Al Teatro Ghione di Roma lunedì 2 dicembre lo spettacolo CAVEMAN con Maurizio Colombi, regia Teo Teocoli.

Continua in Italia il grande successo di CAVEMAN l’uomo delle caverne, il più famoso spettacolo sul rapporto di coppia a livello planetario.

La versione italiana dello spettacolo raggiunge e batte il grande successo avuto a Broadway, dove CAVEMAN, con 702 performance era il monologo più longevo della storia.

Il successo si è diffuso nel mondo con cifre di tutto rispetto: 10 milioni di spettatori, 22 traduzioni differenti, in scena contemporaneamente in 30 paesi nel mondo ed è stato anche Vincitore del PREMIO LAURENCE OLIVER come Miglior Spettacolo d’Intrattenimento.

Tutto ciò ha trasformato CAVEMAN in un fenomeno di costume MONDIALE.

In Italia CAVEMAN è arrivato nel 2009, dove l’adattamento e la traduzione – per volontà di Rob Becker, il creatore del testo letterario originale – sono stati curati da Maurizio Colombi, alfiere dei family show in Italia, autore e regista di Peter Pan.

Il Musical record di incassi, Heidi, Rapunzel, Christmas Show, La Regina di ghiaccio, e molti altri come We Will Rock You il fortunato musical ispirato dalle musiche dei Queen.

La produzione è un tandem che vede affiancati la Theater Mogul, compagnia di produzioni teatrali globali, e SOLDOUT srl.

Per l’ottava stagione consecutiva CAVEMAN sarà ancora in scena, grazie alle richieste di spettatori e teatri che confermano quanto questo spettacolo, con il suo spirito leggero, sia gradito ed amato nel panorama teatrale italiano.

Nel 2012 la versione italiana adattata da Maurizio Colombi vince il titolo di miglior Caveman nel mondo, “Best Caveman”, tanto che viene ripresa come esempio dalle produzioni all’estero.

Con CAVEMAN si ride (sino alle lacrime) e ci si riconosce ma soprattutto si raccoglie un messaggio d’amore sulla coppia e sulla famiglia.

Lo confermano i giudizi ed i commenti degli spettatori stessi. Il successo di CAVEMAN è cresciuto in maniera sotterranea e spontanea, grazie al “passa parola” degli spettatori

biglietti a partire da 23 euro

Teatro Ghione, via delle Fornaci,37,Roma

Info:06 6372294

www.teatroghione.it

Relazioni con la stampa Teatro Ghione: Maurizio Quattrini:

Cell. 338/8485333 – e-mail: maurizioquattrini@yahoo.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/if-wedding-issue%C2%A02%C2%B0-edizione-mercatino-beneficenza?fbclid=IwAR2teQnBczImeTslgOtgYdju3NYqZ4CNBqjmA6-cKBa-JTwd1D_ZpXaQynQ

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-dellopera-di-roma-il-lago-dei-cigni/


Max Giusti dedica il suo spettacolo di Natale “A Te e Famiglia”

Roma, 18 novembre 2019 – Il 7 dicembre, pochi giorni prima della festa più attesa dell’anno, Max Giusti sale sul palco dell’Auditorium Conciliazione con lo spettacolo “A te e famiglia”.

La data scelta dal travolgente attore, comico e conduttore romano non è casuale:

il 7 dicembre è il giorno della vigilia, una vigilia particolare, non di Natale, ma del giorno in cui si fa l’albero.

È la mattina in cui ogni anno tiriamo fuori dalle soffitte e dalle cantine addobbi che avevamo dimenticato di avere, sono le ore in cui ricordiamo la nostra infanzia.

È il momento in cui la città, sempre frenetica, inizia a rallentare. È il periodo in cui le richieste troppo grandi trovano un’unica e sola risposta: «dopo le feste».

 Auditorim Conciliazione. Il 7 dicembre è il giorno in cui ritroviamo la famiglia: qualcuno di noi ne ha una, qualcuno ne ha due, ma sempre di famiglia si tratta.

Cominciamo a organizzare le vacanze: c’è chi parte e c’è chi resta, in ogni caso sempre con un occhio al portafoglio.

Elaboriamo finissime strategie: Vigilia dai miei, Natale dai tuoi, Santo Stefano in campo neutro.

Accendiamo chilometrici fili di lucine colorate a intermittenza accanto a mamme e papà, figli e nipotini, e perfino le zuccherose melodie natalizie, inascoltabili per tutto il resto dell’anno, iniziano inspiegabilmente ad avere un senso.

Pensiamo ai regali da fare. Potremmo andare dall’artigiano, passeggiare per mercatini, curiosare tra le bancarelle… una volta, forse: oggi non abbiamo tempo e ordiniamo tutto online.

Facciamo i primi bilanci dell’anno passato: sicuramente l’avevamo immaginato meglio di come è andato, e anche le feste natalizie, probabilmente, non saranno belle come le stiamo immaginando in quel momento, mentre stiamo ridendo da 2 ore con Max Giusti, che augura buone feste, a te e famiglia.

AB Management

ORARIO SPETTACOLO ore 21.00

BIGLIETTI 

Biglietto Intero 

Gold 35€ 3€ 

Poltronissima   30€ 3€ 

  • poltrona 25€ 3€ 
  • poltrona 23€ 2€ 

Galleria            14€ 2€ 

Biglietto Ridotto fino a 14 anni 

BIGLIETTERIA ONLINE “TicketOne”

AUDITORIUM CONCILIAZIONE

Via della Conciliazione 4 

00193, Roma 

Media Relations: 

CGP Srl 

Giorgio Cipressi & Giovanna Palombini 

Greta De Marsanich cgpcomunicazione@gmail.com  

Natalia La Terza natalia.counicazioneglobale@gmail.com 

AB MANAGEMENT 

Andrea Bianco 39.06.5041647 

Stefano De Stefani 39.320.0513912 

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/al-room26-%E2%80%9Cidriss-d%E2%80%9D-special-guest-del-sabato-house?fbclid=IwAR0w66HI2ShUZEg4Uz8fN2OhumT1Pwa-3mAulMemkhp-4zNOMwyD2SZzyCk

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-roma-mistero-comico/

 


La Presidente, Valeria Marini viene eletta al Quirinale di Pierfrancesco Pingitore al Salone Margherita

Il 27 gennaio del 2022 si verifica un fatto del tutto inatteso.

E’ scaduto il mandato presidenziale di Sergio Mattarella, e viene eletta al suo posto per la prima volta nella storia della Repubblica italiana, una donna.

E questa donna è, incredibile a dirsi, una primadonna: Valeria Marini.

L’ipotesi, forse estrema ma non impossibile, è alla base del nuovo spettacolo del Bagaglino al Salone Margherita, dal titolo assolutamente esplicito:

“LA PRESIDENTE – Valeria Marini eletta al Quirinale”.

E cosa fa una ex showgirl, che ha mietuto tanti successi sul palcoscenico e in televisione, alle prese con un mestiere del tutto nuovo?

Fa quello che farebbe qualsiasi Presidente della Repubblica al suo posto:

riceve i grandi della Terra, Trump, Putin, la Merkel, e i grandi (un po’ meno) di casa nostra: Conte, Di Maio, Salvini, Grillo, la Meloni…

E per ciascuno ha una parola o una canzone da offrire, mentre sotto i suoi occhi i grandi-piccoli nostrani litigano e s’insultano come fanno ogni giorno.

Ma alla fine, la Presidente Valeria saprà ben trovare una soluzione che forse farà il bene dell’Italia.

Quale? Lo si vedrà nello spettacolo!

Valeria Marini primadonna eletta alla Presidenza della Repubblica. Finalmente il posto giusto alla persona giusta… Il popolo in festa.

PER L’ITALIA COMINCIA UNA NUOVA ERA!

Al fianco della Presidente, gli attori ormai storici del Bagaglino: Martufello, Mario Zamma, Manuela Villa, Morgana Giovannetti, Enzo Piscopo.

Costumi: Maurizio Tognalini. Scenografia: Graziela Pera. Coreografie: Evelyn Hanack. Musica: Edoardo Simeone. Organizzazione: Stefania Tulli.

Produzione: Nevio Schiavone.

Testi e regia di Pier Francesco Pingitore

Orario spettacoli

Mercoledì, giovedì e sabato spettacolo h 21.00 e cena servita nei palchi privati al piano superiore h 20.00. Domenica spettacolo h 17.00.

*ECCEZIONALMENTE:

L’8 dicembre lo spettacolo andrà in scena alle 18.00 invece che alle 17.00

Lo spettacolo sarà in scena anche venerdì 27 dicembre e venerdì 3 gennaio alle 21.00

Sara Tersigni – uff. stampa Salone Margherita 

333 4213504

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/spoleto-jazz-season/

https://unfotografoinprimafila.it/gau-gallerie-urbane-a-tor-pignattara/

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/teatro-san-genesio-%E2%80%9Crumors%E2%80%9D

 

Milano Triennale Salone d’Onore Per Il Tempo delle Donne 2019, La Storia a Processo “Marilyn Monroe Colpevole o Innocente”

Marilyn Monroe al banco degli imputati: la nuova stagione 2019-2020 de La Storia a Processo riparte con la grande diva americana nel primo di dieci appuntamenti in programma fino ad aprile tra Roma e Milano.

Il format originale, ideato e curato da Elisa Greco, porta sulla scena i grandi personaggi della storia perché siano giudicati dal pubblico attraverso un “processo” in cui magistrati, avvocati, politici, giornalisti assumono i ruoli di accusatori, legali della difesa e testimoni.

Nelle passate edizioni sono andati a giudizio personaggi emblematici come Robespierre, Carlo Marx, Steve Jobs e Lisbeth Salander.

La prima tappa della 12ma edizione è a Il Tempo delle Donne 2019, domenica 15 settembre 2019 al Salone d’Onore della Triennale di Milano, alle ore 13,30.

Protagonista e imputata “iconica” è Marilyn Monroe che “ha vissuto – come afferma Elisa Greco – sulla sua pelle il contrasto tra Personaggio e Persona, tra Corpo e Anima.

E sul palcoscenico del Tempo delle Donne19, assunto ad aula giudiziaria, metteremo a confronto Accusa e Difesa dando vita ad un confronto tra l’ironico e l’approfondimento, lasciando parlare ragione e animo”

Marilyn Monroe: il Corpo o l’Anima? A condurre il “dibattimento processuale”, introdotto da Elisa Greco, sarà quale Presidente della Corte il magistrato Fabio Roia, Presidente Sezione Misure Prevenzione del Tribunale Milano, oltreché Ambrogino d’Oro 2018.

Mentre si fronteggeranno per l’accusa il Pubblico Ministero Ilaria Li Vigni, avvocata penalista, con la sua testimone Elisa Anzaldo, giornalista Rai e volto del TG1.

Per la difesa Laura Cossar, avvocato matrimonialista, con la sua testimone, Lorella Zanardo, attivista in difesa delle donne.

Ad interpretare il ruolo di Marilyn, Justine Mattera, attrice e conduttrice televisiva. Infine, al pubblico in sala il compito di emettere il verdetto.

Domenica 15 settembre ore 13.30

Triennale Salone d’Onore

Milano, Viale Alemagna 6

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Twitter @elisgreco

Facebook facebook.com/laStoriaaProcessodiElisaGreco

Email: lastoriaaprocesso@gmail.com

Ufficio Stampa

Maurizio Quattrini +39 338 8485333 maurizioquattrini@yahoo.it

Guido Gaito +39 329 0704981 guido@gaito.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/milano-teatro-degli-arciboldi-presenta-harry-potter-in-il-calice-di-fuoco/

https://unfotografoinprimafila.it/roma-asd-tiro-a-volo-lazio-incontro-annuale-con-obiettivo-no-violence/

Storie del Decamerone: una guerra con Anna Foglietta alla Rocca Albornoz di Viterbo

ArtCity 2019: all’interno della rassegna Palcoscenico

Sabato 7 settembre, alle ore 21.00, Anna Foglietta, presenta lo spettacolo “Storie del Decamerone: una Guerra” di Michele Santeramo che si svolgerà al Museo Nazionale Etrusco Rocca Albornoz a Viterbo.

Lo spettacolo fa parte di “Palcoscenico”, rassegna compresa nella terza edizione di “Artcity estate 2019” realizzato dal Polo Museale del Lazio, Istituto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali diretto da Edith Gabrielli, presso il museo archeologico nazionale e il Santuario della Fortuna Primigenia.

Storie dal Decamerone comprende 4 capitoli: Un Amore, Una Guerra, Il Potere, il Caso e l’Invenzione.Una Guerra, con Anna Foglietta, si svolgerà sabato 7 settembre al Museo archeologico nazionale di Viterbo.

Ciascuna delle storie dell’oggi raccontate è una storia di malessere, di presa di coscienza di quel malessere, di quella propria personale “peste”.

Ciascuno di questi personaggi ha fatto il suo percorso: è finito in una valle, dove alcune persone si raccontano storie, convinti che ogni storia possa essere un faro e rappresentare una guarigione.

In questo capitolo è la vicenda di una donna, che per salvare i suoi due figli dalla guerra del suo Paese decide di fare il viaggio che in molti fanno.

Arriva al mare, il Mediterraneo, e la aspetta l’ultimo pezzo di quel viaggio, insieme ai suoi due figli.

Ma nel mare dovrà prendere una decisione che le segnerà la vita.

Una storia del Decamerone sarà la guarigione, servirà a guarirci dai nostri affanni privati, dalle nostre necessità, dai nostri dubbi.

Il Decamerone è lo specchio in cui guardarci, per provare a guarire dalla nostra peste.

Nel corso dei due mesi di programmazione della rassegna “Palcoscenico”, si alternano artisti di eccellenza, in un programma vario in grado di soddisfare ogni esigenza.

Tutti gli altri appuntamenti possono essere consultati sul sito www.art-city.it

Storie del Decamerone: una guerra

di Michele Santeramo

Anna Foglietta, voce recitante
Francesco Mariozzi, violoncello

Musiche Originali di Francesco Mariozzi

Produzione Fondazione Teatro della Toscana – Festivaldera 2018

Informazioni e modalità di accesso:

Museo Nazionale Etrusco Rocca Albornoz
Piazza della Rocca, 21b

01100 Viterbo

tel. +39 0761 325929

Biglietto intero € 6 ridotto € 2

Cura e coordinamento organizzativo
Marina Cogotti

Ufficio stampa                 

Guido Gaito info@gaito.it

Maurizio Quattrini  maurizioquattrini@yahoo.it

https://www.art-city.it/rassegne/palcoscenico.html

twitter.com/ArtCity2019

instagram.com/artcityestate2019

facebook.com/ArtCityEstate2019

#ARTCITYESTATE2019

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-biblioteca-quarticciolo-emanuele-soavi-incompany-de-con-anima/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-romano-di-ostia-antica-presenta-andrea-perroni-in-dal-vivo/

 

Sorti e Sortilegi. Visita teatralizzata Il racconto della Storia prende vita in una notte d’estate a Palestrina.

ArtCity 2019: all’interno della rassegna “Luci su Fortuna

Domenica 1 settembre, alle ore 21.00, si svolge la visita teatralizzata “Sorti e Sortilegi” di Raffaele Palma con le teatralizzazioni di Claudio Capecelatro e Valentina Bruno nell’affascinante Santuario della fortuna Primigenia a Palestrina.

La visita fa parte di “Luci su Fortuna”, rassegna compresa nella terza edizione di “Artcity estate 2019” realizzato dal Polo Museale del Lazio, Istituto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali diretto da Edith Gabrielli, presso il museo archeologico nazionale e il Santuario della Fortuna Primigenia.

La magia del teatro e la narrazione del mito si intrecciano in uno scenario dʼeccezione: le terrazze del santuario della dea Fortuna di Præneste.

Il racconto della scoperta delle «sortes» (tavolette divinatorie), per volere divino e per mano di un nobile prenestino, prende vita in una notte dʼestate.

Nasce così il culto oracolare che attraverso genti di culture diverse percorrerà i secoli portando il nome dellʼantica città di Preneste in spazi e tempi lontani.

Quando la storia e la cultura diventano trama narrativa.

Tutti gli altri appuntamenti possono essere consiliati sul sito www.art-city.it

Informazione e modalità di accesso:

Santuario della Fortuna Primigenia

Nelle serate di spettacolo, la visita al santuario è consentita fino alle ore 20,45; il Museo è visitabile fino alle ore 23,30.

la biglietteria chiude mezz’ora prima. Per facilitare l’accessibilità al museo è attivo un servizio navetta dal centro di Palestrina.

Info e prenotazioni:

+39 06 9538100

Costo del biglietto: 5,00 €

Museo Archeologico Nazionale di Palestrina
Piazza della Cortina
00036 Palestrina (Rm)

Info

https://www.art-city.it/rassegne/luci-su-fortuna.html

Facebook: museopalestrina

Instagram: lucisufortuna

Email: pm-laz.palestrina@beniculturali.it

Tel: 06 9538199

Cura e coordinamento organizzativo
Marina Cogotti

Ufficio stampa          

Guido Gaito info@gaito.it

Maurizio Quattrini  maurizioquattrini@yahoo.it

https://unfotografoinprimafila.it/subiaco-monastero-di-santa-scolastica-modo-antiquo-in-vivaldi-sacro/

Domenica 21 luglio 2019, ore 21.00, Anfiteatro Romano, Cassino Alma Manera

Domenica 21 luglio, alle ore 21.00, Alma Manera in concerto all’Anfiteatro romano di Cassino con “Ciak si gira! Cine..Mà” lo spettacolo dedicato al cinema con le colonne sonore dei film d’autore con la partecipazione di Beppe Convertini, scritto e diretto da Maria Pia Liotta.

Il concerto fa parte di “Anfiteatro” e ArtCity 2019, rassegna realizzata dal Polo Museale del Lazio, istituto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali diretto da Edith Gabrielli, si articola in cinque serate affidate ad artisti e interpreti d’eccezione per far vivere l’esperienza del “bello” immerso nella storia.

Celeberrimi maestri quali Stelvio Cipriani, Paolo Limiti, Guido e Maurizio De Angelis, Joan Louis Bacalov, Fabio Frizzi che hanno scritto pagine musicali indimenticabili per il cinema e la fiction, hanno altresì scritto per Alma Manera grande interprete musicale.

In Ciak Si Gira…Cinema’ altrettanti grandi maestri della musica del repertorio internazionale saranno reinterpretati da Alma Manera, che con il piglio di attrice e la sua versatile voce, eseguirà alcune tra le più storiche musiche e colonne sonore d’autore accompagnata al pianoforte dal maestro Kozeta Prifti.Il tutto condito dai ballerini The Queen.

Un carosello di emozioni, uno spettacolo multidisciplinare, ricordi visioni e racconti in musica che appassioneranno e divertiranno.

Omaggio ai grandi compositori ed autori ed alle loro indimenticabili colonne sonore e pagine del cinema internazionale: Chaplin, Porter, Morricone, Rota, Cipriani, Mancini, Piovani ed altri ancora.

Beppe Convertini, sarà il compagno di viaggio ideale in questo mondo magico e dorato e avrà il compito di narrare i monologhi tratti da grandi film, con una sua personalissima interpretazione.

La scenografia multimediale è curata dal noto artista visivo Pop-Art Enrico Manera.

Lo spettacolo è scritto e diretto da Maria Pia Liotta.

La rassegna “Anfiteatro” continua domenica 28 luglio si con la Medea di Euripide interpretata da Laura Morante e accompagnata dai musicisti Lorenzo Fuoco al violino e Salvatore Monzo al pianoforte.

Venerdì 2 agosto, concluderà la rassegna “Anfiteatro” Marina Massironi, con un reading teatrale, curioso e divertente, sull’Otello di Verdi.

Informazioni per il pubblico e modalità di ingresso

Museo Archeologico Nazionale “G. Carettoni”

e Area archeologica di Casinum
Via di Montecassino
03043 Cassino FR
tel. +39 0776301168

Biglietto: intero € 4,00, agevolato € 2,00

Nelle serate di spettacolo è attivo l’ingresso e servizio di biglietteria dal parcheggio della clinica San Raffaele

Cura e coordinamento organizzativo

Marina Cogotti

Ufficio stampa

Guido Gaito info@gaito.it

Maurizio Quattrini maurizioquattrini@yahoo.it

https://www.art-city.it/rassegne/anfiteatro.html

twitter.com/ArtCity2019

instagram.com/artcityestate2019

facebook.com/ArtCityEstate2019

#ARTCITYESTATE2019

Max Paiella, nuovo appuntamento con la rassegna di spettacoli teatrali e di intrattenimento al Parco Avventura Fregene.

“E… state! Al Wood” presso il Parco Avventura Fregene. Max Paiella con la Stefano Cenci Social Band e Carlo D’Alatri.

Il 20 luglio sarà in scena Max Paiella con “Solo per voi” è uno spettacolo comico, musicale che esplora il complesso e variopinto mondo delle emozioni.

Con l’aiuto della musica dal vivo e soprattutto delle canzoni della sua Social Band.

Le emozioni l’avranno sempre vinta, come si fa a gestirle, a superarle, a capirle?

Evitare di essere emarginati dagli amici, licenziati, rifiutati dalla propria donna, evitati dallo zio Franco.

Max Paiella “costruisce” il manuale di sopravvivenza emozionale più divertente che possiate immaginare.

Imbraccia la chitarra e guida il pubblico attraverso le sue zone più oscure e più radiose, tra rabbia e felicità, malinconia e paura.

Inizio spettacolo ore 21.30. Costo del biglietto: 12 euro, 10 euro per residenti e omaggio per bambini.

Info e prenotazioni: 324-5576210

Parco Avventura Fregene (via della Veneziana snc)

https://unfotografoinprimafila.it/al-teatro-romano-festival-di-ferento-enzo-iacchetti-e-pino-quartullo-in-hollywood-burger/

https://unfotografoinprimafila.it/roma-casa-del-jazz-concerti-nel-parco-estate-2019-neri-marcore/

Sabato 13 luglio, ore 21.00, Santuario della Fortuna Primigenia, Palestrina

inaugurano la rassegna Luci su Fortuna dal 13 luglio al 1 settembre 2019, Museo archeologico e Santuario della Fortuna Primigenia, Palestrina

https://www.art-city.it/rassegne/luci-su-fortuna.html

Nel contesto della terza edizione di “Artcity estate 2019”, dal 13 luglio al 1 settembre 2019 si svolge a Palestrina la rassegna dal titolo “Luci su Fortuna”, realizzato dal Polo Museale del Lazio, Istituto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali diretto da Edith Gabrielli, presso il museo archeologico nazionale e il Santuario della Fortuna Primigenia.

Forte del successo della prima edizione, torna infatti la rassegna estiva di spettacoli e visite teatralizzate ospitate nel grandioso complesso dell’antica Praeneste e curate di Marina Cogotti, direttrice del museo.

Anche quest’anno, insieme al museo archeologico, sarà di scena il santuario della Fortuna Primigenia, protagonista di una pièce teatrale dedicata ai miti di fondazione che arricchirà il percorso della visita.

Sulle grandi terrazze aperte sul panorama, i riflettori si accenderanno per sette serate, a partire da sabato 13 luglio.

Nel corso dei due mesi di programmazione, si alterneranno artisti di eccellenza, in un programma vario in grado di soddisfare ogni esigenza.

Ad inaugurare la rassegna saranno, a Palestrina, sabato 13 luglio al santuario della Fortuna Primigenia, Marina Rei e Paolo Benvegnù che portano in concerto “Canzoni contro la Disattenzione in box”: da un incontro nato per restituire una narrazione unica e disarmante, fatta di canzoni del passato, del presente e del futuro si è poi sviluppata un’avventura musicale che riparte questa volta in duo.

Marina e Paolo giocano e sperimentano, come fosse un dialogo confidenziale tra due amici.

Un concerto di esposizione della memoria, di disobbedienza verso la disattenzione e di gioiosa appartenenza, che si sviluppa tra brani inediti, riletture di classici della canzone italiana e momenti più significativi dei rispettivi repertori.

Paolo Benvegnù e Marina Rei sono due dei più raffinati e sensibili artisti del panorama italiano: avevano già collaborato nel 2012, scrivendo insieme il brano “I fiori infranti“, contenuto nel disco “La Conseguenza Naturale dell’Erroredella cantautrice romana.

A seguire domenica 21 luglio appuntamento con “Il grande Gatsby”, una prima nazionale con Adriano Giannini e l’orchestra swing di Nico Gory; venerdì 26 luglio, in collaborazione con il festival Una striscia di terra feconda, un gioco di “Parole e Note” tra la voce di Urbano Barberini e il pianoforte di Antonio Figura e, a seguire nella serata, il Thèo Ceccaldi Trio “Django” si esibirà in una prima nazionale ispirata al lavoro del celebre chitarrista Django Reinhard.

Sabato 27 luglio sarà la volta di Fidel Fourneyron, Francesco Diodati e Roberto Ottaviano, un trio musicale di commistione italo-francese, sempre Roberto Ottaviano proseguirà la serata di sabato con “Lontano” insieme al contrabbasso di Mauro Gargano e alla batteria di Christophe Marguet.

Si prosegue, sabato 3 agosto, con “Music on the move for people without borders” del gruppo pioniere della contaminazione musicale Nuove Tribù Zulù e domenica 11 agosto con “Le voci del Teatro alla Scala” del progetto Italian Harmonists, un quintetto di voci maschili armonizzate accompagnate da un pianoforte.

Domenica 25 agosto toccherà a Claudio Santamaria con le “Storie dal Decamerone: Il Potere” di Michele Santeramo, accompagnato dal violoncello di Francesco Mariozzi.

A chiudere la rassegna, domenica 1 settembre, saranno le teatralizzazioni di Emanuele Palma, con Claudio Capecelatro e Valentina Bruno con l’ultimo dei quattro appuntamenti di “Sorti e Sortilegi” dopo domenica 28 luglio, sabato 10 e domenica 24 agosto alle Terrazze del Santuario.

Informazione e modalità di accesso: Santuario della Fortuna Primigenia

Nelle serate di spettacolo, la visita al santuario è consentita fino alle ore 20,45; il Museo è visitabile fino alle ore 23,30. la biglietteria chiude mezz’ora prima. Per facilitare l’accessibilità al museo è attivo un servizio navetta dal centro di Palestrina.

 Info e prenotazioni: +39 06 9538100

Museo Archeologico Nazionale di Palestrina
Piazza della Cortina
00036 Palestrina (Rm)

Info

https://www.art-city.it/rassegne/luci-su-fortuna.html

Facebook: museopalestrina

Instagram: lucisufortuna

Email: pm-laz.palestrina@beniculturali.it

Tel: 06 9538199

Cura e coordinamento organizzativo
Marina Cogotti

Ufficio stampa          

Guido Gaito info@gaito.it

Maurizio Quattrini  maurizioquattrini@yahoo.it

https://unfotografoinprimafila.it/roma-terme-di-caracalla-tona-in-scena-aida-diretta-da-jordi-bernacer/

Parco Avventura Fregene secondo appuntamento di E…state al Wood “Varietà Varietà” con tre grandi artisti (di peso)

Eccoci al secondo appuntamento di E…state al Wood al Parco Avventura Fregene rilanciamo con uno spettacolo scritto e diretto da Toni Fornari con la splendida Emanuela Fresi e la sua voce incantevole… un omaggio al nostro varietà… scketch, numeri, canzoni… tante risate… ah e poi ci sto pure io !!! Claudia Campagnola.

Un attore, una attrice, una soubrette;

Lui tenta di mettere in scena il suo spettacolo, quando sul palco trova una vedette, straordinaria interprete del bel canto.

Con i suoi virtuosismi vocali si impegna ad offuscare la performance del nostro esilarante professionista.

Non basta!

Arriva anche un’attrice che cerca di rubargli il posto approntando la sua sbalorditiva esibizione che ha l’obiettivo di tagliarlo fuori dallo show.

Una pièce all’insegna del divertimento e delle parodie musicali, in sintesi una celebrazione raffinata e geniale della cultura teatrale e musicale italiana.

Parco Avventura Fregene

Via della Veneziana snc Fregene

Info prenotazioni 324.5576210

“Mi Piace” regia di Claudio Insegno alla Sala Umberto 21-26 maggio 2019

“Mi Piace”di Gabriele Cirilli, Maria De Luca, Giorgio Ganzerli, Alessio Tagliento, Ivan Grandi, con Gabriele Noto. Viviamo tutti per un Like, in Italiano “Mi Piace”.

La nostra vita è un continuo avere e dare un giudizio, sin dalla mattina quando ci alziamo e ci guardiamo allo specchio oppure quando scegliamo un vestito, gli amici da frequentare, quando ordiniamo al ristorante un piatto.

Quando scegliamo di andare in vacanza, i programmi tv da guardare, il film al cinema da vedere, il politico da votare, la musica da ascoltare o i libri da leggere.

Per non parlare la dieta da fare, la squadra di calcio da tifare, le persone da seguire sui social.

Insomma “Mi Piace” è la parola chiave della nostra esistenza!

Se PIACI o ti PIACE è fatta! “Mi Piace” il teatro che è un circo delle meraviglie dove tutto è relativo ma possibile.

Quello che io, Gabriele, propongo è uno spettacolo che attraversa tutti i generi del teatro comico: dalla commedia degli equivoci al cabaret, attraverso monologhi, canzoni e balletti che MI impegnano in una prova d’attore completa e sfaccettata.

“Mi Piace” essere quello di sempre, quello partito da Sulmona e non ancora arrivato, quello innamorato del pubblico con passione talmente vera e profonda da creare un legame quasi magico con esso.

Ridere è fondamentale per me perché la risata è contagiosa, è una medicina, un rimedio contro tutto il nero che ci opprime.

Un sorriso illumina di più della corrente elettrica e costa molto meno. Ho abbracciato questa fede e “Mi Piace” quando vedo le persone star bene col sorriso sulle labbra!

“Mi Piace” essere Comico e Commovente al tempo stesso, è l’espressione della mia maturità artistica, di un mattatore della risata che ha ormai conquistato il grande pubblico.

“Mi Piace” essere un attore che del suo mestiere cerca di farne un’arte……con un curriculum non indifferente…vedi…www.gabrielecirilli.net o i miei social!

“Mi Piace” riuscire a creare col pubblico un ‘interazione giusta per far sì che il mio messaggio venga recepito e apprezzato!

“Mi Piace” è il mio Show. Uno show tutto mio è sempre stato il mio sogno nel cassetto, il mio desiderio di voler curare me stesso ma soprattutto gli altri dalla malattia chiamata Esistenza!

L’importante per me è dare sempre emozioni al pubblico…questo è il mio scopo!

Troppo popolare?… Potrebbe essere anche un pregio!

Non sono più capellone da far paura. Cioè, sono ancora da far paura, ma “di mio”, senza più tanti capelli.

No tranquilli non li ho tagliati, li ho persi, ma so benissimo dove sono: un po’ sulla spazzola e il resto sulla strada che ho percorso!”

Mi Piace essere vanesio e narciso come tutti gli artisti.

E per i miei detrattori è anche l’unica cosa che mi accomuna agli artisti. Malelingue della serie: “Cirilli ha davvero la stoffa dell’attore… perché non ha fatto il sarto teatrale?” AHAHAHAH

Sono caratterialmente pacato, ma da quando sono approdato al nord, sono diventato frenetico, iperattivo, febbrile, in qualche modo stressato dal lavoro: insomma “ridotto alla milanese”.

Senza però mai perdere la mia umanità e la mia generosità.

Mi Piace farmi notare, evidenziarmi, spiccare, attirare l’attenzione: se vado in chiesa voglio essere come minimo quello che dà le ostie sull’altare, se vado allo zoo voglio essere quello a cui i visitatori allungano le noccioline dalle sbarre, se vado ad un’asta voglio essere il battitore.

E faccio così fino a confondermi e vado in tilt: una volta mi hanno visto battere all’asta una giraffa a cui davo la comunione.

Ma questo perché sono un mattatore nato. In fondo vivo per lo spettacolo, tanto che il mio sogno è morire sul palcoscenico…

Non potete vedere ma mi sto scaramanticamente toccando affinché ciò si avveri il più tardi possibile, ma così è.

Mi Piace il teatro, e per il teatro mi sono trasformato anche in scrittore… e faccio concorrenza ad Ernest, a Wolfgang, ad Alexandre, a Luigi, a Umberto…

Pirandello ed Eco intendo (certo, senti che differenza: Ernest, Wolfgang, come sono pomposi, sono loro e basta, invece Luigi e Umberto sembrano il macellaio e il parrucchiere sotto casa!

Gli stranieri, si sa, c’hanno sempre una marcia in più, partono avvantaggiati perché già il nome è bello, suona bene. Pensate: Harrison Ford, come suona bene, se fosse nato in Italia sarebbe stato Aristide Fiat, tutta un’altra cosa, secondo me manco sarebbe stato così fico.

Oppure Joe Cocker, in italiano sarebbe stato: Giovanni Barboncino; e potrei citarne tanti, tipo: Jeremy Irons, Geremia Ferri; Glen Close, Guendalina Chiusa; Wim Wenders, Detersivi in Vendita; eccetera eccetera).

Che, avevo aperto una parentesi?

Mbè, la richiudo! Insomma questo spettacolo è uno show col quale riesco ad abbracciare il pubblico fino a portarlo dopo due ore in camerino da me soddisfatto, appagato, stupito, colpito, esterrefatto, basito, sorridente, insomma Guarito.

Mi Piace sentire a fine spettacolo la parola Mi Piace.

La domanda che mi fanno spesso è “Ma io non sapevo che fossi così forte e soprattutto non sapevo chi fossi”.

Nasco nel 1967 a Sulmona dove studio ottenendo brillantemente la licenza elementare, con qualche difficoltà il diploma delle scuole medie e con estrema fatica la maturità classica.

Iscrittomi all’Università “La Sapienza” di Roma abbandono miseramente il corso di Lettere Moderne per seguire il più illustre Gigi Proietti nel suo Laboratorio di Esercitazioni Sceniche di Roma.

Ha così inizio nel marzo del 1988 la mia mirabolante ma importante carriera di attore Drammatico-Comico-Brillante; carriera che abbraccia tutti i generi dello spettacolo.

Dalla TvCinema-Fiction-cabaret-Doppiaggio-Scrittura etc…ma che in Teatro riesce ad avere la più grande, efficace, stupefacente, curiosa, emozionante e soprattutto comica Espressione!

SALA UMBERTO

Via della Mercede, 50 Roma

  www.salaumberto.com tel.06.6794753

Prezzi da 34 a 19 euro

da martedì a venerdì ore 21, sabato ore 17 e ore 21, domenica ore 17

Ufficio stampa teatro Silvia Signorelli signorellisilvia@libero.it Mob. +39 338 9918303

Monica Menna ufficiostampasignorelli@gmail.com

Facebook: SiSicommunication – Twitter: @silviasignore

Sito www.comunicazioneeservizi.com

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-comunale-le-fontanacce-i-carta-bianca-e-tutta-unaltra-storia/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-dellopera-di-roma-nei-municipi-e-teatri-in-comune/

Un grande spettacolo di cabaret con I Carta Bianca in “E’ tutta un’altra storia” al Teatro Le Fontanacce di Rocca Priora

Sabato 25 maggio alle ore 21.00 e domenica 26 aprile alle 17.30 saliranno sul palco del Teatro Comunale “Le Fontanacce” di Rocca Priora, diretto dall’attrice Luciana Frazzetto e dal regista Massimo Milazzo, I Carta Bianca con lo spettacolo di cabaret: “E’ tutta un’altra storia”.

“Prima di iniziare la scrittura di questo nuovo lavoro una domanda era d’obbligo: ma siamo proprio sicuri che Giulio Cesare abbia ricevuto 23 coltellate?

C’era qualcuno a contarle? Come avvenne il big bang? non è che era solo un botto di capodanno?

Da questa analisi inaspettata ed ironica si è sviluppata la trama di “E’ tutta un’altra storia”.

Un carosello nel tempo che trascinerà il pubblico alla scoperta di diverse figure storiche e non, partendo dagli uomini primitivi, passando per il Medioevo, l’Unità d’Italia, le lande desolate del Far West fino ai giorni nostri, dove i risvolti, le trame, la personalità dei grandi eroi della storia, sono completamente differenti da quelli che conosciamo.”

I Carta Bianca trasformeranno ogni elemento storico, in uno strumento da estremizzare per far ridere e divertire attraverso la creazione di personaggi fuori dalle righe, esagerati e contraddittori.

Uno spettacolo brillante e dissacrante, dai ritmi serrati, dove si ride dall’inizio alla fine:
“La storia dell’uomo, come l’abbiamo studiata fino ad oggi sui libri di scuola, potrebbe essere tutta una grande leggenda per quello che ne sappiamo, perché la verità in fondo… è Tutta un’altra storia”.

Buon divertimento!

PREZZO INTERO            € 15,00

PREZZO RIDOTTO         € 12,00

Presentando la tessera Biblio + Sbcr: RIDOTTO € 10,00

Teatro Comunale Le Fontanacce

Piazzale Zanardelli (sotto il Belvedere) Rocca Priora

Sabato 25 maggio ore 21.00

Domenica 26 maggio ore 17.30

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-dellopera-di-roma-nei-municipi-e-teatri-in-comune/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-manzoni-presenta-uomini-targati-eva-di-pino-ammendola-e-nicola-pistoi/