Week end prevenzione e salute per l’Ordine Veterinari di Roma presente a “Un lavoro da cani”, evento dedicato agli animali da compagnia e promosso da Euroma 2.

Un lungo week end dedicato alla salute con i medici dell’Ordine Veterinari di Roma al benessere e alla cura responsabile dei nostri animali da compagnia.

L’Ordine dei Veterinari di Roma, e il suo personale, sarà a disposizione dei visitatori nei due stand allestiti per i tre giorni della manifestazione “Un lavoro da cani”, promossa da Euroma 2.

Dal 18 al 20 ottobre in via dell’Oceano Pacifico 83 a Roma.

Tante informazioni per i visitatori: dagli aspetti legislativi e normativi che riguardano in prima battuta i nostri amici a quattro zampe, alle “responsabilità legali” per i padroni, la convivenza e il benessere, la salute e la corretta alimentazione del pet.

“Possedere un animale domestico è un privilegio, ma la proprietà comporta assunzione di responsabilità.

Dichiarazioni del portavoce dell’Ordine dei Veterinari di Roma e Provincia, Dott. Pierluigi Ugolini, intervenuto in conferenza stampa.

Il tema del #PossessoResponsabile, con tutte le sue implicazioni, pratiche, giuridiche ed anche economiche, e tutto ciò che ne consegue, è l’asse portante del nostro impegno quotidiano come professionisti.

Medici dediti non solo alla cura ma anche impegnati a 360 gradi nel supportare i proprietari nella scelta, gestione e cura quotidiana dei propri  animali.

Abbiamo accolto con entusiasmo l’invito a presenziare a questa manifestazione nell’ottica di erogare, attraverso i nostri due punti informativi, indicazioni utili ad un percorso di crescita della consapevolezza di tutto ciò che comporta il possesso di un animale domestico”.

Chiarimenti ed indicazioni utili a conoscere nel dettaglio servizi pubblici e privati dedicati alla gestione e cura degli animali domestici:

“Anche per rendere edotti i proprietari delle possibilità offerte, e degli eventuali possibili costi, considerato che – ha proseguito il Dott. Ugolini – anche i nostri animali si possono ammalare e che l’assistenza di un veterinario può risolvere molte situazioni ma anche essere fonte di costi tanto necessari quanto imprevisti.

Il servizio pubblico infatti non eroga assistenza sanitaria se non in particolari occasioni, ma lavora a supporto della sanità privata e nell’interesse della collettività.

Per l’assistenza clinica è sempre necessario rivolgersi ad un veterinario libero professionista, che saprà a sua volta come avvalersi delle strutture pubbliche a supporto della propria attività clinica ed assistenziale.

A tale scopo ringraziamo sia l’assessorato alla Sanità della Regione Lazio che ha sostenuto la nostra iniziativa, sia l’Istituto Zooprofilattico del Lazio e della Toscana con cui abbiamo collaborato nella preparazione del materiale informativo.”

L’appuntamento dalla parte degli animali vedrà coinvolte molte realtà: “Partecipare a queste iniziative – ha spiegato Ugo Della Marta, Direttore generale dell’Istituto Zooprofilattico Lazio e Toscana-.

Importante per il nostro Istituto che, con analisi e diagnosi di laboratorio per la sanità e il benessere animale, garantisce  al sistema sanitario  e ai veterinari liberi professionisti il supporto diagnostico e  la sorveglianza veterinaria, collaborando a costruire un unico concetto di tutela della  salute umana, della salute animale e della difesa dell’ecosistema”.

Euroma 2

Via dell’Oceano Pacifico 83, Roma

Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-degli-audaci-va-in-scena-oh-dio-mio/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-olimpico-canto-libero-omaggio-a-battisti-e-mogol/

https://www.buonaseraroma.it/web2016/it/blog/adriano-benedetto/teatro-delle-muse-parte-la-nuova-stagione-lo-slogan-%E2%80%9Cla-comicit%C3%A0%E2%80%9D

In occasione dell’arrivo al Bioparco di Roma di due rinoceronti bianchi, Thomas e Kibo, nei prossimi tre fine settimana i bambini potranno partecipare ad attività a tema.

Sabato 12, 19 e 26 ottobre dalle 10.30 alle 15.45 si svolgerà la visita guidata dal titolo ‘I big 5 del Bioparco!’

Percorso a tappe tra giraffe, elefanti, leoni, leopardi e rinoceronti, alla scoperta della savana africana e dei suoi abitanti più appariscenti.

Per tutto il giorno inoltre si terranno gli incontri ‘Alla scoperta del mondo dei rinoceronti’ a cura dello staff per conoscere tutte le caratteristiche dei rinoceronti bianchi e curiosità sui due maschi presenti al Bioparco.

Domenica 13, 20 e 27 ottobre dalle ore 10.30 alle 16.30 presso la nuova area dei rinoceronti si potrà partecipare al gioco ‘Prendiamoli di mira’:

Una sfida di tiro al bersaglio per combattere i bracconieri e aiutare i guardiaparco a salvare i rinoceronti.

E poi al laboratorio intitolato ‘Cornuto a chi? Per scoprire le tante forme presenti in natura e l’utilizzo che se ne fa toccando con mano corna e palchi.

Anche durante le domeniche lo staff sarà a disposizione per far conoscere tutte le caratteristiche dei rinoceronti bianchi e curiosità su Thomas e Kibo.

Le attività delle giornate sono comprese nel costo del biglietto.

BIOPARCO DI ROMA

INFO: 06.3608211 e www.bioparco.it

ORARIO              9.30 – 18.00 (ultimo ingresso alle 17.00)

TARIFFE            ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro,

bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 10 anni: € 13.00,

biglietto adulti: € 16.00.

EVITA LA CODA! I biglietti si possono acquistare anche on line su bioparco.it e nei punti della rete TicketOne ed al Call Center 892.101

Seguici su Facebook: www.facebook.com/amicidelBioparco

cid:image001.jpg@01CDD88F.34249CB0

Francesca Ciocci

Ufficio Relazioni Esterne

Fondazione Bioparco di Roma

Viale del Giardino Zoologico, 20 – 00197 Roma

Tel. 06.3608211 – 06 36082107

fax: 06.3207389

www.bioparco.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/vallerano-secondo-weeek-end-dedicato-al-frutto-dop-la-castagna/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-sociale-di-amelia-operaincanto-2019/

“Dopo di me” e sviluppato dall’associazione Asta (Associazione Salute e Tutela degli Animali),

Condividere la propria vita con un compagno a quattro zampe, anche se si è in età avanzata, e avere qualcuno disposto a prendersi cura di questo binomio speciale.

È quanto prevede il progetto intitolato “Dopo di me” e sviluppato dall’associazione Asta (Associazione Salute e Tutela degli Animali), in collaborazione con Vetonline24, e patrocinato da FederAnziani Senior Italia e dall’Assessorato alla crescita culturale di Roma.

Il progetto verrà presentato il prossimo 28 settembre, alle ore 10, nella Sala Protomoteca del Campidoglio.

Impatto positivo su salute e umore

Vivere con un animale domestico ha un impatto positivo su salute e umore, riduce la solitudine e aumenta la serenità favorisce la socializzazione ed è uno stimolo a muoversi.

A dichiararlo sono gli over 65, secondo i quali la propria vita è migliore grazie alla presenza di un pet, cane o gatto che sia.

Lo stesso Osservatorio di FederAnziani Senior Italia ha calcolato, in un’indagine, che il Sistema Sanitario Nazionale risparmierebbe ben 4 miliardi di euro l’anno nel curare e gestire patologie quali il diabete,

la depressione e le malattie cardiocircolatorie che registrano un significativo miglioramento quando nella vita di un anziano è presente un animale da compagnia.

Tutti elementi positivi che spingerebbero a trascorrere la propria vita con un pet.

Quali sono, dunque, le criticità che potrebbero riguardare l’adozione di un cane o un gatto da parte di persone anziane?

“Probabilmente la gestione e la sistemazione dell’animale in caso di perdita del proprietario”, spiega Susanna Celsi, presidente dell’associazione Asta (Associazione Salute e Tutela degli Animali), Onlus di diritto dal 1994 e promotore del progetto “Dopo di me”.

Progetto dedicato a una fascia di popolazione per alcuni versi considerata debole, gli over 65, che vorrebbe poter godere della compagnia di un animale domestico.

“Secondo la legislazione italiana, l’animale domestico è una res che viene ereditata al momento della dipartita del proprietario, proprio come avviene per un immobile o un qualunque bene di proprietà.

Ma non sempre gli eredi possono o vogliono prendersi cura dell’animale in questione, ed ecco che nasce l’incertezza dell’adozione, perché non si è sicuri del dopo e di che fine farà l’animale.

Dubbi assolutamente legittimi che condividiamo appieno.

Da qui l’idea di far nascere questo progetto attraverso il quale vorremmo permettere agli anziani oltre i 65 anni di età di non privarsi dell’affetto di un animale domestico. Non solo.

Ci piacerebbe che queste persone fossero parte attiva nella società e insegnassero, attraverso la loro esperienza, la buona convivenza tra persone e animali, perché gli anziani hanno tanto da insegnarci e il loro ruolo è fondamentale per i più piccoli”.

Come realizzare il progetto

Per realizzare questa finalità l’associazione Asta ha pensato a un’organizzazione che, a 360 gradi, si prenda cura del binomio animale-anziano con una serie di attività tra loro connesse.

Tutti i dettagli del progetto verranno presentati in Campidoglio, nella Sala Protomoteca, il prossimo 28 settembre alle ore 10.

Chiunque può sostenerlo e i proventi derivanti dalle donazioni ricevute e dalle attività istituzionali dell’associazione Asta assicureranno la copertura delle spese.

 Da ottobre, poi, partirà la selezione dei volontari coinvolti, iniziando da Roma per poi allargarsi alle altre città.

“Siamo fiduciosi e speriamo in un’ampia adesione da parte dei cittadini”, ha concluso la presidente Asta, “perché crediamo realmente che questo sia un problema molto sentito al quale è importante offrire una soluzione.

Ad oggi sono tanti gli anziani che si sentono inutili, spesso un peso per la società e i familiari, e invece costituiscono una risorsa che può dare ancora tanto, ed è importante offrire loro un sostegno che permetta di aiutare allo stesso tempo una categoria altrettanto in difficoltà e indifesa com’è quella degli animali.

Da sempre ci battiamo perché questi ultimi abbiano maggiori diritti, contro i maltrattamenti e i soprusi che subiscono e la cattiveria gratuita che a volte viene perpetrata a danno loro.

Con la realizzazione di questo progetto potremo dare una seconda possibilità di vita agli anziani e ai loro animali e far sì che entrambi arrivino più serenamente al traguardo finale.

Contiamo anche sull’aiuto che altri cittadini vorranno darci per sostenere questo progetto, perché tutti possono contribuire attivamente a realizzarlo”.

Per avere maggiori informazioni sul progetto e sulla possibilità di contribuire attivamente è possibile contattare l’associazione Asta al 3346551646 o visitare il link associazioneasta.com/dopo-di-me.

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/la-new-way-del-jackie-o-di-via-boncompagni/

https://unfotografoinprimafila.it/uomini-sullorlo-di-una-crisi-di-nervi-al-teatro-7/


Come fa la giraffa a vivere a sei metri da terra? Lo scoprirete al Bioparco in “Incontri di Natura”

Com’erano fatti gli animali del passato? Perché gli escrementi sono di forma, colore e consistenza diversa e perché le blatte soffiano?

Per rispondere a questi e a tanti altri quesiti il Bioparco organizza tre domeniche 15, 22 e 29 (dalle ore 11.00 alle ore 17.00) di “Incontri di Natura”.

Nel parco saranno dislocate otto postazioni con crani, modelli tridimensionali, escrementi, e animali vivi.

Un’occasione per ricevere curiosità su molte specie animali e partecipare a giochi e attività in compagnia degli operatori del Bioparco.

I laboratori a cui si potrà partecipare sono: “I RIS della Natura”, per cercare e interpretare le tracce degli animali.

“Animali dal passato”, alla scoperta di specie del passato, tra ammoniti, trilobiti e resti di dinosauro come veri paleontologi.

“Questione di equilibri”: gioco di abilità per comprendere che siamo tutti interconnessi.

E poi: “Punti di vista”, per mettere a confronto adattamenti e peculiarità della specie più alta del mondo e di quella più bassa.

“Formidabile predatore”, per scoprire in che modo denti lunghi, artigli affilati e un manto mimetico rendano predatori efficienti.

“I perché della Natura”, per scoprire che anche i serpenti hanno le zampe e che i rospi respirano con la pelle.

“Uova da record”, da 10 kg a pochi grammi: un gioco per approfondire il variegato mondo delle uova.

“Chi ha fatto la fatta?” per analizzare gli escrementi di diverse specie e trarne tante informazioni.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di evidenziare caratteristiche e curiosità delle specie animali presenti al Bioparco.

La voglia di sensibilizzare sulla tutela della Biodiversità, sottolineando l’importante ruolo della comunità internazionale degli zoo per la salvaguardia delle specie minacciate di estinzione.

(EEP, EAZA, Strategia mondiale degli Zoo, ecc…).

Credit fotografico: Archivio Bioparco

Fondazione Bioparco di Roma

Viale del Giardino Zoologico, 20 – 00197 Roma

Tel. 06.36082118 – 348.2465431 – fax: 06.3207389

www.bioparco.it

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-golden-di-roma-italia-e-capo-verde-in-dialogo-musicale/

https://unfotografoinprimafila.it/la-storia-a-processo-di-elisa-greco-marilyn-monroe-colpevole-o-innocente/

Estate 2019. Parte la campagna educativa dell’Ordine Medici Veterinari di Roma cui ha aderito la Polizia di Stato.

I consigli per viaggiare in sicurezza con i nostri amici animali in un prezioso vademecum.

Anche gli animali vanno in vacanza.

Spiaggia e montagna sono sempre più “pet” e allora come affrontare un viaggio con i nostri amici a quattro zampe?

I consigli migliori per viaggiare in totale sicurezza arrivano grazie alla campagna educativa dell’Ordine Medici Veterinari di Roma cui ha aderito anche la Polizia di Stato.

Nell’ambito della collaborazione è stato stilato un vademecum per affrontare gli spostamenti con i nostri amici a quattro zampe in serenità.

Non solo suggerimenti utili, come la dovuta attenzione alle norme di trasporto di cani e gatti negli appositi supporti previsti a norma di legge, ma anche regole da osservare in caso di incidenti o avvistamenti di animali sulle strade.

In occasione dei quali si raccomanda di contattare i numeri di emergenza evitando di fermarsi e scendere dall’auto nel tentativo di bloccare l’animale, comportamento pericoloso che potrebbe provocare ulteriori incidenti.

Per il benessere in viaggio dei nostri animali ricordiamo di: fare soste, munirsi di una ciotola d’acqua fresca, mettersi in viaggio, ove possibile, negli orari meno caldi, predisporre gli appositi documenti in caso di viaggi all’estero e valutare i disturbi legati al mal d’auto con il proprio medico veterinario.

Avere un animale implica la consapevolezza di dover essere proprietari responsabili, per questo è importante anche che il cane sia dotato di microchip, unica vera carta d’identità dell’animale, e che sia iscritto all’anagrafe canina.

Testimonial della campagna Cinzia Leone, Enzo Salvi, insieme ai loro amatissimi cani, Lillo (al secolo Pasquale Petrolo) del duo comico “Lillo e Greg”, amante dei gatti, che si sono resi protagonisti di alcuni video-messaggi per sensibilizzare l’opinione pubblica.

Si ricorda che anche quest’anno la Polizia di Stato con la campagna nazionale #lamiciziaèunacosaseria, è in prima linea contro l’abbandono degli amici a quattro zampe durante il periodo estivo: partire insieme è un atto d’amore e l’amicizia è una cosa seria.

Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione Ordine Medici Veterinari di Roma
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it

Questa mattina nei splenditi giardini dell’Aranciera di San Sisto è stata presentata l’iniziativa di prevenire il fenomeno estivo dell’abbandono di animali.

Alla presenza della Sindaca, Virginia Raggi, del Presidente della Commissione Capitolina all’Ambiente, Daniele Diaco, e del direttore artistico della kermesse teatrale, Achille Mellini.

Tutti d’accordo a puntare e favorire l’adozione responsabile degli ospiti dei canili di Roma Capitale della Muratella e Ponte Marconi

Con questo slogan “Se abbandoni, sei complice!” la sindaca nel suo discorso ci ha detto:

““Se abbandoni, sei complice!” È lo slogan della nuova campagna contro l’abbandono estivo degli animali domestici dell’iniziativa, che quest’anno può contare su due testimonial d’eccezione: l’attore romano Stefano Fresi e il cagnolino Benji.

Abbandonare un cane non solo è disumano ma è anche un reato.

E la campagna – con oltre 1000 manifesti, retrobus, spot radio e social – punta a prevenire e contenere il fenomeno, favorendo allo stesso tempo l’adozione responsabile degli ospiti dei canili di Roma Capitale.

Da gennaio a oggi abbiamo accolto più di 810 animali nei due canili comunali di Muratella e Ponte Marconi.

Negli stessi mesi, ben 513 esemplari sono stati adottati. Circa 210 cani sono stati ricongiunti ai loro proprietari e altri smistati in rifugi convenzionati.

Ma questi dati non bastano: vogliamo incentivare ancora di più le adozioni e fornire assistenza a chi desidera aiutare un animale.

Sul sito www.canilidiroma.it, sono disponibili i contatti per la richiesta di affido e anche le foto, con relativa scheda informativa, di ciascun animale.

Un ringraziamento speciale va a Stefano Fresi che ha prestato gratuitamente la propria immagine per questa importante campagna di comunicazione.

E voglio ringraziare anche una nostra agente della Polizia Locale che ieri ha salvato una cagnolina sottraendola alla strada e allo sfruttamento e adottandola.

È un bell’esempio per tutti i cittadini. Ringrazio anche Gianluca Perilli, primo firmatario sulla legge contro il maltrattamento sugli animali.

Abbandonare un cane è un atto orribile e criminale.

Adottare un cane è un atto d’amore

Foto By Adriano Di Benedetto

The gallery was not found!

“Maremma che Jack”, centinaia di Jack Russell per un raduno a prova di zampa. Centro Cinofilo Flyin Dog 16 giugno 2019 Lucca

Un piccolo grande cane: energico, scattante, simpatico.

Il Jack Russell, creato dal Reverendo Russell per dare la caccia a volpi e roditori, è un ottimo animale da compagnia e per questo sono in tantissimi ad amarlo.

Lo sanno bene i fondatori dell’associazione Jack Russell Terrier Italia, Mirko Tomasetto e Ramona Cusma, ormai da anni impegnati nell’organizzazione di eventi in tutta Italia dedicati a questa vivacissima razza, che tornano, attesissimi, a Lucca per dare vita a “Maremma che Jack 2019”.

Un raduno seguito da centinaia di estimatori che si svolgerà il 16 giugno, dalle 10.00, presso il Centro Cinofilo Flying Dog in via Sillori 860.

Una giornata intensa e colorata di sorrisi ed emozioni, all’insegna dell’integrazione tra umani e quattro zampe che possono condividere momenti insieme in totale libertà.

Tra esibizioni e prove di Agility, Rally Obedience, anche le selezioni nazionali per JrtItalia Agility Team 2020 e un’infinità di giochi grazie ai quali divertirsi insieme, come Temptation Jack e Jack senza Frontiere, fino al bellissimo percorso in piscina con tanto di tuffi.

Gran finale con le premiazioni e l’arrivederci al prossimo anno.

Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it

Foto Flavio Di Properzio

https://unfotografoinprimafila.it/marco-ligabue-a-roma-con-il-suo-sara-bellissimo-tour-2019/

https://unfotografoinprimafila.it/na-cosetta-estiva-il-live-der-piotta-dal-vivo-a-roma-giovedi-13-giugno/

Vivere, convivere, lottare, soccombere alle specie aliene invasive: queste le tematiche al centro della riunione di esperti dal titolo ‘Alieni a Roma’ al Bioparco di Roma.

Organizzata oggi dalla Fondazione Bioparco in collaborazione con Life ASAP (Alien Species Awareness Program) coordinato dall’ISPRA (l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale).

Parlare di questa cittadinanza parallela che ormai abita stabilmente le città e delle azioni per sensibilizzare l’opinione pubblica sul fenomeno.

Pappagalli, testuggini palustri americane, nutrie, punteruoli rossi e tanti altri sono in preoccupante aumento a Roma e stanno causando seri problemi alla biodiversità cittadina, fino all’estinzione delle specie autoctone e all’alterazione degli habitat che occupano.

Attualmente in Italia sono presenti più di 3.000 specie aliene, introdotte spesso volontariamente, di cui oltre il 15% invasive.

A livello europeo, negli ultimi 30 anni, il numero di specie alloctone è cresciuto del 76% e in Italia del 96%.

Per contenere tale fenomeno ogni anno l’Unione Europea sostiene dei costi che superano i 12 miliardi di euro.

Nella Capitale più di mille coppie di parrocchetto dal collare di origine asiatica, e altrettante di parrocchetto monaco, di origine sudamericana, si contendono i quartieri Parioli il primo, San Giovanni e Appio il secondo.

Il punteruolo rosso dell’Estremo Oriente ha cancellato buona parte delle palme dagli orti botanici e dalle piazze; resistono coraggiosamente quelle di piazza di Spagna.

“Le sponde del Tevere sono il rifugio di famiglie di nutrie, roditori oversize dall’aspetto simile ai ratti, spiega il Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Francesco Petretti.

Le zanzare tigre, è solo questione di giorni, con le copiose piogge di maggio ci faranno ‘vedere le stelle’.

I parrocchetti – continua Petretti – cacciano dal nido picchi e storni, cince e torcicolli, le nutrie devastano la flora acquatica dei laghetti nei parchi e del Tevere.

Per alcune specie è difficile dare numeri, ma è verosimile sostenere che le testuggini d’acqua americane, le stesse che si vendevano nei luna park a 100 lire, superino le decine di migliaia di esemplari.

Fra loro si nasconde anche qualche temibile testuggine azzannatrice americana, un vero mostro dalle mandibole a becco.

E l’elenco delle specie aliene invasive, che un tempo venivano definite esotiche, è ancora lungo, e gli effetti negativi che questi animali hanno sull’ecosistema urbano, con tutte le componenti indigene, sono senza precedenti.

Le famiglie in visita al Bioparco – conclude Petretti – saranno coinvolte per segnalare la presenza degli alieni nei giardini e per le strade dei quartieri romani”.

CREDIT FOTO: Bruno Cignini

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-olimpico-replica-straordinaria-dei-musicanti-il-musical-con-le-canzoni-di-pino-daniele/

https://unfotografoinprimafila.it/continua-il-grande-successo-della-commedia-uno-di-troppo-il-tesoro-di-mamma-di-danilo-de-santis/

????????????????????????????????????

In occasione della Festa della mamma promozione speciale a sostegno della ‘Casa della Mamma’ con “Occhio all’alieno”

Domenica 12 maggio 2019 il Bioparco dedica una giornata alle specie aliene presenti nel nostro Paese.

Dalle ore 11.00 alle 17.00 saranno organizzati giochi, attività e si andrà alla scoperta di animali e piante molto particolari come la chiocciola gigante africana, la testuggine dalle guance rosse, le gambusie (pesci d’acqua dolce) il rospo delle canne, il fico degli ottentotti (pianta grassa originaria del sud Africa).

L’obiettivo delle attività è sensibilizzare le famiglie sulla pericolosità di questi animali per gli ecosistemi, ma soprattutto quello di far comprendere come adottare comportamenti sostenibili per evitare che il fenomeno si estenda replicandosi senza fine.

Nel parco saranno presenti sei postazioni: Battaglia speciale, una divertente battaglia navale a caccia di alieni; Staffetta con guscio, gioco sull’alimentazione delle testuggini.

Chi sarà il più forte? L’equilibrio dell’ecosistema, per capire cosa accade all’ambiente quando vengono introdotte specie aliene.

E poi Se-mi soppianti, il gioco del badminton per un’avvincente gara sulla dispersione dei semi; Un buco nell’acqua, attività per comprendere le capacità di espansione delle specie aliene infine: Occhio all’alieno, in cui si potranno osservare da vicino gli animali alieni per conoscerli meglio.

L’iniziativa è parte del programma di “EUREKA! Roma 2019” promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e della campagna di educazione ambientale “Occhio all’alieno”’ promossa da Eduzoo, il gruppo di lavoro degli educatori UIZA (Unione Italiana Zoo e Acquari) nata con lo scopo di sensibilizzare le famiglie nei confronti dell’introduzione di specie aliene, considerata una delle principali cause di perdita di biodiversità.

Le attività della giornata sono comprese nel costo del biglietto.

 Inoltre, sempre domenica 12 in occasione della Festa della mamma, con una donazione libera alla casa famiglia “La Casa della Mamma” tutte le mamme potranno entrare al parco a soli € 3.00 (anziché € 16.00).

La donazione si può fare attraverso il sito http://www.casadellamamma.org/ oppure domenica stessa presso lo stand accanto alla biglietteria del Bioparco.

La promozione è valida solo per domenica 12 maggio. Per usufruire dell’ingresso agevolato si dovrà esibire in cassa copia dell’avvenuta donazione.

 La Casa della Mamma nasce il 22 maggio del 1969, come casa famiglia accoglie giovani madri gestanti o con i loro bambini inviate dal Tribunale dei Minori e in accordo con i servizi sociali per intraprendere un percorso di crescita ed autonomia che permetta loro di dar forma al loro desiderio di donne, madri e cittadine.

Credit fotografico: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni.

BIOPARCO DI ROMA

INFO: 06.3608211 e www.bioparco.it

Seguici su Facebook: www.facebook.com/amicidelBioparco

ORARIO        9.30 – 19.00 (ingresso consentito fino alle ore 18.00).

 TARIFFE  

ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro, bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 12 anni: € 13.00, biglietto adulti: € 16.00.

EVITA LA CODA!

I biglietti si possono acquistare anche on line su bioparco.it ; nei punti della rete TicketOne ed attraverso il call center 892.101.

   

Una nuova manifestazione felina organizzata da “I gatti della Piramide” per trascorrere un po’ di tempo in colonia, con i nostri meravigliosi gatti: concedetevi  un momento di micio-relax!

Sabato 4 maggio e domenica 5 maggio  2019 dalle ore 10.30 (fino alle 17.30) presso l’Area Archeologica della Piramide Cestia ci sarà il cat-mercatino, vari incontri e attività, e soprattutto avremo cuccioli e gatti  che cercano casa!

Un’adozione responsabile che vi cambierà la vita,  e donerete una nuova vita a un piccolo peloso.

Sabato alle 10.30 verrà consegnato il Premio Gattara 2019 (quinta edizione)  realizzato in collaborazione con Almo Nature, e avremo presente come ospite Dario Pulcini Assessore all’ambiente del V municipio.

Con il quale ARCA e Gatti di Torpignattara stanno portando avanti un bel progetto per i gatti.

Sabato inaugureremo l’angolo dedicato all’Art Cat, l’arte con i baffi con la presenza di alcuni artisti e artigiani che realizzano opere artistiche a tema gatto; saranno con noi fra gli altri, Valentina Pierella di Non dire gatto se non l’hai ritratto, Natascia Campanelli di Nastasciarte, e Daniele Malantrucco di I Gatti di Terracotta.

Da non perdere gli incontri organizzati per continuare a diffondere la cultura felina e sensibilizzare i cittadini sul corretto comportamento da tenere difronte ai gatti di  “razza stradale”  e non:

Domenica 5 maggio doppio appuntamento con la cultura felina:  alle 15.30 “Il gatto dalla A alla Z” con l’etologa comportamentista Costanza De Palma: a ogni lettera tirata a sorte corrisponderà un intervento della dott.ssa che spiegherà alcuni comportamenti dei nostri a-mici.

Alle ore 16 “Elaborare l’assenza di Micio” con la psicologa Paola Napoleone che cercherà di darci consigli per superare il dolore per la perdita del nostro amato peloso.

Immancabile il cat-mercatino che ci aiuta a sostenere  ed accudire i nostri morbidi e pelosi amici: troverete tanti oggetti originali, indumenti, e accessori sempre a tema felino, oltre alla maglietta del SupercatPiramide 2019.

Oltre a vedere il meraviglioso sito archeologico  e la Piramide Cestia e il Cimitero Acattolico (visite guidate; la Piramide:

sabato e domenica alle ore 12; il Cimitero Acattolico sabato: alle 11.30 e alle 15.30 e domenica alle 11), giocheremo insieme con il premio della MiciaRiffa.

Alle 14.00 di sabato 4 maggio con il Tour Cat potrete conoscere le storie, e avere un incontro ravvicinato, con i gatti che vivono nella colonia di Piramide.

Per altre info: marzia g. lea pacella  335-201266

A Pasqua al Bioparco si schiudono le uova: sulle rive del laghetto è nato un fenicottero rosa (Phoenicopterus roseus) e si sta registrando un vero e proprio record di coppie in cova.

Il pulcino ha pochi giorni di vita, pesa circa 100 grammi e sta bene. Ancora non è possibile stabilirne il sesso, che sarà svelato dalla genetica nei prossimi mesi.

La nascita è avvenuta dopo circa un mese di cova da parte di entrambi i genitori che in queste ore nutrono a turno il pulcino con una sostanza liquida prodotta dal loro tratto digestivo.

All’oasi del lago del Bioparco la colonia di fenicotteri vive in un ambiente simile al loro habitat naturale.

Nel 2014 al gruppo si sono aggiunti dieci individui provenienti da un zoo tedesco, gli uccelli si sono ambientati e ogni anno hanno iniziato a nidificare, fino al boom di questi giorni in cui si contano una decina di nidi di fango a forma di tronco di cono, presidiati da altrettante coppie.

Non è escluso quindi che nei prossimi giorni si possano avere altre nascite.

Una curiosità di questi uccelli: il caratteristico colore rosa dell’adulto è dovuto ai pigmenti presenti in alcuni microrganismi di cui si nutre, tra cui l’artemia salina, un piccolo crostaceo di cui i fenicotteri sono ghiotti. I giovani sono grigiastri e assumono la colorazione adulta a circa 3-4 anni di età.

Da sottolineare che anche questi volatili subiscono i danni arrecati all’ecosistema in cui vivono dall’inquinamento e dalle attività antropiche.

 CREDIT FOTO: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni

Durante la chiusura delle scuole per le vacanze di Pasqua, ogni giorno al Bioparco saranno organizzate attività tematiche per le famiglie (il programma completo su:

http://www.bioparco.it/vacanze-di-pasqua-al-bioparco/).

Sabato 20 e domenica 21 aprile (Pasqua) per tutto il giorno si susseguiranno: le visite guidate dal titolo ‘È nato prima l’uovo o la gallina?’, un avvincente viaggio per scoprire gli animali che depongono le uova e gli stratagemmi che adottano per riprodursi.

L’attività Tutti nati da un uovo: un emozionante A TuxTu con insetti, anfibi, rettili e piccoli mammiferi per scoprire tutti i segreti delle uova e soprattutto… di chi le fa. I pasti degli animali, a cura dei keeper che saranno a disposizione per rispondere alle domande dei visitatori.

Solo sabato 20: dalle 14.45 alle 15.15 presso il Rettilario si svolgeranno speciali incontri ravvicinati con i rettili, per conoscerne caratteristiche e segreti, a cura dei guardiani.

Tutte le attività delle giornate sono comprese nel costo del biglietto.

CAMPUS PASQUALE – nelle giornate del 18, 19, 23, 24 e 26 aprile inoltre il Bioparco organizza un campus, rivolto a bambini e ragazzi dai 4 ai 12 anni, all’insegna della natura e della scoperta dei segreti della vita del parco e degli animali.

Ogni giorno i bambini affronteranno una missione speciale, come inventare il menu perfetto per gli oranghi, progettare un nuovo exhibit per i suricati, oppure pensare all’arricchimento ambientale per i Pinguini. Maggiori informazioni su: http://www.bioparco.it/campus-di-pasqua/

Credit fotografico: archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni

BIOPARCO DI ROMA

INFO: 06.3608211 e www.bioparco.it

 ORARIO: 9.30 – 19.00 (ingresso consentito fino alle ore 18.00)

 TARIFFE ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro

bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 10 anni: € 13.00

biglietto adulti: € 16.00.