Questa mattina nei splenditi giardini dell’Aranciera di San Sisto è stata presentata l’iniziativa di prevenire il fenomeno estivo dell’abbandono di animali.

Alla presenza della Sindaca, Virginia Raggi, del Presidente della Commissione Capitolina all’Ambiente, Daniele Diaco, e del direttore artistico della kermesse teatrale, Achille Mellini.

Tutti d’accordo a puntare e favorire l’adozione responsabile degli ospiti dei canili di Roma Capitale della Muratella e Ponte Marconi

Con questo slogan “Se abbandoni, sei complice!” la sindaca nel suo discorso ci ha detto:

““Se abbandoni, sei complice!” È lo slogan della nuova campagna contro l’abbandono estivo degli animali domestici dell’iniziativa, che quest’anno può contare su due testimonial d’eccezione: l’attore romano Stefano Fresi e il cagnolino Benji.

Abbandonare un cane non solo è disumano ma è anche un reato.

E la campagna – con oltre 1000 manifesti, retrobus, spot radio e social – punta a prevenire e contenere il fenomeno, favorendo allo stesso tempo l’adozione responsabile degli ospiti dei canili di Roma Capitale.

Da gennaio a oggi abbiamo accolto più di 810 animali nei due canili comunali di Muratella e Ponte Marconi.

Negli stessi mesi, ben 513 esemplari sono stati adottati. Circa 210 cani sono stati ricongiunti ai loro proprietari e altri smistati in rifugi convenzionati.

Ma questi dati non bastano: vogliamo incentivare ancora di più le adozioni e fornire assistenza a chi desidera aiutare un animale.

Sul sito www.canilidiroma.it, sono disponibili i contatti per la richiesta di affido e anche le foto, con relativa scheda informativa, di ciascun animale.

Un ringraziamento speciale va a Stefano Fresi che ha prestato gratuitamente la propria immagine per questa importante campagna di comunicazione.

E voglio ringraziare anche una nostra agente della Polizia Locale che ieri ha salvato una cagnolina sottraendola alla strada e allo sfruttamento e adottandola.

È un bell’esempio per tutti i cittadini. Ringrazio anche Gianluca Perilli, primo firmatario sulla legge contro il maltrattamento sugli animali.

Abbandonare un cane è un atto orribile e criminale.

Adottare un cane è un atto d’amore

Foto By Adriano Di Benedetto

“Maremma che Jack”, centinaia di Jack Russell per un raduno a prova di zampa. Centro Cinofilo Flyin Dog 16 giugno 2019 Lucca

Un piccolo grande cane: energico, scattante, simpatico.

Il Jack Russell, creato dal Reverendo Russell per dare la caccia a volpi e roditori, è un ottimo animale da compagnia e per questo sono in tantissimi ad amarlo.

Lo sanno bene i fondatori dell’associazione Jack Russell Terrier Italia, Mirko Tomasetto e Ramona Cusma, ormai da anni impegnati nell’organizzazione di eventi in tutta Italia dedicati a questa vivacissima razza, che tornano, attesissimi, a Lucca per dare vita a “Maremma che Jack 2019”.

Un raduno seguito da centinaia di estimatori che si svolgerà il 16 giugno, dalle 10.00, presso il Centro Cinofilo Flying Dog in via Sillori 860.

Una giornata intensa e colorata di sorrisi ed emozioni, all’insegna dell’integrazione tra umani e quattro zampe che possono condividere momenti insieme in totale libertà.

Tra esibizioni e prove di Agility, Rally Obedience, anche le selezioni nazionali per JrtItalia Agility Team 2020 e un’infinità di giochi grazie ai quali divertirsi insieme, come Temptation Jack e Jack senza Frontiere, fino al bellissimo percorso in piscina con tanto di tuffi.

Gran finale con le premiazioni e l’arrivederci al prossimo anno.

Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it

Foto Flavio Di Properzio

https://unfotografoinprimafila.it/marco-ligabue-a-roma-con-il-suo-sara-bellissimo-tour-2019/

https://unfotografoinprimafila.it/na-cosetta-estiva-il-live-der-piotta-dal-vivo-a-roma-giovedi-13-giugno/

Vivere, convivere, lottare, soccombere alle specie aliene invasive: queste le tematiche al centro della riunione di esperti dal titolo ‘Alieni a Roma’ al Bioparco di Roma.

Organizzata oggi dalla Fondazione Bioparco in collaborazione con Life ASAP (Alien Species Awareness Program) coordinato dall’ISPRA (l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale).

Parlare di questa cittadinanza parallela che ormai abita stabilmente le città e delle azioni per sensibilizzare l’opinione pubblica sul fenomeno.

Pappagalli, testuggini palustri americane, nutrie, punteruoli rossi e tanti altri sono in preoccupante aumento a Roma e stanno causando seri problemi alla biodiversità cittadina, fino all’estinzione delle specie autoctone e all’alterazione degli habitat che occupano.

Attualmente in Italia sono presenti più di 3.000 specie aliene, introdotte spesso volontariamente, di cui oltre il 15% invasive.

A livello europeo, negli ultimi 30 anni, il numero di specie alloctone è cresciuto del 76% e in Italia del 96%.

Per contenere tale fenomeno ogni anno l’Unione Europea sostiene dei costi che superano i 12 miliardi di euro.

Nella Capitale più di mille coppie di parrocchetto dal collare di origine asiatica, e altrettante di parrocchetto monaco, di origine sudamericana, si contendono i quartieri Parioli il primo, San Giovanni e Appio il secondo.

Il punteruolo rosso dell’Estremo Oriente ha cancellato buona parte delle palme dagli orti botanici e dalle piazze; resistono coraggiosamente quelle di piazza di Spagna.

“Le sponde del Tevere sono il rifugio di famiglie di nutrie, roditori oversize dall’aspetto simile ai ratti, spiega il Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Francesco Petretti.

Le zanzare tigre, è solo questione di giorni, con le copiose piogge di maggio ci faranno ‘vedere le stelle’.

I parrocchetti – continua Petretti – cacciano dal nido picchi e storni, cince e torcicolli, le nutrie devastano la flora acquatica dei laghetti nei parchi e del Tevere.

Per alcune specie è difficile dare numeri, ma è verosimile sostenere che le testuggini d’acqua americane, le stesse che si vendevano nei luna park a 100 lire, superino le decine di migliaia di esemplari.

Fra loro si nasconde anche qualche temibile testuggine azzannatrice americana, un vero mostro dalle mandibole a becco.

E l’elenco delle specie aliene invasive, che un tempo venivano definite esotiche, è ancora lungo, e gli effetti negativi che questi animali hanno sull’ecosistema urbano, con tutte le componenti indigene, sono senza precedenti.

Le famiglie in visita al Bioparco – conclude Petretti – saranno coinvolte per segnalare la presenza degli alieni nei giardini e per le strade dei quartieri romani”.

CREDIT FOTO: Bruno Cignini

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-olimpico-replica-straordinaria-dei-musicanti-il-musical-con-le-canzoni-di-pino-daniele/

https://unfotografoinprimafila.it/continua-il-grande-successo-della-commedia-uno-di-troppo-il-tesoro-di-mamma-di-danilo-de-santis/

????????????????????????????????????

In occasione della Festa della mamma promozione speciale a sostegno della ‘Casa della Mamma’ con “Occhio all’alieno”

Domenica 12 maggio 2019 il Bioparco dedica una giornata alle specie aliene presenti nel nostro Paese.

Dalle ore 11.00 alle 17.00 saranno organizzati giochi, attività e si andrà alla scoperta di animali e piante molto particolari come la chiocciola gigante africana, la testuggine dalle guance rosse, le gambusie (pesci d’acqua dolce) il rospo delle canne, il fico degli ottentotti (pianta grassa originaria del sud Africa).

L’obiettivo delle attività è sensibilizzare le famiglie sulla pericolosità di questi animali per gli ecosistemi, ma soprattutto quello di far comprendere come adottare comportamenti sostenibili per evitare che il fenomeno si estenda replicandosi senza fine.

Nel parco saranno presenti sei postazioni: Battaglia speciale, una divertente battaglia navale a caccia di alieni; Staffetta con guscio, gioco sull’alimentazione delle testuggini.

Chi sarà il più forte? L’equilibrio dell’ecosistema, per capire cosa accade all’ambiente quando vengono introdotte specie aliene.

E poi Se-mi soppianti, il gioco del badminton per un’avvincente gara sulla dispersione dei semi; Un buco nell’acqua, attività per comprendere le capacità di espansione delle specie aliene infine: Occhio all’alieno, in cui si potranno osservare da vicino gli animali alieni per conoscerli meglio.

L’iniziativa è parte del programma di “EUREKA! Roma 2019” promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e della campagna di educazione ambientale “Occhio all’alieno”’ promossa da Eduzoo, il gruppo di lavoro degli educatori UIZA (Unione Italiana Zoo e Acquari) nata con lo scopo di sensibilizzare le famiglie nei confronti dell’introduzione di specie aliene, considerata una delle principali cause di perdita di biodiversità.

Le attività della giornata sono comprese nel costo del biglietto.

 Inoltre, sempre domenica 12 in occasione della Festa della mamma, con una donazione libera alla casa famiglia “La Casa della Mamma” tutte le mamme potranno entrare al parco a soli € 3.00 (anziché € 16.00).

La donazione si può fare attraverso il sito http://www.casadellamamma.org/ oppure domenica stessa presso lo stand accanto alla biglietteria del Bioparco.

La promozione è valida solo per domenica 12 maggio. Per usufruire dell’ingresso agevolato si dovrà esibire in cassa copia dell’avvenuta donazione.

 La Casa della Mamma nasce il 22 maggio del 1969, come casa famiglia accoglie giovani madri gestanti o con i loro bambini inviate dal Tribunale dei Minori e in accordo con i servizi sociali per intraprendere un percorso di crescita ed autonomia che permetta loro di dar forma al loro desiderio di donne, madri e cittadine.

Credit fotografico: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni.

BIOPARCO DI ROMA

INFO: 06.3608211 e www.bioparco.it

Seguici su Facebook: www.facebook.com/amicidelBioparco

ORARIO        9.30 – 19.00 (ingresso consentito fino alle ore 18.00).

 TARIFFE  

ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro, bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 12 anni: € 13.00, biglietto adulti: € 16.00.

EVITA LA CODA!

I biglietti si possono acquistare anche on line su bioparco.it ; nei punti della rete TicketOne ed attraverso il call center 892.101.

   

Una nuova manifestazione felina organizzata da “I gatti della Piramide” per trascorrere un po’ di tempo in colonia, con i nostri meravigliosi gatti: concedetevi  un momento di micio-relax!

Sabato 4 maggio e domenica 5 maggio  2019 dalle ore 10.30 (fino alle 17.30) presso l’Area Archeologica della Piramide Cestia ci sarà il cat-mercatino, vari incontri e attività, e soprattutto avremo cuccioli e gatti  che cercano casa!

Un’adozione responsabile che vi cambierà la vita,  e donerete una nuova vita a un piccolo peloso.

Sabato alle 10.30 verrà consegnato il Premio Gattara 2019 (quinta edizione)  realizzato in collaborazione con Almo Nature, e avremo presente come ospite Dario Pulcini Assessore all’ambiente del V municipio.

Con il quale ARCA e Gatti di Torpignattara stanno portando avanti un bel progetto per i gatti.

Sabato inaugureremo l’angolo dedicato all’Art Cat, l’arte con i baffi con la presenza di alcuni artisti e artigiani che realizzano opere artistiche a tema gatto; saranno con noi fra gli altri, Valentina Pierella di Non dire gatto se non l’hai ritratto, Natascia Campanelli di Nastasciarte, e Daniele Malantrucco di I Gatti di Terracotta.

Da non perdere gli incontri organizzati per continuare a diffondere la cultura felina e sensibilizzare i cittadini sul corretto comportamento da tenere difronte ai gatti di  “razza stradale”  e non:

Domenica 5 maggio doppio appuntamento con la cultura felina:  alle 15.30 “Il gatto dalla A alla Z” con l’etologa comportamentista Costanza De Palma: a ogni lettera tirata a sorte corrisponderà un intervento della dott.ssa che spiegherà alcuni comportamenti dei nostri a-mici.

Alle ore 16 “Elaborare l’assenza di Micio” con la psicologa Paola Napoleone che cercherà di darci consigli per superare il dolore per la perdita del nostro amato peloso.

Immancabile il cat-mercatino che ci aiuta a sostenere  ed accudire i nostri morbidi e pelosi amici: troverete tanti oggetti originali, indumenti, e accessori sempre a tema felino, oltre alla maglietta del SupercatPiramide 2019.

Oltre a vedere il meraviglioso sito archeologico  e la Piramide Cestia e il Cimitero Acattolico (visite guidate; la Piramide:

sabato e domenica alle ore 12; il Cimitero Acattolico sabato: alle 11.30 e alle 15.30 e domenica alle 11), giocheremo insieme con il premio della MiciaRiffa.

Alle 14.00 di sabato 4 maggio con il Tour Cat potrete conoscere le storie, e avere un incontro ravvicinato, con i gatti che vivono nella colonia di Piramide.

Per altre info: marzia g. lea pacella  335-201266

A Pasqua al Bioparco si schiudono le uova: sulle rive del laghetto è nato un fenicottero rosa (Phoenicopterus roseus) e si sta registrando un vero e proprio record di coppie in cova.

Il pulcino ha pochi giorni di vita, pesa circa 100 grammi e sta bene. Ancora non è possibile stabilirne il sesso, che sarà svelato dalla genetica nei prossimi mesi.

La nascita è avvenuta dopo circa un mese di cova da parte di entrambi i genitori che in queste ore nutrono a turno il pulcino con una sostanza liquida prodotta dal loro tratto digestivo.

All’oasi del lago del Bioparco la colonia di fenicotteri vive in un ambiente simile al loro habitat naturale.

Nel 2014 al gruppo si sono aggiunti dieci individui provenienti da un zoo tedesco, gli uccelli si sono ambientati e ogni anno hanno iniziato a nidificare, fino al boom di questi giorni in cui si contano una decina di nidi di fango a forma di tronco di cono, presidiati da altrettante coppie.

Non è escluso quindi che nei prossimi giorni si possano avere altre nascite.

Una curiosità di questi uccelli: il caratteristico colore rosa dell’adulto è dovuto ai pigmenti presenti in alcuni microrganismi di cui si nutre, tra cui l’artemia salina, un piccolo crostaceo di cui i fenicotteri sono ghiotti. I giovani sono grigiastri e assumono la colorazione adulta a circa 3-4 anni di età.

Da sottolineare che anche questi volatili subiscono i danni arrecati all’ecosistema in cui vivono dall’inquinamento e dalle attività antropiche.

 CREDIT FOTO: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni

Durante la chiusura delle scuole per le vacanze di Pasqua, ogni giorno al Bioparco saranno organizzate attività tematiche per le famiglie (il programma completo su:

http://www.bioparco.it/vacanze-di-pasqua-al-bioparco/).

Sabato 20 e domenica 21 aprile (Pasqua) per tutto il giorno si susseguiranno: le visite guidate dal titolo ‘È nato prima l’uovo o la gallina?’, un avvincente viaggio per scoprire gli animali che depongono le uova e gli stratagemmi che adottano per riprodursi.

L’attività Tutti nati da un uovo: un emozionante A TuxTu con insetti, anfibi, rettili e piccoli mammiferi per scoprire tutti i segreti delle uova e soprattutto… di chi le fa. I pasti degli animali, a cura dei keeper che saranno a disposizione per rispondere alle domande dei visitatori.

Solo sabato 20: dalle 14.45 alle 15.15 presso il Rettilario si svolgeranno speciali incontri ravvicinati con i rettili, per conoscerne caratteristiche e segreti, a cura dei guardiani.

Tutte le attività delle giornate sono comprese nel costo del biglietto.

CAMPUS PASQUALE – nelle giornate del 18, 19, 23, 24 e 26 aprile inoltre il Bioparco organizza un campus, rivolto a bambini e ragazzi dai 4 ai 12 anni, all’insegna della natura e della scoperta dei segreti della vita del parco e degli animali.

Ogni giorno i bambini affronteranno una missione speciale, come inventare il menu perfetto per gli oranghi, progettare un nuovo exhibit per i suricati, oppure pensare all’arricchimento ambientale per i Pinguini. Maggiori informazioni su: http://www.bioparco.it/campus-di-pasqua/

Credit fotografico: archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni

BIOPARCO DI ROMA

INFO: 06.3608211 e www.bioparco.it

 ORARIO: 9.30 – 19.00 (ingresso consentito fino alle ore 18.00)

 TARIFFE ingresso gratuito per bambini al di sotto di un metro

bambini di altezza superiore ad 1 metro e fino a 10 anni: € 13.00

biglietto adulti: € 16.00.

Il prossimo venerdì 19 aprile Baubeach®, la spiaggia per cani ecofriendly di Maccarese, riapre i suoi battenti, per dar modo ai Soci di festeggiare il ponte pasquale al mare in compagnia del proprio compagno a quattro zampe.

Novità della stagione sarà la realizzazione del Progetto Zero Plastica, denominato Happy Sea Happy Earth! Baubeach®, per rendere tangibile il suo impegno ambientalista, ha convertito l’impianto idrico per la produzione di acqua potabile naturale, gasata e naturalizzata.

Borracce in Tritan, erogatori alla spina di prodotti biocompatibili, installazioni artistiche e cura nel dettaglio di ogni scelta nel totale rispetto dell’ambiente.

L’occasione del 19 aprile  sarà buona per conoscere di persona alcuni tra i docenti del Corso di Formazione per Addetti alla Custodia e al Benessere dei Cani, qualificato da FCC (Formatore Cinofilo Certificato) che si svolgerà a Baubeach® a partire dal prossimo 4 maggio e di cui si potranno leggere i contenuti  nelle pagine del sito www.baubeach.net  e www.baumood.net

Altra novità stagionale è l’installazione di una BauSpa organizzata da Tolettatori professionisti, per cui sarà possibile tornare a casa dopo la giornata al mare, con il cane profumato e asciutto, sempre nel rispetto ambientale, quindi con uso di prodotti biocompatibili e metodi gentili.

Da quest’anno l’area della spiaggia più ambita dai cani romani ospiterà un Ashram, luogo di riposo, meditazione e pratica Yoga: un’altra delle passioni coltivate nella Associazione.

Spazio suggestivo, raccolto, fresco e luminoso, tra il mare e la macchia mediterranea, con un esclusivo piano inclinato (Oblique Platform) dove praticare le pose più semplici dello Yoga  in inversione: un  modo per ossigenare il cervello e riposare il cuore, sperimentando un  benessere “olistico” che è uno dei principali obiettivi che la Associazione persegue, perché “la serenità e il benessere della persona si riflette direttamente nel suo compagno a quattro zampe”.

La stagione che inizia sarà per Baubeach® un banco di prova per la realizzazione del Progetto per la salvaguardia degli Oceani e dei suoi abitanti, “Happy Sea Happy Earth”, che vedrà la sua inaugurazione il 18 maggio prossimo, prendendo forma dalla adesione al Progetto “Lidi Amici Del Mare”, promosso dal WWF Italia, da Legambiente e dalla Fiba Confesercenti.

Dall’alba al tramonto la spiaggia diverrà sede di un “Arcipelago “di Realtà Operative nell’ambito dell’impegno per la salvaguardia del Pianeta Terra: ognuno sarà la piccola goccia di un oceano in evoluzione, tornando all’idea cult del Baubeach®, secondo la quale “ognuno deve fare la sua parte” come nella magica fiaba africana del Colibrì, che partecipa allo spegnimento dell’incendio nella foresta trasportando nel becco una goccia d’acqua.

BAUBEACH®
Via Praia a mare snc – Maccarese
00057 Fiumicino RM
Infoline: +39 3492696461
Facebook (Gruppo): Amici del Baubeach
https://www.facebook.com/groups/53525178480/?fref=ts
Facebook(Pagina): BaubeachVillageASDMaccarese
https://www.facebook.com/Baubeach/?fref=ts

Ufficio Stampa: Elisabetta Castiglioni
Tel +39 06 3225044 – +39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Al Bioparco di Roma “Vacanze di Pasqua 2019” un campus rivolto ai ragazzi

Durante la chiusura delle scuole per le vacanze di Pasqua 2019, il Bioparco organizza un campus, rivolto a bambini e ragazzi dai 4 ai 12 anni, all’insegna della natura e della scoperta dei segreti della vita del parco e degli animali.

Le giornate di apertura sono: 18, 19, 23, 24 e 26 aprile 2019 – orario: dalle 8.30 alle 16.30.

Nel contesto unico del Giardino zoologico della Capitale, ogni giorno i bambini affronteranno una missione speciale, da portare a termine entro la fine della giornata.

Come inventare il menu perfetto per gli oranghi, progettare il un nuovo exhibit per i suricati, ideare una campagna di comunicazione a tema, oppure pensare all’arricchimento ambientale per i Pinguini.

I costi (pranzo incluso): prima giornata 35 euro (secondo fratello: 30 euro); dal terzo giorno: 30 euro; per cinque giorni: 145 euro.

Per informazioni:

www.bioparco.it

Ass. Il Flauto Magico

Tel. 06.5816816 – 366.9254067

http://ilflautomagico.net/blog/campus-di-pasqua-al-bioparco/

Al Bioparco è arrivata Arabella, una femmina di binturong di 13 anni nata allo Zoo di Dortmund e proveniente dal Safari Park di Longleat (Inghilterra).

Binturong, nella lingua malese, significa ”orso gatto”, sebbene l’animale non abbia affinità né con i gatti né con gli orsi: appartiene all’ordine dei carnivori, ma si nutre anche di frutti e fiori, e abita le foreste tropicali del sud-est asiatico, fino a 3.000 m di altitudine.

Si tratta di una specie minacciata di estinzione e la sua consistenza numerica in natura si è ridotta del 30% nell’ultimo ventennio.

Le principali cause sono la deforestazione e il bracconaggio per la carne, la pelliccia, il mercato degli animali da compagnia e la medicina tradizionale cinese (le ghiandole perianali sono utilizzate per la cura di malattie mentali).

È considerato “Vulnerabile” dalla IUCN (Unione Mondiale per la Conservazione della Natura), per questo il Bioparco partecipa al programma EEP (European Endangered species Programme) per la specie.

Una curiosità su questo schivo animale è che emette un caratteristico odore di pop corn dovuto alla sua urina.

CREDITO FOTO: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni

Bioparco di Roma

Progetto di alternanza scuola lavoro al Bioparco di Roma

La professionalità dell’educatore ambientale è al centro del progetto di alternanza scuola lavoro promosso dal Bioparco di Roma che quest’anno coinvolge gli studenti del Liceo Scientifico Statale Nomentano di Roma.

I parchi, i giardini zoologici, gli acquari e i Musei della scienza sono strutture attive nel campo dell’educazione ambientale che hanno l’opportunità di sensibilizzare un ampio numero di persone, solo al Bioparco di Roma ogni anno transitano 500 mila visitatori.

In tale contesto, la figura dell’educatore ambientale, anche conosciuto come comunicatore della scienza o animatore scientifico, è di fondamentale importanza poiché funge da mediatore culturale.

Al Bioparco gli studenti si caleranno nei panni dell’educatore ambientale e, dopo una fase teorica in cui comprenderanno il valore educativo e la mission di una struttura zoologica per la conservazione delle specie in via di estinzione, passeranno ad attività pratiche come l’ideazione, progettazione e simulazione di visite guidate e i laboratori pratici di gruppo.

Foto: Archivio Bioparco 

L’UFFICIO STAMPA

Fondazione Bioparco di Roma

Tel. 06.3608211

fax: 06.3207389

www.bioparco.it

Al Bioparco di Roma il Carnevale si festeggia domenica 3 marzo con la giornata intitolata ‘Vita sott’acqua’, in collaborazione con il WWF Italia.

L’evento si svolge in adesione alla Giornata mondiale della vita selvatica (World Wildlife Day), quest’anno a tema ‘l’acqua e i suoi abitanti’.

Per l’occasione si svolgeranno molteplici attività ludico didattiche rivolte alle famiglie ed è prevista una promozione speciale rivolta a chi si presenterà in biglietteria mascherato da animale acquatico: i bambini, fino a 10 anni entreranno gratis, mentre gli adulti avranno diritto all’ingresso a 13 Euro (anziché a 16).

Il WWF Italia promuove la petizione Salviamo gli oceani dalla plastica per chiedere un accordo globale per fermare la dispersione di plastica in mare.

Fenomeno dai contorni tragici, un dato per tutti: le plastiche costituiscono il 95% di tutti i rifiuti del Mar Mediterraneo e che rappresentano ormai una delle principali cause di minaccia per molte specie marine.

Il programma della giornata: dalle ore 11.00 alle ore 16.00 presso l’area dei pinguini del Capo saranno presenti postazioni tematiche in cui, tra l’altro, sarà simulato il salvataggio di una tartaruga marina.

Si potrà esaminare la quantità impressionante di plastica realmente rinvenuta nello stomaco di un capodoglio, tra cui 115 bicchieri, 25 sacchetti di plastica, due infradito e molto altro; toccare con mano le microplastiche contenute in molti prodotti di uso quotidiano come dentifrici e scrub per il corpo.

E poi, osservare da vicino un rospo comune, specie che frequenta gli ecosistemi di acqua dolce, per comprendere quanto la sua pelle sia sensibile all’inquinamento ambientale e perché.

Alle ore 12.00 si svolgerà un incontro speciale con i guardiani del reparto uccelli per saperne di più sul gruppo pinguini del Capo del Bioparco.

Alle ore 11.30 e alle ore 14.30, presso l’Oasi del lago sarà messo in scena un divertente spettacolo ricco di spunti e prove di abilità per scoprire i segreti del mondo marino e sui tanti animali che lo popolano, ma soprattutto per scoprire quali siano le minacce e come proteggerlo.

Ci saranno inoltre postazioni di face painting per tutti, per trasformarsi nel proprio animale o personaggio preferito.

Il tutto in compagnia dei clown del Bioparco intratterranno i visitatori con giochi in tema con la giornata.

Il World Wildlife Day, giunto alla sua quarta edizione, si svolge il 3 marzo di ogni anno per ricordare la data in cui è stata firmata una delle più importanti convenzioni internazionali per la conservazione della biodiversità, quella di Washington (CITES) che regolamenta il commercio di fauna e flora minacciate di estinzione.

Per maggiori informazioni o per fare una donazione http://wildlifeday.org/

CREDIT FOTOGRAFICO: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni

INFO: www.bioparco.it  – 06.3608211

ORARIO        9.30 – 17.00 (ingresso consentito fino alle ore 16.00)

EVITA LA CODA!

I biglietti si possono acquistare anche on line su bioparco.it e nei punti della rete TicketOne ed al Call Center 892.101