L’Istituzione Universitaria dei Concerti presenta “Organizzando”, la sua prima serie di concerti di organo nelle chiese di Roma, ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Sono quattro concerti, che iniziano mercoledì 29 maggio 2019 e proseguono fino al 19 giugno.

Il patrimonio di musica organistica sacra è vastissimo e di enorme valore – basti pensare a quanti capolavori Bach ha dedicato a questo strumento – e le chiese romane custodiscono moltissimi organi storici di grande pregio.

Oggi sono spesso inutilizzati o utilizzati al di sotto delle loro possibilità: da queste considerazioni è nata la decisione della IUC di dar vita a questa serie di concerti, che riprende una tradizione che fino a pochi decenni fa era fiorente a Roma e richiamava masse di ascoltatori.

 Il primo concerto (mercoledì 29 maggio alle 21.00) avrà luogo nella chiesa di Santa Maria in Campitelli (Piazza Campitelli 9), dove, accanto alle opere dei maggiori pittori barocchi operanti a Roma, come Sebastiano Conca, il Baciccia e Luca Giordano, sono presenti ben due organi storici.

Uno è un organo positivo – quindi di piccole dimensioni – e fu realizzato dall’organaro Pollicolli nel 1635, quindi ideale per l’esecuzione della musica di quel secolo.

L’altro è un organo monumentale realizzato nel 1909 dall’importante casa organaria tedesca “Fratelli Rieger”, adatto alle grandiose creazioni organistiche del tardo barocco, dell’Ottocento e dell’inizio del Novecento.

 L’organista Franco Vito Gaiezza aprirà il concerto con Girolamo Frescobaldi, organista della basilica di San Pietro dal 1608 al 1643, forse il più grande organista della storia, insieme a Johann Sebastian Bach, che ammirò e studiò attentamente l’opera del più anziano maestro italiano.

Seguono altri compositori del Seicento: Giovan Battista Fasolo, che fu organista nella Chiesa dei SS.

Apostoli, il portoghese Antonio Correa Braga, la cui Battaglia del VI Tono fu ai suoi tempi famosissima,  Johann Kaspar Kerll, tedesco di nascita ma romano di studi, e Alessandro Scarlatti, protagonist della musica a Roma tra Seicento e Settecento.

Si giunge così a Johann Sebastian Bach, di cui verranno eseguiti un Corale della Cantata n. 22 e Mortificaci con la tua bontà, nella trascrizione di B. Williams.

Il programma riserva anche delle sorprese, come un giovanile Sonata per organo di Vincenzo Bellini, generalmente ricordato solo per i suoi melodrammi, e la trascrizione organistica di “Serenade for the Dolly” da Children’s Corner  di Claude Debussy.

Si conclude con “Echi di gioia” del compositore contemporaneo Hans André Stamm.

“Organizzando” proseguirà il 5 giugno a san Luigi dei Francesi con l’organista Daniel Matrone e l’11 e 19 giugno nella Chiesa Evangeica Luterana di via Sicilia con gli organisti Francesco Finotti e Livia Mazzanti.

INFO per il pubblico:         tel. 06 3610051/52

www.concertiiuc.it – botteghino@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it          

 Ufficio Stampa della IUC – Istituzione Universitaria dei Concerti:

Mauro Mariani

tel. 335 5725816

m.mariani.roma@gmail.com

 Il 2 giugno a Nemi l’86°edizione della Sagra delle Fragole

LA SAGRA 
Torna un appuntamento imperdibile la Sagra delle fragole di Nemi, il 2 giugno, tra le più longeve, blasonate e conosciute sagre a livello internazionale.

Tra i partner di questa edizione oltre a quello istituzionale della Regione Lazio ci saranno Radio Dimensione Suono Soft, Cinecittà World.

Cittadina deliziosa dei Castelli Romani da lungo tempo Nemi ha fatto delle fragole il suo vanto e la fama.

Il particolare microclima favorito dalla presenza dell’omonimo lago, insieme con la costanza degli abitanti che per secoli hanno cercato le piantine nel sottobosco per trapiantarle nei poderi terrazzati delle pendici del lago o sulle sponde del lago stesso, permettono una coltivazione rigogliosa.

E chi è ghiotto del frutto simbolo di Nemi e dell’estate, non può certo perdersi questo appuntamento unico.

IL SINDACO

Per non deludere le aspettative, l’edizione di quest’anno propone un cartellone di appuntamenti importanti sia dal punto di vista culturale che folcloristico dichiara il sindaco di Nemi Alberto Bertucci.

Il sindaco cerca di andare incontro a tutte le esigenze e i gusti dei tantissimi partecipanti tra i turisti, i visitatori, i numerosissimi castellani che affollano ogni anno il piccolo borgo, gli appassionati d’arte e di storia e ovviamente, i più piccoli.

IL PROGRAMMA DEL 3 GIUGNO

Per ora possiamo anticiparvi la giornata cult del 2 Giugno:
Ore 10:00, celebrazione santa Messa presso il Santuario del Santissimo Crocifisso.
Ore 11:00, inaugurazione della Mostra dei Fiori e dell’arte della Composizione 

Ore 11:30, sfilata delle splendide fragolare in costume tipico con partenza da piazza Umberto Primo accompagnate dalla band musicale Compatrum diretta dal Maestro Emilio Bossone.

Ore 13:00, saluto del Sindaco di Nemi Alberto Bertucci e delle autorità presenti.

Ore 15:00 “FOLKLORE NEL BORGO”
Ore 16:00, sfilata delle splendide fragolare in costume tipico accompagnate dal gruppo folcloristico Terra Nemorense.
Ore 19:00, distribuzione gratuite delle fragole a tutti i presenti.
Ore 21:00, spettacolo Piazza Umberto I Melody Orchestra e direttamente da Made in Sud Marco Capretti
Ore 23:00, Spettacolo pirotecnico fuochi d’artificio.

LE FRAGOLARE

Protagoniste indiscusse della Sagra saranno come sempre le ‘Fragolare’, che come ogni anno, sfileranno in corteo per il paese indossando l’antico costume della tradizione: gonna rossa, bustino nero, camicetta bianca e mandrucella di candido pizzo in testa.

Per l’intera settimana i vicoli del paese si riempiranno di banchi dove verranno proposte le due varietà tipiche della zona, le fragoline e i fragoloni: dalle marmellate ai liquori, dallo spumante fragolino ai primi piatti come il riso alle fragole, il frutto simbolo di Nemi sarà esaltato in tutte le sue caratteristiche.

Il Comune diventa smart con MyNemi.

L’amministrazione comunale potrà interagire con cittadini e turisti attraverso un’applicazione mobile nativa per smartphone e tablet.

Il Comune di Nemi è a portata di mano.

Tutto racchiuso in una applicazione mobile dedicata e commissionata dall’amministrazione comunale.

MyNemi, l’app istituzionale disponibile gratuitamente sull’Apple Store e Google Play, fa convergere in un solo dispositivo il flusso di informazioni istituzionali, turistiche, culturali e commerciali, sia verso la cittadinanza sia verso l’amministrazione.

Interazione e inclusione digitale sono garantiti da una app che sarà aggiornata costantemente trasformando l’informazione istituzionale e istituzionale e l’offerta del territorio in un semplice e immediato touch.

https://unfotografoinprimafila.it/a-labico-il-matrimonio-dellanno-tra-eva-grimaldi-e-imma-battaglia/

https://unfotografoinprimafila.it/tradizione-teatro-presenta-lunga-vita-festival-di-davide-sacco/

Geplaatst door Comune di Nemi op Dinsdag 21 mei 2019

Hanno detto Sì davanti alla senatrice Monica Cirinnà da Antonello Colonna Resort & spa

Se lo sono promesso d’innanzi alle famiglie, quelle di sangue e quelle che la vita ti porta in dono. Eva Grimaldi e Imma Battaglia

Lo hanno detto di fronte ad una emozionata Senatrice Monica Cirinnà e ai tanti amici con cui per anni, hanno lottato in favore della sublimazione di un Amore che non è diverso da altri.

In tempi come questi, risulta anche più forte e più vero di tanti altri.

La scorsa domenica 19 maggio nella campagna romana in cui lo chef Antonello Colonna, esattamente sette anni prima, ha innalzato la sua cattedrale del gusto, “il matrimonio dell’anno” come molti lo hanno definito, si è consumato tra gli applausi e la commozione di tutti.

In barba al momento storico, alla corrente politica, ai pareri discordanti, ai manifesti giganti sulle facciate delle metropoli. In barba ai social network, agli haters, ai matrimoni finti ed alle storie fasulle. In barba alla pioggia, al tempo e ad un maggio che così freddo non lo era da oltre 50 anni.

In barba a tutto ci sono loro.

Belle come mai prima ad ora, grazie al tocco sapiente del maestro di bellezza Paolo Di Pofi.

Con le lacrime a fior di pelle Eva e con la gioia esplosiva negli occhi di Imma, in mezzo a 230 invitati e ad un centinaio di persone pronte a curarsi di loro, illuminate da un raggio di sole che spunta dopo interminabili giorni di pioggia.

Eva prende Imma per mano e insieme percorrono quella navata immaginaria che Ceccotti Flowers ha allestito per loro contro ogni avversità.

Enzo Miccio ed il suo entourage, fino all’arrivo dei primi ospiti non hanno voluto arrendersi all’evidenza, quell’Amore non poteva che coronarsi sotto il buon auspicio dell’arcobaleno.

I suoi abiti sapientemente costruiti addosso alle spose, sono tuniche di bellezza ed eleganza che le cingono alla perfezione.

Un momento da ricordare che le telecamere di Real Time hanno ripreso sin dagli albori del percorso, seguendo Miccio e le spose dal primo incontro e che andrà in onda il prossimo giugno 2019.

E la perfezione è un peccato di cui le due si sono indelebilmente macchiate, poiché resterà vivo nella memoria di ogni presente, quanto meraviglioso è stato il giorno più bello della loro vita.

Dagli ambienti illuminati con maestria dalla Tecno Service 2000 che in due giorni a causa della pioggia, ha smontato e rimontato più volte gli impianti, passando per la musica di primo novecento con l’elegante swing degli Sticky Bones & Mama Inés, mutata in divertimento grazie alle selezioni dell’amica del cuore e dj Paola Dee.

E poi la bontà del maestro Antonello Colonna e del suo staff, il cui cibo ha la genuinità che corrisponde alle spose, in un’equazione dentro cui la variabile del vino di Essentia Italian Food, l’etichetta di Trani che ha benedetto l’unione con ben 800 bottiglie, si inserisce alla perfezione.

La storia lunga settant’anni della pasta di mandorle lavorata a mano dalla Famiglia Fieschi, insieme ai Confetti Maxtris, sono gli ineccepibili cadeaux sulle impeccabili tavole fornite da Ele Lights.

E infine la torta, decorata dalle statue di pasta di zucchero di Molly Coppini e disegnata e realizzata dall’amico di sempre Marco Andreotti.

La cui pasticceria di Marco resta il simbolo degli amori incompresi, perché strettamente legata al più noto amico Ferzan Ozpetek, che con i suoi film ha combattuto la discriminazione nelle sale cinematografiche di tutta Italia.

Un momento di gioia, una giornata di festa.

Una gioia che Eva e Imma non hanno voluto tenere privata, ma che hanno condiviso con la onlus L’Africa Chiama a cui hanno chiesto di destinare tutte le donazioni al posto dei consueti regali.

Raffaella Nannini portavoce dell’associazione, manda a dire con grande commozione a nome del presidente Italo Nannini, che la cifra raccolta sarà utilizzata per la realizzazione di un centro di maternità alla periferia di Lusaka, capitale dello Zambia.

Dove si spera potranno nascere tanti bambini e dove le giovani madri potranno godere di tutte le cure necessarie.

Il progetto del centro di maternità era in embrione da tempo e solo con le donazioni raccolte si potrà dare inizio ai lavori.

“Natotele” in Zambia significa grazie e dunque “Natotele a tutti gli invitati che hanno deciso di celebrare l’unione di Eva e Imma con il più bello dei gesti d’Amore”.

Anch’io Adriano Di Benedetto di Un Fotografo in prima fila voglio fare tantissimi auguri a Eva Grimaldi e a Imma Battaglia, e auguro alla coppia tanta felicità e gioia.

https://unfotografoinprimafila.it/tradizione-teatro-presenta-lunga-vita-festival-di-davide-sacco/

https://unfotografoinprimafila.it/al-teatro-garbatella-va-in-scena-principesse-senza-corona/

Prende il via il 21 maggio per continuare fino al 2 settembre 2019 la terza edizione di Lunga Vita Festival, per la direzione artistica di Davide Sacco e la direzione organizzativa di Ilaria Ceci di Tradizione Teatro, giovani creativi, amanti della cultura e del teatro nelle loro contaminazioni.

Dal 2017, il festival ha raggiunto importanti obiettivi, collocandosi sul territorio come polo artistico e culturale di riferimento per un pubblico trasversale.

Il tutto con una proposta artistica fatta di teatro, musica, danza, letteratura e cinema, che torna nell’estate 2019 sviluppandosi in cinque prestigiose location della capitale, dal Teatro Argentina all’Accademia Nazionale di Danza all’Aventino, passando per il Teatro Valle, fino al Museo delle Civiltà all’Eur e al Mercato di Testaccio.

Molti gli artisti coinvolti tra cui Daniel Pennac, Peter Stein, Emma Dante, Stefano Massini, Vinicio Marchioni, Francesco Montanari e Musica Nuda.

Primo appuntamento è quello del 21 maggio con la mostra “E poi Roma – Spin-Off di 1987 // 2017 Trent’anni Uniti”, dedicata ai Teatri Uniti e ai registi fondatori Mario Martone, Toni Servillo e all’indimenticato Antonio Neiwiller, fino al 2 giugno al Teatro Argentina, dove il 30 maggio sarà proiettato il film “Il Teatro al Lavoro” per la regia di Massimiliano Pacifico, prodotto da Teatri Uniti.

 Dal 13 al 22 luglio, tra prime e seconde serate, saranno 19 gli spettacoli ospitati dall’Accademia Nazionale di Danza, che inaugura gli appuntamenti con la serata Premio Kemp, in collaborazione con la Compagnia Lindsay Kemp, dedicato allo sviluppo e al riconoscimento delle avanguardie del teatro danza nazionale.

Il ricordo del visionario coreografo e danzatore britannico rivivrà proprio nel luogo e nel festival in cui realizzò il suo ultimo workshop nell’estate 2018.

Il 14 luglio, in collaborazione con PAV, si accendono i riflettori sulla prosa di Esteve Soler, tra gli autori catalani più rappresentati, il cui nome è presente con lo spettacolo “Contro la Libertà”, diretto da Mauro Lamanna in scena con Gianmarco Saurino e Elena Ferrantini.

Segue in seconda serata la comicità degli autori e attori Francesco Arienzo e Valerio Lundini.

Si prosegue il 15 luglio con un altro doppio appuntamento: in prima serata, spazio allo spettacolo “Magari ci Fosse una Parola per Dirlo”, con Stefano Massini e il suo vortice di personaggi, storie e racconti; passerà il testimone ad Alessandro Bardani e Francesco Montanari nell’ormai cult “La Più Meglio Gioventù”.

Martedì 16 luglio è di scena la prosa con “Gli Uccelli – Nubicuculia la Città Impossibile”, di Aristofane per la regia di Cinzia Maccagnano, nove attori seguiti in scena dalla musica dal vivo di Lucrezio De Seta e Franco Vinci.

Lo spettacolo, che arriva dal successo del debutto nell’anfiteatro di Segesta, rappresenta un esperimento di teatro classico al tramonto, come nella tradizione.

Nella stessa sera la pluripremiata compagnia Frosini/Timpano, porta sul palco il testo di David Lescot dal titolo Gli sposi – Romanian Tragedy, pièce seguita dalla leggerezza degli stand up comedians Luca Ravenna, Daniele Tinti, Antonio Ricatti e Martina Catuzzi.

Nella serata del 17 luglio in apertura Enzo Cosimi e la sua creazione coreografica/performativa e installativa dal titolo “La Bellezza ti Stupirà”.

A seguire arriva l’apprezzata ironia di Francesco De Carlo.

Il 18 luglio viaggio nella tradizione popolare siciliana grazie alla musica ed alla ricercatezza di Mario Incudine, seguito dal poliedrico umorista Daniele Fabbri.

Il 19 luglio Vinicio Marchioni e Milena Mancini sono i protagonisti di “La Più Lunga Ora”, ricordi della furiosa storia d’amore tra Dino Campana e Sibilla Aleramo, per la regia di V. Marchioni. In seconda serata arrivano i comici Michela Giraud, Daniele Lanzillotta, Sandro Canori e Stefano Capone.

Il 20 luglio il duo voice&bass Musica Nuda formato da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti si esibirà in un suggestivo ed elegante live che lascerà poi spazio alla stand up comedy di Davide Marini, Velia Lalli, Daniele Gattano e Mauro Kelevra.

Il 21 luglio serata unica con il seguitissimo paroliere Giorgio Montanini.

Il 22 luglio doppio appuntamento: si comincia con la danza della coreografa Antonella Perazzo alla guida della Movin’Beat Company, che invaderà tutti gli spazi dell’Accademia con performance di grande impatto visivo.

Seguirà l’atteso ritorno di uno degli spettacoli più intensi della stagione: “La Scortecata” di Emma Dante.

Dal 30 agosto all’1 settembre il IX Municipio ospita il progetto per bambini “La Città dei Non Adulti” a cura di MAG – Movimento Artistico Giovanile.

Il 2 settembre in chiusura di festival, grande attesa per il debutto romano dello spettacolo “Il Caso Malaussène”, che vedrà sul palco l’autore Daniel Pennac.

Dal 18 al 28 luglio presso il Teatro Valle sarà allestita, per la prima volta in Italia, prodotta da Tradizione Teatro, la mostra dedicata al regista Peter Stein dal titolo Nato a Berlino nel ’37, a cura di Davide Sacco.

Il 20 giugno appuntamento speciale al Museo delle Civiltà con Aelita Andre, giovanissima pittrice australiana dodicenne, che realizzerà una performance e incontrerà gli spettatori.

LUNGA VITA FESTIVAL 2019 / III Edizione

presso Accademia Nazionale di Danza, in Largo Arrigo VII, 5 | Teatro Argentina, in Largo di Torre Argentina, 52 | Teatro Valle, in Via del Teatro Valle, 21 | Museo delle Civiltà, Piazza Guglielmo Marconi, 14 | Mercato di Testaccio, Via Beniamino Franklin

INFOLINE: 348 9263558 – MAIL: lungavitafestival@gmail.com

www.lungavitafestival.com – Biglietti in Vendita su www.ticket.it

Abbonamenti in base al Reddito ISEE e Biglietto Sospeso

UFFICIO STAMPA CARLA FABI E ROBERTA SAVONA
Carla 338 4935947 carla@fabighinfanti.it – Roberta 340 2640789 savonaroberta@gmail.com
www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavona/https://www.instagram.com/ufficiostampafabisavona/

https://unfotografoinprimafila.it/master-of-magic-patxi-nuovo-campione-mondiale-di-street-magic-2019/

https://unfotografoinprimafila.it/al-teatro-garbatella-va-in-scena-principesse-senza-corona/

Oltre 1500 prestigiatori presenti da 40 nazioni, 100 ore ininterrotte di spettacolo, concorsi internazionali, 12 conferenze con celebrity del settore, 7 workshop e 4 Gran Gala del Masters of Magic World Tour.

Senza dimenticare il Campionato Italiano di Magia e, per la prima volta a Torino, il Campionato Mondiale di Street Magic.

Questi i numeri incredibili della XVII edizione del Masters of Magic.

Evento di richiamo internazionale dedicato alla magia che si è appena concluso e che quest’anno è stato ospitato all’interno di un bene patrimonio dell’UNESCO: La Reggia di Venaria.  

A firmare la direzione artistica come sempre il bravissimo Walter Rolfo che ha riunito delle vere eccellenze del settore e la partecipazione straordinaria di Marco Tempest.

Illusionista americano che grazie alla sua creatività è stato assunto dalla NASA per collaborare a un nuovo approccio per le missioni spaziali.

Grande attenzione per la kermesse e applausi calorosi nel gran finale che ha trasformato Torino in un’arena a cielo aperto per con i migliori maghi di strada del mondo.

Dieci perfomer, selezionati dall’ICC (International Consulting Committee di Masters of Magic), felici di sfidarsi nelle strade e nelle piazze per conquistare il titolo del Campionato del Mondo di Street Magic.

La palma della vittoria è stata assegnata allo spagnolo Patxi, secondo posto pari merito ai torinesi Flip e Mr David.

Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it

https://unfotografoinprimafila.it/al-teatro-garbatella-va-in-scena-principesse-senza-corona/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-vascello-presenta-blu-tramonto-scritto-da-luigi-belpulsi/

 Il 25 e 26 maggio sul palcoscenico del Teatro Garbatella approda l’esilarante spettacolo “Principesse senza corona” di e con Barbara Gallo, accompagnata dalla voce fuori campo dell’attore siciliano Mimmo Mignemi.

Uno spettacolo folle e divertente, ”psicoanalitico”, vissuto da una donna che vive nella realtà, ma che si moltiplica in tante donne diverse a partire dall’ immaginario comune delle fiabe.

Fiabe vissute, interpretate e non raccontate in maniera tradizionale, per adulti che non vogliono dimenticare di essere stati bambini.

Le Principesse di questo spettacolo, sono donne vere: Cenerentole fragili e nevrotiche, “Grimildi” ossessionate dalla bellezza estetica, vittime di lifting e liposuzione, accecate dalla rabbia contro la Biancaneve che sono state in passato.

Accanto a principi senza cavallo, spogliati del loro potere; signori di mezza età, incastrati dai “mi piace” su facebook, da imbarazzanti messaggini erotici, da immagini di donne provocanti, di grottesca sensualità.

Si assiste ad uno spettacolo scintillante, intriso di situazioni paradossali, dove realtà e finzione si confondono, il valzer diventa tango, i principi lottano contro le tasse, Facebook spia i nostri amori e WhatsApp, ne diventa complice.

Il 25 e 26 maggio 2019 sabato ore 21.00 domenica ore 18.00

Di e con Barbara Gallo

Voce fuori campo Mimmo Mignemi 

Regia Barbara Gallo

Produzione Associazione Culturale Madé

Teatro Garbatella

Piazza Giovanni da Triora 15, Roma

https://www.facebook.com/Teatro-Garbatella-662037873984730/

Biglietteria on line:

https://oooh.events/evento/principesse-senza-corona-25-maggio-2019/

https://oooh.events/evento/principesse-senza-corona-26-maggio-2019/

Biglietti

Intero 16 euro / Ridotto 10 euro   (+ 2 euro diritti di prevendita)

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-vascello-presenta-blu-tramonto-scritto-da-luigi-belpulsi/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-marconi-culturecreative-presenta-nuovo-premio-teatro-traiano/

Il 25 e il 26 maggio 2019, sarà in scena al Teatro Vascello l’intenso spettacolo scritto e interpretato da Luigi Belpulsi e diretto da Alessandro Prete

 Ci sono giorni in cui basta poco per stravolgere tutto o per mettere in ordine ogni cosa. Teatro Vascello

 “Tutto inizia in una giornata di giugno”. Blu Tramonto è pronto a prendere la sua tazza di caffè come ogni mattina.

 Ma quella mattina qualcosa cambia. Il caffè non c’è. E nulla va esattamente come ogni mattina.

 Blu Tramonto è un nome. Il nome di uno scrittore.

Blu Tramonto è il nome di un ragazzo che ha il sogno di scrivere e di esprimere la sua fantasia, la sua creatività e tutti i mondi che vede in ogni secondo della sua vita.

Si sveglia una mattina e scopre con stupore che il caffè è finito e, per iniziare una giornata degna di rispetto, è costretto ad uscire per comprarlo. In un’azione così semplice quanta vita si nasconde?

Blu Tramonto gioca nell’intreccio folle di pensieri, desideri e paure.

Attraverso un continuo flusso di pensieri il protagonista compie il tragitto verso il supermercato, ma ci sono giorni in cui ogni input percepito potrebbe essere la goccia che fa traboccare un vaso.

A sua volta rappresenta qualcosa di più grande! Così la passeggiata su un marciapiede si snoda passo per passo nella ricostruzione di un’altra verità.

Teatro Vascello – Sala Studio

Sabato 25 e domenica 26 maggio 2019

Sabato ore 21.30 domenica ore 18.30

Di Luigi Belpulsi

Regia Alessandro Prete

Con Luigi Belpulsi    

Produzione Associazione Festa Fun

Teatro Vascello

Via Giacinto Carini 78 Monteverde Roma

Info e prenotazioni 06.5881021 – 06.5898031

Biglietti

Prezzo unico 10 euro

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-marconi-culturecreative-presenta-nuovo-premio-teatro-traiano/

https://unfotografoinprimafila.it/sala-umberto-di-roma-la-ma-ga-mat-srl-presenta-gabriele-cirilli-in-mi-piace/

Venerdì 24 maggio Forever Young Party, Resident Double Fab – Marco Gioia – Max Rezzonico, Voice by Lele Sarallo e Lory Voice al Room 26

Sabato 25 maggio, Resident Luis Bertman – Paolo Pompei, Special Guest David Morales, art director Neon

Sabato 25 maggio, nell’ultimo fine settimana prima dell’estate, il Room 26 ha il piacere e l’onore di accogliere uno dei primi grandi imperatori delle console mondiali.

Da New York (o da chissà quale altra parte del mondo) arriva il grande David Morales, pronto a far esplodere di gioia il pubblico dell’Eur.

Accolto dal direttore artistico Gianluca Neon e dai resident Luis Bertman e Paolo Pompei, il primo divo Morales è la punta di diamante di un weekend che inizia da venerdì 24 maggio con il party Forever Young.

Propone agli amanti della nightlife, le sonorità anni’90 dei padroni di casa Double Fab, Max Rezzonico e Marco Gioia, accompagnati dalle voci di Lory Voice e del seguitissimo Lele Sarallo.

David Morales:

Nato a New York, ma cittadino del mondo, David Morales è tra i nomi più influenti del panorama mondiale e la sua musica ha riempito i club più leggendari come il Loft o il Paradise Garage.

Sin dagli anni ’80 si forma nei locali più importanti della grande mela nel periodo più fiorente quando l’entertainment muove i suoi primi grandi passi.

In coppia con Frankie Knuckles tra i fondatori della vita notturna newyorkese, vede il suo nome ben presto diventare leggenda.

Remixa e produce oltre 500 pubblicazioni con artisti del calibro di Maiah Carey, Aretha Franklin, Michael Jackson e sua sorella Janet, Eric Clapton, Pet Shop Boys, U2, Whitney Houston e Jamiroquai.

Con il suo lavoro si guadagna una nomination per i Grammy Awards nel ’96 con l’album Daydream per la canzone Fantasy, che produce per la Carey.

Una nomination segue anche nel ’98, anno in cui porta a casa il Grammy come “Remixer of The Year”.

Debutta da solita nel ’93 con The Program con la Mercury Records e nel ’98 pubblica Needin U con Definity Records che nel RegnoUnito ha sbancato tutto arrivando al primo posto in classifica dance.

Nel 2005 con la Ultra Records pubblica il suo secondo album intitolato Two World Collide, seguito da Changes nel 2011.

Da moltissimi è considerato uno dei primi DJ super star ed è tra i primi ad aver girato il mondo con la sua musica.

Tratto distintivo della sua arte è anche la poliedricità che lo contraddistingue e che lo porta a spaziare in collaborazioni con grandissimi come Louie Vega o Tony Humphries.

Una versatilità ed un talento che lo portano ad esser sempre pronto ai costanti mutamenti della musica.

 ROOM 26 – Piazza Guglielmo Marconi, 31 – Roma (EUR)

MODALITA’ INGRESSO

Venerdì 24 e Sabato 25 Maggio 2019, dalle ore 23.30 alle ore 4.30

Prezzo in Lista: 15€ Uomo / 10€ Donna (drink incluso)

L’ingresso “Fuori Lista” subirà un supplemento di 5€ sul ticket al botteghino

Per INFO e LISTE, scarica l’APP di Room26, clicca qui: http://bit.ly/approom26

TEL. 333 428 9202 – EMAIL: info@room26.it – www.room26.it

UFFICIO STAMPA CARLA FABI E ROBERTA SAVONA
Carla: carla@fabighinfanti.it
, 338 4935947 – Roberta: savonaroberta@gmail.com , 340 2640789
FB: https://www.facebook.com/UfficioStampaFabiSavona/ – IG: https://www.instagram.com/ufficiostampafabisavona/?hl=it

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-marconi-culturecreative-presenta-nuovo-premio-teatro-traiano/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-porta-portese-presenta-deja-vu-storia-di-un-giovane-principe/

 

 

Ospite della serata l’attrice Jennifer Mischiati allo Spring Regency Ball

Si è tenuto alla Pinacoteca del Tesoriere lo Spring Regency Ball, organizzato dalla Compagnia Nazionale di Danza Storica di Nino Graziano Luca.

L’evento è stato ispirato ai balli di epoca regency, che abbraccia il decennio dal 1811 al 1820, periodo di reggenza del futuro re Giorgio IV, ma che nell’uso comune copre un arco temporale più ampio, che va dal 1795 al 1837, anno di incoronazione della regina Vittoria.

Il dress code è stato, dunque, quello tipico dell’epoca napoleonica.

Una linea a vita alta per le donne, in modo che la figura appaia più alta e slanciata, simile alle statue greco-romane.

Tessuti morbidi, nastri e grandi scialli, e acconciature con chignon e riccioli che ricadono sulla fronte o ai lati del viso; per gli uomini eleganti frac con il colletto alto, panciotti attillati e jabot.

Ospite di questo ballo è stata l’attrice Jennifer Mischiati, vestita per l’occasione insieme a Nino Graziano Luca dalla stilista Monica Fiorito per Atelier Artinà.

La Mischiati prossimamente protagonista di due film internazionali: “Creators – The Past” con Gerard Depardieu e nel film americano “Little America”.

Il trucco e parrucco è stato curato, invece, da Silvia Cannova per Pablo Art director Gil Cagnè.

Tra i generi di danza più amati in epoca regency c’erano sicuramente le quadriglie, derivate dai cotillon, che erano tuttavia ancora in voga ed eseguite in set di quattro coppie disposte in quadrato, e le country dances, eseguite in lunghe linee di cavalieri e dame, che si fronteggiano a una certa distanza, suddivise in set di 2 o 3 coppie.

Anche il valzer inizia ad affacciarsi sulla scena in questo periodo, un valzer lento o saltellato in cui grandissima parte avevano le variazioni di posizione delle braccia dei ballerini.

Spesso all’apertura del ballo veniva eseguito un minuetto, eredità del secolo precedente.

Tra i manuali che sono stati consultati per il repertorio di danza dello Spring Regency Ball citiamo quelli di Thomas Wilson, George M.S. Chivers, James Paine e John Duval.

Durante la serata sono state gustate le prelibatezze gastronomiche di Valle Santa, alla presenza del Direttore Commerciale Paolo Ianni, azienda situata nel cuore della verdeggiante ed incontaminata piana reatina in cui l’alta qualità, la freschezza dei prodotti e l’amore per l’ambiente sono gli elementi principali che la contraddistinguono.

La Compagnia Nazionale di Danza Storica è stata a Modica pochi giorni fa per il Gran Ballo dell’800 dove il Presidente della Rai Marcello Foa si è complimentato con Nino Graziano Luca evidenziando il lavoro di recupero svolto dalla CNDS atto a preservare i valori culturali sottolineando la bellezza dei volti gioiosi dei presenti, simbolo della compagnia.

Ufficio Stampa

Licia Gargiulo – licia.gargiulo@gmail.com

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-marconi-culturecreative-presenta-nuovo-premio-teatro-traiano/

https://unfotografoinprimafila.it/sala-umberto-di-roma-la-ma-ga-mat-srl-presenta-gabriele-cirilli-in-mi-piace/

Festival di corti e monologhi teatrali giunto alla sua VII edizione 30 maggio 2019 al Teatro Marconi

 Da un’idea di Roberta Federica Serrao, organizzazione a cura di Roberta Federica Serrao per CultureCreative in collaborazione con il Teatro Marconi

 Il 30 maggio i giovani talenti aspettano voi!!! Il Teatro Marconi vi dà appuntamento per la Finale del NUOVO “Premio Teatro Traiano”, Festival Nazionale di corti e monologhi teatrali giunto alla sua VII Edizione.

Un appuntamento sempre più atteso dai giovani autori e attori che desiderano sperimentare e mettersi in gioco presentando i loro inediti. Nella serata vedremo rappresentate le nove proposte che hanno superato le tre fasi di selezione su testo.

 Ecco i nomi dei finalisti! STEFANIA PATERNO’ presenta “AMAMI SENZA TRUCCO” (riduzione inedita), COMPAGNIA TORRE DEL DRAGO in “DIONISO CONTRO ORFEO”, MARCO MITTICA in “IL SEQUESTRO MORO”, ALESSANDRA NUTINI in “L’ASSOLO DI CALLISTO”.

STEFANO D’OTTAVIO con “ER MONNO GRIGIO” (riadattamento inedito), RACHELE STUDER con “PAJATA DE SANGUE O TRAGEDIA IN ROMANESCO”, GIANLUCA VANNUCCI con “PURO”.

COMPAGNIA LE BLUND con CRISTINA MUGNAINI e VALERIA MOCCIA in “VIETATO FUMARE”, ANDREA ZANACCHI e DANILO RAMONA GIANNINI con “DESTINATO PER L’INTERNO”

Durante la serata verranno assegnati i seguenti premi; Vincitore sezione a tematica sociale, Vincitore sezione a tema libero e il riconoscimento più ambito vale a dire il “Premio Teatro Traiano Vincitore V edizione” e con esso l’opportunità di presentare un nuovo spettacolo, sempre inedito, nella stagione 2019/2020 presso il Teatro Marconi.

Nella serata, gli spettatori in sala non saranno solo fruitori delle performance ma saranno anche giudici e assegneranno attraverso la loro votazione il “Premio del Pubblico”.

La Giuria di esperti, fiore all’occhiello del Premio, con il delicato compito di valutare le performance e decretare i vincitori, è composta da personaggi noti del mondo del teatro, del cinema e della TV.

FELICE DELLA CORTE (Presidente di Giuria) – Attore e Direttore Artistico del Teatro Nino Manfredi di Ostia e del Teatro Marconi di Roma; STEFANO AMBROGI – Attore, CLAUDIO BOCCACCINI – Regista e attore; GIULIA FIUME – Attrice e autrice.

ALESSANDRO GREGGIA – Musicista, compositore; PATTY OLGIATI – Autrice e attrice; MARCO SIMEOLI – Attore e regista; MASSIMILIANO VADO – Attore e regista.

Condurranno la serata ROBERTA FEDERICA SERRAO (curatrice del Premio) in compagnia dell’attrice RAMONA FIORINI.

30 MAGGIO 2019 ore 21,00- TEATRO MARCONI – VIALE MARCONI  698 E – ROMA (Parcheggio interno)

Biglietto Intero € 17 – Ridotto € 12,00 – Amici, Gruppi e Enti Convenzionati.

PER INFO E PRENOTAZIONI 06.5943554 – 06.45667293info@teatromarconi.it  –

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-porta-portese-presenta-deja-vu-storia-di-un-giovane-principe/

https://unfotografoinprimafila.it/sala-umberto-di-roma-la-ma-ga-mat-srl-presenta-gabriele-cirilli-in-mi-piace/

 

 

Una storia di amore e di amicizia, in scena al Teatro Porta Portese di Roma il 24 maggio 2019

Giulia Fratini e Fabrizio Pagliaretta portano in scena la delicata e poetica storia DE’JA’ VU. Storia di un Giovane Principe.

Il 24 maggio sul palcoscenico del Teatro Porta Portese approda l’emozionante storia “DE’JA’ VU Storia di un Giovane Principe”, scritta diretta e interpretata da Giulia Fratini e Fabrizio Pagliaretta.

“DéJà Vu” narra di un giovane che si sente straniero nella propria terra, che scopre il suo deserto tra le pareti di una stanza.

Il ricordo di un amore si fa sogno e si confonde con la grottesca realtà della società che lo circonda.

Uno spettacolo poetico, che narra in chiave comica, la storia di un principe nelle vesti di un giovane alla ricerca del significato dell’amicizia e dell’amore.

Il giovane André incontrerà nel suo cammino diversi personaggi bizzarri: una manager quasi disposta ad offrirgli un lavoro, un ubriacone e un’altra donna impegnata ad accendere e spegnere i lampioni, ciascuno di loro gli mostrerà la propria visone del modo.

“DéJà Vu” vuole essere un messaggio di tolleranza e amore, nonché di riscoperta del valore dei sentimenti, del prendersi cura delle persone.

Lo spettacolo mette in scena lo sguardo sincero e le speranze del giovane sul futuro, non ancora disilluse dal mondo. Uno spettacolo per tutte le età.

Venerdì 24 maggio ore 21.00

Di e con Giulia Fratini e Fabrizio Pagliaretta

regia Giulia Fratini e Fabrizio Pagliaretta,

sound designer Edoardo Lupacchini

Illustrazioni grafiche Francesco Saverio Capriotti

montaggio video Roberto Mancini

Teatro Porta Portese

Via Portuense 102, Roma

Info e prenotazioni tel. 06.5812395 – 3357255141

Biglietti

Intero 13 euro – ridotto 10 euro (+2 euro di tessera)

https://unfotografoinprimafila.it/sala-umberto-di-roma-la-ma-ga-mat-srl-presenta-gabriele-cirilli-in-mi-piace/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-comunale-le-fontanacce-i-carta-bianca-e-tutta-unaltra-storia/

“Mi Piace” regia di Claudio Insegno alla Sala Umberto 21-26 maggio 2019

“Mi Piace”di Gabriele Cirilli, Maria De Luca, Giorgio Ganzerli, Alessio Tagliento, Ivan Grandi, con Gabriele Noto. Viviamo tutti per un Like, in Italiano “Mi Piace”.

La nostra vita è un continuo avere e dare un giudizio, sin dalla mattina quando ci alziamo e ci guardiamo allo specchio oppure quando scegliamo un vestito, gli amici da frequentare, quando ordiniamo al ristorante un piatto.

Quando scegliamo di andare in vacanza, i programmi tv da guardare, il film al cinema da vedere, il politico da votare, la musica da ascoltare o i libri da leggere.

Per non parlare la dieta da fare, la squadra di calcio da tifare, le persone da seguire sui social.

Insomma “Mi Piace” è la parola chiave della nostra esistenza!

Se PIACI o ti PIACE è fatta! “Mi Piace” il teatro che è un circo delle meraviglie dove tutto è relativo ma possibile.

Quello che io, Gabriele, propongo è uno spettacolo che attraversa tutti i generi del teatro comico: dalla commedia degli equivoci al cabaret, attraverso monologhi, canzoni e balletti che MI impegnano in una prova d’attore completa e sfaccettata.

“Mi Piace” essere quello di sempre, quello partito da Sulmona e non ancora arrivato, quello innamorato del pubblico con passione talmente vera e profonda da creare un legame quasi magico con esso.

Ridere è fondamentale per me perché la risata è contagiosa, è una medicina, un rimedio contro tutto il nero che ci opprime.

Un sorriso illumina di più della corrente elettrica e costa molto meno. Ho abbracciato questa fede e “Mi Piace” quando vedo le persone star bene col sorriso sulle labbra!

“Mi Piace” essere Comico e Commovente al tempo stesso, è l’espressione della mia maturità artistica, di un mattatore della risata che ha ormai conquistato il grande pubblico.

“Mi Piace” essere un attore che del suo mestiere cerca di farne un’arte……con un curriculum non indifferente…vedi…www.gabrielecirilli.net o i miei social!

“Mi Piace” riuscire a creare col pubblico un ‘interazione giusta per far sì che il mio messaggio venga recepito e apprezzato!

“Mi Piace” è il mio Show. Uno show tutto mio è sempre stato il mio sogno nel cassetto, il mio desiderio di voler curare me stesso ma soprattutto gli altri dalla malattia chiamata Esistenza!

L’importante per me è dare sempre emozioni al pubblico…questo è il mio scopo!

Troppo popolare?… Potrebbe essere anche un pregio!

Non sono più capellone da far paura. Cioè, sono ancora da far paura, ma “di mio”, senza più tanti capelli.

No tranquilli non li ho tagliati, li ho persi, ma so benissimo dove sono: un po’ sulla spazzola e il resto sulla strada che ho percorso!”

Mi Piace essere vanesio e narciso come tutti gli artisti.

E per i miei detrattori è anche l’unica cosa che mi accomuna agli artisti. Malelingue della serie: “Cirilli ha davvero la stoffa dell’attore… perché non ha fatto il sarto teatrale?” AHAHAHAH

Sono caratterialmente pacato, ma da quando sono approdato al nord, sono diventato frenetico, iperattivo, febbrile, in qualche modo stressato dal lavoro: insomma “ridotto alla milanese”.

Senza però mai perdere la mia umanità e la mia generosità.

Mi Piace farmi notare, evidenziarmi, spiccare, attirare l’attenzione: se vado in chiesa voglio essere come minimo quello che dà le ostie sull’altare, se vado allo zoo voglio essere quello a cui i visitatori allungano le noccioline dalle sbarre, se vado ad un’asta voglio essere il battitore.

E faccio così fino a confondermi e vado in tilt: una volta mi hanno visto battere all’asta una giraffa a cui davo la comunione.

Ma questo perché sono un mattatore nato. In fondo vivo per lo spettacolo, tanto che il mio sogno è morire sul palcoscenico…

Non potete vedere ma mi sto scaramanticamente toccando affinché ciò si avveri il più tardi possibile, ma così è.

Mi Piace il teatro, e per il teatro mi sono trasformato anche in scrittore… e faccio concorrenza ad Ernest, a Wolfgang, ad Alexandre, a Luigi, a Umberto…

Pirandello ed Eco intendo (certo, senti che differenza: Ernest, Wolfgang, come sono pomposi, sono loro e basta, invece Luigi e Umberto sembrano il macellaio e il parrucchiere sotto casa!

Gli stranieri, si sa, c’hanno sempre una marcia in più, partono avvantaggiati perché già il nome è bello, suona bene. Pensate: Harrison Ford, come suona bene, se fosse nato in Italia sarebbe stato Aristide Fiat, tutta un’altra cosa, secondo me manco sarebbe stato così fico.

Oppure Joe Cocker, in italiano sarebbe stato: Giovanni Barboncino; e potrei citarne tanti, tipo: Jeremy Irons, Geremia Ferri; Glen Close, Guendalina Chiusa; Wim Wenders, Detersivi in Vendita; eccetera eccetera).

Che, avevo aperto una parentesi?

Mbè, la richiudo! Insomma questo spettacolo è uno show col quale riesco ad abbracciare il pubblico fino a portarlo dopo due ore in camerino da me soddisfatto, appagato, stupito, colpito, esterrefatto, basito, sorridente, insomma Guarito.

Mi Piace sentire a fine spettacolo la parola Mi Piace.

La domanda che mi fanno spesso è “Ma io non sapevo che fossi così forte e soprattutto non sapevo chi fossi”.

Nasco nel 1967 a Sulmona dove studio ottenendo brillantemente la licenza elementare, con qualche difficoltà il diploma delle scuole medie e con estrema fatica la maturità classica.

Iscrittomi all’Università “La Sapienza” di Roma abbandono miseramente il corso di Lettere Moderne per seguire il più illustre Gigi Proietti nel suo Laboratorio di Esercitazioni Sceniche di Roma.

Ha così inizio nel marzo del 1988 la mia mirabolante ma importante carriera di attore Drammatico-Comico-Brillante; carriera che abbraccia tutti i generi dello spettacolo.

Dalla TvCinema-Fiction-cabaret-Doppiaggio-Scrittura etc…ma che in Teatro riesce ad avere la più grande, efficace, stupefacente, curiosa, emozionante e soprattutto comica Espressione!

SALA UMBERTO

Via della Mercede, 50 Roma

  www.salaumberto.com tel.06.6794753

Prezzi da 34 a 19 euro

da martedì a venerdì ore 21, sabato ore 17 e ore 21, domenica ore 17

Ufficio stampa teatro Silvia Signorelli signorellisilvia@libero.it Mob. +39 338 9918303

Monica Menna ufficiostampasignorelli@gmail.com

Facebook: SiSicommunication – Twitter: @silviasignore

Sito www.comunicazioneeservizi.com

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-comunale-le-fontanacce-i-carta-bianca-e-tutta-unaltra-storia/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-dellopera-di-roma-nei-municipi-e-teatri-in-comune/