitutto perché c’è. Anche io ci sono. E questo non è poco. Lo stupore, la gioia e la gratitudine dell’essere. Con questo cosa volevo dire? Non lo so, però c’ho ragione e i fatti mi cosano.”

QUARTETTO SAXOFOLLIA

Il quartetto Saxofollia è una delle realtà cameristiche più attive e riconosciute in Italia. Primo premio a 8 concorsi nazionali ed internazionali, dal 1993 svolge una intensa attività concertistica partecipando ad importanti manifestazioni tra cui Concerti in Campidoglio (Roma), Festival internazionale del Saxofono (AP), Note di Passaggio (Amici della Musica), Festival Jazz in’It, (MO), Festival Villa Solomei (PG), Concerti di Cortile Mercato Vecchio (VR), Concerti in Villa-Circolo Culturale Bellunese (BL), Soli deo Gloria (RE), Arte Musica Roana (VI), Festival Verdi (PR), 14th World Saxophone Congress (Ljubliana). I componenti di Saxofollia collaborano da anni con prestigiose orchestre sinfoniche come La Fenice di Venezia, C. Felice di Genova, Filarmonica della Scala di Milano, Arena di Verona, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Comunale di Bologna, Orchestra Regionale Dell’Emilia Romagna, Sinfonica di Sanremo, Orchestra della Svizzera Italiana. Tra le migliori qualità della formazione si trovano sicuramente la versatilità e la continua voglia di esplorare nuovi orizzonti musicali ed i differenti progetti che il gruppo da anni porta sul palco ne sono la migliore espressione. Saxofollia attraversa con maestria e disinvoltura sia repertori di tipo classico, come quello barocco e operistico, che repertori provenienti dal mondo del jazz spaziando dallo swing al be-bop fino al jazz dei giorni nostri. Tutti i brani proposti sono composizioni e arrangiamenti originali concepiti appositamente per mettere in risalto le differenti caratteristiche dei singoli musicisti. Il quartetto vanta inoltre una vasta serie di collaborazioni con solisti di fama internazionale con i quali hanno all’attivo più di 20 progetti discografici e concertistici. Saxofollia incide i dischi Omaggio a J. Françaix, Like Strings, On The Reed, Vissi D’arte, Into the Trumpet, Estate e Voice on Air, disponibili anche su iTunes, Amazon e Spotify. Recentemente alcuni loro brani sono entrati nella “iTunes Top 100 Chart” dei più venduti in paesi come Canada e Giappone.

Casa del Jazz Viale di Porta Ardeatina, 55 Roma

 

All’Ombra del Colosseo 2018, Pino Insegno e Roberto Ciufoli in “Vieni Avanti Cretino. T’insegno un par de Ciufoli”, con Pino Insegno e Roberto Ciufoli, Federico Perrotta, Vito Ubaldini e Veronica Pinelli.

 Mercoledì 11 luglio 2018 alle 21.45, dentro il Parco del Colle Oppio, All’Ombra del Colosseo ospita Pino Insegno e Roberto Ciufoli in “Vieni Avanti Cretino. T’insegno un par de Ciufoli”.

Eccoli di nuovo qui. Tornano insieme Pino Insegno e Roberto Ciufoli, coppia di una coppia di coppie dello spettacolo che imperversa sui palcoscenici italiani da oltre trent’anni. I due attori comici portano in scena pezzi inediti e il meglio del loro repertorio e dell’avanspettacolo italiano. Una carrellata irresistibile di gag, monologhi, sketch, in un fuoco di fila di personaggi e risate, con la preziosa partecipazione di Federico Perrotta, Vito Ubaldini e Veronica Pinelli.

 Con una location rinnovata e più accogliente, all’Ombra del Colosseo punta ad offrire al pubblico romano, non solo le performance dei più famosi comici italiani ma anche ristoro e benessere, fin dal tardo pomeriggio, con un’ampia area dedicata allo street food, alla ristorazione e all’aperitivo.

“L’iniziativa è parte del programma dell’Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale

 Ingresso:

€ 17,00 + 3,00 intero

€ 12,00 + 2,00 ridotto (over65, under10, gruppi+10, acc. disabile)

BIGLIETTI
Prevendite abituali su:

http://www.ticketone.it/allombra-del-colosseo-biglietti.html

o su www.allombradelcolosseo.it

Spettacoli ore 21.45
Ingresso: Viale Cesare Ceradini snc / Viale del Monte Oppio

Ingresso diversamente abili, sedie a rotelle e passeggini: viale del Monte Oppio

Infoline: +39 366 4188060

Mail: info@allombradelcolosseo.it

 SOCIAL NETWORK

Facebook: All’ombra del Colosseo https://www.facebook.com/allombradelcolosseo/

Instagram: @allombradelcolosseo

Twitter: @official_ombra

Google+: https://plus.google.com/u/0/+AllOmbradelColosseo

YouTube: OmbradelColosseo https://www.youtube.com/user/OmbradelColosseo

 COME ARRIVARE

METRO linea B Colosseo, Metro A Vittorio Emanuele, Metro A/B Termini

Linee tram: 3, 14 ,15

Parcheggio: disponibile nelle zone limitrofe.

 Ufficio Stampa

Maurizio Quattrini maurizioquattrini@yahoo.it +39 338 8485333

Guido Gaito info@gaito.it + 39 06 45677859

“ANZIO ESTATE VILLA ADELE”

Presentata da Ventidieci in collaborazione con Teatro Ghione

con il patrocinio del Comune di Anzio

GIOVEDI  2 AGOSTO ORE 21,00

EDOARDO LEO

TI RACCONTO UNA STORIA (letture semiserie e tragicomiche)

VENERDI 3 AGOSTO ORE 21,00

PINK FLOYD LEGEND

“ATOM HEARTH MOTHER”

MARTEDI 7 AGOSTO ORE 21,00

ANNA OXA

GIOVEDI 9 AGOSTO ORE 21,00

NOTTE DI NOTE

Con MICOL, arpa rock

FRANCESCO TASKAYALI, piano solo

VENERDI 10 AGOSTO ORE 21,00

MASSIMO RANIERI

“MALÌA NAPLETANA”:

MASSIMO RANIERI RIVISITA

I GRANDI CLASSICI DELLA CANZONE NAPOLETANA

Sul palcoscenico una band di stelle della musica italiana

DOMENICA 12 AGOSTO ORE 21,00

LILLO e GREG

“Best Of”

GIOVEDI 16 AGOSTO PRE 21,00

ETTORE BASSI

in “PSEUDOLO”

DI TITO MACCIO PLAUTO, REGIA CRISTIANO ROCCAMO

VENERDI 17 AGOSTO ORE 21,00

SEMPLICE LUCIO (TRIBUTO A LUCIO BATTISTI)

ALLA CHITARRA GIANDOMENICO ANELLINO, VOCE, ROBERTO PANBIANCHI

 DOMENICA  19 AGOSTO ORE 21,00

MAURIZIO BATTISTA

“Scegli una carta”

LUNEDI 20 AGOSTO ORE 21,00

ENRICO LO VERSO

In UNO NESSUNO CENTOMILA

Di Luigi Pirandello

Adattamento e regia Alessandra Pizzi

MARTEDI 21 AGOSTO ORE 21,00

PABLO&PEDRO

“Comicidio”

Villa Adele a Anzio torna a splendere con la rassegna “Anzio Estate Villa Adele”, fortemente voluta dal nuovo sindaco Candido De Angelis, organizzata da Ventidieci in collaborazione con il Teatro Ghione, con il patrocinio del Comune di Anzio, con un cartellone di grande prestigio caratterizzato da grandi nomi della musica e del teatro.

Apertura, giovedì 2 agosto con lo spettacolo di Edoardo Leo, “Ti racconto una storia” (letture semiserie e tragicomiche), un reading-spettacolo, con musiche di Jonis Bascir, che raccoglie appunti, suggestioni, letture e pensieri che l’attore e regista romano Edoardo Leo ha raccolto dall’inizio della sua carriera ad oggi. Vent’anni di appunti, ritagli, ricordi e risate, trasformati in uno spettacolo coinvolgente che cambia forma e contenuto ogni volta in base allo spazio e all’occasione.

È uno spettacolo che fa sorridere e riflettere, che racconta spaccati di vita umana unendo parole e musica. Una riflessione su comicità e poesia per spiegare che, in fondo, non sono così lontane. In scena non solo racconti e monologhi di scrittori celebri (Benni, Calvino, Marquez, Eco, Benni, Piccolo…) ma anche articoli di giornale, aneddoti e testi di giovani autori contemporanei e dello stesso Edoardo Leo. Venerdì 3 agosto, Pink Floyd Legend con “Atom Hearth Mother”.

Il capolavoro pinkfloydiano con un ensemble di oltre 50 artisti sul palco. Parte nel 2005 la carriera dei Pink Floyd Legend a oggi riconosciuti come il gruppo italiano che rende il miglior omaggio alla musica dei Pink Floyd, grazie alla realizzazione di show perfetti, frutto dello studio approfondito delle partiture e dei concerti live che la band inglese ha proposto nel corso degli anni. Solo negli ultimi tre anni la band ha contato un notevole consenso di pubblico con più di 40000 spettatori, nei più grandi teatri italiani.

Si prosegue martedì 7 agosto con il grande ritorno di una delle più belle voci della musica italiana, Anna Oxa. “Uno spettacolo irripetibile, lo spettacolo dell’acqua, lo spettacolo della voce che non passa due volte nello stesso canto…L’artista sale sul palco non provenendo se non da se stessa, seguendo il percorso naturale della necessità del canto. Come un pugno di terra per un solo seme, un solo seme per un solo germoglio, così l’artista ha un solo canto per una sola canzone e un solo spettacolo per una sola serata.

Le canzoni non sono repertorio, sono urgenza sorgiva. Come se prima non ci fossero mai state né più ci saranno dopo che sono scorse. Non c’è impostazione, l’artista si disimposta, ossia inizia da zero: l’unico vero, autentico inizio, l’inizio del canto, il primo movimento del canto appena sorto. Una sorgente purezza, appunto. E il canto crea il qui ed ora, il luogo e il tempo. Crea smarrimenti e decisioni dell’acqua, del canto, pendenze, dislivelli e cambi di direzione…anche ostacoli che affronta per procedere, anse e mulinelli e salti e rapide e cascate.

Ed anche il corso, ampio e disteso. E tutto nasce da una goccia, da una nota d’acqua… giovedì 9 agosto, “Notte di note” con micol, arpa rock e Francesco Taskayali, piano solo. Francesco Taskayali, giovane promessa del pianismo internazionale. Micol, presenta in concerto, Arpa Rock, il suo album di debutto. Micol arriva a questa produzione al termine di un percorso che (dopo il diploma ottenuto presso il Conservatorio F. Morlacchi di Perugia con il massimo dei voti) l’ha vista protagonista all’inizio come arpa solista nell’ambiente classico con l’Orchestra Cherubini diretta dal Maestro Riccardo Muti in seguito come arrangiatrice di brani rock e pop per la sua arpa elettrica.

In questo ultimo periodo ha partecipato al Concerto del Primo Maggio di Piazza S. Giovanni a Roma, eseguendo un’inedita versione di “Bella Ciao”, ha aperto i concerti di Chiara Civello all’Auditorium Parco della Musica di Roma, quello di Angelo Branduardi sempre all’Auditorium Parco della Musica di Roma e quello della P.F.M. al Teatro Olimpico di Roma. Sold Out per il suo concerto all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Micol ha scelto alcuni brani che hanno fatto la storia del rock, li ha riarrangiati e reinterpretati in un modo unico e personale.

Si spazia dal rock al pop, dal dub al nu jazz, ci si immerge in veri e propri inni generazionali come Smell like teen spirit dei Nirvana di Kurt Cobain, Grace di Jeff Buckley, Firth of Fifth dei Genesis, Space oddity di David Bowie e ancora Með suð í eyrum dei Sigur Ross, No surprise dei Radiohead, Teardrop dei Massive Attack, e un immancabile Bruce Springsteen con Born to Run. I brani di Arpa Rock sono tutti “colorati” con l’elettronica tranne Stairway to heaven dei Led Zeppelin e Morning has broken di Cat Stevens per sola arpa elettrica.

Quando i polpastrelli di Micol toccano le corde dell’arpa tutto diventa improvvisamente possibile, ogni musica può uscire fuori, pronta ad emozionare e coinvolgere l’ascoltatore. Pianista e compositore ma soprattutto giovane e talentuoso cittadino del mondo, Francesco Taskayali è pronto a celebrare la più recente tappa del suo cammino artistico con l’uscita del nuovo album Wayfaring, quarto lavoro in studio e primo per l’etichetta Inri Classic, nata dall’ altrettanto promettente collaborazione tra Warner Music Italy e Inri.

Il nuovo lavoro dell’artista spopola sul web grazie ad una vasta fanbase eterogenea ed internazionale arriva dopo una strada fatta di riconoscimenti accademici e diplomatici, spot e colonne sonore e un tour mondiale. Animo mediterraneo e cuore cosmopolita: il suo passaporto artistico è un alternarsi tra vicoli assolati e moderni skyline, solchi musicali inconfondibili scaturiti da una vita fatta di viaggi, incontri e scoperte, dove il passo segnato dal cammino diventa melodia.

Venerdì 10 agosto, uno dei più grandi interpreti della canzone italiana per un concerto unico dedicato a tutti gli amanti della musica d’autore: Massimo Ranieri, dopo lo strepitoso successo ottenuto al Teatro San Carlo di Napoli, a “la Fenice” di Venezia e al Teatro “Petruzzelli” di Bari, le canzoni del suo nuovo album Malìa, un viaggio attraverso i grandi classici della canzone napoletana rivisitati in chiave jazz, con l’accompagnamento sul palcoscenico di alcuni dei più grandi musicisti italiani che faranno rivivere la atmosfere dei favolosi anni 50 e 60.

Da “Malafemmina” di Totò a “Dove sta Zazà”, passando per “Strada ‘nfosa” di Modugno e “Torero” di Carosone, Ranieri arriva al secondo capitolo del suo personale viaggio nella canzone napoletana declinata in versione jazz, iniziato nel 2015 con l’album Malia – Napoli 1950-1960 non tralasciando però i suoi successi di sempre da “rose rosse” a “Perdere l’amore” “da vent’anni” a “Erba di Casa Mia”. L’artista sarà accompagnato in questo inedito percorso da una rinnovata formazione composta da perle della musica italiana quali Marco Guidolotti ai sassofoni, Marco Brioschi alla tromba e al flicorno Sebi Burgio al pianoforte, Riccardo Fioravanti al contrabbasso e Stefano Bagnoli alla batteria.

Malìa, realizzato con la produzione di Mauro Pagani, sorprende per eleganza e originalità: nella loro rielaborazione morbida e spesso intessuta di assoli ammalianti, i brani acquistano nuova eleganza grazie alla voce dell’artista, dando vita a un mix ironico e frizzante tipico dell’espressività partenopea, ma al tempo stesso elegante e pieno di sfumature dal sapore americano. Ne viene fuori un lavoro delicato, gentile e aggraziato, dove la voce di Ranieri disegna emozioni che dal vivo diventano ancora più intense.

Domenica 12 agosto a portare un’ondata di divertimento allo stato puro, sarà il famosissimo duo comico di Lillo e Greg, nome d’arte rispettivamente di Pasquale Petrolo e Claudio Gregori. Due artisti così diversi ma così in sintonia tra loro (da un lato la pungente genialità di Greg, dall’altro il carisma comico di Lillo), porteranno in scena un frizzante “varietà“, dal titolo “Best Of” che ripropone tutti i loro cavalli di battaglia, tratti dal repertorio teatrale, televisivo e radiofonico. Giovedì 16 agosto torna ad Anzio una commedia di Plauto, divertimento assicurato con Ettore Bassi e la sua compagnia, in “Pseudolo”, regia Cristiano Roccamo.

Cicerone ci racconta che Plauto “si divertiva” in vecchiaia nel comporre Pseudolus, rappresentata per la prima volta nel 191 a.C. quando Plauto aveva circa sessant’anni. Come nel Miles Gloriosus, nello Pseudolus il servo è al centro della Commedia. Il servo di Plauto ha infatti ispirato nei secoli i più grandi autori teatrali come Molière, Ariosto, Goldoni, Shakespeare, Goëthe e Rossini; per questo, e non solo, si evince come Plauto sia il padre di tutto il teatro comico europeo. Una messa in scena semplice, senza quarta parete; gli attori, dialogano tra loro, si rivolgono al pubblico e lo interpellano.

Ne vien fuori un allestimento che lascia spazio all’improvvisazione, al gioco scenico. Deverbia e Cantica accompagneranno gli spettatori negli intrecci Plautini messi in atto da personaggi grotteschi, anche grazie all’uso delle maschere che permettono agli attori di interpretare più personaggi. I sentimenti e gli affetti sinceri, quando ci sono, sono comici e non commoventi, motivo per cui, le commedie di Plauto erano di certo le più applaudite. Venerdì 17 agosto, Semplice Lucio (Tributo a Lucio Battisti), con Giandomenico Anellino, chitarra e Roberto Panbianchi, voce. Un viaggio nell’universo musicale di Lucio Battisti per ricordarlo a 20 anni dalla sua scomparsa.

Lucio Battisti è il cantautore italiano più amato di tutti i tempi. La sua produzione ha rappresentato una svolta decisiva nel pop e nel rock italiani: da un punto di vista strettamente musicale, ha personalizzato e innovato in ogni senso la forma della canzone tradizionale e melodica. Domenica 19 agosto Maurizio Battista presenterà “Scegli una carta”. Il titolo fa un po’ il verso alle scelte della vita dove si giocano tante carte, alcune giuste altre meno. Scegliere una carta vuol dire prendere delle decisioni e non è mai una scelta facile per nessuno. Sul palco da una scatola di Chemin de Fer, Maurizio Battista tirerà fuori di volta in volta una carta e in ognuna di esse ci sarà un argomento che darà il via ad un suo monologo. Anche tutta la scenografia e la grafica dello spettacolo avrà come tema le carte francesi.

Un consiglio per gli spettatori: “giocatevi questa carta” e buon divertimento. Lunedì 20 agosto, Enrico Lo Verso in “Uno nessuno e centomila” di Luigi Pirandello, adattamento e regia Alessandra Pizzi. Il fortunatissimo spettacolo di Lo Verso e Pizzi si avvia alla sua trecentesima replica in due anni. Platee esaurite e consenso di pubblico e critica. Uno Nessuno Centomila rende omaggio al più celebre dei romanzi di Pirandello, il “più amaro di tutti, profondamente umoristico, di scomposizione della vita”, quello che sintetizza meglio il pensiero di uno dei più grandi drammaturghi di tutti i tempi. Uno Nessuno Centomila è l’adattamento teatrale della storia di un uomo che sceglie di mettere in discussione la propria vita, a partire da un dettaglio minimo, insignificante.

Il pretesto è un appunto, un’osservazione banale che viene dall’esterno. I dubbi di un’esistenza si dipanano attorno ad un particolare fisico. Le cento maschere della quotidianità, lasciano il posto alla ricerca del Sé autentico, vero, profondo. L’ironia della scrittura rende la situazione paradossale, grottesca, accentua gli equivoci. La vita si apre come in un gioco di scatole cinesi, e nel fondo è l’essenza: abbandonare i centomila, per cercare l’uno, a volte può significare fare i conti con il nessuno. Ma forse è un prezzo che conviene pagare, pur di assaporarla, la vita. Infine, martedì 21 agosto, Pablo & Pedro in “Comicidio”. La serenità del cittadino è seriamente compromessa da innumerevoli e inquietanti eventi che colpiscono la nostra società condizionando il quotidiano svolgimento delle relazioni sociali.

Occorre porre un freno, prendere in mano la situazione per salvare il salvabile, restituendo naturalezza ai rapporti e dignità alle relazioni. Una missione delicata e difficile cui solo la MCDD può dare risposta. Un corpo paramilitare investigativo specializzato nel trattamento di situazioni critiche e delicate. Chi sta uccidendo il matrimonio, chi sta uccidendo l’educazione, chi sta uccidendo la politica, la musica, l’arte, il cinema ma soprattutto… “Chi sta uccidendo la Comicità” A condurre le indagini, due infallibili investigatori, due professionisti, i migliori sul campo, gli unici capaci di risolvere anche i casi più difficili, inspiegabili e incomprensibili. Dopo aver sviscerato l’argomento, eseguite ricerche, acquisito materiale, i nostri paladini, elaborano ipotesi e conducono indagini, individuando in Pablo e Pedro i possibili sospettati e procedendo al loro relativo interrogatorio. Ai due comici sarà data la possibilità di discolparsi; dovranno produrre un alibi e dimostrare, attraverso il loro spettacolo, la propria innocenza di fronte ad una giuria popolare, il pubblico. Ci riusciranno?… Mah!!!!

I biglietti sono disponibili su www.ticketone.it e nei punti vendita abituali.

Organizzazione: Ventidieci e Teatro Ghione

Info:0773 664946

RADIO UFFICIALI: RADIO IMMAGINE e RADIO LUNA

Relazioni con la stampa Ventidieci: Maurizio Quattrini cell. 338/8485333; e-mail: maurizio.ufficiostampa@ventidieci.it,

 

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”30″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_slideshow” gallery_width=”800″ gallery_height=”600″ cycle_effect=”fade” cycle_interval=”5″ show_thumbnail_link=”1″ thumbnail_link_text=”[Mostra miniature]” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]