Dieci donne in musica d’autore, Sante Bambole Puttane con Grazia Di Michele e Maria Rosaria Omaggio all’Auditorium Parco della Musica.

Canzoni di Grazia e Joanna Di Michele, monologhi di Pietra Selva, accompagnate da Andy Bartolucci batteria, Fabiano Lelli chitarra, Paolo Iurich pianoforte, Fabrizio Cucco basso.

https://www.auditorium.com/evento/grazia_di_michele_maria_rosaria_omaggio-21070.html

Grazia Di Michele e Maria Rosaria Omaggio di nuovo insieme in scena con il Teatro-Canzone, dopo il grande successo di “Chiamalavita” tratto dalle opere di Italo Calvino.

Domenica 22 settembre, alle ore 19 sarà il Teatro Studio Gianni Borgna dell’Auditorium Parco della Musica di Roma ad ospitare il loro nuovo progetto tutto al femminile.

“Sante Bambole Puttane”, che è anche il titolo del nuovo album di Grazia Di Michele (Egea Music), scritto a quattro mani con la sorella Joanna.

Uno spettacolo incentrato su storie, narrate e cantate, di “donne che attraversano il mondo come ombre cui è negato ogni diritto di esistere davvero.

Auditorium parco della Musica, donne su cui gli uomini a volte proiettano le proprie fantasie, ignorando e negando la loro essenza”.

Donne comuni, dunque, non celebri o straordinarie, ma con storie che meritano di essere raccontate perché anche in quelle vite fioriscono sentimenti e emozioni in cui è possibile riconoscersi.

“Sono sofferenze, e perfino tenerezze – raccontano le due interpreti – che salgono da un’umanità emarginata, speranze che si alimentano di sogni.

Disperata ricerca del bello e del giusto in un mondo che sembra offrire pochi spiragli soprattutto a chi è più debole…

Le donne sempre più spesso, purtroppo, si ritrovano in questa condizione”.

Lora, Amina, Irina, Sonia, Dorina, Helen, Habi, Apollonia, Zelda, Raya, protagoniste di questi racconti in musica e prosa, rappresentano nell’immaginario di tanti le “Sante bambole puttane”.

Benché nella realtà siano donne con un personalissimo patrimonio di sentimenti vissuti, liberati, sognati, fraintesi, repressi, immaginati.

Non ci sono virgole a separare i sostantivi, perché si parla di proiezioni, torsioni di prospettive con cui molti uomini, per debolezza o per un arcano richiamo ancestrale a difendere una posizione di dominio, definiscono le donne che non riescono a capire o che non possono controllare.

Con Sante Bambole Puttane (scritto con sua sorella Joanna e con la regista teatrale Pietra Selva) Grazia Di Michele ritorna al Teatro-Canzone dopo il tour internazionale di Chiamalavita (di e con Maria Rosaria Omaggio).

Spettacolo approdato anche all’Auditorium delle Nazioni Unite a New York.

La prova da attrice in Dì a mia figlia che vado in vacanza con Alessandra Fallucchi per la regia di Maddalena Fallucchi.

Il successo di Io non so mai chi sono con Platinette, portato in Festival e teatri in tutta Italia.

Contemporaneamente al CD omonimo, uscito a giugno di quest’anno, ha pubblicato Apollonia per Castelvecchi editore, il suo primo romanzo.

Maria Rosaria Omaggio, considerata dalla stampa internazionale l’interprete ideale di Oriana Fallaci, per il film Walesa.

L’uomo della speranza del premio Oscar polacco Andrzej Wajda, continua a darle voce e volto in teatro col suo spettacolo Le parole di Oriana in concerto, trasmesso dalla RAI il 29 giugno.

Per la celebrazione dei cinquecento anni di Leonardo da Vinci ha interpretato, scritto e messo in scena nell’Auditorium Parco della Musica lo spettacolo evento Leonardo Psychedelic Genius.

Numerosi i suoi spettacoli dove sono evidenti passione ed esperienza per letteratura e musica.

Auditorium Parco della Musica

Sala Teatro Gianni Borgna

Via Pietro de Coubertin, 00196 – Roma

Biglietti ridotti a €19 prenotando su mail a helikonia@tiscali.it e su whattsapp a +39 392 7937717

Biglietti: 23 euro

Coordinamento comunicazione e ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

+39 06 3225044 – +39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Management e Digital PR Grazia Di Michele:  Nicola Cirillo per Slow Music

info@slowmusic.org  – +39 3299788791

https://unfotografoinprimafila.it/viva-litalia-a-cinecitta-world-con-le-interforze-militare/

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-argot-studio-florian-metateatro-presenta-neve-di-carta/

Viva l’Italia, grande successo per il più grande evento Interforze mai realizzato in un parco a tema. 14 e 15 settembre 2019 Cinecittà World. 

Gazzelle, volanti, auto storiche, laboratori della scientifica, mezzi militari, simulatori di navi, unità cinofile, fanfare e atleti dei gruppi sportivi.

Un colpo d’occhio strepitoso quello che, la scorsa settimana, ha conquistato i visitatori del più grande evento Viva l’Italia Interforze all’interno di un parco divertimenti: Cinecittà World.

E il 14 e 15 settembre si bissa con il suggestivo ed imponente spiegamento di forze per questo evento decisamente unico in Italia.

Le Forze Armate e le Forze dell’Ordine Italiane, e il corpo dei Vigili del Fuoco, che quest’anno festeggiano gli ottanta anni dalla fondazione, sono assolute protagoniste a Viva L’Italia, manifestazione benefica giunta alla quarta edizione.

Al parco divertimenti del Cinema e della TV, sfilano uomini, donne e mezzi che, senza sosta, ogni giorno, garantiscono la nostra sicurezza.

Di grande rilievo, come nelle passate edizioni, l’attività benefica, 2 euro per ogni biglietto speciale legato all’evento saranno devoluti a Enti Assistenziali Familiari di Forze Armate e Forze dell’Ordine.

La kermesse ha un tema: “Campioni di vita, campioni di sport”, con il quale si pone l’accento sulle storie di uomini e donne che sono contemporaneamente atleti olimpici e paraolimpici, servitori dello Stato.

Numerosi i campioni presenti in queste giornate: la schermitrice, pluricampionessa olimpica e mondiale, Valentina VezzaliAndrew Howe Olimpionico lunghista e velocista dell’Aeronautica Militare.

Giorgio Minisini, Medaglia d’Argento ai Mondiali di Gwangju 2019 nel duo misto di sincro, della Polizia di Stato, Damiano Rosatelli, Medaglia d’Oro nella Scherma alle ultime Universiadi dell’Arma dei Carabinieri.

Il duo   Gianni   Landi e Lorenza Borriello di Marina Militare specialisti nel Nuoto per Salvamento, per il Gruppo Sportivo dei Vigili del Fuoco Fiamme Rosse

Il Maestro di Scherma   Bruno Scardini, ed in rappresentanza del   Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa   Fabio Marsiliani giocatore di   Sitting Volley. 

Tra gli altri anche l’attrice Emanuela Aureli con la famiglia.

Un’occasione unica per scoprire, da dietro le quinte, il lavoro quotidiano e le tecniche utilizzate dai Corpi che operano sul nostro territorio e nelle missioni internazionali.

Tra le attività in questo week end:

Sabato 14 settembre:

11.00 Esibizione Fanfara del IV Regimento dei Carabinieri – Cinecittà Show e saluto agli atleti Gruppo Sportivo Marina Militare: Benetti Andrea (Canottaggio); Antonio Achille Di Caterino (Canoa).

Gruppo Sportivo Carabinieri: Gabriele Bernasconi (Tiro al volo); Cristian Ciccotti (Tiro al Volo). Gruppo Sportivo paralimpico Difesa: Raffaele di Luca, Marco Menicucci, Massimo Chiappetta.

15.00 Esibizione di Scherma delle atlete del Gruppo Sportivo Aeronautica Militare presso il Teatro Uno                                             Elisa Vardaro e Valentina De Costanzo

16.00 Esibizione cinofili dei Carabinieri presso la Cinecittà Street

18.15 Esibizione della Banda del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco presso la Cinecittà Street

Domenica 15 settembre:

11.00 Esibizione Farfara della Legione Allievi Carabinieri di Roma – Cinecittà Show con e saluto agli atleti Marina Militare: Benetti Andrea (Canottaggio); Antonio Achille Di Caterino (Canoa).

Gruppo Sportivo paralimpico Difesa: Raffaele di Luca, Marco Menicucci, Massimo Chiappetta, Fabio Tomasulo.

15 Esibizione Pentatlon Moderno discipline Scherma e Pistola Gruppo Sportivo Aeronautica Militare presso il Teatro 1

Francesca Gandolfo e Domenico Porreca.

16.00 Esibizione cinofili Carabinieri presso la Cinecittà Street

18.15 Flash Mob per la Vita a cura del CSE Comitato Scientifico

Federica Rinaudo
Giornalista
Ufficio stampa e comunicazione
Mobile +39 327 7851570
www.federicarinaudo.it

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-argot-studio-florian-metateatro-presenta-neve-di-carta/

https://unfotografoinprimafila.it/romics-fiera-di-roma-ad-altan-il-romics-doro/

Sarà presente a Etna Book la scrittrice e stilista Debora Scalzo tra gli ospiti

Ideatrice della linea di occhiali Dstyle For Debora Scalzo

 La famosa scrittrice siciliana Debora Scalzo, sarà tra gli ospiti di Etna Book 2019 Festival Internazionale del Libro e della Cultura di Catania, il prossimo 19-20-21 settembre.

Sarà presente in veste di giurata tecnica all’interno del Concorso Letterario: “Cultura sotto il Vulcano“.

Dichiarando: “Sono onorata di far parte della giuria tecnica di EtnaBook.

Il Festival è un grande evento letterario che avvicina i giovani alla cultura e che finalmente nasce anche nella mia città d’origine che porto sempre nel cuore, la mia amata Catania”.

Nota al grande pubblico non solo come scrittrice sempre in prima linea per le Forze dell’Ordine, ma anche come autrice musicale, sceneggiatrice cinematografica e art director della casa di produzione televisiva cinematografica e teatrale Aiò Produzioni.

Un’artista a tutto tondo, che alla sua passione per la scrittura è riuscita a unire anche la moda, firmando un’importante collaborazione con il Maestro Domenico Auriemma in arte Dstyle (stilista di occhiali luxury di star di fama internazionali, quali Lady Gaga e Rihanna).

Il 29 aprile scorso è uscita in Italia e all’estero la sua primissima linea di occhiali: Dstyle for Debora Scalzo Collection, presentati in anteprima mondiale durante l’Arab Fashion Week di Dubai, accolta con successo è già amata da tanti artisti del panorama musicale e cinematografico italiano e internazionale.

Dal 1° giugno la collezione è in vendita in tutti gli Emirati Arabi, sull’importante boutique negozio di lusso “Italian Affair”.

Non solo orgoglio italiano nel mondo, ma soprattutto, orgoglio siciliano.

Non ci resta che aggiungere la sua citazione anche come motto di vita, per chi crede nei propri sogni e lotta con sacrificio e determinazione per realizzarli: Chi sogna vive ama crea… Chi sogna può arrivare ovunque”. 

Francesco Fusco

Ufficio Stampa

3384980862

http://www.francescofuscopress.com/

francesco.fusco81@gmail.com

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-argot-studio-florian-metateatro-presenta-neve-di-carta/

https://unfotografoinprimafila.it/romics-fiera-di-roma-ad-altan-il-romics-doro/

Al Teatro Argot Studio Florian Metateatro in collaborazione con Hypsis – Associazione Culturale ACS Abruzzo Circuito Spettacolo Fondazione Tercas e Regione Abruzzo presenta Neve di Carta

liberamente ispirato al libro di Annacarla Valeriano “Ammalò di testa – storie dal manicomio di Teramo”

Scritto da Letizia Russo, Con Elisa Di Eusanio e Andrea Lolli, regia Elisa Di Eusanio e Daniele Muratore

Neve di Carta è una struggente ballata scritta in versi da Letizia Russo tra due contadini abruzzesi del ‘900 che evoca il mito di Orfeo ed Euridice.

Gemma e Bernardino si amano e si sposano.

Gemma, però, è sterile e una ragazza troppo esuberante e vitale per la madre di Bernardino che convince questo suo figlio troppo debole e insicuro a rinchiuderla in manicomio.

Gemma trascorrerà dieci anni nelle mura manicomiali a scrivere lettere al suo amato che non arriva mai.

Un giorno, però, Bernardino deciderà di intraprendere un viaggio nell’aspro Abruzzo per andare a riprendere la sua amata e…

Neve di Carta è una storia poetica e drammatica che fa luce su un sistema sociale fondato sull’esclusione e la paura del diverso.

Note di regia di Elisa Di Eusanio (coregista con Daniele Muratore)

Sia io che Annacarla siamo abruzzesi, teramane per l’esattezza, e proprio a Teramo c’è stato uno dei manicomi più grandi e attivi dell’Italia meridionale custode di storie le più assurde e atroci.

Attraverso un meticoloso percorso di ricerca Annacarla ha rilevato centinaia di lettere scritte a mano dagli internati, più materiale storico e fotografico.

L’aspetto che più mi ha colpito è quello relativo alle donne che venivano internate a cavallo delle due guerre mondiali per futili motivi o irrequietezze ed esuberanze caratteriali e venivano abbandonate e lasciate impazzire o morire in manicomio.

Da teramana questa storia mi ha profondamente toccata e ho voluto trasformarla in atto teatrale cercando di allontanarmi dallo stereotipo degli spettacoli sul manicomio.

Ho affidato quindi la drammaturgia inedita a Letizia Russo, a mio avviso una delle drammaturghe più sensibili e interessanti del nostro panorama teatrale e le musiche al musicista dj teramano Stefano De Angelis che ha sapientemente fuso sonorità elettroniche a sapori popolari.

Neve di Carta

Liberamente ispirato al libro di Annacarla Valeriano “Ammalò di testa – storie dal manicomio di Teramo”

Scritto da Letizia Russo

Dal 26 al 29 settembre 2019

Con Elisa Di Eusanio e Andrea Lolli

Regia Elisa Di Eusanio e Daniele Muratore

Luci Camilla Piccioni

Musiche Stefano de Angelis 66k

Scene Azzurra Angeletti

Costumi Angela Di Eusanio

Aiuto regia Valentina Fois

Assistente scenografa Arianna Sarcone

Foto Valentina De Giovanni

Ufficio Stampa Flaminio Boni

Produzione Florian Metateatro – Centro di Produzione Teatrale

Partner Festival Scenari Europei 2018 | Hypsis – Associazione Culturale

Sostenuto da Zone libre_azioni di sostegno alla creazione contemporanea di Acs Abruzzo Circuito Spettacolo

Teatro Argot Studio

Via Natale Del Grande, 27 | 00153 Roma

Dal 26 al 29 settembre 2019

giovedì, venerdì e sabato ore 20.30

domenica ore 17.30

Biglietti:

intero euro 12,00

ridotto euro 10,00

studenti euro 8,00

Tessera associativa di euro 2,00

per info e prenotazioni

info@teatroargotstudio.com

065898111

WWW.TEATROARGOTSTUDIO.COM

Ufficio stampa

Flaminio Boni

flaminioboni@gmail.com

https://unfotografoinprimafila.it/romics-fiera-di-roma-ad-altan-il-romics-doro/

https://unfotografoinprimafila.it/gaeta-visioni-corte-international-short-film-festival/

Ad Altan, creatore de La Pimpa e maestro della satira italiana, il Romics d’Oro della ventiseiesima edizione

Il fumettista presenta in prima nazionale a Romics Uomini ma straordinari, primo titolo di una serie di volumi in uscita per Coconino Press

Francesco Tullio Altan sarà celebrato con Il Romics d’Oro alla XXVI edizione di Romics Festival del Fumetto

Cinema, Animazione e Games, in programma dal 3 al 6 ottobre ALLA Fiera di Roma.

Il famoso fumettista sarà uno degli ospiti d’onore di questa edizione per celebrare una carriera quarantennale nell’illustrazione e nel fumetto.

Nato a Treviso nel 1942, nel 1975 si stabilisce prima a Milano e poi ad Aquileia, dove vive tuttora.

Sempre nel 1975 realizza per il Corriere dei Piccoli il suo personaggio di maggior successo, La Pimpa, cagnolina a pois entrata nei cuori dei bambini di tutta Italia.

Tale è stata la popolarità delle sue storie che Pimpa, dal 1987, conta un omonimo mensile tutto suo, pubblicato anche in Argentina e Turchia, e una serie animata ancora in programmazione sui canali Rai.

Altan è celebre anche per i suoi romanzi a fumetti, realizzati a partire dagli anni ’70 per un pubblico più adulto, comparsi per la prima volta a puntate sulla rivista Linus diretta da Oreste del Buono.

Dalle parodie di biografie storiche come Colombo e Franz alle ironiche rivisitazioni dell’avventura (Ada nella giungla, Macao, Sandokan), fino ad amare parabole contemporanee come Friz Melone e Cuori pazzi.

Terzo e notissimo aspetto della sua produzione è la satira:

le sue vignette sono state pubblicate su Panorama, Tango, Cuore e Smemoranda, e continua una pluriennale collaborazione con L’Espresso e La Repubblica.

A Romics Altan presenterà in prima nazionale Uomini ma straordinari, edito da Coconino Press che inizia con questo volume la pubblicazione integrale dei romanzi a fumetti di Altan.

Maestro d’ironia nel racconto dell’Italia passata e presente, uno degli autori più radicati nel nostro immaginario collettivo.

In questo volume Altan racconta alla sua maniera vita e imprese di Cristoforo Colombo, San Francesco d’Assisi, Giacomo Casanova e di Ben, il quarto figlio di Noè.

Irriverente e corrosivo, Uomini ma straordinari è il primo di una serie di volumi che presenterà a una nuova generazione di lettori l’arte di Altan.

Maestro di un’ironia tanto graffiante e dura quanto profondamente umana, appassionato difensore del dubbio e del libero pensiero contro ogni convenzione e autorità precostituita.

Altan sarà protagonista a Romics di un incontro con il pubblico, in programma domenica 6 ottobre dalle ore 14:45 alle ore 16:00 presso il Pala Romics – Sala Grandi eventi e proiezioni, pad.9.

La presenza di Altan a Romics è resa possibile grazie alla collaborazione con Coconino Press.

UFFICIO STAMPA: Maurizio Quattrini +39 338 8485333 maurizioquattrini@yahoo.it

https://unfotografoinprimafila.it/gaeta-visioni-corte-international-short-film-festival/

https://unfotografoinprimafila.it/auditorium-parco-della-musica-rita-marcotulli-la-femme-da-cote/

Gaeta dedica a Sergio Leone l’8^ edizione di Visioni Corte International Short Film Festival

Gaeta, 21-28 Settembre 2019

Sarà dedicata al grande Sergio Leone l’8^ edizione di Visioni Corte International Short Film Festival, presentata alla 76^ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nell’ambito del 23° Forum Fedic “Il futuro del corto d’autore”, a cura del critico cinematografico Paolo Micalizzi e della Fedic – Federazione Italiana dei Cineclub.

“Il buono, il brutto il cattivo”, Sergio Leone, 1966.

Foto di Divo Cavicchioli gentilmente concessa a titolo gratuito da ©Archivio fotografico della Cineteca Nazionale, Roma Sergio Leone,1983.

Foto di Angelo Novi gentilmente concessa a titolo gratuito da ©Archivio fotografico della Cineteca Nazionale, Roma

In occasione di due suoi importanti anniversari, i 90 anni dalla nascita (3 gennaio 1929) e i 30 anni dalla scomparsa (avvenuta il 30 aprile 1989), al regista romano, autore di capolavori entrati nella storia del Cinema come Il buono, il brutto, il cattivoC’era una volta il west e C’era una volta in America.

Il festival omaggerà una speciale mostra multisensoriale composta di 40 immagini tratte dai suoi film più famosi e del backstage.

L’esposizione – la prima a livello nazionale – sarà inaugurata il prossimo Sabato 21 Settembre, alle ore 19, nella suggestiva cornice dell’Ipab – SS. Annunziata, un ex Ospedale medievale incastonato nel centro storico di Gaeta.

Realizzata in collaborazione con la Cineteca Nazionale e il Centro Sperimentale di Cinematografia e con il supporto di Arcidiocesi di GaetaIpab e le associazioni AnteOmnia e Tesori dell’Arte. La mostra resterà aperta fino al 28 Settembre.

L’omaggio all’artista che ha realizzato una propria grammatica cinematografica, poi imitata e seguita da tanti altri registi italiani e stranieri, proseguirà Domenica 22 Settembre, con la presentazione dell’ultimo libro del critico cinematografico Italo Moscati, “Sergio Leone: Quando i fuorilegge diventato eroi”, edito da Castelvecchi.

La programmazione dell’8^ edizione di Visioni Corte International Short Film Festival, diretto da Gisella Calabrese, prosegue con la selezione di 71 cortometraggi scelti tra 1.216 cortometraggi provenienti da 55 Nazioni.

Le opere selezionate provengono da 31 nazioni dai 5 continenti: Australia, Austria, Belgio, Bolivia, Canada, Cina, Estonia, Filippine, Francia, Germania, Giappone, India, Iran, Iraq, Israele, Italia, Messico, Moldavia, Nuova Zelanda, Polonia, Russia, Spagna, Sud Africa, Svezia, Svizzera, Taiwan, Thailandia, Turchia, UK, Usa, Venezuela. 

Le proiezioni si svolgeranno dal 23 al 27 Settembre, presso il Cinema Teatro Ariston di Gaeta dove il 28 Settembre si terrà la serata di premiazione dei vincitori delle cinque categorie in gara: fiction internazionale e italiana, animazione, documentazione.

Tra le novità di quest’anno i cortometraggi in Realtà Virtuale: in tale ambito il festival è il primo in tutto il basso Lazio e uno dei pochissimi in tutta Italia ad aver dato spazio a tale genere.

Altri eventi speciali, infine, prevedono un matinée con le scuole, con la proiezione del film “L’eroe” di Cristiano Anania, alla presenza dell’autore e il convegno dal titolo “Crime stories: tra fiction e realtà nel mondo dell’audiovisivo”.

Con la partecipazione della criminologa Immacolata Giuliani; lo psicoterapeuta Fabrizio Mignacca; Ercole Rocchetti, giornalista e inviato della trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?”; la genetista forense Marina Baldi, volto noto della tv.

L’ex capitano dei RIS di Roma, la dottoressa Chantal Milani, antropologa e odontologa forense, specializzata nell’identificazione delle vittime senza nome.

Image

LA STORIA

Visioni Corte International Short Film Festival, organizzato dall’Associazione Culturale “Il Sogno di Ulisse”, con il contributo della Direzione Generale Cinema del Mibac, nasce nel 2012 con l’obiettivo quello di diffondere il talento di tanti autori, soprattutto emergenti, offrendo una vetrina dal respiro internazionale.

Grande attenzione è dedicata al cinema europeo.

In questi anni il festival ha ottenuto importanti riconoscimenti: ha vinto per due volte il “Silver Frame – Festival dei Festival”, come miglior festival italiano di cortometraggi al Video Festival di Imperia, e ottenuto il patrocinio del Padiglione Italia Expo Milano quale manifestazione ad alto valore culturale a livello nazionale.

L’evento è stato inserito dalla Regione Lazio nell’elenco delle Buone Pratiche in ambito culturale.

Fa parte della Fedic – Federazione Italiana dei Cineclub e dell’Afic – Associazione Festival Italiani di Cinema. Ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica.

LE CATEGORIE

CortoAnimation: rivolta a storie di animazione di qualsiasi genere e realizzate con qualsiasi tecnica, anche la stop-motion. L’argomento è libero.
CortoDoc: rivolta ai documentari o reportage, di qualsiasi genere.

CortoFiction International, dedicata alla fiction nel senso più ampio del termine e riservata ai registi e produttori stranieri: possono essere storie inventate di diverso genere (drammatico, commedia, thriller, western, grottesco) o adattamenti di libri e/o racconti o ispirati a fatti realmente accaduti.

Confluiscono in questa categoria anche i musical o music opera.

CortoFiction Italia: rivolta a qualsiasi tematica e genere e dedicata esclusivamente ai registi e produttori italiani.

Spazia dal drammatico alla commedia, al thriller, al fantastico… Le storie possono essere inventate o adattamenti o ispirate a fatti realmente accaduti. Confluiscono in questa categoria anche i musical o music opera.

CortoVirtual: rivolta alla nuovissima categoria dei film a Realtà Aumentata a 360°, realizzati con tecniche innovative e visibili solo attraverso gli speciali visori Oculus, che si indossano come occhiali, ma che permettono allo spettatore una visione all’interno del film, come parte di esso, coinvolgendolo in un’esperienza unica nel suo genere ed estremamente “reale”.

LA GIURIA TECNICA

Di alto profilo la Giuria Tecnica di questa ottava edizione, che valuterà i cortometraggi in gara al fine di assegnare i premi nelle varie categorie.

Presidente di giuria è Luigi Parisi, regista di serie Mediaset di successo come “L’Onore e il Rispetto”, “Il Bello delle Donne”, “Caterina e le sue Figlie”, “Il Peccato e la Vergogna”, “Il Sangue e la Rosa”.

Fanno parte della giuria Filippo Kalomenìdis, autore di serie TV ed head writer di “Romanzo Siciliano” e “Il Tredicesimo Apostolo” in onda su Canale 5 nel 2016 e “Impero”, in sviluppo per Sky, e ha sceneggiato numerosi episodi di “RIS”, “RIS- Roma”, “Squadra Antimafia”, “La Nuova Squadra”.

“Il Sistema”; il regista italo-marocchino Elia Moutamid, pluripremiato per i suoi cortometraggi e vincitore, con il suo lungometraggio “Talien”, del Premio della Giuria al Torino Film Festival e della menzione speciale ai Nastri d’Argento 2018 come migliore opera prima; Alice Rotiroti, sceneggiatrice e regista; e infine i critici cinematografici Roberto Donati e Alessandro Izzi.

I PATROCINI

Visioni Corte International Short Film Festival gode del sostegno della Direzione Generale Cinema del Mibac e aderisce alla FEDIC – Federazione Italiana dei Cineclub e all’AFIC – Associazione Festival Italiani di Cinema.

Gode dell’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e ha ottenuto per due volte la Medaglia del Presidente della Repubblica. Rientra tra gli eventi patrocinati da Matera 2019 Città Europea della Cultura.

E’ inoltre patrocinato da ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, Regione Lazio, Provincia di Latina, Comune di Gaeta, Latina Film Commission.

Speciale partnership, infine, è quella siglata con la piattaforma iPitch.tv, noto portale americano per gli addetti ai lavori di televisione e cinema con famosi partner quali major e case di distribuzione e produzione e importanti brand tecnici, che permetterà a tutti i selezionati e i vincitori di far conoscere il proprio cortometraggio ad un pubblico molto più vasto e soprattutto di settore.

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

+39 06 3225044 – +39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Una striscia di Terra Feconda all’Auditorium Parco della Musica con Rita Marcotulli in “La femme d’à côté”

Festival Franco-Italiano di Jazz e Musiche Improvvisate 2019 XXII edizione, direzione artistica Paolo Damiani e Armand Meignan

 Giovedì 12 settembre ore 21,00 Auditorium Parco della Musica-Teatro Studio 

 RITA MARCOTULLI

‘La femme d’à côté’, estratti da film di Francois Truffaut

 RITA MARCOTULLI,pianoforte,

MICHEL BENITA,contrabbasso,

LUCIANO BIONDINI,fisarmonica/

JAVIER GIROTTO,sax baritono e soprano

AURORA BARBATELLI,arpa celtica,

ROBERTO GATTO,batteria

regia Maria Teresa De Vito

 A SEGUIRE

ADA MONTELLANICO QUINTET

ospite

 MICHEL GODARD

‘WeTuba’

Ada Montellanico voce, testi, musiche

Michel Godard, musiche, tuba, serpentone

Simone Graziano pianoforte

Francesco Diodati chitarra

Francesco Ponticelli contrabbasso

Produzione originale

 L’ultima serata di “Una striscia di terra feconda”, festival franco-italiano di jazz e musiche improvvisate, presenta, giovedì 12  settembre, all’Auditorium Parco della Musica di Roma, in apertura di serata, Rita Marcotulli, con il progetto ‘La femme d’à côté’, estratti da film di Francois Truffaut.

Con la pianista romana sul palco: Michel Benita, contrabbasso, Luciano Biondini, fisarmonica, Javier Girotto, sax baritono e soprano, Aurora Barbatelli, arpa celtica e Roberto Gatto, batteria. Regia Maria Teresa De Vito.

L’intento di Rita Marcotulli (recentemente nominata Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica, dal Presidente Sergio Mattarella), qui alla testa di una band stellare, è quello di tradurre in musica le emozioni che nascono dai film di Truffaut, le cui immagini, con la regia di Maria Teresa De Vito, vengono proiettate sullo schermo alle spalle dei musicisti.

Le musiche, composte dalla stessa Marcotulli, hanno lo scopo di “trovare qualche nesso di comunicazione tra immagini, parole e musica”, come ha dichiarato l’artista: uno scopo ambizioso e raggiunto in pieno con questo spettacolo, in cui le immagini in bianco e nero si amalgamano perfettamente con le agili e versatili note dell’ensemble.

La bravura tecnica ed esecutiva di questi musicisti è pari solo alla loro intensità e partecipazione.

La comunanza di ispirazioni e sensazioni tra il regista francese e la pianista romana è innegabile: la lirica malinconia, la poesia delle piccole cose, la nostalgia per l’infanzia, il desiderio di fuga, le contraddizioni dell’amore e il romanticismo nostalgico e mai scontato, oltre alla capacità di saper raccontare storie come pochi, sono presenti e fondamentali in entrambi.

A seguire, e quindi a chiedere la ventiduesima edizione di “Una striscia di terra feconda”, Ada Montellanico con il suo quintetto con ospite Michel Godard, con la produzione originale “We Tuba”.

Da anni Ada Montellanico, cantante e compositrice tra le più importanti e originali del panorama italiano, nelle sue varie formazioni predilige gli ottoni, strumenti verso cui nutre particolare attrazione e affinità.

In questo nuovo progetto sceglie al suo fianco Michel Godard, artista poliedrico e grande sperimentatore, uno dei più importanti e straordinari tubisti e in assoluto unico suonatore di serpentone.

In questo speciale progetto WeTuba ideato per il festival Una striscia di terra feconda, Ada Montellanico oltre a Godard si è avvalsa della presenza di tre musicisti che attualmente rappresentano la più innovativa espressione del giovane jazz italiano, Simone Graziano al pianoforte, Francesco Diodati alla chitarra e Francesco Ponticelli al contrabbasso.

Un organico originale che nella scelta di non utilizzare la batteria vuole, attraverso la scrittura di nuove composizioni, enfatizzare la costruzione e l’intreccio delle linee melodiche dei vari strumenti. Brani appositamente scritti per questo progetto e cantati prevalentemente in italiano, in un percorso di seducente ricerca.

 INGRESSO: 10 euro

Ufficio stampa “ Una Striscia di Terra Feconda” Maurizio Quattrini 338/8485333 maurizioquattrini@yahoo.it

 Ufficio stampa Musica per Roma tel. 06-80241203 – 228 – 583

ufficiostampa@musicaperroma.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-golden-di-roma-italia-e-capo-verde-in-dialogo-musicale/

 


Come fa la giraffa a vivere a sei metri da terra? Lo scoprirete al Bioparco in “Incontri di Natura”

Com’erano fatti gli animali del passato? Perché gli escrementi sono di forma, colore e consistenza diversa e perché le blatte soffiano?

Per rispondere a questi e a tanti altri quesiti il Bioparco organizza tre domeniche 15, 22 e 29 (dalle ore 11.00 alle ore 17.00) di “Incontri di Natura”.

Nel parco saranno dislocate otto postazioni con crani, modelli tridimensionali, escrementi, e animali vivi.

Un’occasione per ricevere curiosità su molte specie animali e partecipare a giochi e attività in compagnia degli operatori del Bioparco.

I laboratori a cui si potrà partecipare sono: “I RIS della Natura”, per cercare e interpretare le tracce degli animali.

“Animali dal passato”, alla scoperta di specie del passato, tra ammoniti, trilobiti e resti di dinosauro come veri paleontologi.

“Questione di equilibri”: gioco di abilità per comprendere che siamo tutti interconnessi.

E poi: “Punti di vista”, per mettere a confronto adattamenti e peculiarità della specie più alta del mondo e di quella più bassa.

“Formidabile predatore”, per scoprire in che modo denti lunghi, artigli affilati e un manto mimetico rendano predatori efficienti.

“I perché della Natura”, per scoprire che anche i serpenti hanno le zampe e che i rospi respirano con la pelle.

“Uova da record”, da 10 kg a pochi grammi: un gioco per approfondire il variegato mondo delle uova.

“Chi ha fatto la fatta?” per analizzare gli escrementi di diverse specie e trarne tante informazioni.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di evidenziare caratteristiche e curiosità delle specie animali presenti al Bioparco.

La voglia di sensibilizzare sulla tutela della Biodiversità, sottolineando l’importante ruolo della comunità internazionale degli zoo per la salvaguardia delle specie minacciate di estinzione.

(EEP, EAZA, Strategia mondiale degli Zoo, ecc…).

Credit fotografico: Archivio Bioparco

Fondazione Bioparco di Roma

Viale del Giardino Zoologico, 20 – 00197 Roma

Tel. 06.36082118 – 348.2465431 – fax: 06.3207389

www.bioparco.it

https://unfotografoinprimafila.it/teatro-golden-di-roma-italia-e-capo-verde-in-dialogo-musicale/

https://unfotografoinprimafila.it/la-storia-a-processo-di-elisa-greco-marilyn-monroe-colpevole-o-innocente/

Giovedì 19 e venerdì 20 settembre – ore 21 al Teatro Golden un’iniziativa artistica e benefica.

 Ingresso con donazione benefica (prezzo suggerito: €20)

Prenotazioni: +39 3391320512 – segreteria@italia-capoverde.com

ITALIA e CAPO VERDE in dialogo musicale al Teatro Golden di Roma per un’iniziativa artistica e benefica.

Questa, in sintesi, l’idea concepita e promossa da Maria Silva (Consigliere della Repubblica di Capo Verde e presidente dell’associazione “Kriol-Ità”) e Alberto Zeppieri (direttore artistico Unicef Italia e produttore della collana discografica “Capo Verde, terra d’amore”).

Proposta accolta da Andrea Maia, direttore artistico del Teatro Golden, e sotto la direzione artistica di Grazia Di Michele, che inaugura il format internazionale della rassegna “A TU PER TU CON…”

Manifestazione mirata alla promozione della canzone d’autore in un ambito ravvicinato e partecipativo, in nome della qualità testuale e musicale.

ITALIA incontra CAPO VERDE, che avrà luogo giovedì 19 e venerdì 20 settembre nel congeniale “open space” di via Taranto.

Organizzata da “Kriol-Ità, Associazione di Amicizia Italia e Capo Verde” e “Numar Un”, produttrice della collana discografica “Capo Verde, terra d’amore”, con lo scopo di raccogliere donazioni a favore del movimento “Beira no Coraçao”. Movimento fondato dalla First Lady della Repubblica di Capo Verde, Ligia Fonseca, originaria del Mozambico) per contribuire alla ricostruzione.

Rifacimento di scuole, asili nido e abitazioni e per procurare medicinali, materiali scolastici e quant’altro necessario ad aiutare la popolazione mozambicana colpita dal ciclone “Idai”.

Evento che quest’anno ha provocato decine di migliaia tra morti e sfollati, in particolare a Beira dove il 90% di abitazioni e infrastrutture ha subito danneggiamenti.

Nelle due serate (inizio alle ore 21), alcuni fra i più significativi cantanti italiani incontreranno i loro omologhi capoverdiani, per una fusione di voci e di linguaggi che aprirà i cuori alla solidarietà.

Ad ognuno di loro verrà chiesto di interpretare un brano di Capo Verde (o più in generale dell’Africa) più un altro del proprio repertorio, all’insegna di una contaminazione che prevede duetti nazionali e internazionali e l’esecuzione di canzoni-simbolo eseguite in maniera corale.

I nomi nazionali prescelti in questa prima edizione per aver già “adottato” canzoni del progetto ONU “Capo Verde, terra d’amore”, corrispondono a quelli di Grazia Di Michele, Rossana Casale, Mariella Nava, Edoardo De Angelis, Lucilla Galeazzi, Ernesto Bassignano, Ivan Segreto, gli Oggi 4uattro e i Sismica.

I colleghi capoverdiani saranno invece Cremilda Medina, Mirri Lobo, Karin Mensah, Jacqueline Fortes, Jerusa Barros e Alessandra Silva Fortes.

I dialoghi in musica italo-capoverdiana saranno accompagnati dal vivo da una formazione composta da Humberto Ramos (pianoforte), Adão Ramos (chitarra e cavaquinho), Roberto Cetoli (tastiere e direzione orchestrale), Luca Donini (sax e clarinetto), Pier Brigo (basso), Ernesto da Silva (batteria e percussioni) e dai cori e dagli interventi delle vocalist Elisabetta Gomes e Ondina Santos.

Le due serate saranno condotte dagli speaker radiofonici di RAI Radio 1 Max De Tomassi e Savino Zaba.

In tale ambito sarà presentato in prima nazionale il volume 8 della collana “Capo Verde terra d’amore”, il cui ricavato netto di vendita in loco si sommerà alla raccolta-fondi.

L’iniziativa gode dell’Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica di Capo Verde e delle Ambasciate di Capo Verde e del Mozambico.

L’evento è stato realizzato con il prezioso aiuto di Eces, Atac e dalle associazioni Caboverdemania, Omcvi, Nôs d’Sintanton, Amici di Soncent, Api e AICS.

TEATRO GOLDEN

Via Taranto, 36 – Roma

Ufficio stampa:

A TU PER TU CON…: Elisabetta Castiglioni

+39 328 4112014 – info@elisabettacastiglioni.it

Teatro Golden: Daria Delfino

+39 347 6687903 – daria.delfino@gmail.com

https://unfotografoinprimafila.it/la-storia-a-processo-di-elisa-greco-marilyn-monroe-colpevole-o-innocente/

https://unfotografoinprimafila.it/milano-teatro-degli-arciboldi-presenta-harry-potter-in-il-calice-di-fuoco/

https://unfotografoinprimafila.it/roma-asd-tiro-a-volo-lazio-incontro-annuale-con-obiettivo-no-violence/

Milano Triennale Salone d’Onore Per Il Tempo delle Donne 2019, La Storia a Processo “Marilyn Monroe Colpevole o Innocente”

Marilyn Monroe al banco degli imputati: la nuova stagione 2019-2020 de La Storia a Processo riparte con la grande diva americana nel primo di dieci appuntamenti in programma fino ad aprile tra Roma e Milano.

Il format originale, ideato e curato da Elisa Greco, porta sulla scena i grandi personaggi della storia perché siano giudicati dal pubblico attraverso un “processo” in cui magistrati, avvocati, politici, giornalisti assumono i ruoli di accusatori, legali della difesa e testimoni.

Nelle passate edizioni sono andati a giudizio personaggi emblematici come Robespierre, Carlo Marx, Steve Jobs e Lisbeth Salander.

La prima tappa della 12ma edizione è a Il Tempo delle Donne 2019, domenica 15 settembre 2019 al Salone d’Onore della Triennale di Milano, alle ore 13,30.

Protagonista e imputata “iconica” è Marilyn Monroe che “ha vissuto – come afferma Elisa Greco – sulla sua pelle il contrasto tra Personaggio e Persona, tra Corpo e Anima.

E sul palcoscenico del Tempo delle Donne19, assunto ad aula giudiziaria, metteremo a confronto Accusa e Difesa dando vita ad un confronto tra l’ironico e l’approfondimento, lasciando parlare ragione e animo”

Marilyn Monroe: il Corpo o l’Anima? A condurre il “dibattimento processuale”, introdotto da Elisa Greco, sarà quale Presidente della Corte il magistrato Fabio Roia, Presidente Sezione Misure Prevenzione del Tribunale Milano, oltreché Ambrogino d’Oro 2018.

Mentre si fronteggeranno per l’accusa il Pubblico Ministero Ilaria Li Vigni, avvocata penalista, con la sua testimone Elisa Anzaldo, giornalista Rai e volto del TG1.

Per la difesa Laura Cossar, avvocato matrimonialista, con la sua testimone, Lorella Zanardo, attivista in difesa delle donne.

Ad interpretare il ruolo di Marilyn, Justine Mattera, attrice e conduttrice televisiva. Infine, al pubblico in sala il compito di emettere il verdetto.

Domenica 15 settembre ore 13.30

Triennale Salone d’Onore

Milano, Viale Alemagna 6

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Twitter @elisgreco

Facebook facebook.com/laStoriaaProcessodiElisaGreco

Email: lastoriaaprocesso@gmail.com

Ufficio Stampa

Maurizio Quattrini +39 338 8485333 maurizioquattrini@yahoo.it

Guido Gaito +39 329 0704981 guido@gaito.it

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/milano-teatro-degli-arciboldi-presenta-harry-potter-in-il-calice-di-fuoco/

https://unfotografoinprimafila.it/roma-asd-tiro-a-volo-lazio-incontro-annuale-con-obiettivo-no-violence/

Quarto capitolo della Harry Potter Film Concert Series al Teatro degli Arciboldi

Per la prima volta in Italia l’Orchestra Italiana del Cinema eseguirà la magica partitura di Patrick Doyle in perfetto sincrono con l’intero film! Harry Potter in “Il Calice di Fuoco”

IN PRIMA ASSOLUTA ITALIANA 

Biglietti in vendita dal 9 Settembre 2019 e disponibili su WWW.TICKETONE.IT Acquistando il biglietto entro il 9 Ottobre è possibile usufruire del 10% di sconto con biglietti a partire da € 32 (escluso diritti di prevendita)

Dopo aver registrato negli scorsi anni il sold out dei primi tre episodi, la HARRY POTTER FILM CONCERT SERIES torna a grande richiesta a Milano, con Harry Potter e il Calice di FuocoTM in Concerto, il quarto film della saga.

Il 27 e 28 Dicembre il Maestro Timothy Henty dirigerà l’Orchestra Italiana del Cinema con una straordinaria formazione di oltre 80 musicisti nella magica partitura di Patrick Doyle in perfetto sincrono con l’intero film, con dialoghi in italiano, proiettato in alta definizione su uno schermo di oltre 12 metri.

Il tour mondiale della Harry Potter Film Concert Series è stato lanciato nel 2016 da CineConcerts e Warner Bros. Consumer Products per celebrare i film di Harry Potter.



Dalla prima mondiale di Harry Potter e la Pietra Filosofale in concerto a giugno 2016, oltre 1,3 milioni di persone hanno apprezzato questa magica esperienza da JK Rowling’s Wizarding World, con oltre novecento spettacoli in più di 48 paesi del Mondo.

Le date italiane sono prodotte da Marco Patrignani e Forum Music Village, i concerti in programma a Milano hanno ricevuto il patrocinio del Consolato Britannico.

La Trama:

In Harry Potter e il Calice di Fuoco, Harry entra misteriosamente nel Torneo Tremaghi, una gara estenuante tra diverse scuole di magia in cui affronta un drago, demoni d’acqua e un labirinto incantato che lo porterà nella stretta morsa di Lord Voldemort. Harry, Ron ed Hermione lasciano l’infanzia per sempre e affrontano sfide oltre la loro immaginazione.

La Musica:

L’originale partitura di Patrick Doyle vincitrice dell’International Film Music Critics AWARD (IFMCA) e dell’ASCAP Film and Television Music Award, rappresenta un nuovo incredibile affresco musicale delle nuove avventure di Harry e i suoi amici.

Justin Freer, Presidente di CineConcerts e produttore / direttore della serie di concerti di Harry Potter, spiega:

“La serie di film di Harry Potter è un fenomeno culturale irripetibile che continua a deliziare milioni di fan in tutto il mondo.

È con grande piacere che portiamo per la prima volta ai fan l’opportunità di sperimentare i premiati brani musicali suonati dal vivo da un’orchestra sinfonica, il tutto mentre il film è proiettato contemporaneamente sul grande schermo. Questo è davvero un evento indimenticabile”. 

Brady Beaubien di CineConcerts e Concert Producer per la serie di concerti di Harry Potter ha aggiunto:

“Harry Potter è sinonimo di entusiasmo in tutto il mondo ed è fantastico scoprire che eseguendo questa incredibile musica con il film completo, il pubblico apprezzi di ritornare nel suo mondo magico”. 

Per maggiori informazioni: Harry Potter Film Concert Series: https://www.harrypotterinconcert.com/ Orchestra Italiana del Cinema: http://www.orchestraitalianadelcinema.it CineConcerts: www.cineconcerts.com

Teatro degli Arcimboldi Viale dell’Innovazione 20 – 20126 Milano Centralino: attivo dal lunedì al venerdì ore 10 – 18 Telefono: + (39) 02 641142200

Biglietteria: dal lunedì al venerdì ore 14 – 18 Telefono: + (39) 02 641142212

https://unfotografoinprimafila.it/roma-asd-tiro-a-volo-lazio-incontro-annuale-con-obiettivo-no-violence/

https://unfotografoinprimafila.it/roma-libreria-mondadori-niky-marcelli-presenta-la-strega-spiaggiata/

“Obiettivo No Violence”. Il tema di questo incontro è “La Socializzazione” presso ASD Tiro a Volo Lazio Roma

il 13 settembre 2019 l’associazione “Obiettivo no Violence” organizza presso il circolo ASD Tiro al Volo Lazio uno dei consueti incontri annuali il tema di questa volta “La Socializzazione” reinserimento delle persone vittime di violenza nella società.

L’Associazione presenterà un video inedito sulla violenza in famiglia tema molto diffuso e difficile da trattare.

Un grazie a Manfredi Russo a Cristina Sciabbarrasi e al piccolo Flavio Simolo che hanno realizzato il video portando fuori delle 4 mura un argomento così delicato.

Tantissimi gli ospiti che hanno voluto dare il loro contributo nel sociale la serata verrà presentata dalla bellissima Floriana Rignanese.

Ci sarà la partecipazione straordinaria dei Milk e Coffee, Giada Agasucci finalista di Amici e Giulia Orlandi una vera star della musica per il sociale.

Non poteva mancare l’alta moda con due sfilate delle stiliste Giuliana Guidotti e Diana Dieppa, nomi di un certo rilievo su Roma e non solo.

Un ballo a sorpresa inerente la terapia attraverso il ballo una Baciata sensuale e salsa interpretati da   Elisabetta Valitutti e Salvatore Faraone.

Gran finale con una stupenda esibizione di danza del ventre di alcune protagoniste del progetto con la coreografia di Cristina Sciabbarrasi.

La serata si chiuderà con un’ottima cena a base di prodotti biologici, non mancheranno gli ottimi vini della Tenuta di Pietra Porzia e per finire un brindisi con il taglio della torta.

Per prenotazioni tel. 348.2876782 cena offerta da ASD circolo tiro a volo Lazio

Verranno proiettati i video del progetto “Obiettivo No Violence” ed esposte le foto contro la violenza.

Verranno inoltre offerti dei pacchetti per la cura del corpo dalla “La Suite Beauty”, “Fiori da evoflor” e prodotti bio ìdella “Biofarm”.

Gli ultimi gioielli della nuova collezione della bigiotteria di “Viaroma34 gioielli” che presenterà i nuovi lavori della pianta dell’ORO della “Naytay”.

Trucco e parrucco di Sergio Tirletti.

Presenti il direttivo di “Obiettivo No Violence” collaboratori e testimonial.

Il tutto sarà ripreso da reportage fotografico dei fotografi Michele Simolo e Adriano Di Benedetto

Leggi anche:

https://unfotografoinprimafila.it/biennale-di-venezia-2019-76-mostra-internazionale-darte-cinematografica/

https://unfotografoinprimafila.it/roma-libreria-mondadori-niky-marcelli-presenta-la-strega-spiaggiata/