Il Sea-Ty Peacoat nuovo capo icomico di pregio della Slam presenta Marcello Lippi

 Slam shop Roma, Via del Corso  90, 11 dicembre, ore 15.00-17.00

 Slam, il brand genovese di abbigliamento per la vela nato dalla passione per il mare, chiude nella Città Eterna i festeggiamenti per il traguardo dei 40 anni con un fuoriclasse senza tempo come Marcello Lippi, testimonial 2019.

Un grande evento con Marcello Lippi, ex CT della nazionale italiana Campione del Mondo nel 2006

Lippi sarà testimonial Slam per la stagione SS19.

Ospite d’eccezione dello store romano di Via del Corso per incontrare i propri fan e presentare uno dei capi di punta della collezione invernale, il nuovo SEA-TY Peacoat.

Un appuntamento imperdibile per il pubblico romano.

l’11 dicembre dalle 15.00 alle 17.00, potrà ammirare in anteprima, il nuovo peacoat, realizzato in lana water repellent, studiato con un gilet staccabile con cappuccio.

Capo iconico della linea Sailing, che propone giacche in un materiale monoatomico come il graphene, noto per avere la stessa resistenza del diamante e la flessibilità della plastica.

Il nuovo SEA-TY Peacoat è anche un ottimo conduttore termico, antistatico, antibatterico e di rapida asciugatura.

Amante del mare e della vela, Marcello Lippi è legato all’azienda genovese anche per il suo ruolo di presidente di Insuperabili, la Onlus, sostenuta da Slam, che attraverso lo sport restituisce il sorriso ai ragazzi con difficoltà psicofisiche.

L’associazione guarda alle disabilità mettendo al centro tutta la bellezza e la forza dello sport per abbattere le barriere, unire culture e linguaggi, rendere liberi e trasmettere il meglio dei valori dell’uomo.

La vela, dunque, diventa uno strumento non solo di socializzazione e divertimento ma anche un mezzo per puntare a un miglioramento psico-fisico.

Performance, grinta, passione e innovazione sono per Slam le parole d’ordine per affrontare il mare, le giornate in barca o a terra.

Ufficio stampa evento romano Slam: brizzi comunicazione

Cecilia Brizzi c.brizzi@brizzicomunicazione.it

Tel 0639038091-0639030347-3341854405

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/premio-con-il-sole-sul-viso

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-argot-studio-presenta-sciaboletta/


Inaugurazione del sesto Salone in piazza Fiume del Gruppo Spanò presso il concept store Niyo&Co

L’inaugurazione del Gruppo Spanò l’11 dicembre dalle ore 19:00 a Roma in Via Salaria 25 presso il concept store NIYO&CO. 

Il Gruppo Spanò mercoledì 11 dicembre a partire dalle ore 19:00 inaugura un nuovo Salone nella Capitale all’interno del concept store NIYO&CO, presso Via Salaria 25.

L’evento si svolge in collaborazione con Simona Lustrissimi Lookmaker e Red Abbigliamento.

“Si tratta dell’apertura del sesto negozio del Gruppo ma anche del primo esperimento di un angolo di bellezza’ dove sarà possibile finalmente curare l’immagine a 360°”

Spiega l’imprenditore Michele Spanò noto hairstylist ed esponente d’avanguardia della Haircouture internazionale.

All’interno del concept store NIYO&CO, infatti, lo stile partirà dal look delle teste ma si spingerà sino al make-up; le donne avranno la possibilità di sistemare capelli e trucco insieme e non dovranno più scegliere a cosa dare priorità.

“L’idea” – prosegue Michele Spanò – “è quella di una bellezza integrata, di un beauty restyling per lasciarsi coccolare e avvolgere nel benessere più totale ottimizzando i tempi che in un’epoca così frenetica rappresenta il sogno della donna in carriera e di ogni ragazza che vuole sentirsi una vera regina per un giorno”.

ll Gruppo Spanò ha pensato ad un look Total curvy come tendenza per il 2020. Dunque capelli super ricci, luminosi.

Teste importanti.

I capelli lisci, piatti, asettici, schiacciati sono acqua passata.

Una donna con un look ben strutturato, con una testa riccia, è in grado infatti di evocare un’immagine forte, maestosa che trasmette una grande sicurezza di sé, indispensabile per affrontare al meglio le imprese e gli impegni quotidiani.

Mercoledì’ 11 DICEMBRE

ORE 19:00

VIA SALARIA 25 presso il concept store NIYO&CO

In collaborazione con Simona Lustrissimi Lookmaker e Red Abbigliamento

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/teatro-garbatella-va-in-scena-tutto-da-sola

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-golden-presenta-doppio-misto/

Grande successo per la XV edizione di Wine for Smile – Un’Asta per un Sorriso

XV edizione di Wine for Smile 5 dicembre 2019, Circolo Canottieri Aniene. L’evento benefico annuale di Operation Smile Italia Onlus è giunto alla XV edizione.

Roma, 6 dicembre 2019 – Il connubio tra vini italiani eccellenti e la solidarietà è tornato ieri sera al Circolo Canottieri Aniene di Roma in occasione della XV edizione di “Wine for Smile: un’Asta per un Sorriso”, evento istituzionale organizzato dalla Fondazione Operation Smile Italia Onlus, che da ormai 12 anni si svolge presso il noto Circolo della Capitale.

Erano presenti Domenico Scopelliti, Vicepresidente Scientifico della Fondazione, Alessandra Corrias, Direttore Generale, insieme alle Cofondatrici Titti Brunetta e Cristina Bucci Casari Chiavari.

Tra i presenti, alcuni Soci del Circolo il Dott. Francesco Bolla, il Dott. Luigi Bonito e il Notaio Paolo Silvestro, l’Onorevole Renato Brunetta, Andy Luotto, Alessandra Canale, e tanti amici e sostenitori di Operation Smile Italia Onlus.

XV edizione di Wine for Smile. Gradita ospite quest’anno: Manuela Zennaro, giornalista di Repubblica, esperta di enogastronomia e direttore di Excellence Magazine, che ha introdotto alcune delle cantine in asta.

Molti i produttori che hanno partecipato per la prima volta all’incanto, tra di loro il Marchese Anselmo Guerrieri Gonzaga, titolare della storica Tenuta San Leonardo, per la prima volta in asta con 1 magnum di San Leonardo 2015 in cassetta di legno.

L’asta è stata battuta dal noto banditore Luciano Carnaroli, da 15 anni al fianco della Fondazione, che ha voluto portare un ospite speciale, suo figlio Pier Matteo Carnaroli che ha iniziato a seguire le orme paterne e che ha battuto anche lui, insieme al papà, un paio di lotti.

Annata record: le 672 bottiglie in asta sono state tutte battute, grazie alla generosità dei Soci del Circolo e dei sostenitori della Fondazione.

Il lotto che ha ricevuto l’offerta più alta è stato quello contenente 11 pregiate bottiglie delle aziende Amantis Azienda agricola e Podere San Cristoforo battuto a 3000 euro seguito da un lotto da 21 bottiglie Donnafugata, Cusumano, Feudo di Santa Teresa, Firriato Tenuta Monte Ilice aggiudicato per 1500 euro.

In asta sono andate pregiate Magnum in cassette di legno e bottiglie donate dalle più importanti aziende vinicole presenti nelle diverse regioni italiane, tra queste:

Amantis, Banfi, Baracchi Winery, Barone di Serramarrocco, Batasiolo, Jacopo Biondi Santi, Bisol, Capannelle, Castello di Bolgheri, Castello di Volpaia, Capizucchi, Ceretto, Col d’Orcia, ColleMassari, Contini, Coste del Faena, Diesel Farm,

Donnafugata, Esterina Centrella, Ferrari, Il Borro, Il Mosnel, Livio Felluga, Lungarotti, Marchesi Frescobaldi, Marchesi Mazzei, Masi, Michele Satta, Morisfarms, Nonino, Ornellaia, Pileum,

Podere Castorani, Planeta, Querce Bettina, Tasca D’Almerita, Tenuta Argentiera, Tenuta di Fiorano, Tenuta San Guido, Terredora di Paolo, Tormaresca, Vespa Vignaioli, Vigne Surrau, Vistorta, Volpe Pasini e Zymé.

 La generosità del pubblico in sala ha permesso di superare il ricavato della scorsa edizione. Sono stati raccolti oltre 25.000 euro che verranno destinati ai progetti di Operation Smile Italia Onlus in Italia e nel mondo.

Tra le new entry di quest’anno si segnalano oltre alla Tenuta San Leonardo, Capua Winery, l’Azienda Agricola Nottola, Campo alle Comete, Marotti Campi, ed anche la storica enoteca romana Bernabei ha voluto partecipare all’iniziativa benefica offrendo 4 ottime magnum di Amarone di Valpolicella e di Primitivo.

Tra le bottiglie più pregiate presenti in asta: una Magnum di Bolgheri DOC Superiore 2016 di Ornellaia, una verticale di 15 annate di Chianti Classico Montornello di Bibbiano, una doppia Magnum di Guidalberto 2011 di Tenuta San Guido, una Magnum da 5 litri di Taurasi Fatica Contadina DOCG 2005 di Terredora di Paolo,

XV edizione di Wine for Smile, una doppia Magnum di Bolla di Urbano Cesanese del Piglio DOCG 2007 di Pileum, una doppia Magnum di Concerto 2016 di Castello di Fonterutoli Marchesi Mazzei,

una Magnum di Olmaia Sant’Antimo Cabernet 2014 di Col d’Orcia, una Magnum di Grattamacco Bolgheri Superiore 2016 di Colle Massari,

Una doppia Magnum di Cru di Nero d’Avola di Sagana 2014 di Cusumano, una doppia Magnum di Barolo Classico 2014 di Batasiolo, due bottiglie di Amarone della Valpolicella (Riserva cent’anni 1907) di Trabucchi d’Illasi, 1 Doppia Magnum di Ceretto Barbaresco Bernadot 2015 in cassetta di legno.

La nota Maison di alta gioielleria Roberto Coin S.P.A ha offerto per l’asta il “Ruby Globe”, una sfera in argento con rubino ispirata al logo ed alla mission della Fondazione, un ciondolo che si può trasformare anche in bracciale.

Un nuovo progetto della Maison che si è impegnata a donare una parte della vendita del gioiello alla Fondazione in sostegno delle sue attività.  Il “Ruby Globe” è stato abbinato ad un lotto di vini tutti veneti.

Al termine dell’asta, ELELIGHT, partner storico della Fondazione Operation Smile Italia Onlus, ha illuminato con i suoi arredi la bellissima terrazza del Circolo che si affaccia sull’Aniene, dove è stata offerta come di consueto una degustazione di vini donati da alcune delle aziende presenti in asta insieme alla buvette di Casale del Giglio e Mercatura.

I vini sono stati accompagnati da deliziosi prodotti artigianali: i formaggi pregiati di Le Colline del Gusto, le creme a base di peperone di Peperdop, la pizza di Sfornarte, i salumi artigianali di Campoli, i tartufi di Centro Tartufi Molise, le marmellate di Dodo’ e, dulcis in fundo, i panettoni farciti del Maestro Pasticcere Salvatore de Riso.

PER INFORMAZIONI

Fondazione Operation Smile Italia Onlus

Sede legale ed operativa: Via Panama 52 – 00198 Roma T: 06.85305318 – 3472343068

Email: info@operationsmile.it www.operationsmile.it

Ufficio Stampa: press@operationsmile.it

Consulenti per la comunicazione: brizzi comunicazione – c.brizzi@brizzicomunicazione.it tel 0639038091-3341854405

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento/aula-paolo-vi-in-vaticano-concerto-di-natale?fbclid=IwAR2ohrI9sMlN0x7-bZ1CtrjL8nb6J8jA9M7wq7DIeSESOf230uoB403U_yE

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-de-servi-mamma-balli-con-me/

 


Un 8 dicembre alla riscoperta della memoria storica del litorale romano tra storia, contraddizioni e il “profeta delle borgate” Pier Paolo Pasolini

Alle ore 11 e alle ore 15 Visita guidata Ex Colonia Vittorio Emanuele – Cortile della Colonia/Via A. Cozza/Via delle Sirene/L.mare Toscanelli. Pier Paolo Pasolini.

Ingresso gratuito

Dopo il primo appuntamento con la danza e con il teatro di figura, Contemp-humanity prosegue l’8 dicembre con una giornata alla riscoperta della memoria storica dei luoghi, attraverso una visita guidata performativa a cura dell’Ass. Visit Ostia Antica:

“Tutti al mare!” L’ex-colonia Vittorio Emanuele III”

Specchio della storia (e delle contraddizioni) del Lido di Ostia, l’ex colonia verrà raccontata in maniera inedita attraverso un’originale visita guidata performativa.

Un tour che ripercorrerà la storia della Colonia, attraverso le interpretazioni attoriali di due personaggi chiave: l’Ing. Paolo Orlando, fondatore e presidente del “Comitato Pro Roma Marittima”.

Orlando che ci racconterà del sogno di Ostia Moderna, quando sul lido non esisteva nulla e le possibilità erano infinite; e Pasolini, il “profeta delle borgate” che ci canterà la dolorosa bellezza e le irresistibili miserie di una periferia abbandonata.

Edu-tainment, drammaturgia contemporanea, teatro urbano, stand up comedy, psicoterapia performativa, danza urbana, teatro di figura, narrazione performativa della memoria dei luoghi.

Internazionalità e innovazione sono gli “ingredienti” contemporanei che Contemp-humanity, rassegna multidisciplinare completamente gratuita, porterà fino al 31 dicembre 2019 in luoghi e spazi diffusi tra Ostia, Acilia e il Borgo di Ostia antica.

Presentando eventi formativi e performativi per tutte le età, con l’intento di riflettere sui temi sociali ai quali la comunità è più sensibile, proponendoli con piglio inaspettato e sperimentando modelli di fruizione alternativi, in un continuo e cangiante scambio di energia tra artisti/e e pubblico.

Il 27 e il 28 dicembre Contemp-humanity prosegue al Teatro del Lido, alle ore 21.00, per lo spettacolo “PreCario Diario – The Real Game”, spettacolo/videogioco interattivo (prodotto da Valdrada, co-prodotto dalla Regione Lazio).

Scritto, diretto e interpretato da C. Becchimanzi, G. Conteduca, M. Fabrizi, M. Franceschi, G. Vanni. Scenografie mobili di F. Pecchioli.

La tragicommedia di una generazione raccontata come un videogioco vero e proprio, nel quale il pubblico ha l’ultima parola per le sorti delle 5 precarie in scena, in lotta per la stabilità, contro il sistema, in cerca di un futuro.

Infine, dal 29 al 31 dicembre, per chiudere in bellezza il 2019, Contemp-humanity si sposta tra i meravigliosi scorci del Borgo di Ostia Antica, con spettacoli e performance emozionanti e suggestivi.

Contemp-humanity è parte del programma di Contemporaneamente Roma 2019 promosso da Roma Capitale-Assessorato alla Crescita culturale e realizzato in collaborazione con SIAE.

Info www.valdradateatro.itinfo@valdradateatro.it, per prenotazioni prenotazioni.valdrada@gmail.com

Ufficio Stampa HF4 www.hf4.it Marta Volterra marta.volterra@hf4.it 3409690012

Leggi Anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-biblioteca-quarticciolo-il-grande-carrello/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-roma-pop-art-revolution/



Il prossimo 8 dicembre esce in tutti gli stores e sulle piattaforme digitali E’ NATALE, l’album natalizio di Manuela Villa prodotto da lei stessa.

Il disco è composto da 8 brani di canzoni di natale: 6 cover e due inediti di cui lei è autrice e co-autrice, pubblicato da Red Fish.

Questa la tracklist del nuovo album: E’ natale (singolo inedito), Astro del ciel, Jingle bells rock, Mele kalikimaka, Ninna o Ninna e,  Santa Claus is coming to town,  What a wonderful world  e  White Christmas.

Produzione esecutiva: Manuela Villa

Produzione artistica e realizzazione: Manuela Villa

Arrangiamenti: Enzino Borghesi

Arrangiamento E’ Natale: Enzino Borghesi – Claudio Garofalo Pica

Pianoforte, tastiera, programmazione: Enzino Borghesi

Chitarre su E’ Natale: Valerio Pallotta – Basso: Davide Pintaldi

Coro: “Bottega del suono”: Anna Maria Epifani, Irma Gaia Vitagliano, Tamara Vairani, Lorenzo Leonardo, Marco Mantovani, Daniele Mantovani, Erica Mantovani, Emanuela Scavizzi, Gaia Clamacco, Gaia Belloni, Sara Sarnette, Gabriel Garofalo Pica.

Direttore: Maestro Luca Proietti

La voce del bimbo è di Leonardo Garofalo Pica

Registrato e Mixato da Ivo Parlati presso gli studi RAV ORO di Formello.

Mastering: Marco Massimi presso SUNSET STUDIO

Progetto Grafico: Rosanna Teta per INC

Xxxx Grazia Michetti

Un ringraziamento all’Accademia Musicale Bottega del suono di Marcello Cirillo

Biografia

Manuela Villa, dopo una gavetta fatta all’estero, debutta nel mondo dello spettacolo nel 1990 durante la trasmissione Piacere Raiuno, dove interpreta due canzoni portate al successo da Claudio Villa, Granada ed Un amore così grande.

Nel 1994 pubblica il secondo album: Un concerto italiano.

Nello stesso anno, partecipa al Festival di Sanremo con il gruppo Squadra Italia, gareggiando con il brano Una vecchia canzone italiana per poi partire insieme ai componenti del gruppo per un lungo tour mondiale.

Nel 1995 sarà doppiatrice delle parti cantate di Pocahontas, personaggio della Disney e l’anno successivo canta in Mondovisione da Piazza San Pietro The Tree of Faith and Peace, di cui è autrice del testo insieme a Guido Maria Ferilli, in occasione del 50º di sacerdozio di Papa Giovanni Paolo II.

In seguito, partecipa alla trasmissione di Rete 4 Viva Napoli presentata da Mike Bongiorno.

Nel 1997 realizza, insieme a Paolo Limiti¸due speciali dedicati al padre Claudio Villa al quale ha dedicato il suo terzo album, Manuela Villa, pubblicato nel 1999, in cui reinterpreta alcuni successi del reuccio e alcuni suoi inediti:

Questo amore vola e Quanto tempo, scritti insieme a suo fratello Claudio.

Ospite in molte puntate di Alle due su Rai Uno, sempre condotta da Limiti e a ottobre del 2002 entra nel cast di Casa Rai Uno, programma TV presentato da Massimo Giletti.

Il 2003 partecipa, con il brano Torna a Surriento, alla trasmissione Napoli prima e dopo, presentata da Luisa Corna.

Subito dopo pubblica il singolo, Chiamo amore.

Nel 2007 presenta il libro L’obbligo del silenzio, Armando Curcio Editore, in allegato il CD del singolo Ascoltami, canzone, brano dedicato al padre per ventennale della scomparsa.

Nello stesso anno vince la quinta edizione de L’isola dei famosi. Il 21 gennaio 2008 esce la sua prima raccolta in tutte le edicole in allegato al settimanale Sorrisi e Canzoni dal titolo Raccogliendo emozioni.

Nel novembre 2008 debutta a Palermo come attrice di teatro, nella commedia di Sandro Mayer Un amore grande grande.

Scrive un altro libro, il romanzo La sposa e il diavolo.

Nell’aprile 2010 è in scena al Teatro della Nemone di Bagheria con Via Crucis – Opera Musical, con la regia di Claudio Insegno.

Il 25 febbraio 2012 esce il singolo autoprodotto Io sto qui scritto da Emanuele Castrucci e arrangiato da Francesco Carlesi.

Nel marzo del 2013, al teatro Sistina di Roma festeggia, con il concerto Ascoltami Tour i suoi primi 25 anni di musica.

Nell’estate del 2014 parte per il tour Semplicemente io.

Dal 2014 al 2017 lavorerà in teatro con Pier Francesco Pingitore, che la dirigerà tra 2017 e il 2018 nello spettacolo Roma!

Successivamente Pingitore scriverà per Manuela uno spettacolo dal titolo Roma e le romane.

Con la compagnia del Bagaglino nel 2018 interpreta vari personaggi come Madonna, Evita Peron, Anita Garibaldi e Gina Lollobrigida nello spettacolo Femmina riscuotendo gratificanti consensi come attrice.

Attualmente in tour con la commedia l’Imbianchino assieme a Martufello e Nadia Rinaldi, la regia di Claudio Insegno, e al Salone Margherita con La Presidente”.

Pagina Fb: https://www.facebook.com/MANUELAVILLAPAGINAUFFICIALE/

Pagina Instagram: https://www.instagram.com/manuelavillaofficial/?hl=it

UFFICIO STAMPA:

Francesco Fusco, Mobile 3384980862, francesco.fusco81@gmail.comhttp://www.francescofuscopress.com/

Donata Brusasco, Mobiole 393 9022143, donata.brusasco@ gmail.com, www.redfishcom.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/evento-gatto/roma-piramide-cestia-i-gatti-della-piramide?fbclid=IwAR0BSm6JRpPR0Ou0Q-VxwRqkiNR_U0UBQBAsOQh8b3ymFDoxdq_ofrrmp1Y

https://unfotografoinprimafila.it/cinecitta-world-in-compagnia-di-babbo-natale/


Il giro del mondo in compagnia di Babbo Natale a Cinecittà World.

Indossa i visori, vola sulla slitta per sfrecciare sulla sua montagna russa virtuale e consegnare insieme i regali.

La magia del Natale si accende di novità con tanto di neve, quella vera, nel Regno del Ghiaccio protagonista della stagione invernale del Parco

FINO AL 6 GENNAIO 2020

Dalla Lapponia a New York: il giro del mondo in compagnia di Babbo Natale. Tradizione e modernità si incontrano a Cinecittà World dove, fino al 6 gennaio, la magica atmosfera natalizia si colora di emozioni uniche.

Ad accogliere gli ospiti, nella Cinecittà Street addobbata a festa, una fantastica nevicata virtualedove oltre ai fiocchi, soffici ma asciutti, nel cielo sfrecciano slitte, elfi e renne.

Per gli amanti delle celebrazioni classiche impossibile perdere la visita alla casa di Santa Claus dove tutti i bambini potranno incontrarlo di persona e consegnarli la letterina, ma se qualcuno volesse vivere un’esperienza speciale e salire a bordo della sua slitta per andare a consegnare i regali?

Niente di più facile con Babbo Natale 3.0! Adrenalina da salotto con I- Fly, la Montagna russa virtuale con la quale, una volta indossati i visori, si potrà volare sulla slitta di Babbo Natale per consegnare regali in ogni luogo del pianeta.

Grandi e piccini potranno poi giocare con la neve, quella vera, dentro Il Regno del Ghiaccio, novità della stagione 2019 e primo snow park al coperto d’Italia.

Cinque le attrazioni con cui divertirsi: Pattiniamo, la tradizionale pista di pattinaggio, Ghiaccio Scontri, autoscontri sul ghiaccio per guidare senza regole a bordo di sfreccianti gommoni.

Scivolone la multipista per sfidare gli amici in divertenti discese, Palle di neve, dove arrampicarsi su morbide montagne bianche e Kamikice, per precipitare senza freni tra le curve di un vorticoso scivolo.

Per gli appassionati dei film di Natale: Gocce di Cinema, ovvero una selezione delle più belle scene dei film di Natale proiettate su un maxischermo ad acqua nella grande Piazza del Parco.

La stagione di Natale si accende con il Christmas party di inaugurazione e la presentazione in versione natalizia del musical Viva l’Italia, l’8 dicembre il Festival delle Favole racconterà con la danza il calore degli affetti, la famiglia e il bene che vince sul male.

Dal 26 al 29 un altro grande appuntamento, ovvero il Musical “ Un Papà sotto l’Albero” con Garrison e Fioretta Mari: uno spettacolo di Natale all’insegna della speranza ambientato all’interno di un orfanotrofio, con le musiche di Beppe Vessicchio e Pino Perris.

“Dopo il grande successo del 2019 abbiamo deciso di replicare la Festa di Capodanno“ annuncia l’Amministratore Delegato del Parco, Stefano Cigarini“.

Il 31 dicembre Cinecittà World si trasformerà in un enorme Villaggio del Divertimento, aperto dalle 6 di pomeriggio alle 6 di mattina.

Sarà la più grande festa di Roma con 40 attrazioni, 6 spettacoli, 4 diversi tipi di cenoni, 3 Concerti dal vivo, 5 Discoteche al coperto e i fuochi d’artificio a mezzanotte”.

Un Capodanno magico per tutti: 3,2,1…la Festa è a Cinecittà World!

Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/natale-al-bioparco-gadget-day/

https://www.buonaseraroma.it/roma2020/it/teatro/teatro-portaportese-mio-padre-un-magistrato

 


Sala Caduti di Nassirya Senato della Repubblica I° edizione Premio “Con il sole sul viso”

Piazza Madama, 11 – Roma 4 dicembre 2019, ore 12.00

Interverranno: Senatore Francesco Maria Giro, Senatore Maurizio Gasparri, Federica De Pasquale, Responsabile Relazioni Istituzionali “Con il Sole sul Viso”,

Alma Manera, Ideatore e responsabile del Progetto, e gli ospiti premiati. Modera: Anna Maria Terremoto, giornalista RAI.

Sarà, anche, l’occasione per fare il punto della situazione sulla proposta di legge, già presentata lo scorso maggio, per l’istituzione del Fondo Nazionale.

Sostegno temporaneo a chi lavora nel settore artistico culturale e della comunicazione, attualmente all’attenzione della Commissione Cultura del Senato.

La proposta ha trovato come primo sostenitore il Senatore Maurizio Gasparri.

Serata di Gala di Premiazione Lab Spazio Eventi 4 dicembre 2019 ore 20.00

Il Premio “Con il Sole Sul Viso” alla sua prima edizione è destinato a coloro che hanno contribuito alla promozione e alla diffusione della cultura nei diversi settori dell’umanità, della ricerca della verità, della libertà, del rispetto, della giustizia, della bellezza, del dialogo, della solidarietà, conservando un lato umano molto forte.

E’ una iniziativa che rientra nel progetto etico “Con il sole sul viso” ideato da Alma Manera, promotore di proposte per l’industria della cultura, della comunicazione e del terzo settore.

Categorie speciali di alto valore sociale da tutelare. Il progetto è in essere dal 2016 sotto l’egida dell’associazione culturale “Alta Classe” che opera dal 1992.

Saranno premiati: Maria Elisabetta Casellati, Presidente del Senato della Repubblica; Fedele Confalonieri, Presidente Mediaset; Elisabetta Armiato, Etoile Internazionale, Presidente Della Fondazione “Pensare Oltre”;

Lucia Ascione, giornalista, conduttrice TV 2000; Rino Barillari, fotografo “The King”; Antonello Crucitti, Presidente Nazionale di Calcio Famiglie Numerose, con la moglie Angela Malara;

Monica Graziana Contraffatto, militare e atleta paralimpica italiana; Roberto Cenci, regista e autore televisivo; Valeria Fabrizi, attrice;

Maria Teresa Fiore, Vice Direttore RAI 1, responsabile dell’intrattenimento; Cleonice Gioia, pittrice contemporanea;

Maria Pia Liotta, autrice regista; Gjon Kolndrekaj, autore regista; Gai Mattiolo, stilista; Fernando Miglietta, architetto, artista, critico e teorico;

Franco Miseria, coreografo regista; Franco Romeo, cardiochirurgo, Direttore U.O.C. Cardiologia Policlinico Tor Vergata; Marco Tomei, art director maison Mattiolo e campione cinofilo.

Attesi ospiti del mondo della cultura, della politica, della comunicazione e del terzo settore.

La serata sarà condotta da Alma Manera con la regia di Maria Pia Liotta.  Il premio è un’opera degli antichi maestri orafi G.B. Spadafora.

Accrediti Stampa: per la Conferenza Stampa presso il Senato i giornalisti devono accreditarsi secondo le modalità consuete inviando un fax al numero 06.6706.2947 entro il 2 dicembre.

Per gli invitati si prega di confermare entro il 2 dicembre p.v. ad info@conilsolesulviso.com.

L’accesso alla sala conferenza del Senato – con abbigliamento consono e, per gli uomini, obbligo di giacca e cravatta – consentito fino al raggiungimento della capienza massima.

LAB SPAZIO EVENTI – Via Dalmine, 140 – Roma (Labaro)

Ufficio Stampa: Ennio Salomone

Cell. 346.6142314 – E-mail: salomone.ennio@gmail.com

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/casa-dell%E2%80%99aviatore-%E2%80%9Cstrenne-piccanti%E2%80%9D-vi-edizione%C2%A0

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-tirso-monologo-non-autorizzato/


I Poeti maledetti_n.1 Io e Baudelaire Who wants to live forever?

Dal 29 novembre al 1° dicembre, 29 e 30 novembre ore 20,0 1° dicembre ore 17,00 Teatro Villa Torlonia

Però. Mi interessava la poesia.

Perché potevo leggerla per una pagina e chiudere il libro senza dovermi chiedere come sarebbe andata a finire.

Perché era a frammenti, come la mia vita.

Perché sapeva raccontarmela in modo aspro, senza la compassione che si dà a chi non sta bene.

Aprendone squarci improvvisi.

Perché cercava la verità e non il successo.

Perché la vera poesia è crudele.

Perché la vera poesia fa male.

Aldo Nove, La vita oscena

Un attore, il suo pianoforte e Baudelaire.

Io e Baudelaire, primo passo di una trilogia dedicata ai poeti maledetti, è un richiamo, un’invocazione alla poesia, la direzione di un ritorno. Teatro

È un dialogo con se stessi, è la ricerca delle parole, è stare sulle parole e accettare che siano importanti.

Io e Baudelaire è una domanda banale, semplice, autentica: ma se uno da piccolo vuole essere come Baudelaire, da grande che cos’è?

Ma se uno, da piccolo, legge di nascosto le poesie, da grande cosa può diventare?

Esiste un bambino che in un tema, a scuola, abbia scritto: io da grande voglio fare il poeta? Che cos’è un poeta?

Fa quasi paura leggere oggi i poeti maledetti, questa combriccola di creature angeliche e ostinate, schiacciati da tragiche urgenze.

Fa paura vederli e immaginarli in preda all’odio per i contemporanei, non più giovani – e cosa allora?

A ragionare con la precisione di un orefice sulla parola oscura, in balia, sì, degli eccessi, ma più di tutto di una fecondità e di un’intransigenza stilistica assolute.

Ne avremmo bisogno oggi più che mai.

Ma nel moto dell’anima che la commozione ci dona quando le parole ci incantano e ci tramortiscono, ci pugnalano e ci stupiscono.

Abbiamo più volte pensato che esistesse un legame anomalo, forse maleducato, fra pianoforte e verso.

E così abbiamo deciso di attraversarlo, di provare a indagarlo.

Fra il corpo del pianoforte, impetuoso e imponente, e il corpo della parola, saettante e tagliente, noi abbiamo messo il corpo dell’attore.

Si muove fra musica e verso, s’insedia in quella solitudine di cui sono e siamo, tutti, portatori, e si mostra sul palcoscenico.

Si rende disponibile ad attraversare e a essere attraversato.

Si fa strada nella notte, si fa canto alla luna, si fa cielo tetro e greve, si fa albatro e prova a volare.

Maldestramente, maleducatamente, forsennatamente, devotamente.

Baudelaire: il poeta maledetto, il poeta da cartolina, da tazza souvenir dopo un viaggio a Parigi, da poesiola da studiare a memoria prendendo l’autobus a sedici anni.

Il poeta delle puttane, dei vicoli la notte, il poeta delle ossessioni, delle 865 lettere alla madre.

Il poeta delle contraddizioni, non voluto, non riconosciuto quando ne avrebbe avuto davvero bisogno, non amato, senza un soldo e soprattutto solo, solo, solo.

Teatro. È sconfinata la solitudine che ci butta addosso. Ma che cos’è un poeta?

Non molti anni fa qualcuno cantava davanti a migliaia di persone: Who wants to live forever? Forse Baudelaire se lo avesse sentito gli avrebbe voluto rispondere…

Ma vogliamo davvero vivere per sempre?

Un progetto di Biancofango con Andrea Trapani drammaturgia Francesca Macrì e Andrea Trapani, traduzione dal francese Francesca Macrì e Andrea Trapani, regia Francesca Macrì, luci Gianni Staropoli, consulenza al pianoforte Irene Ninno, direzione tecnica Massimiliano Chinelli, produzione Fattore K

TEATRO VILLA TORLONIA

via Lazzaro Spallanzani 1/A, ROMA (RM)

Costo biglietti: € 16,50

Info e prenotazioni: Tel. 06 684000311/14

Ufficio Stampa Fattore K

D&C COMMUNICATION

Alma Daddario e Nicoletta Chiorri

Alma 3472101290 – Nicoletta 338 4030991

info@deccommunication.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-tirso-monologo-non-autorizzato/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-cometa-off-20anni-di-ciaorino/

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/teatro-trastevere-va-scena-%E2%80%9Cclaustrofobia%E2%80%9D


E’ una ruota che gira per celebrare i vent’anni dei CiaoRino al Teatro Cometa Off, la band  dal 99 omaggia uno dei cantautori più amati da sempre.

“È una ruota che girà” risuona nel ritornello di una rinomata canzone di uno dei più grandi e geniali cantautori italiani, ma è anche il titolo dello spettacolo teatrale dei CiaoRino.

In scena al Teatro Cometa Off da lunedì 9 a giovedì 12 dicembre.

La band ripercorre la propria storia, i vent’anni trascorsi insieme dal 1999 ad oggi, con l’intento costante di omaggiare un intramontabile mito del panorama musicale nazionale, autore di canzoni senza tempo come “Aida” e “Ma il cielo è sempre più blu”.

Settembre 1999, un gruppo di amici musicisti si riunisce per cantare Rino Gaetano.

Dalla sua morte, avvenuta il 2 giugno 1981, fino ad allora, poche e latenti reinterpretazioni dell’artista calabrese.

La sua musica sembrava finita con lui.

Ne rimaneva traccia solo grazie alle audio-cassette, che giravano tra i mangianastri degli italiani, e a un passaparola sussurrato, come se quella voce avesse prodotto qualcosa di clandestino.

Quel settembre del ’99, attraverso intuizioni, incontri di energie buone e segni del destino, le strade di quattro amici si riuniscono sotto il segno del grande cantautore.

Contribuendo a una vera e propria rinascita della sua immagine e scoprendo l’esigenza da parte di molti di impadronirsi nuovamente di quelle parole, ormai impolverate e quasi del tutto dimenticate.

In poco tempo quei testi irriverenti e quello stile inconfondibile risuonano, grazie ai CiaoRino, tra le piazze, alle feste, nelle auto.

I quattro giovani, diventati poi sei, cominciano così a girare l’Italia in lungo e in largo, fino a quando una lettera della famiglia Gaetano li diffida dal portare avanti il loro progetto.

I quattro ragazzi, intanto, diventano uomini e nel frattempo quell’idea originale e unica, nata dal cuore puro dei CiaoRino, è travolta dall’ondata di nuove cover band, che nascono sempre più frequentemente e che altrettanto rapidamente invadono i palchi di locali e manifestazioni.

Inizia così una fase d’incertezza e i CiaoRino proseguono il loro cammino con la consapevolezza che quella magia degli inizi è destinata a trasformarsi in qualcos’altro.

La musica così, nel tempo, li accompagna tra le note di progetti personali.

Tuttavia quel contatto così profondo, stabilito grazie a Rino, diventa la loro storia, la loro missione, l’impronta indelebile che ognuno ha lasciato nella vita dell’altro.

Il loro comune denominatore, che sa di autogrill, di sorrisi, di sconfitte, di lutti, nascite e rinascite, di donne, di migliaia di uomini e migliaia di chilometri di strada percorsa insieme.

I CiaoRino sono un viaggio che dura da vent’anni, un’unione che sa di famiglia.

Intimità destinata ad essere solo di chi la vive e di cui ha fatto – e fa ancora – parte lo stesso Rino.

Forse, in fondo, questa è solo la storia di un incontro mancato fra uno dei più grandi giocolieri di parole della scena cantautorale italiana e la sua band.

Una storia d’amore mai nata fra chi ha creato una musica, ma che non ha avuto il tempo di sentirla cantare dalla gente (a causa dei suoi pochissimi concerti), e chi invece alla gente l’ha cantata, per lui, con tutta l’anima.

Alessandro D’Orazi (voce e chitarra), Gianfranco Mauto (voce, pianoforte e fisarmonica), Peppe Mangiarancina (basso),

Paolo Fabbrocino (batteria e percussioni), con la partecipazione di Riccardo Corso (chitarra) e Giuseppe Russo (sax), Fabrizio Giannini (narrazione), Regia Luca Angeletti e Fabrizio Giannini, musiche di Rino Gaetano, riarrangiamenti dei CiaoRino.

PREZZO BIGLIETTO 

12,50 € 2,50 € tessera associativa 

ORARIO SPETTACOLO 

Inizio spettacolo ore 21.00 

TEATRO COMETA OFF 

Via Luca Della Robbia, 47  Roma, 00153 

Infoline: 39 06 57 284 637 

 Media Relations: 

CGP 

Giorgio Cipressi & Giovanna Palombini  

Greta De Marsanich: 320.8626213 – cgpcomunicazione@gmail.com  

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/circolo%C2%A0canottieri%C2%A0roma-presenta-libro%C2%A0premier-league-nicola-roggero?fbclid=IwAR053XnFZAPk6tEBOGjYvMdOwHqerk0dhHD7Mp3vArW1BtlubFGuFF98Cag

https://unfotografoinprimafila.it/yorick-reloaded-un-amleto-dal-sottosuolo/


AGEDO Roma presenta “DITELO CON …” Il Coming Out in Famiglia. Calendario 2020 di Agedo Roma

 Sarà presentato il libro QUANTA BELLEZZA di R.Baiocco e C.Terriaca. World AIDS Day 2019 “Ditelo con…”

 Tenerezza, comprensione felicità. Nel linguaggio dei fiori la rosa vanta numerosi significati, tutti collegati ad un unico sentimento: l’Amore.

Ecco perché la grande Famiglia dell’associazione Agedo Roma – onlus di genitori, parenti ed amici di persone Lgbtq+ con sede nella Capitale – ha scelto la rosa per raccontare il delicato momento del coming out in famiglia.

“Ditelo con … Il Coming Out in Famiglia”, è il titolo del calendario di Agedo Roma per l’anno 2020 – nato nel 2017 da un’idea di Emilio Sturla Furnò e Marco Galli – che ripercorre, attraverso gli scatti di Alessandra Merelli, le tappe del coming out.

“Abbiamo scelto i tempi di svelamento” – spiega la presidente Paola Corneli – “perché volevamo raccontare la storia di tanti di noi.

 Dire ai genitori, ai fratelli, agli amici di essere omosessuale è un pensiero che si affaccia pian piano in un figlio o in una figlia.

Madri e padri reagiscono in maniera sempre diversa. Il coming out ci consente di vedere i nostri figli e le nostre figlie con occhi nuovi e più sereni”.

Nei dodici scatti del Calendario genitori e figli ripropongono i momenti del coming out, espresso con il gesto di offerta di una rosa – ora gialla, ora blu, ora rossa – fino ad arrivare alla composizione finale di un bouquet di rose nei colori dell’arcobaleno.

La presentazione ufficiale del Calendario si tiene domenica 1 dicembre 2019 – in occasione della Giornata Mondiale contro l’Aids.

L’incontro/dibattito ha inizio alle ore 17.00 presso gli spazi dell’Associazione Culturale Sinopie in Piazza Margana 39 a Roma, a due passi da Piazza Venezia.

Presenti all’incontro: Paola Corneli (Presidente Agedo Roma), Fiorenzo Gimelli (Presidente Agedo Nazionale), Roberto Baiocco (Psicoterapeuta) e Paola Terriaca (Mamma Agedo).

Con l’occasione viene presentato il libro “Quanta Bellezza” a cura di Roberto Baiocco – Professore Associato presso l’Università La Sapienza nel Dipartimento di Psicologia dei processi di sviluppo e socializzazione.

Carlo Terriaca: il libro affronta il tema del coming out, attraverso le testimonianze di genitori di ragazze lesbiche e ragazzi gay.

Il Calendario 2020 di Agedo Roma è stato realizzato grazie al contributo di Interflora Italia – partner ufficiale – e di CSV (Centro Servizi per il Volontariato).

Si occupano di valorizzare l’autonomia delle realtà associative di volontariato sul territorio laziale, offrendo servizi di promozione e orientamento, consulenza e assistenza, progettazione, formazione, comunicazione e informazione e sostiene la formazione di reti.

Il calendario si può ricevere attraverso offerta libera all’associazione Agedo Roma; parte del ricavato verrà devoluto all’associazione Anlaids Lazio.

Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione di tutti i soci e le socie dell’organizzazione di volontariato, impegnata in azioni di solidarietà contro il disagio causato dal rifiuto delle persone Lgbtq+ all’interno e fuori delle Famiglie.

Agedo interviene nelle situazioni d’emergenza sociale e si offre come interlocutore nella lotta contro le discriminazioni.

La sede nazionale si trova a Torino, ma è presente con sedi autonome in molte città italiane (www.agedonazionale.org).

Associazione Culturale Sinopie

Piazza Margana 39 (Piazza Venezia)

ROMA

A.ge.d.o.- Roma-ODV

(Associazione genitori parenti e amici di persone LGBTQ+)

Via Efeso, 2/A, 00146 Roma

tel. +39 06.5413985  –  +39   3475161912

www.agedo.roma.it

agedoroma@libero.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/fiera-roma-rome-%E2%80%93-museum-exhibition

https://unfotografoinprimafila.it/off-off-theatre-il-teatro-degli-oggetti/


Rossana CasaleGrazia Di Michele e Mariella Nava: tre donne, tre mondi musicali, tre voci, tre storie artistiche differenti e nobili, tre anime.

Cantautrici. Accomunate da un invidiabile orgoglio femminile, da oltre trent’anni hanno affermato una musica d’autore lontana dai condizionamenti culturali dominanti e da quelli commerciali.

Si sono dedicate a un percorso artistico libero e sincero, fatto di espressione pura e sperimentazione.

Dalla loro amicizia, che le ha portate a collaborare più volte in questi anni, nasce un tour speciale, che coniuga la canzone d’autore italiana con i ritmi del Sud del mondo e del jazz.

In anteprima assoluta, domenica 22 dicembre in doppia performance al Blue Note di Milano.

Giovedì 26 dicembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

CANTAUTRICI, un viaggio che le vedrà condividere un originalissimo “trialogo” con brani del loro repertorio, e non solo, in versioni inedite e coinvolgenti.

Si parte da alcune delle canzoni più note scritte per se stesse o per altri grandi interpreti della musica italiana (tra cui, solo per citarne alcuni, Renato Zero, Ornella Vanoni, Massimo Ranieri, Gianni Morandi, Mina).

Tra questi si potranno ascoltare: Le ragazze Di Gauguin, Brividi, Così è la vita, Destino, Io e mio padre, Gli amori diversi, Il cuore mio, Semplice, Solo i pazzi sanno amare, A che servono gli dei, Io sono una finestra, Mendicante, Terra, Spalle al muro, Come mi vuoi, Per amore, e tanti  altri.

Ad accompagnare le “Cantautrici” dal vivo, in un concerto ricco di energia e poesia, ci saranno sei grandi musicisti, provenienti da esperienze eterogenee:

Ermanno Dodaro al contrabbasso, Emiliano Begni al pianoforte, Francesco Consaga a sax soprano e  flauto traverso, Fabiano Lelli alla chitarra, Roberto Guarino alla chitarra, Andy Bartolucci a batteria e percussioni; ospite Sasà Calabrese al contrabbasso.

Ad aprire i concerti e nell’ambito della performance, saliranno sul palco giovani cantautrici che le tre artiste hanno conosciuto nell’ambito delle loro attività di insegnanti e talent scout.

Un’esperienza formativa che continua a coinvolgerle in maniera appassionata e determinata:

Rossana Casale insegna in Conservatorio da più di 10 anni,

Mariella Nava da vari anni ha intrapreso un percorso da discografica

Grazia Di Michele, di cui è nota la sua attività di coach ed insegnante, è anche produttrice di giovani talenti e direttrice artistica di rassegne cantautorali.

Domenica 22 dicembre – Ore 21:00 e Ore 23:00

BLUE NOTE

Via Pietro Borsieri, 37 – Milano

Giovedì 26 dicembre – Ore 21:00 AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA DI ROMA

Sala Petrassi Via Pietro de Coubertin, 30 – Roma

Biglietti:

MILANO – BLUE NOTE

Posto unico (con opzione di cena): a partire da €18

acquistabile al telefono o in loco dal Martedì al Sabato dalle 14 alle 22
Tel +39 02 69016888

ROMA – AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA

Platea: € 25,00 + 3,00 dp, Galleria € 25,00 + 3,00 dp

Disponibili al botteghino dell’Auditorium (orario 11-18; tel. 892101, servizio a pagamento) o sul circuito TicketOne

Management tour: Alessandro Travi +39 329 6096007

Booking: Luca Deluigi, Coop Zenart – Via Pedemonte 16/6 16149 Genova

Mob. +39 393 8386780 – Tel. +39 010 41 69 28 – Fax. +39 02 700 43 14 45

www.zenart.it


Ultima data del Privé Tour per Flautissimo 2019 Avion Travel live a Roma al Teatro Vascello

Il 24 novembre ore 18,00 gli Avion Travel saranno in concerto al Teatro Vascello di Roma nell’ambito del Festival Flautissimo.

A distanza di 15 anni dal loro ultimo album di inediti “Poco Mossi gli altri Bacini”, risalente al lontano 2003, gli Avion Travel sono tornati a maggio 2018 con “Privé”.

Privé un disco fedele allo spirito di produzione indipendente e alle atmosfere della trilogia.

Triologia composta da “Bellosguardo”, “Opplà”, “Finalmente Fiori” e realizzato dopo aver ricostruito lo staff operativo dei loro inizi, con Mario Tronco nel ruolo di produttore artistico e supervisore, oltre che di arrangiatore e musicista.

Gli Avion Travel si sono ricongiunti in formazione originale per quello che è stato il Retour nel 2014, poi protrattosi fino agli inizi del 2017.

Nell’estate dello stesso anno dopo la scomparsa di Fausto Mesolella e un periodo di esitazioni e riflessioni, il tour è ripreso in quintetto con la new entry di Duilio Galioto alle tastiere.

Peppe Servillo a proposito del disco afferma:

“Due figure abitano questo disco: una amara e l’altra dolce. La prima sfugge alla canzone, la seconda la insegue.

Una, diffida delle parole e l’altra si consegna alle parole stesse. Sembra che alcune canzoni si muovano sospettose, offendendo le altre che invece accolgono, consolano e scaldano.

Le ultime si affidano alle parole, alla loro precisione, alla capacità di queste di rappresentare il mondo, ma le prime restano a smentire ciò, recitando oscuramente pulsioni e sensazioni.

E’ doppia la natura di questo lavoro, come da sempre la natura di questo gruppo che in questi mesi ha rigenerato parte di se, come un piccolo animale dalla lunga vita, riaffidandosi a se stesso, alla sua storia, alla propria varia identità.

Corrono gli Avion Travel tra sentimenti opposti, generando con questo movimento il contrasto secondo la legge del dramma e a questa legge si votano in modo vitale e scomposto per un pugno di canzoni nuove”.

Il concerto sarà anche l’ultima data del Privé Tour, che da oltre un anno e mezzo ha visto la band campana suonare su alcuni principali palchi di tutta Italia.

“Vive un teatro in una splendida contrada, il teatro Vascello, un teatro che ci vuole bene e ci ospita ad un anno e mezzo dall’uscita di Privé, dice Peppe Servillo a proposito di questa data.

Gli Avion Travel tornano a suonare al buio, tra le quinte, dopo una lunga estate calda, tornano a suonare piano, a pesare le parole, come in una questione privata.

Forse per mettere le cose in chiaro, tracciare una linea, e chissà, di là da questa, ricominciare altrove”.

● AVION TRAVEL – formazione:

> Peppe Servillo, voce

> Mimì Ciaramella, batteria

> Peppe D’Argenzio, sax

> Flavio D’Ancona, tastiere

> Duilio Galioto, piano e tastiere

> Ferruccio Spinetti, contrabbasso

● MORE:

> https://www.facebook.com/Avion-Travel-Pagina-Ufficiale-263406990716/

> https://open.spotify.com/album/66bmgHoJuINoXeLPjxv3Ex

DOMENICA 24 NOVEMBRE – ore 18

AVION TRAVEL IN CONCERTO

Festival Flautissimo

TEATRO VASCELLO

Via Giacinto Carini, 78 – ROMA

Biglietti: https://bit.ly/2JNCnZa

Per ulteriori informazioni e interviste:

Ufficio Stampa:

Chiara Giorgi

Cell. +39 347 3351416

Email: chiagiorgi@gmail.com

INFO & SEGRETERIA FLAUTISSIMO 2019:

ACCADEMIA ITALIANA DEL FLAUTO.

Tel +39 06 44703290 – segreteria@accademiaitalianadelflauto.it

Biglietti Vascello: intero € 20 / ridotto over 65 € 15 / ridotto under 26 € 12

Ufficio stampa Flautissimo: Fabiana Manuelli – tel 347 8263425 –  stampa@fabianamanuelli.it

Leggi anche:

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/teatro-brancaccio-%E2%80%9Celeonora-princess-magic%E2%80%9D

https://unfotografoinprimafila.it/una-festa-da-oscar-al-palazzo-del-gallo/